"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
di Matteo Corsini
"L'Italia deve solo raccogliere il 4% del Pil ogni anno per evitare di essere vulnerabile." (P. Krugman)
Paul Krugman, interpellato da un giornalista sulle prospettive del debito pubblico italiano dopo la revisione da stabile a negativo dell'outlook da parte di S&P, ha rassicurato il suo interlocutore in questo modo.
Probabilmente Krugman si riferisce al deficit pubblico in rapporto al Pil, che in effetti allo stato attuale è peggiore solo di quello tedesco tra i grandi Paesi europei. E' vero che il deficit viene finanziato emettendo titoli di Stato, ma è un errore grossolano sostenere che l'importo da raccogliere sia pari al solo deficit annuo. Krugman pare ignorare che ogni anno giungono a scadenza titoli emessi in precedenza, oltre agli interessi periodici su tutto il debito in essere. Quindi le somme da raccogliere sul mercato sono ben superiori al deficit annuo.
Va dato atto al Tesoro italiano di aver sviluppato ottime capacità di gestione del debito pubblico, avendo approfittato degli anni di bonanza della prima fase dell'Unione monetaria per allungare la scadenza media, che attualmente è superiore a 7 anni. Ciò nondimeno, nella restante parte del
2011 giungerà a scadenza, tra capitale e interessi,  poco meno del 13% del Pil 2010, e oltre il 15% nel 2012. Entro il 2015 l'Italia dovrà rifinanziare, tra capitale e interessi,  una somma superiore al 50% del Pil 2010. Se si preferisce parlare in euro, si tratta di oltre 800 miliardi. Il tutto senza considerare i deficit che verranno realizzati nello stesso periodo di tempo.
Ma vi rendete conto che Krugman, al di là del Nobel, è considerato uno che ne capisce di economia? 
 
Commenti (5)
alcuni chiarimenti
5 Mercoledì 25 Maggio 2011 17:00
Matteo Corsini
Un paio di precisazioni:
1) Vorrei rassicurare “tremonti”: ho finito le superiori senza problemi e anche l’università. E ho continuato a occuparmi della materia per interesse personale e anche per lavoro. Ciò detto, credo che sia bene valutare le argomentazioni di chi scrive un pezzo, non i suoi titoli di studio. Per quanto riguarda Krugman, se non è informato sui numeri dell’Italia non vedo perché debba parlare di numeri sul debito italiano.

2) Con riferimento all’aritmetica della sostenibilità, i calcoli sono indubbiamente corretti, ma si basano su input che potrebbero variare anche in misura significativa in futuro. Il che rende rischioso parlare di sostenibilità di un debito al 120% del Pil, perché è difficile creare le condizioni per stabilizzarlo. Possiamo ragionare sul debito complessivo (pubblico e privato) e utilizzare altri argomenti che rendono la posizione dell’Italia meno “brutta” di quello che sembra se ci si ferma al debito pubblico in rapporto al Pil, ma non è di questo che mi sono occupato nel pezzo. Mi sono limitato a segnalare una posizione errata di Krugman.

3) Anche se il debito in scadenza non deve essere ripagato, deve comunque essere rinnovato. Non a caso nel pezzo parlo di somme da rifinanziare, non da rimborsare (se dovesse rimborsare tutto quello che scade, anche la Germania andrebbe in default in tempi brevi). Sta di fatto che i rinnovi non sono automatici, per cui la quantità raccolta e il costo del debito rinnovato dipendono in misura significativa dalla percezione del rischio Paese diffusa tra gli operatori di mercato. Per questo è bene non limitare il ragionamento alla sola quantità di debito incrementale. Gli esempi dei Paesi che hanno già fatto ricorso agli aiuti UE+FMI sono eloquenti: il costo del rinnovo del debito e del finanziamento dei deficit annui è divenuto progressivamente insostenibile, creando un effetto a palla di neve sul debito.
dipende
4 Mercoledì 25 Maggio 2011 15:16
carmenthesister
Non dobbiamo certo ripagare tutto il debito man mano che viene a scadenza! Normalmente i titoli si rinnovano, e i conti del primo commentatore sono perfetti per stabilizzare il debito - e un debito stabile è per i mercati normalmente un debito sostenibile. Se poi lo vogliamo poco a poco diminuire, un 4% all'anno è anche abbondante, a mio parere.
Krugman sbaglia per eccesso
3 Mercoledì 25 Maggio 2011 12:31
Paolo Manasse
Non so a cosa si riferisca Paul Krugman. Certo è che in Italia con un avanzo primario dello 0,5% del PIL, un tasso medio sul debito intorno al 4,5%, l'inflazione al 2,6% , la crescita al 1,1% e un rapporto debito/PIL al 120%, è più che sufficiente portare il surplus al al 1% (0,9% per l'esattezza) per stabilizzare il rapporto debito/PIL. Si chiama aritmetica della sostenibilità
Krugmanite
2 Mercoledì 25 Maggio 2011 11:10
Johnny Cloaca
Magari Krugman è un demente punto e basta. Perchè secondo la sua scala di "valori" dobbiamo ancora sconfiggere la deflazione, tanto per cirane una. Che se l'occidente non fosse divenuto ormai una discarica a cielo aperto starebbe a spalare letame insieme a Stiglitz in qualche fattoria del sud del mondo.
La presunzione non vi manca
1 Mercoledì 25 Maggio 2011 10:57
tremonti
Magari Krugman non sarà informato sui numeri dell'Italia. Mi sembra del tutto fisiologico. Quella che è patologica è la presunzione di che, magari avendo finito a stento le superiori, dice che Krugman non capisce l'economia.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

"Chi sa, fa. Chi non sa, insegna. Chi non sa nemmeno insegnare, dirige. Chi non sa nemmeno dirigere, fa il politico. Chi non sa nemmeno fare il politico, lo elegge". (Antico detto rimaneggiato da Sisto VI).
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi39
mod_vvisit_counterIeri1105
mod_vvisit_counterQuesta Settimana6630
mod_vvisit_counterQuesto Mese23031

Online : 18
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD