"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
di Leonardo Facco
Non è cambiando padrone ogni 4 anni che si smette di essere schiavi, diceva Lysander Spooner. Ergo, che da queste amministrative esca vincente un tizio di destra, piuttosto che un caio di sinistra o di centro poco ci importa.
Eppure, un dato che mi sembra importante – senza cadere nell’inganno di dare per morto chi non lo è ancora – è che la Lega Nord abbia preso una sonora legnata. Nonostante la propaganda dei suoi dirigenti (per ora han parlato ufficialmente Castelli e Calderoli, molto sotto tono), ciò che conta – per chi sa di Carroccio – è che Bossi stia ancora rinchiuso nel bunker di via Bellerio a rimuginare sul flop e non abbia proferito parola.
Facendo una rapida analisi sull’arretramento leghista, oltre ai soli 57.000 voti racimolati a Milano (in valori assoluti l’arretramento è enorme), val la pena ricordare che a Gallarate (Va) non è nemmeno andata al ballotaggio, nonostante abbia schierato un pezzo da novanta come la Bianchi Clerici; che a Varese è scesa sotto il 25% ed è stata superata dal PDL; che nella Bassa Veronese ha preso 1 sindaco su 10 e ne ha persi 2 uscenti; che in Bergamasca ha perso un monte di voti nelle “mitiche” valli bergamasche, lasciando ad altri Castione della Presolana, Sant’Omobono, Urgnano ed altri comuni; che nel bresciano – ad Anfo, piccola ma significativa amministrazione – ha vinto un sindaco della Lega Padana Lombardia, movimento antitetico al Carroccio, il quale ha preso il 2,5% a Mantova e quasi il 2% a Pavia. In Piemonte, la stessa storia: emorragia di voti ovunque e un misero 6% a Torino, la città di Borghezio. In Friuli, idem, basti pensare che a Pordenone è di poco sopra il 10%! Sotto il Po, territori che Bossi si vanta di presidiare – a parte la tenuta nel Piacentino – è passata dal 10% al 3,5% ad Arezzo, ha dimezzato in un sol colpo i voti nelle Marche ed in Romagna non sfonda. A Bologna, il candidato della Lega manco è andato al ballottaggio.
Per chi come il sottoscritto è impegnato nel girare questa penisola per raccontare chi sia veramente Umberto Bossi e l’aziendina politica che lo ha reso famoso, lo stop leghista merita una attenta valutazione.
Far conoscere ai più come funzioni il partito truffaldino di cui il finto-medico di Cassano Magnago è il fondatore è compito arduo, ma doveroso. Far sapere che Berlusconi lo telecomanda è il minimo che si possa fare. Del resto, fino a quando l’italianissimo partito leghista – ingordo di soldi pubblici e prebende romane – rimarrà in circolazione per le comunità del Nord sarà impossibile liberarsi dal giogo fiscale centralista e statalista.
Laddove la menzogna è universale dire la verità diventa rivoluzionario, mi ha insegnato Orwell. Per questo, il tour di presentazioni del mio libro continua. Venerdì prossimo, sarò a Moretta (Cn), insieme a tre ex-parlamentari leghisti: Alessandro Cè, Sergio Rossi e Guido Rossi, che racconteranno un po’ di quegli aneddoti sconosciuti che il cialtrone padano non vuole che vengano svelati. Il giorno dopo, andrò in quel di Vicenza per aggiungere qualche nuovo particolare ad una storia che è ancora tutta da raccontare e alla quale continuo ad aggiungere nuovi documenti.
Mi auguro di poter incontrare più gente possibile, anche perché è grazie al vostro passaparola, ed al web, che “la vera storia dell’imperatore della Padania” non è caduta nell’oblio.
 
Commenti (10)
Grillo e il carisma
10 Giovedì 19 Maggio 2011 12:31
Fabio Cintolesi
Concordo in pieno con l'analisi di Facco. Ho avuto l'occasione di fare parte di un meetup e di collaborare con amici grillini. Ho avuto le stesse impressioni: in gran parte persone giovani, motivate e perbene (che è poi è la cosa più importanti).

Preoccupano le venature collettiviste del movimento, intriso, come tutta la societù italiana, di molte illusioni stataliste. Non vanno sottovalutati però anche gli aspetti liberali (dai referendum sull'abolizione dell'ordine dei giornalisti e degli incentivi pubblici alla stampa, fino alla decisione di non presentarsi alle province perchè ritenuti enti da abolire).

Concordo sul fatto che il carisma di Grillo trascini il movimento, però dai primi esordi elettorali nel 2009, dal 2% medio di allora, adesso si parla del 5% almeno. Credo c'entrino molto l'attivismo sul territorio e l'uso della rete.

In più, cosa importantissima, Grillo è il leader carismatico, ma non si ingerisce sulle decisioni locali. Anzi, se viene chiamato in causa direttamente ne ha anche un certo fastidio. Lo dico perchè sono stato testimone diretto di un paio di episodi in tal senso.

Questa (un movimento senza un padrone, o cmq un padrone assente) è a mio avviso la vera anomalia ed una specificità da difendere, pur tenendo conto delle grosse distanze ideologiche che esistono tra me e loro (vedi acqua pubblica e nucleare).
Il dopo grillo...
9 Mercoledì 18 Maggio 2011 19:41
Rodolfo
Mi ha fatto piacere che tu abbia risposto. A mio avviso sembrerebbe veramente che il M5s sia un movimento al momento sincero. Anch'io come te ho il timore che nel tempo ll giochino potrebbe piacere anche loro. Difatto, pero, non si puo fare a meno di " qualcuno che " diriga " il gioco ma possibilmente " sen portafoglio". Per il resto non é certo la mancanza di Grillo che nel tempo potrà pregiudicare il futuro del movimento se , questo, nel tempo dimostrerà con i fatti quello che vuole fare.
E comunque é un inizio come lo é stata la lega che poi sappiamo cosa é diventata, anche se gli elementi dellla lega non soma MAI stati propriamente vergine da sempre ma già con un passato tutto da verificare.
Ti ringrazio molto del fatto che trovi sempre il tempo per risponde a me e credo a tutti coloro che ti scrivono. É l'unico sito che conosco veramente LIBERO.

In generale la mia domanda era semplicemente perché mi piacerebbe che anche personaggi con le idee come le tue potessero costruire un movimento similare che , come si é visto può anche crescere nonostante sono tutti contro.....

Saluti
Rodolfo
a Rodolfo
8 Mercoledì 18 Maggio 2011 15:50
Leo A.d. ML
Caro Rodolfo, l'affermazione del Movimento 5 stelle - e sono i numeri a confermarlo - è indubbia. E' cresciuta in molte aree in cui s'è presentata, ed è stata una spina nel fianco del sistema durante la campagna elettorale.
Ho avuto il piacere, grazie al fatto che il Movimento 5 stelle mi ha organizzato presentazioni importanti del mio libro su Bossi - di conoscere diversi esponenti "grillini" e devo ammettere di aver trovato molti giovani assolutamente motivati e, in buonissima fede, convinti delle battaglie lanciate dal loro "leader".
Detto questo, la mia deformazione ideologica, mi impone tre riflessioni:
1- Sono convinto che, ahimé, l'anima vera del movimentismo a 5 stelle sia essenzialmente collettivista, ergo contraria alle idee del libero mercato e d'ostacolo all'affermarsi delle libertà individuali.
2- La politica è una brutta bestia che, in Italia, si sostanzia in troppa intrusione nella società civile. Il che comporta che la politica diventi una sporca professione e che i soldi (degli altri ne siano la linfa). E' pur vero che oggi il M5Stelle sta dimostrando perlopiù impegno civico, ma conoscendo l'esperienza leghista - anche quelli sostenevano che la poltica fosse da abbattere - qualche timore ce l'ho.
3-Il numero di voti che hanno raccimolato i rappresentanti del Movimento 5 Stelle sono in grandissima parte frutto del carisma (particolare peraltro essendo un comico di notevole bravura) di Beppe Grillo. Ergo, l'attenzione mediatica (anche solo della Rete intendo) sul movimento c'è perchè Grillo è un istrione. E dopo Grillo?
Questo è un sunto del mio pensiero, in merito al quale puoi ribattere in tutta sincerità.
contro la partitocrazia
7 Mercoledì 18 Maggio 2011 13:29
Paolo Cintolesi
Queste elezioni sono state un segnale per i partiti tutti, lega compresa, che siamo stufi delle loro arroganti posizioni "padronali"
Mi risulta che in Parlamento è stata presentata una proposta di legge da tesoriere del PD (Sposetti) per un finanziamento ai partiti di 345.000.000,00 di €!!!, mi chiedo, quando una ribellione
civile contro questi soprusi? Io sto proponendo una protesta contro tutti gli SPRECHI "CAMMINATA DA PISA A ROMA" con tredici tappe ed altrettanti incontri con i cittadini delle città in cui ci fermeremo. Chi è interessato può scrivermi a: paolo.cintolesi@alice.it
Attualmente siamo quattro persone "anziane" e di diverso orientamento politico. Tengo a sottolineare che è una cosa seria!
Paolo Cintolesi Comeana
E adesso?
6 Mercoledì 18 Maggio 2011 10:11
Massimo74
Dopo questa scoppola i signori leghisti avranno ancora il coraggio di difendere Tremonti e le sue politiche stataliste,assistenzialiste e filo-meridionaliste?
da ilsalvagente.it: LA LEGA PERDE VOTI ANCHE FUORI MILANO
5 Mercoledì 18 Maggio 2011 09:12
Giangi
"A Milano è andata male, nel resto della Padania no". Così ieri a tarda serata Roberto Castelli e Roberto Calderoli hanno stigmatizzato il risultato della Lega Nord nel giorno della debacle berlusconiana.
Ma l’evidente malumore del Carroccio tradisce la delusione per un responso dell’urna che non ha sorriso ai leghisti. Anche senza considerare l’arretramento di circa 5 punti rispetto all’anno scorso a Milano.
Perché anche a Gallarate la Lega, che andava separata dal Pdl, non ha raggiunto il ballottaggio. Nonostante solo il Leader Umberto Bossi ha fatto camgna elettorale ben 5 volte nelle ultime 2 settimane.
Mentre a Varese, la roccaforte del Senatur, il candidato del Carroccio non è riuscito a vincere al primo turno come tutti si aspettavano nonostante fosse appoggiato amnche dal Pdl.
E anche a Rho, provincia di Milano (la città più interessata dall'Expo 2015) la Lega ha strappato il ballottaggio al Pdl ma senza boom di voti.

Voti persi anche in Veneto
E anche in una roccaforte leghista come il Veneto il Carroccio ha perso voti. Ha fatto il suo dovere spingendo alla rielezione al primo turno il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, ma normalizzata nell’ampiezza del risultato elettorale, rispetto ai picchi toccati un anno fa. Non stravince: vince, e non dappertutto.
Perde voti anche nella verdissima Marca, dove il bacino del consenso leghista, pur conservando dimensioni ragguardevoli, si è asciugato di un 7 per cento abbondante.

Non funziona sempre andare da soli
E l’appeal padano è risultato un po’ appannato anche in diversi comuni: i candidati sindaci del Carroccio che hanno corso in solitaria, separati cioè dagli alleati del Pdl, sono fuori dai giochi a Chioggia, Cavarzere, Abano Terme.
I leghisti puri hanno fatto breccia a Montebelluna, Villorba e Oderzo dove in tutti e tre i casi andranno al ballottaggio.
E poi, nel Veronese, altra terra generosa per gli uomini di Bossi, la Lega ha perso un importante centro della provincia come Bovolone.
una proposta
4 Mercoledì 18 Maggio 2011 06:49
Domenico Letizia
Ciao Leo,
sono domenico.
Volevo chiederti perchè non metti su un sito internet completamente dedicato alla queustione leghista, dove vene raccontata la storia, inserisci materiale e documenti e dove illustri con dati e un pò quello che vuoi cosa ha trasformato la lega della secessione alla lega delle poltrone, sarebbe interessante avere un sito soltanto sugli orrori della lega nord e lì ogni volta potresti pubblicizzare le tappe e i dibattiti ove presenti il volume, ci vedrei bene anche la collaborazione con MIchele De Lucia, tesoriere di radicali italiani che ha scritto anche lui un bel volumetto contro le cazzate leghiste.... Insommma che dici di un sito anti-leghista?
Ciao Facco, perché non ne parli...
3 Martedì 17 Maggio 2011 22:18
Rodolfo
....e non dai un tua idea circa la meritata crescita del movimento 5 stelle.
Vorrei che dicessi la tua.
Grazie tante.
Ci si sente...
Rodolfo
LEGA SOTTO
2 Martedì 17 Maggio 2011 15:47
BERGHEM
bergamonews: il Carroccio ha perso molte sfide dirette contro liste civiche. E’ il caso di Almé, Ardesio, Calcinate, Costa Volpino, Fornovo San Giovanni, Pumenengo, San Paolo d’Argon, Sant’Omobono Terme, Urgnano, Verdellino. Male, anzi al limite del malissimo Treviglio, dove rispetto alle Regionali di un anno fa la Lega ha perso la bellezza di 8 punti percentuali.
Tu sei di Treviglio Facco?
appunto, proprio come nel finale
1 Martedì 17 Maggio 2011 15:12
Maciknight
E' solo grazie al web ed all'impegno di persone come Leonardo Facco che si riesce ad avere informazioni veritiere, accessibili a chi naviga e a chi si sforza di uscrire di casa ed andare ad ascoltare questi eventi organizzati per presentare il libro. Ma purtroppo la stragrande maggioranza degli italiani si nutre ancora di tv e giornalacci di regime che vivono di sussidi statali. Un buon auspicio è stato fornito dal risultato del Movimento 5 Stelle, che al di là di quello che ognuno possa pensare, è comunque un segnale molto positivo per la democrazia e la partecipazione, in quanto erano stati totalmente censurati e cancellati dai media prima delle elezioni e se hanno ottenuto un risultato così positivo è solo per il fatto di aver girato per le piazze ed aver inserito video in rete e fatto molto passaparola on line. Un inizio per far capire che dominar ei media non è più sufficiente per dominare la popolazione

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

Tre uomini sono su una barca. Uno rema. Ad un certo punto quest'ultimo si ferma e si rivolge agli altri due con queste parole: «Scusate: perché adesso non remate un pò anche voi? ». Questi sorridono e gli rispondono: «Abbiamo già votato. Ma se proprio vuoi possiamo anche votare una seconda volta».(Anonimo)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi375
mod_vvisit_counterIeri1123
mod_vvisit_counterQuesta Settimana7009
mod_vvisit_counterQuesto Mese26353

Online : 6
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD