"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home

di Gianluca Panto e Gianluca Busato*
Quello di eri a Treviso è stato un evento storico. Non capita tutti i giorni, anzi non è mai successo prima, di vedere quasi tremila imprenditori veneti, uniti nel corteo silenzioso, percorrere a piedi il tratto che unisce lo stadio Monigo, dove si era tenuta l’assemblea generale 2011, con la nuova sede dell’associazione di categoria.
È invece è avvenuta, la marcia silenziosa dei 2900 industriali di Treviso su una popolazione provinciale di 750.000 persone ha avuto luogo.
Una densità tra le più altre d’Europa , un numero rappresentato di dipendenti considerevole, l’8° in tutta Italia, e una capacità contributiva per provincia al terzo posto tra tutte le associazioni provinciali di Confindustria.
Abbiamo partecipato, potremo raccontarlo ai nipotini, ci rendiamo conto di essere stati presenti ad un evento storico su scala mondiale, ci siamo sentiti un pò come se avessimo partecipato al concerto di Woodstock, o alla caduta in diretta del muro di Berlino.
Da quando esiste la rivoluzione industriale, in tutto il mondo, da metà del settecento , o dal 1920 se guardiamo il nostro territorio, non si era mai vista una situazione del genere.
I padroni che sfilano, che marciano.
Prima di allora erano sfilati solo i proletari, i bolscevichi, i sindacati, i soldati, i fascisti alla marcia su Roma, i pellegrini dal papa, gli artigiani, i quadri della fiat, i pastori, gli allevatori delle quote latte.
Prima della partenza Zaia, presente in assemblea, osserva taciturno e appare imbarazzato.
Sacconi si arrampica sugli specchi come per tentare una strenua resistenza e giustificazione dell’operato dell’ultimo ventennio e scaricando tutta la colpa sui soliti comunisti. Gentilini con la fascia tricolore ben in vista sorride ed applaude gaudente, quasi fosse del tutto inconsapevole di quello che sta per succedere, che non sembra capire, ma forse per lui capire i ventenni tragici non è così semplice.
Il cantante villorbese Grollo, urla l’inno d’italia con una fine maestria e la potenza di sigo di guerra a Lepanto. Nelle orecchie dei più, però le parole sono arrivate al cuore col latino della Juditha Triumphans. A parte le prime file, molti sono gli imprenditori che non si sono alzati ad ascoltare quell’inno.
All’inizio del corteo, dopo l’ultima tragica delocalizzazione della Datalogic, con conseguente licenziamento di 150 trevigiani, decisa proprio nello stesso giorno, una rappresentanza della CGIL con una ventina di persone e le bandiere dei lavoratori disoccupati, timida e stupita tenta una residua strenua resistenza, si oppone, si mette di traverso per rivendicare il proprio unico diritto di marciare, di chiedere, di pretendere. Ma viene travolta dalla folla in rotta della moltitudine di industriali che dilaga ovunque, a destra e sinistra, da ogni strada e via arrivano persone in giacca e cravatta e signore col tacchetto.
La situazione è surreale.

Leggi tutto...

 

Il governo cubano ha abbassato le imposte per stimolare la contrattazione di mano d'opera e ha autorizzato una maggior capacità per i famosi paladares (ristoranti), nel quadro delle misure che cercano di facilitare le imprese private. La notizia proviene dal quotidiano ufficiale Granma. La normativa è stata approvata dal Consiglio dei Ministri in una recente riunione guidata da Raúl Castro, con lo scopo di "rendere più agevole l'accesso al lavoro por cuenta propia (privato) come valida alternativa all'impiego pubblico", ha scritto l'organo del Partito Comunista Cubano.

Granma ha precisato che la normativa andrà in vigore da questo mese di giugno e avrà la durata di un anno. Il quotidiano governativo (il solo ammesso a Cuba) ha espresso soddisfazione perché da ottobre - mese in cui hanno avuto inizio le liberalizzazioni - sono già 314.538 i cubani entrati nel lavoro privato. Il lavoro privato è una delle misure principali del piano di riforme economiche realizzato dal governo di Raúl Castro, ratificato nel corso del recente Sesto Congresso del PCC, per rendere più efficiente il modello economico cubano. Il governo ha deciso anche di ampliare da 20 a 50 coperti la capacità dei famosi paladares, piccoli ristoranti che prima della riforma di Raúl Castro potevano funzionare solo con 12 coperti ed esclusivamente con impiegati che facevano parte della famiglia.

All'Avana e in altre città sono nati nuovi paladares, che adesso possono vendere carne di manzo e frutti di mare, un tempo proibiti. Il Consiglio dei Ministri ha autorizzato la contrattazione della forza lavoro nei 178 uffici autorizzati e ha stabilito l'esonero dalle imposte per le imprese con meno di 5 impiegati. Le misure comprendono riduzioni di imposte generalizzate, una delle richieste più pressanti da parte dei nuovi impresari. Le imposte a carico dei cubani che affittano le loro case sono state ridotte del 25% per il 2011. Sono stati sospesi i tributi - da tre a sei mesi - per gli autotrasportatori e per chi affitta abitazioni ma sta eseguendo riparazioni. Il Consiglio dei Ministri si è incaricato di "identificare le attività poco produttive, fondamentalmente nel settore gastronomico, che renderebbero di più se fossero gestite da lavoratori por cuenta propria", cosa che il Governo ha già cominciato a fare nel 2010 privatizzando i negozi di barbieri.

Leggi tutto...

 

Il libertario Domenico Letizia di Maddaloni interviene sulla questione referendum sull’acqua e gestione delle risorse idriche scrivendo all’ USI (Unione Sindacale Italiana). 
Letizia Domenico dichiara di aver scritto all’Usi per duplice motivazione: la prima riguardo i referendum sull’acqua e l’assurda campagna che vi sta girando intorno. Sia chiaro questi referendum non vogliono privatizzare e tantomeno liberalizzare proprio un bel niente, la campagna che le sinistre, con la complicità delle destre, stanno portando avanti è falsa. Sono tutti uniti nel chiedere semplicemente più statalismo e centralizzazione del potere “politico” per quanto riguarda la gestione delle fonti idriche al di là che vinca il SI oppure il No, insomma, non cambierà un bel niente.
La seconda motivazione è nel rendere noto ad un sindacato nazionale di matrice autenticamente libertaria, la situazione di Maddaloni. Tutti i cittadini, se vi è un minimo di consapevolezza di quello che sta accadendo, stanno vedendo cos’è la gestione statale delle fonti idriche, tutta la città sembra un gigantesco lago, ogni giorno scoppiano tubi con uno spreco abnorme di oro blu. Cerchiamo di portare a livello nazionale la problematica lanciando dibattiti “sulla terza via alla gestione dell’acqua” dichiara Letizia, cioè l’Autogestione delle fonti idriche attraverso Cooperative o, meglio ancora, Fondazioni ad Azionariato diffuso, ove tutti i cittadini diventino azionisti e quindi gestori delle proprie fonti idriche, impegniamoci su questa strada mettendo nel cassetto l’inutilità dei referendum sull’acqua.

Leggi tutto...

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
- PRESENTAZIONE DEL MERCATO CINESE E DI HONG KONG E MACAO
- OPERARE ATTRAVERSO UNA HOLDING AD HONG KONG
- DEFINIZIONE DI CONTROLLED FOREIGN COMPANIES
- LA STABILE ORGANIZZAZIONE
Egregio Professionista,
siamo lieti di poterLe presentare il primo Congresso a livello Internazionale, quale “CHINA INTERNATIONAL CONGRESS”  aperto a tutti gli Avvocati, Commercialisti e Consulenti,
che si terrà presso la Sala Congressi dell’Alexander Palace Hotel di Abano Terme (PD) – il giorno Venerdì 24 Giugno 2011
Un’intera giornata dove Consulenti Internazionali  provenienti dallo Studio Legale della I.T.M. Ltd di Hong-Kong, incontreranno Professionisti interessati ad approfondire
ed esaminare l’evoluzione della realtà di Cina , Hong-Kong e Macao del suo sistema normativo finanziario e fiscale.
Particolari approfondimenti saranno focalizzati su  Hong Kong , che campeggia in graduatoria tra le piazze fiscali più attrattive al mondo

Partnership con Studi Internazionali per offrire assistenza ed ampie risposte, in ambito legale e fiscale,  alle esigenze delle Imprese.
I Professionisti e Relatori rimarranno disponibili anche nel post-conferenza.
**Parte dell’incontro verrà relazionato in lingua inglese. Per i partecipanti traduzione simultanea con cuffie.
**Accreditato all'Ordine degli Avvocati con 7 crediti formativi.
Ecco gli argomenti trattati nel dettaglio:

Leggi tutto...

 

QUESTA SERA

Il libro “UMBERTO MAGNO” - 27 Maggio 2011, ore 21.00,

presso la SALA CIVICA, piazza MARCONI, ad ARCOLE (VR)

 Introduce l’autore di Tiziano Borasco

 

di Matteo Corsini
"Le banche centrali stanno oggettivamente cercando di spingere al rialzo i prezzi degli asset usando l'espansione quantitativa e l'effetto di ribilanciamento di portafoglio. L'aumento dei prezzi degli asset risultante da queste manovre rappresenta una potenziale bolla – o quanto meno un fenomeno guidato dalla liquidità – fin dall'inizio. La questione è se l'economia reale possa crescere se i prezzi degli asset sono guidati al rialzo dalla liquidità. Se la risposta è negativa, quei prezzi formeranno una bolla che a un certo punto scoppierà. Il risultato finale potrebbe essere molto peggiore rispetto al caso in cui l'allentamento quantitativo non fosse stato posto in essere… La recente crescita dell'economia statunitense rappresenta un pericolo perché rende la gente compiacente… Ma l'economia è ben lungi dal crescere autonomamente… l'economia americana è stata supportata solamente da un massiccio stimolo fiscale pari al 9% del Pil." (R. Koo)
Lanciandosi in una critica del quantitative easing operato dalla Fed, Richard Koo mi stava stupendo: per una volta mi trovavo d'accordo con lui.
Poche righe più tardi, tutto è tornato come sempre. Sopra non l'ho riportato, ma la conclusione di Koo è che se si vuole evitare una nuova recessione, lo Stato deve continuare a fare deficit spending senza ritegno.
Gli sarebbe bastato valutare le conseguenze del deficit spending utilizzando la stessa logica che ha seguito per criticare l'espansione quantitativa, e con ogni probabilità si sarebbe accorto che il risultato finale è comunque nefasto. Ma il passaggio logico gli è mancato, oppure ha voluto evitarlo perché, altrimenti, avrebbe dovuto cambiare radicalmente opinione su tutto ciò che va scrivendo da anni.
Nell'ambito del QE2, la Fed ha assunto l'impegno ad acquistare 600 miliardi di dollari di titoli del Tesoro Usa nel periodo compreso tra novembre 2010 e giugno 2011. In sostanza, la Fed ha assunto l'impegno a comprare l'equivalente della quasi totalità di emissioni di titoli effettuate dal Tesoro in quel periodo. Gli investitori (prevalentemente banche e fondi) che vendono i titoli alla Fed, hanno usato la liquidità per comprare altri asset finanziari e commodities, spingendone al rialzo i prezzi. Giustamente Koo ha criticato il QE2, evidenziando che ciò favorisce la formazione di bolle il cui scoppio può portare a una situazione peggiore di quella di partenza.
Quello che Koo non spiega è per quale motivo una crescita basata sul deficit spending dovrebbe essere più sostenibile di una basata sulla politica monetaria ultraespansiva. Le due cose sono strettamente legate tra loro, a maggior ragione per come è strutturato il QE2. Ciò premesso, così come le bolle si formano quando la contrazione artificiale dei premi per il rischio spinge a un livello insostenibile il valore attuale dei flussi di cassa futuri, gonfiando i prezzi degli asset, allo stesso modo il deficit spending non fa altro che prendere a prestito dal futuro fette crescenti di ricchezza, in modo via via sempre meno sostenibile.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 27 Maggio 2011 14:06)

Leggi tutto...

 

di Raffaele Schettino
Il dizionario "La Neolingua" è stato pensato per coloro che desiderano rimanere ancorati ai valori genuini del corretto vivere insieme, rifiutando quindi di uniformarsi alle concezioni dei nuovi conformismi dilaganti. C'è infatti il conformismo della terminologia, talora gabellato per neolingua, con il quale si tende ad utilizzare eufemismi che mitigano, quando non nascondono addirittura, il reale significato dell'espressione di cui si tratta (es: non vedente = cieco; diversamente abile = disabile, ecc...), poichè quest'ultimo viene ritenuto, dal lezioso "buonismo" imperante, offensivo per i soggetti interessati.
Variante più faziosa di questa concezione è il linguaggio volutamente criptico, adottato dalla classe dirigente nella sua più vasta accezione, mirato sia a mantenere, rispetto alla collettività, una presunta supremazia culturale di "casta", sia a conformare il pensiero della collettività medesima ai propri fini, spesso non apertamente palesabili. Altra forma di conformismo, ben più pericoloso, è quello messo in atto dai mezzi di comunicazione di massa (televisione, giornali, ecc.), gran parte dei quali, per motivi di dipendenza ideologica, ma più spesso economica, agiscono palesemente orientati in favore della classe dominante di turno, in evidente spregio di quella che dovrebbe essere la loro funzione primaria, e cioè il controllare l'operato del potere e denunziarne le eventuali malefatte. Sono queste anomale manifestazioni, che si riflettono sulla comunità creando disorientamento, disinformazione e malcontento, che con questo sito ci si propone di evidenziare, discutere, avversare, attingendo e diffondendo i contributi di quanti vogliano visitarlo.

Ultimo aggiornamento (Martedì 14 Giugno 2011 09:51)

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Le più lette...

La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

"Il libertario è nemico di ogni razzismo, perchè il razzismo è una idea collettivista, in quanto divide le persone in categorie. I neri devono stare qui, i bianchi là, le donne qui, gli uomini là, i gay lì. Il libertario non dirà mai "Hai dei diritti in quanto minoranza". E nemmeno in quanto maggioranza. Ti dirà che hai dei diritti perchè sei un individuo." (Ron Paul)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi61
mod_vvisit_counterIeri1278
mod_vvisit_counterQuesta Settimana61
mod_vvisit_counterQuesto Mese23569

Online : 17
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD