"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
di Leonardo Facco
Che “l’Italia non è un paese per giovani” lo ha capito anche Jacopo Morelli, presidente dei giovani industriali, il quale lo ha dichiarato a Santa Margherita Ligure. Io ci ho dedicato un capitolo, due anni fa, del mio libro “Elogio dell’evasore fiscale”, in cui con dati alla mano ne davo prova provata. Ciò che Morelli non ha ancora capito, o finge di non capire, è che l’Italia non è neppure un paese per imprenditori e/o liberi professionisti (dove con questo termine non intendo la pletora di iscritti agli ordini filo-statali), né tantomeno per artigiani.
La crisi, da due anni a questa parte, sta falcidiando l’impresa privata ed il lavoro. Le casse integrazioni speciali continuano a registrare picchi verso l’alto. Eppure, per i dipendenti pubblici è come se nulla stesse accadendo, la sera arrivano a casa e si coricano senza patemi d’animo, tanto c’è sempre qualche fesso costretto a lavorare e a pagare i loro stipendi.
Ergo, non solo impiego sicuro per eccellenza e con orario “corto” rispetto al privato: il lavoro pubblico negli ultimi anni è stato conveniente anche sul lato economico. Capito? Le retribuzioni reali lorde dei dipendenti pubblici, infatti, secondo le tabelle allegate alla Relazione annuale di Bankitalia, sono cresciute del 22,4% dal 2002 con un tasso di oltre tre volte superiore a quello del totale dei lavoratori dipendenti (+6,8%).
Riprendiamo i dati dalla stampa: “Così in media i dipendenti pubblici che potevano contare nel 2002 su 23.813 euro nel 2010 hanno raggiunto i 29.165 euro (dati deflazionati con l'indice dei prezzi al consumo) portando a casa nel periodo un aumento di oltre 5.200 euro (il 22,47%). Nel complesso – secondo la tabella sulle retribuzioni reali per unità standard di lavoro dipendente – i lavoratori dipendenti sono passati da 21.029 euro nel 2002 a 22.467 (+6,8%) ma con grandi differenze tra i vari comparti. Al top per percentuale di aumento ci sono i travet seguiti dai lavoratori dell’industria (da 21.047 euro medi nel 2002 a 23.275 nel 2010 con un +10,5%) e del commercio (+6,8%, ma con appena 20.733 euro nel 2010). Il settore che nel 2010 aveva in media la retribuzione reale più alta resta quello dell’intermediazione monetaria e finanziaria (39.106 euro con un aumento reale rispetto al 2002 del 4,79%), seguito dalla pubblica amministrazione e dalla sanità e altri servizi sociali ma a distanza (26.600 euro per quest'ultimo settore con un aumento reale del 6%). In fondo alla lista restano i lavoratori dipendenti dei servizi domestici presso le famiglie (11.948 euro con un +2,7% reale dal 2002), ma il comparto che è rimasto completamente al palo per quanto riguarda gli aumenti reali è quello dei trasporti, magazzinaggio e comunicazioni”.
Oltre ad essere sicuro sotto il profilo licenziamenti (rispetto al settore privato che ha visto numerosi esuberi e licenziamenti, dalla cantieristica al tessile passando per il credito) il settore pubblico resta appetibile anche per l’organizzazione del lavoro con un numero di ore annuo molto inferiore alla media del settore privato. I dipendenti pubblici lavorano per contratto 1.438 ore l’anno (grazie alla settimana di 36 ore) a fronte delle 1.704 medie dei settori privati. Di fatto quindi, se si considerano giornate lavorative di 8 ore, i travet stanno in ufficio ogni anno circa 33 giorni in meno rispetto ai dipendenti dei settori privati. La situazione comunque si prepara a peggiorare: gli stipendi saranno bloccati, grazie alla manovra estiva del 2010, fino al 2013 mentre dal 2012 le donne dipendenti della pubblica amministrazione resteranno al lavoro, come gli uomini, fino a 65 anni a meno di non poter accedere alla pensione di anzianità. Le loro colleghe del privato, a meno di interventi con la manovra correttiva 2011, vanno ancora in pensione di vecchiaia a 60 anni.
Nei giorni scorsi riflessioni critiche e proposte sono venute da parte di rappresentanti del settore delle piccole e medie imprese italiane in merito alla nuova stretta creditizia che imporrà "Basilea 3". Dalle pagine del quotidiano ItaliaOggi Sette, il presidente di R.ete. imprese Italia, Giorgio Guerrini, ha lanciato un appello affinché «nel periodo transitorio verso l'attuazione di Basilea III siano messe in campo tutte le azioni atte a scongiurare la diminuzione degli impieghi destinati a soggetti più difficili da valutare, come le micro e le piccole imprese». Il rischio è che le misure destinate alla stabilizzazione del settore bancario e finanziario si traducano «in un nuovo credit crunch a danno di quella parte dell'economia reale che ha già subito gli effetti nefasti della recente crisi». Traduzione: i soldi li daranno solo agli amici degli amici.
La conseguenza di tutto ciò è una sola: non val la pena fare l’imprenditore e nemmeno cercare posti nel settore privato dove – nella maggior parte dei casi – si finisce per firmare solo contratti a progetto e/o a tempo determinato. Questi sono i risultati, e solo parziali dato che il peggio addevenì, del mantenimento di un ridondante settore parassitario statale che conta milioni di sanguisughe... che comunque vada gongolano e vivono sulla pelle degli altri!
 
Commenti (19)
?
19 Martedì 14 Giugno 2011 12:46
dip
ma di cosa stiamo parlando? la banca d' italia dovrebbe specificare che gli stipendi aumentano x i dirigenti ( grazie ai politici ) mentre dopo 30 anni di lavoro lo stipendio è di 1.200 euro x i dipendenti. Il problema è anche l' assunzione indiscriminata di precari amici del presidente ( vedi puglia ). Il " poeta " ha tentato di assumerli senza concorso ma la corte ha bocciato il provvedimento; ora tenta uno pseudo concorso pubblico senza preselezione..sono ammessi alla prova orale anche chi alla pratica prende " 0 "....a voi le deduzioni
Le contorsioni del serpente non sono la sfericità universale
18 Martedì 14 Giugno 2011 12:16
NV
Maumen ha scritto cose assolutamente esatte, che fra l'altro risultano non solo in psichiatria
cfr. ad es.:

http://www.ibs.it/code/9788885861572/comfort-alex/potere-delinquenza-saggio.html

ma anche semplicemente considerando che il gruppo (ogni gruppo) è di per sé la negazione dell'io. Chi è sincero con se stesso non può negarlo. Quando però si passa dall'essere "serpe" all'essere "stocazzo" non so se si è molto sinceri con se stessi...
maumen...
17 Martedì 14 Giugno 2011 10:22
stocazzo
Maumen... ma che ti sei bevuto il cervello? grazie per la lezioncina. adesso iniziati a studiare i successivi 100 anni di storia della psichiatria o quello che e'. Mamma mia se ne vedono di tutti i colori
Per i parassiti
16 Martedì 14 Giugno 2011 08:37
Pablo
Amico troglodita dimenticavo di ricordate che la lega vi prende per il culo da 15 20 anni. E' da quando che. E' nata che promette la separazione e ancora nulla tranne che trogloditi come lei che credono al capo e figli che invece mangiano con i soldi di Roma padrona si piazzano in parlamento finanziano figli porta borse finanziamenti da Roma non da veneto al giornale. O lei e' un idiota che non vede la realta' e si fa frodare oppure lei e' il tipico troglodita
Pablo
15 Martedì 14 Giugno 2011 08:31
Non mi sembra che ci siano laureatia solo fedine fuorilegge
Non mi sembra che il vostro capo sia la corrispondenZa del geni. Comunque io una laurea l'ho presa. Non facevo finta di essere medico oppure dico che i professori sono comunisti. Ammetto che a gestire i nostri beni il partito ha proposto un somaro senza titolo di studio. E' questa la vostra meritocrazia? Comunque dovreste mantenerli quel gruppo di statalisti dovrebbero prendervi i soldi dai c.c poi per quel che riguarda la produttivita' mi da che siete diventati poveracci con il 15 per cento di disoccupazione e che le aziende stiano chiudendo oppure e' rimasto agli anni dell'amico Craxi dove debito a volonta'. Ma si guardi in giri e sia obbiettivo troglodita sound produttore di parassiti da mantenere
Troglodita sara' lei!
14 Martedì 14 Giugno 2011 06:41
Pietro Caldiera
"Schei", dicono gli abitanti della colonia produttiva dell'Italia chiamata Veneto.

Troglodita sara' lei, caro italiota aduso a offendere chi e' migliore della sua genia!

PS Presto i veneti se ne andranno dal letamaio Italia.
Perchè li chiamate giovani industriali ????
13 Martedì 14 Giugno 2011 02:55
Giorgio Andreani
Ogni anno dobbiamo sorbirci le cazzate della ASSOCIAZIONE GIOVANI INDUSTRIALI : se vai a vedere il curriculum degli derenti di questa associazione , scopri che il loro merito imprenditoriale è solamente quello di essere nati in una famiglia di imprenditori ed avere ereditato la fabbrichetta ( Emma Marcegaglia docet).
Propongo a questi signori di rinominare la loro congrega i ASSOCIAZIONE GIOVANI FIGLI DI IMPRENDITORI ma soprattutto di smetterla di parlare di meritocrazia e competitività perchè mi avete ROTTO I COGLIONI !

Quanto ai cosiddetti "liberi" professionisti e / o artigiani vessati dal fisco consiglio di continuare a votare in massa PDL e i suoi candidati provenienti da Sicilia , Campania, Calabria ecc.

Un nome su tutti : Ignazio La Russa , ex coordinatore LOMBADDO di Alleanza Nazionale.

Loro sapranno tutelare i vostri interessi.

Coraggio : il lavoro rende liberi.( ...professionisti )
Italia...
12 Martedì 14 Giugno 2011 02:11
M Lombardi
purtroppo da quasi lo stesso periodo della caduta di Roma l'Italia e' come quasi tutti i paesi occidentali un paese cristiano, quindi morente, votato alla religione della morte.
Cristo etc, che e' tutta una storia inventata a tavolino dagli schiavi di Roma invidiosi dei romani e poi usata dai politici romani per ri-comandare le folle che non domavano piu' con le armi.
Dio e' l'ultima arma quando tutte le altre hanno fallito... quando non rimane che dire al nemico: sappi che poi lui ti punira'.

questa religione dis-umana e anti-umana ha annichilito l'umanita' in occidente ed ovunque essa sia stata portata come in america latina.

il concetto della democrazia e' cristiano, l'avere un pastore da seguire ... essendo voi pecore.

fino a quando la grande menzogna, il cristianesimo non cessera' di esistere, paesi come gli USA, Italia, Grecia, etc... saranno tutti condannati alla morte sulla terra.
Lo statalista di b.
11 Lunedì 13 Giugno 2011 22:48
Pablo
Dimenticavo la lega ci insegna come produrre bene e servizi. Non ce n'e uno nella famiglia del capo che non sia stato sistemato con soldi pubblici in qualche struttura pubblica omantenuta con soldi pubblici. E poi ce l'aveva con lo statalismo e i fannulloni. Legisti andate a lavorare lazzaroni fannulloni come il vostro capo che si fa mantenere dallo stato lui e famiglia
AVVILENTE...
10 Lunedì 13 Giugno 2011 22:08
LUPO ALBERTO
Faccio ormai da 14 anni il libero professionista e purtroppo devo dire che lo Stato ci ha messi in condizione di non poterci creare un futuro e di staccarci dai genitori, perchè con leggi, tasse e controlli alla Colbert, ha chiuso i rubinetti del lavoro e della libera circolazione del denaro. Come avete già visto, tutte le grosse industrie stanno via via chiudendo e stanno trasferendosi all'estero. Credetemi, io non sono personalmente libero di investire soldi nella mia attività, di cambiare un assegno, di acquistare un qualsiasi bene o servizio o di assumere un dipendente. Lo posso fare, MA NON IN SANTA PACE, questo è il problema.

Prepariamoci a fuggire da questo Paese FINITO!!!
Paese di merda
9 Lunedì 13 Giugno 2011 21:53
Pablo
Lavoravo in Italia,
ho chiuso tutto e vivo all'estero.
Torno spesso, mangio bene,................
Ma vedo sempre lo stesso meccanismo:
Umma umma...........

In questo paese del cazzo dovete imparare daifigli di craxi, dai trota ed altri.
Dovete insegnare ai vostri figli a fare pompini a B e trovareun posticino in politica.

Quando trovo qualche amico Pakistano cercodi convincerli di chiudere pRTITA IVA E VENIre a contibuire a sviluppare paesi migliori.
Italia:
Faffanculo
Del resto è stata fatta dai nostri padri.
Salamelle, calcio, pompini e forza juve e Milan.
Dimenticavo:
Schei cosi dicono i trogloditi del nord

Giovani con risorse, venite via prima di finire disoccupati.
Se rimanete diverrete dei mafiosi schifosi ladri.
Vi inventerete modi tipo aprire associazioni onlussper avere finanziamenti, posticini in ospedale leccando il culo a qualche leghista politico etc.....
Un artigiano esasperato
8 Lunedì 13 Giugno 2011 18:33
ARTIGIANO
Sono un artigiano, io mi devo sudare lo stipendio nel vero senso della parola e tutti gli anni ho il timore di non riuscire ad arrivare in attivo a fine anno.
Ho amici dipendenti statali che non fanno veramente nulla paragonato a quello che faccio io e hanno un buono stipendio GARANTITO ogni mese
e bene hanno anche il coraggio di lamentarsi io mi sento preso in giro.
IL MONDO VA AL CONTRARIO
vergogna
7 Lunedì 13 Giugno 2011 17:47
Massimo74
E pensare che in inghilterra hanno appena deciso di tagliare 500.000 posti nel pubblico impiego.Da noi al contrario si sono regolarizzati 65.000 precari(ma sarebbe meglio chiamarli fancazzisti)della scuola.E poi quel cialtrone di tremonti ci viene a dire che non ci sono i soldi per la riduzione delle tasse.
Comunque se non ci pensarà la politica(cosa che mi pare scontata) a cambiare le cose, allora saranno la crisi e il default del debito pubblico a fare pulizia di tutti questi parassiti una volta per tutte.
2 + 2 fanno 4
6 Lunedì 13 Giugno 2011 17:41
rik
dopo 60 anni di egemonoia del pensiero unico che ha propagandato che siamo tutti uguali,che tutto e' dovuto gratuitamente dallo stato,che chi si arricchisce e' solo uno sfruttatore dei poveri,il tutto alimentato dalla politica, dai sindacati e ignorato per interesse da una confindustria sempre pronta a succhiare le risorse dello stato solo a prorio vantaggio,questi sono i risultati.
Il pensiero libertario,liberale e liberista e' stato cassato totalmente da un regime illiberale e dalla sua informazionedi venduti al potere e non so se rimarra'la possibilita' di porre rimedio.
ricordiamo che..........
5 Lunedì 13 Giugno 2011 16:53
maumen
Dobbiamo a Wilhelm Reich,eretico allievo di Freud la scoperta che ogni gruppo umano fortemente gerarchizzato ha un collante essenziale in un meccanismo psicologico che, in sostanza è la trasposizione sociale d'una relazione sessuale sado-masochista. In questo tipo di relazione, com'è noto, uno dei partners trova la sua massima gratificazione nel dominio totale del partner sottomesso, che a sua volta trova la sua massima gratificazione nella sottomissione incondizionata al partner dominante. In altre parole, secondo Reich, tutte le gerarchie autoritarie si basano sulla personalità sado-masochista che soddisfano i loro impulsi masochisti nell'obbedienza incondizionata al superiore e al potere che questo rappresenta (Stato, Chiesa, Partito) ed allo stesso tempo soddisfano i loro impulsi sadici nel dominio che esercitano sui loro dipendenti e sul "popolo minuto" esterno all'apparato del potere o sugli avversari di esso (oppositori,miscredenti, nemici della vera idea). È evidente che in questo tipo di scala gerarchica, le personalità più sadiche cioè più affamate di dominio si collochino ai vertici della piramide, mentre alla base andranno a collocarsi le personalità più masochiste, cioè più bisognose di sottomettersi e obbedire all'autorità. È evidente come l'apparato burocratico sia l'ideale per personalità autoritario-gregariste e per la loro aggregazione sociale. Purtroppo tali personalità bramano il potere ma sono letteralmente terrorizzate dalla responsabilità, cioè dalla necessità di prendere decisioni rapide ed autonome, perché la loro inadeguatezza rischia di esser svelata ai superiori e a tutti da questo tipo di decisioni. Un fattore cruciale del frequente immobilismo del Burocrate sta appunto in questa sua lotta segreta fra fame di potere e paure della responsabilità. La personalità del burocrate ha tratti pertanto fortemente infantili. Personalià di bambino insicuro obbediente ai genitori, prepotente con i fratelli , convinto che il mondo intero ruoti attorno all'onnipotente padre-padrone-padrino (il superiore, il politico che lo fa assumere, l'ente che lo paga e lo protegge).
Fuori nel mondo reale del rischio, la vita dei compagni più liberi, cioè dei lavoratori indipendenti, continua a pulsare mentre lui, il Burocrate, ne è escluso. Lui può solo guastare la festa dei compagni con qualche divieto paterno. Nel suo mondo illusorio solo le funzioni e le finzioni della Burocrazia hanno valore. E difatti per lui anche la realtà esterna esiste solo se essa è riconosciuta, approvata, autorizzata da lui o da un altro membro della sua corporazione. Ma è soprattutto nel rapporto tra lavoro e guadagno che emerge l'assurdità della condizione burocratica. Per il Burocrate il reddito non è il frutto del lavoro apprezzato da utenti o consumatori o clienti che possono rivolgersi ad altri se non si sentono accontentati. Per il Burocrate il lavoro è solo presenza oziosa ed inutile in un luogo inutile. La sua attività quando esiste è solo un rituale noioso e defatigante imposto ad un'utenza coatta in regime di monopolio. E il reddito non ha nessuna rapporto con l'utilità e la qualità del lavoro prestato ma è solo il magico dono di un superiore di un politico o di un Ente. Come lo scolaretto il Burocrate lavora senza neppure capire lo scopo della sua attività. Adulare e soddisfare il superiore-maestro ed ottenerne le migliori note di merito e la sospirata promozione è per il Burocrate, come per lo scolaro la suprema aspirazione.
Il problema della PA non è che non ci siano brave persone, il problema è che il “pelandrone” è colui che determina la velocità con cui deve lavorare anche il “dilgente”.
non diciamo scemenze
4 Lunedì 13 Giugno 2011 15:54
Luigi
Infatti sono invettive contro i dipendenti pubblici che si traducono in una sfida contro di loro.Senza che questa sfida sia interpretata veramente da qualcuno.Berlusconi ha sfidato magistratura e lavoro pubblico senza una proposta credibile e senza la DECISIONE di andare avanti con velocità e forza.Risultato: si è fatto dei nemici ed è rimasto fermo.
Il pubblico impiego è decaduto con la legge 883 del 1978.Perchè nessuno dei cretini che sfidano i lavoratori del pubblico impiego l'ha mai voluta riformare?
da fuori
3 Lunedì 13 Giugno 2011 15:48
Zenzero
Leggere da fuori articoli come questo mi sollevano. E pensare che un tempo facevo il piccolo imprenditore in quel paese di ladri e parassiti.
si salvi chi può
2 Lunedì 13 Giugno 2011 15:40
Brillat-Savarin
In un paese così, chiamiamo l'appello finale: si salvi chi puòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Pazzesco e vergognoso
1 Lunedì 13 Giugno 2011 15:36
Maciknight
Per dare un segnale serio ed efficace in questo paese, si dovrebbero tagliare almeno del 20% gli stipendi dei dipendenti pubblici e del 50% ai politici e dimezzare gli occupati nel settore pubblico entro pochi anni, che da noi si traduce in FANTAPOLITICA, mentre invece dovrebbe essere un programma di governo realistico e responsabile

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

La cosa migliore che si può dire sulla libertà è che ciascuno si sente meglio quando è libero. Ne trae molto più giovamento rispetto all'essere schiavo o padrone.(Karl Hess)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi94
mod_vvisit_counterIeri1105
mod_vvisit_counterQuesta Settimana6685
mod_vvisit_counterQuesto Mese23086

Online : 18
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD