"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 44
ScarsoOttimo 

Nei giorni scorsi l’autore di questo sito, navigando su Wikipedia Italia ha notato che all’interno delle pagine dedicate all’anarcocapitalismo e al libertarianismo si faceva menzione e riferimento al Movimento Libertario di Leonardo Facco citandolo anche con un link in riferimento alla pagina Wikipedia del Movimento Libertario.

La pagina era già stata creata da terzi e presente su Wikipedia Italia ma era vuota.

Così nonostante il mio essere in virtuale vacanza, mi sono impegnato la notte del 4 gennaio 2010 nel  redigere i contenuti presenti nella pagina dedicata al Movimento Libertario di Wikipedia Italia con informazioni disponibili sul sito ufficiale del ML, partendo dal suo statuto, arricchendolo di link e citazioni in merito anche alla battaglia di Giorgio Fidenato sul sostituto d’imposta.

Subito il 4 gennaio 2010 ho avvertito dell’iniziativa (per correttezza, ben sapendo che sarebbe stata di loro gradimento) gli stessi responsabili del Movimento Libertario, in particolare il suo Leader Leonardo Facco, il quale mi ha ringraziato personalmente per l’iniziativa.

La citazione di giornali nazionali, siti autorevoli, think tank amici, mi facevano ben sperare nella formale correttezza della stesura della pagina ML su Wikipedia, anche se temevo (come poi è puntualmente accaduto) il rischio di censura.

Da parte nostra l’aver citato siti terzi, il non aver utilizzato materiale protetto da copyright e il non aver arrecato offesa nei confronti di alcun movimento o partito politico a noi concorrente, faceva ben sperare nella sua accettazione e permanenza tra le pagine della nota enciclopedia telematica.

Se non fosse che ieri notte 5 gennaio 2010 mentre visitavo la pagina per aggiornala di spunti, link e collegamenti intertestuali alla stessa enciclopedia, cercando di inserire il logo del ML ho potuto leggere l’avviso di inizio della procedura di cancellazione semplice della pagina del ML.

In un primo momento sono rimasto basito e perplesso.

Devo ammettere che conoscevo voci riguardanti la censura su wikipedia, ma le ritenevo di poco fondamento dato che pensavo fossero inerenti argomenti opinabili, discutibili e sensibili, legati a personaggi viventi o a fatti di cronaca internazionale o nazionale che potessero urtare la sensibilità degli individui inerenti (in particolare i soliti complottisti e millantatori).

Invece devo ricredermi e allinearmi anch’io al coro di quanti parlano concretamente e apertamente di censura sulla versione italiana di Wikipedia.

La censura burocratica è iniziata e in meno di una settimana farà il suo corso eliminando la nostra pagina dedicata al ML.

L’avviso dell’inizio della pratica di cancellazione è di fatto giunto in meno di 24 ore.

Come è “Celere” la cultura!.

Una censura tecnocratica basata sulla mera opinione di singoli misteriosi operatori “custodi del sapere e della conoscenza”.

Anzi a partire da una sola segnalazione di un amministratore, il che francamente è veramente poco credibile e serio, dato che questi poteva nutrire odio e rancore preconcetto (come puntualmente ha manifestato) nei nostri confronti.

Personaggi come gli amministratori italiani di Wikipedia Italia hanno il mero compito (autoconferitosi) di segnalare e operare una discriminazioni sia del sapere che dell’operato dei singoli utenti registrati o non in Wikipedia Italia sulla base dei loro giudizi personali soggettivi, ideologici, culturali, formativi.

Questa è la loro funzione, è il loro contributo alla cultura universale!.

Ovviamente esiste un regolamento interno a Wikipedia (presumiamo interno al dato nazionale, come dimostreremo in seguito nel nostro articolo), ma se lo leggete, potete vedere come la pagina del Movimento Libertario su Wikipedia Italia, non rientri in nessuna delle voci in capitolo (capi di imputazioni) inerenti alla sua passibile eliminazione.

Come già ribadito non c’è violazione del Copyright (di per sè una assurdità in particolar modo in una enciclopedia che si basa sulla citazione per giustificare l’autorevolezza del materiale pubblicato su di essa, per non parlare a livello di web…), nè offese all’interno del suo sito a cose o persone.

Lo Stato non rientra in nessuna delle due categorie.

Così non scoraggiandomi ho subito rilasciato ieri alcuni appelli, sia nella pagina di discussioni legata alla pagina-voce del Movimento Libertario su Wikipedia Italia, sia all’operatore che avrebbe indicato la non liceità del ML su Wikipedia, tal L736E, un pacifista militare ex membro della Marina Militare Italiana (quando si dice la coerenza del parassita) così si firma il censore guardiano di Wikipedia che ci ha di fatto condannati al plotone di esecuzione.

L736E ha commentato-motivato la sua richiesta di cancellazione della voce con le seguenti parole:

“Voce-manifesto di un gruppuscolo anarchico apparentemente di diffusione e attività molto limitate. IMO, allo stato, non enciclopedica.”

Il che ovviamente non soltanto è falso e discutibile (l’anarcocapitalismo e il libertarianismo all’interno della stessa Wikipedia Italia è chiaramente spiegato come sia differente da una visione meramente anarchica) sia per i contenuti espressi in tale dichiarazione, che per i toni sprezzanti.

Sui contenuti ovviamente, è falso che il ML sia un gruppuscolo, dato che è un movimento in crescita di consensi e adesioni in tutta Italia.

Poi il fatto che sia un “manifesto” la spiegazione dei contenuti espressi dal ML con tanto di collegamenti a voci interne a Wikipedia Italia non soltanto è surreale come motivazioni, ma pure stupida, dato che pubblicare vuol dire anche pubblicizzare e rendere noto.

Poi “l’apparenza” è solo nell’intelligenza posseduta da tal L736E, (nome degno da modulo burocratico del fisco) infatti il ML è attivo in tutta Italia, ha intrapreso battaglie di libertà basate sulla nonviolenza e per via legalitaria, come nel caso di Giorgio Fidenato contro il sostituto d’imposta, assieme a think tank liberisti e partiti come Radicali Italiani e il Partito Nazionale Veneto (soggetto anch’esso a censure da Wikipedia Italia).

Tali battaglie ML sono state riportate da vari organi della stampa e informazione italiana, e noi stessi abbiamo citato Radio24, RadioRadicale e Il Corriere della Sera come indicative e parziali voci di tale nostra rilevanza.

Eppure per il commodoro L736E ciò non basta.

Evidentemente è un parassità statale raccomandato in Wikipedia Italia; ma purtroppo non è solo.

Informatomi delle procedure per l’annullamento della cancellazione della pratica di cancellazione semplice, ho potuto leggere di una seconda opzione che francamente ha del tragicomico: la “procedura di cancellazione ordinaria“.

Scritta così suona alquanto minacciosa, ma non è soltanto questa la sua caratteristica, infatti non impedisce la cancellazione della voce, ma la rinvia per breve periodo entro un percorso di “votazione democratica”, un  sondaggio da parte dei membri registrati di Wikipedia Italia che  di fatto risulta essere una votazione pro o contro decidono della sorte della voce.

Tutto bene allora, basta partecipare e registrarsi a Wikipedia Italia per ottenere ragione?.

Macchè, per poter avere diritto formale al proprio voto “democratico”, bisogna sì essere registrati in Wikipedia Italia ma avere almeno 50 voci pubblicate sull’omonimo sito!.

Capirete come sia facile e intuitiva la sua funzionalità e partecipazione!.

Di fatto i censori-guardiani italici hanno diritto di veto a danno di tutti gli utenti, coprendosi per giunta l’un con l’altro.

Infatti per evitare anche la pratica di cancellazione ordinaria (che di fatto è una pura presa per il deretano), ho pensato di appellarmi al buonsenso di qualche altro custode o guardiano di Wikipedia Italia.

Infatti tra le procedure previste dal regolamento interno di Wikipedia Italia, c’è la possibilità che in caso di aggiornamento o di integrazione, un secondo guardiano-amministratore dell’enciclopedia possa visionato il sito ritirare/annullare l’opzione (sanzione) di cancellazione.

Ho quindi scritto a tal Pap3rinik spiegandole gentilmente ma con convinzione, tutte le nostre valide e lecite ragioni per potere mantenere in vita la pagina del Movimento Libertario sull’enciclopedia.

Pensate che sia cambiato qualcosa?.

No, come L736E, anche Pap3rinik non risponde al mio appello direttamente, nè sulla sua pagina, nè su quella di discussione annessa alla voce enciclopedica da noi compilata

Anzi sulla pagina di motivazione dell’inizio della cancellazione della pagina ML su Wikipedia Italia si leggono ulteriori commenti e scambi di informazioni tra un terzo operatore, tal Anaconda (il quale afferma di aver letto il mio messaggio senza esprimere giudizio alcuno)  e L736E dove tutti soddisfatti si gode per il rogo virtuale della voce enciclopedica in questione.

L736E incita alla censura preventiva Anaconda (il quale non era da me stato interpellato) il quale ovviamente tace e acconsente (ponendosi sulla stessa lunghezza d’onda ideologica del primo).

Non mi è chiaro ancora se Pap3rinik sia l’alter ego di L736E, piuttosto che di Paperino, ma vista la burocrazia e l’ipocrisia che regna sovrana all’interno della versione italiana, non sarebbe da escludere.

Tanto più che L736E risponde frequentemente sulla pagina di Pap3rinik ai quesiti di altri utenti censurati o con problemi di compilazione della voce.

Quindi abbiamo evidentemente un raro caso di schizofrenia da nickname telematici!.

Con tanti saluti alla terzietà dell’amministratore giudicante rispetto all’amministratore inquirente e alla possibilità che la difesa dell’utente possa ottenere ragione e giustizia da qualcuno aldilà del censore!.

Insomma  il tentativo si è rivelato semmai inutile e pure controproducente.

Ieri sulla pagina discussioni della voce ML su Wikipedia Italia risponde invece invece un quarto pasdaran wikipediano italico, un tal Ignis/Ignlig (forse amico di L736E, dato il cameratismo tra tali “teste d’uovo”), il quale ci sfotte ampiamente in merito alle nostre richieste, motivazioni, prove, ponendosi in spocchia e saccenza su posizioni assolutiste e di giacobinismo intellettuale nei nostri confronti alla pari di L736E.

Ovviamente rispondiamo stamattina 6 gennaio 2010 alle sue personali e sfacciate (nè pertinenti) motivazioni, in merito alla censura in atto nei nostri confronti.

Non solo denunciamo e ribadiamo le nostre convinzioni con toni decisi ma  comuque ragionevolmente pacati, ma veniamo in seguito, inviato il messaggio, pure sospesi (con commento di risposta a Ignis in seguito rimosso ma poi ripubblicato, noi comunque lo pubblicheremo in un prossimo articolo in questo sito, dato che lo abbiamo preventivamente salvato) tramite l’indirizzo IP del nostro computer (ovviamente in una libera enciclopedia il controllo poliziesco è nella normale routine culturale) da un quinto amministratore, tale Yuma con l’accusa di attacchi personali.

Attacchi personali che consistono nel mettere in chiara evidenza l’ignoranza delle nostre voci e motivate richieste da parte sia del pasdaran Ignis che di L736E (attraverso un secondo messaggio).

Ovviamente l’essere presi in giro ha di fatto agitato emotivamente la nostra rabbia, la quale si è limitata a semplici stoccate non offensive nei confronti del loro operato (d’altronde chi legge questo sito sa bene come non usiamo nè insulti nè parole offensive) nel constatare non soltanto l’ottusità di ben 4 operatori guardiani di Wikipedia (ma d’altronde sono censori!), ma pure la volontà di prendere in giro l’utente apertamente senza il diritto di poter controreplicare.

Evidentemente anche Yuma ha perso il treno della ragione e ci ha sospeso per circa 8 ore dall’area discussione inerente la pagina-voce ML su Wikipedia Italia.

Le nostre dichiarazioni-appello contro la censura alla nostra voce nell’area “discussioni” annessa alla pagina ML su Wikipedia Italia restano lettera morta.

D’altronde lo abbiamo ribadito in tutti i modi espliciti e formalmente corretti, come tale cancellazione sia una forma di censura che nega la libertà di espressione e la libertà politica di informare su cosa sia il ML.

La nostra sospensione di 3-4 ore stanotte (in seguito tolta malgrado dovesse in teoria durare 8 ore fino alle 12 di questa mattina), la cancellazione e ripubblicazione della nostra replica a Ignis sono la conferma che su Wikipedia Italia qualcosa non funziona.

C’è del marciume da disvelare.

I nostri appelli ovviamente cadono nel vuoto e vengono progressivamente cancellati, sospesi e ripubblicati in attesa della loro cancellazione definitiva assieme alla pagina stessa del ML da noi realizzata in Wikipedia Italia (ecco perchè li pubblicheremo in un nostro articolo a parte).

Ecco il tipo di discussioni che vogliono in Wikipedia Italia!.

Mettere in dubbio l’onestà dei guardiani di Wikipedia Italia, è reato passibile di sospensione della propria operatività entro Wikipedia, paragonarli ad una scena di Farhenheit 451 o di 1984 di Orwell (dove l’ignoranza è conoscenza!) equivale alla lesa maestà.

Poco ci manca che veniamo pure denunciati e arrestati (grazie all’indirizzo IP), per il solo fatto di aver difeso con la scrittura e con motivazioni coerenti e inerenti le nostre posizioni di merito nella realizzazione e difesa dell’esistenza della pagina ML su Wikipedia Italia.

Ma siamo in un Paese libero o in Cina e qualche dittatura di tal tipo?!?.

Mettere in luce l’incoerenza del comportamento assunto “dai guardiani dell’informazione” di Wikipedia Italia a fronte dei loro stessi regolamenti interni dati da Wikipedia Italia e da loro non rispettati, equivale a rivelare il trucco di una menzogna chiamata “”libera enciclopedia del web”", un progetto che in ambito italiano è degenerato nella delazione, nell’ipocrisia e presumiamo pure nella partitocrazia lottizzatrice da parte dei sacri membri della cerchia wikipediana, i quali nella più evidente loro ignoranza culturale gramsciana e conoscitiva censurano e agiscono in malafede non solo nei nostri confronti, come autori, ma in primis nei confronti di migliaia di utenti giornalieri i quali pensano di poter leggere, informarsi, conoscere o addirittura arricchire il progetto enciclopedico con proprie voci e sapere.

Scordatevi tutto ciò, Wikipedia Italia è solo l’ennesima torre d’avorio babelica, della burocrazia, dell’invidia e del pensiero unico conformista e perbenista italico.

Ma Jimmy Wales fondatore della prima Wikipedia, sarà a conoscenza di tali metodi italici da Gestapo?.

Presumiamo di no dato che è un oggettivista randiano come noi, quindi non crediamo che lui possa essere l’ispiratore o il mandante occulto di tali pratiche tecnocratiche italiche a nostro danno.

Abbiamo scritto un messaggio sul suo blog inerente questo comportamento relativo a Wikipedia Italia nei nostri confronti speriamo che possa risponderci con buone notizie.

Anzi invitiamo i responsabili del ML (in primis Leo Facco) a scrivere un messaggio a Wales nella speranza che possa intercedere con gli oscuri mandanti di Wikipedia Italia.

Volete un consiglio: leggete la versione inglese di Wikipedia.

Ebbene, la pagina inglese del ML (realizzata ieri notte 5 gennaio 2010 in seguito all’inizio della censura da parte di Wikipedia Italia) non è stata minimamente sfiorata da censura, nè da alcun avviso pretestuoso e oscurantista.

Ciò è indicativo sotto molti aspetti.

Niente di tutto quanto sta accadendo in questi giorni in Wikipedia Italia è immaginabile in un contesto anglosassone che rispetta la libertà dell’azione umana responsabile e crede veramente nelle capacità dell’individuo.

Wikipedia Inglese, valuta gli articoli non per simpatie o antipatie ideologiche, ma per i loro reali contenuti, per la loro qualità, correttezza e coerenza linguistica.

Prossimamente creerò e tradurrò la pagina ML su Wikipedia, in altre lingue, testando e dimostrando così l’esistenza di una censura tutta italiana nei nostri confronti, ma in generale nei confronti degli utenti stessi.

Penso che il Movimento Libertario e i suoi sostenitori (siano essi iscritti, simpatizzanti e azionisti tesserati) non solamente debbano rendere noto e diffondere tale storia con tutti i mezzi di comunicazione disponibile; ma innanzitutto iniziare una battaglia di libertà (fosse anche giudiziaria) contro quello che a tutti gli effetti è una forma di censura che nega il diritto di informazione e libertà.

Dispiace molto che una iniziativa virtuale come Wikipedia Italia, che teoricamente dovrebbe essere motivata dalla mera volontà di sapere e conoscenza libera (al pari delle altre sue omologhe versioni), e perchè no pure anarchica, paradossalmente si riveli fautrice attiva a breve scadenza di una censura proprio nei confronti del Movimento Libertario, ovverio dell’unico soggetto  attualmente  attivo fuori dal Palazzo per promuovere le libertà economiche e individuali in Italia.

Dispiace ancor di più vedere una forma di censura provenire autonomamente senza alcun vero check and balance interno tra utenti e amministratori dell’enciclopedia, da parte di una iniziativa svolta da privati individui e formalmente privata.

Ma d’altronde siamo in Italia, criticare o contestare lo Stato e la sua inutile e controproducente esistenza evidentemente non solo resta un tabù da non violare, ma pure un vincolo a cui i privati operatori, le associazioni e purtroppo anche alcuni siti web e social network stranieri devono adeguarsi sempre più per poter esistere e operare all’ombra del Leviatano italiano.

 
Commenti (266)
Tobacco Shop
266 Martedì 25 Luglio 2017 06:55
Fernando Pessoa
עָשִׂיתִי מֵעַצְמִי מָה שֶׁלֹּא יָדַעְתִּי,
וּמָה שֶׁיָּכֹלְתִּי לַעֲשׂוֹת מֵעַצְמִי לֹא עָשִׂיתִי.
הַבַּרְדָּס שֶׁלָּבַשְׁתִּי לֹא הָיָה הַבַּרְדָּס הַנָּכוֹן.
עַד מְהֵרָה זִהוּ אוֹתִי כְּמִי שֶׁאֵינֶנִּי וְלֹא הִכְחַשְׁתִּי, וְאָבַדְתִּי.
כְּשֶׁרָצִיתִי לְהָסִיר אֶת הַמַּסֵּכָה,
הִיא הָיְתָה דְּבוּקָה לְפָנַי.

-פרננדו פסואה, חנות הטבק.
I made of myself what I did not know how,
And what I could have made of myself I failed to do.
The domino costume that I wore was all wrong
And I was immediately recognized as someone I was not and I did not deny it, and was lost.
When I tried to take off the mask,
It was stuck to my face.

- Fernando Pessoa, Tobacco Shop
Amos Genish: da Tzahal alla guida di Telecom http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=6&sez=120&id=67075
265 Martedì 25 Luglio 2017 06:09
Leonardo Martinelli
Amos Genish: da Tzahal alla guida di Telecom
Commento di Leonardo Martinelli

Testata: La Stampa
Data: 24 luglio 2017
Pagina: 18
Autore: Leonardo Martinelli
Titolo: «Genish, il generale della banda larga che Bolloré mette in campo per l’Italia»

Riprendiamo dalla STAMPA di ieri, 23/07/2017, a pag. 18, con il titolo "Genish, il generale della banda larga che Bolloré mette in campo per l’Italia", il commento di Leonardo Martinelli.

Ecco la funzione del servizio di Tzahal all'interno della società israeliana. Difesa, innanzi tutto, ma anche una preparazione professionale che dà eccezionali risultati, come il caso di Amos Genish dimostra.

Immagine correlata
Leonardo Martinelli

Risultati immagini per Amos Genish
Amos Genish

Nelle poche interviste rilasciate (compresa una particolarmente lunga, nel 2014, al giornale israeliano Haaretz), Amos Genish, 57 anni, manager d’assalto delle telecom, lo ripete incessantemente: lo ha segnato a vita la sua esperienza in Israele, il Paese d’origine, all’interno dell’esercito, che gli ha trasmesso il senso della disciplina, del rigore, anche quello strategico. Ne avrà bisogno, se, come ormai sembra scontato, sarà lui a raccogliere la sfida del risanamento di Telecom Italia (e soprattutto di una necessaria ricomposizione dei difficili rapporti con il Governo sulla fibra).

Il Cda convocato a Roma domani dovrebbe sancire il siluramento di Flavio Cattaneo, amministratore delegato dal marzo 2016 di Telecom Italia, controllata al 23,9% da Vivendi, il colosso francese nelle mani di Vincent Bolloré. Cattaneo sarebbe sostituito da un terzetto composto dal vicepresidente Giuseppe Recchi, dal numero uno di Vivendi Arnaud de Puyfontaine (e presidente di Tim), ma soprattutto da Genish, il « generale » che il « re » Vincent ha scelto per calare giù in Italia.

Genish si trova a Parigi solo dallo scorso 4 gennaio, quando Bolloré l’ha strappato a Telefonica do Brasil per farne il Chief Convergence Officer di Vivendi : sì, responsabile di quella convergenza fra contenuti, piattaforme e distribuzione, praticamente fra telecom e media, sulla quale il magnate punta molto, anche in Italia (tanto da essersi gettato nella battaglia per la conquista di Mediaset, che per il momento non ha assolutamente vinto). Genish ha determinazione e brio tipici del «self made man », che al magnate francese piacciono sempre tantissimo (anche Bolloré ha costruito in Francia il suo personaggio su quel mito lì, nonostante lui in realtà sia già nato molto bene).

Genish, invece, viveva da bambino con undici fratelli in un piccolo appartamento di Netanya, una trentina di km a nord di Tel Aviv. A 14 anni ottenne una borsa di studio per entrare in una prestigiosa scuola di Gerusalemme. Si è poi laureato in Economia a Tel Aviv, ma prima è stato ufficiale di un’unità di combattimento nell’esercito, partecipando anche alla guerra del Libano del 1982. Divenne rapidamente vicepresidente di Edunetics, che vendeva software educativi e che fu quotata al Nasdaq. In quella parentesi americana, conobbe Joshua Levinberg. Iniziarono a sondare il Brasile, allora nuova terra di conquista. Dal niente crearono Gvt, con l’idea di raggiungere con una rete telefonica satellitare i luoghi più remoti del Sudamerica. La startup è diventata progressivamente un colosso (soprattutto dopo che i due, a differenza dei grandi operatori internazionali, decisero di restare su quel mercato anche dopo lo scoppio della bolla Internet, nel 2002). Venduta nel 2009 a Vivendi, la Gvt è stata poi ceduta nel 2015 a Telefonica. Genish ne rimase costantemente alla guida. E fu proprio due anni fa che Bolloré ne apprezzò le capacità di abile negoziatore, al momento di cedere (per la bellezza di 7,45 miliardi di euro) il gruppo al colosso spagnolo, che fece di tutto per mantenere il manager. Finché lo stesso Bolloré lo ha reclutato nel suo esercito, all’inizio dell’anno. E ora lo manda a combattere nella sua infinita, ostica ed appassionante campagna d’Italia.

Per inviare alla Stampa la propria opinione, telefonare: 011/65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

direttore@lastampa.it
http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=6&sez=120&id=67075
#teleSUR12AhoraHD - Otro logro, otra conquista, hacia otra victoria. Telesur sigue latiendo en el corazón de América latina, y en el mio...https://www.youtube.com/watch?v=OLRfoye5E6A
264 Martedì 25 Luglio 2017 03:33
Monica Vistali
#teleSUR12AhoraHD - Otro logro, otra conquista, hacia otra victoria. Telesur sigue latiendo en el corazón de América latina, y en el mio...

https://www.youtube.com/watch?v=OLRfoye5E6A
teleSUR celebra su 12 cumpleaños dando el salto a la alta definición (HD) https://www.youtube.com/watch?v=OLRfoye5E6A
263 Martedì 25 Luglio 2017 03:00
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
teleSUR celebra su 12 cumpleaños dando el salto a la alta definición (HD)

En entrevista para teleSUR la presidenta de dicha multiplataforma, Patricia Villegas, analizó los retos por delante de este proyecto informativo al cumplir 12 años de emisiones ininterrumpidas. Patricia Villegas destacó el paso a la señal en alta definición, los acuerdos en ciernes para la difusión de teleSUR en otros países y los retos por delante en la defensa de la pluralidad informativa y en fungir como voz de los pueblos frente al discurso hegemónico. teleSUR.

https://www.youtube.com/watch?v=OLRfoye5E6A


EN VIVO señal de teleSUR
teleSUR tv

https://www.youtube.com/watch?v=V-zkJ0Av9Pk

https://www.youtube.com/watch?v=jJCJW396QQo

Transmisión 24 horas en vivo. También síguenos en www.telesurtv.net y @telesurtv
Listen to the audio version of Science and Health with Key to the Scriptures by Mary Baker Eddy. http://www.christianscience.com/listen-to-science-and-health-online
262 Lunedì 24 Luglio 2017 10:51
Julia Wade
Listen to the audio version of Science and Health with Key to the Scriptures by Mary Baker Eddy.

The entire text of Science and Health is available as a free audiobook for you to listen to online 24 hours a day. The recording runs on a continuous loop. That means it plays non-stop until the end of the book. Then it begins again.

http://www.christianscience.com/listen-to-science-and-health-online
Dossier: Conversamos con el Embajador de Italia
261 Sabato 22 Luglio 2017 02:03
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
Dossier: Conversamos con el Embajador de Italia

https://videos.telesurtv.net/video/669285/dossier-669285/
Christian Science
260 Sabato 22 Luglio 2017 01:31
Julia Wade
Hi, I'm a 26 year old Christian Scientist and just watched your video. Don't worry, no offense taken and no negative thoughts going towards you guys :) I'm sorry you guys had a bad experience at that service. Several valid points, which is why I really do understand your first impressions of Christian Science: boring service consisting of sitting and listening; sometimes encountering self-righteous individuals; vast improvements in modern medicine should be taken into consideration. Believe me, things are changing in those respects -- especially at my church in So Cal. We're connecting with people better. I must let you know however, coming from a person who has studied CS her whole life and has had several instantaneous healings through prayer: You have misunderstood Christian Science entirely. And I don't blame you because you only went to one service and didn't read the Science and Health. If you'd read it, you would have understood why it is called "Christian Science" and not dismissed it as an obvious oxymoron, wouldn't have oddly related it to The Matrix, and wouldn't have made the mistake of calling it "faith healing," which I equivocate to the "placebo effect." I have a feeling your research wasn't very thorough, or perhaps consisted of Google searches. I welcome you to post another review after reading the "Science and Health" in its entirety, for THAT itself IS the essence of Christian Science, incomparable to extraneous research, a single church visit, or poking around in some CS publications. My husband and I and both of our families have nothing against seeing doctors, taking medicine, going into surgery, resetting broken bones, etc. If I'm struggling with something and want a doctor's care, I don't hesitate. Doctors are wonderful loving people, and were put here by Love/God to help people. In the same breath, we study and pray to better understand our identities as spiritual reflections of God (Life, Truth, Love), and have had many small and large healings because of it, foregoing medical help without a second thought. We are not always perfect in our spiritual understandings, but we are indeed learning and improving. I've witnessed too many spiritual healings to be able to laugh at the idea -- of broken bones, incurable fatal diseases, cancers, blindness, simple colds, anxiety, depression. And again, no room for faith healing or the placebo effect -- just ernest study of spiritual concepts that have scientific logic and provability. These ideas have always been true, but Mrs. Mary Baker Eddy, driven by her own instantaneous healing of an incurable physical state, happened to be the individual in history who belabored over putting these ideas into words that people would be able to read and understand. There are countless accounts of her healing others instantaneously, through Love and spiritual understanding, and have been countless healings by others ever since. https://www.ibs.it/scienza-salute-con-chiave-delle-libro-eddy-mary-baker/e/9788890433504
ME QUERIAN EN UNA PORNO Y NO SABIA - https://www.youtube.com/watch?v=vItr2NL5lB8
259 Sabato 22 Luglio 2017 01:00
Valery del valle
ME QUERIAN EN UNA PORNO Y NO SABIA -

https://www.youtube.com/watch?v=vItr2NL5lB8

Desde Valencia, Carabobo, Venezuela

Valery del valle

valerydelvallevlog@gmail.com
En probarle al mundo que la verdad y el amor pueden vencer al tiempo y a la muerte. Y eso será siempre, el mejor de todos LOS MISTERIOS DE LA HISTORIA https://www.youtube.com/watch?v=hkdGUO2uUwc
258 Venerdì 21 Luglio 2017 22:31
Moisés el egipcio
En probarle al mundo que la verdad y el amor pueden vencer al tiempo y a la muerte. Y eso será siempre, el mejor de todos LOS MISTERIOS DE LA HISTORIA https://www.youtube.com/watch?v=hkdGUO2uUwc
Per quanto riguarda l'integrazione c'è una sola soluzione : AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO. Ma questa è un'altra storia.
257 Venerdì 21 Luglio 2017 21:00
Julia Wade
Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”.
Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”.
Lo Stato di Israele e le tribù 21/07/2017 http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=&sez=90&id=67041
256 Venerdì 21 Luglio 2017 20:20
Shirel Levi
Lo Stato di Israele e le tribù 21/07/2017

La storia del popolo palestinese è un dramma degno di una grande opera epica dove troviamo l’arroganza delle potenze occidentali che segnarono i confini con il righello senza tener conto della possibilità di una confederazione pluralista tra arabi ed ebrei e non quella dei due Stati . Ma questa fiera gente sta pagando anche per colpa dei loro tiranni come il gran Mufti filo hitleriano al tempo della seconda guerra mondiale , l’OLP e HAMAS che nel corso dei decenni li hanno portati tante volte alla guerra per motivi estranei alla vera causa palestinese . L’OLP era guidato da una agenda dettata dall’ex URSS per una egemonia nel medio-oriente del Kremlino ora attuata con la Siria e l’Iran . Hamas ha da sempre invece dei propositi di fanatismo religioso che prevedono l’adempimento di una antica profezia islamica che annuncia un prossimo venturo sterminio di ebrei sulle rive del fiume Giordano ad opera di un califfo ben guidato dalla dottrina religiosa. Io spero che un giorno prevalga un modello municipalista libertario senza Stati ma solo libere confederazioni inter-etniche e multiculturali-religiose similarmente di come avviene nel Rojava promosso dai Curdi.

Shirel Levi

Gentile Shirel,
Non credo che l'abolizione degli stati in Medio oriente sarebbe una soluzione soprattutto se questo significasse, come lei sembra accennare, l'abolizione di Israele-Nazione. Certamente lei saprà che nel mondo arabo/islamico è da sempre esistito l'antiebraismo sia a livello di popolazione che di governi/califfati. La storiella di arabi ed ebrei che sarebbero sempre andati d'accordo, è, appunto, solamente una storiella dal momento che questi ultimi sono sempre stati considerati dhimmi, cioè non uguali e tali sarebbero rimasti anche in una utopistica confederazione. Lo stato di Israele serve a salvare gli ebrei come popolo e a permettere loro una vita autonoma, dignitosa che esprima, come sta accadendo, intelligenza e ingegnosità . Una confederazione tra arabi ed ebrei avrebbe segnato la fine di uno dei due popoli e non certo di quello arabo molto numeroso. Rojava è una regione autonoma mutietnica, composta da etnie molto simili tra loro, creata solo nel 2016 quindi al momento non possiamo sapere se avrà successo, ce lo dirà solamente il futuro. Riguardo alla fierezza del popolo palestinese mi lasci dire che chi vive da decenni incapace di prendere in mano il proprio destino e vive soggiogato da classi dirigenti corrotte e parassite, arrivando ad accettare e a considerare con entusiasmo l'arma vile del terrorismo contro donne e bambini ebrei, chi manda i propri figli ad ammazzare quelli degli altri, tanto fiero non è, anzi direi proprio il contrario. Sognare è bello ma potrebbe essere pericoloso e a volte fatale. Shalom
http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=&sez=90&id=67041
“Se tu vuoi vietare l’esercizio di una facoltà umana praticata a livello di massa, tu fallirai e sarai costretto all’illusione autoritaria del potere che colpisce il ‘colpevole’ e lo colpisce a morte”.
255 Venerdì 21 Luglio 2017 04:26
Marco Pannella
“Se tu vuoi vietare l’esercizio di una facoltà umana praticata a livello di massa, tu fallirai e sarai costretto all’illusione autoritaria del potere che colpisce il ‘colpevole’ e lo colpisce a morte”. Marco Pannella
https://www.youtube.com/watch?v=ytfrovqtIQo
254 Giovedì 20 Luglio 2017 21:27
¿Cuál es la situación actual de los refugiados en la Unión Europea?
¿Cuál es la situación actual de los refugiados en la Unión Europea?

https://www.youtube.com/watch?v=ytfrovqtIQo
Facebook
253 Mercoledì 19 Luglio 2017 22:13
Adamo Montalbini
Ho visto e constatato , nelle ultime 48 ore , interventi nei miei post di soggetti che hanno pensieri abominevoli che mi fanno gridare vendetta per la dignità umana vilipesa !!! Vi chiedo di cancellarmi dalle vostre amicizie , come del resto ha già fatto un altra persona pochi minuti fa , se avete idee simili a quelle di chi ho scovato e cioè di due contatti Facebook che hanno in odio gli ebrei e dopo aver giustificano i motivi della loro persecuzione ritengono un falso storico certi eventi ( che si mettano d’accordo con il loro cervello ). Questi signori poi credono alle teorie complottiste della sostituzione etnica con gli immigrati in Europa come affermano i promotori del quarto Reich e i vari xenofobi e sono pure anti-vaccini ,e se non la pensi come loro sei praticamente un venduto al sionismo mondiale che è anche ritenuto responsabile delle malattie nel mondo come afferma quel nazista di Hamer con la sua nuova medicina germanica .
Quindi se simpatizzate con queste fandonie criminogene cancellatevi prima che lo faccia il sottoscritto e vi segnali al NWO visto che oltre ad essere un venduto al sionismo sono anche uno spietato rettiliano , grazie .
La storia del popolo ebraico è un filo rosso sangue lungo tutta la storia
252 Mercoledì 19 Luglio 2017 21:44
Shirel
La storia del popolo ebraico è un filo rosso sangue lungo tutta la storia , la distruzione di Gerusalemme nel 70 C.E. dopo quattro anni di guerra tra i nazionalisti giudei e Roma segnò solo l’inizio di una immane tragedia per i figli di Israele .
Dopo alcuni decenni nel 135 C.E., un nuovo movimento nazionalista guidato da Simeone bar Kokhba, ritenuto il Messia, scatenò una seconda guerra contro Roma, che si concluse con l’uccisione di 850.000 ebrei, la distruzione di quello che era rimasto della Giudea e con l’esilio di tutti i sopravvissuti alla carneficina . Gerusalemme, dopo essere stata rasa al suolo venne romanizzata ed ellenizzata col nome di Colonia Aelia Capitolina, con templi a Giove e di altre divinità greco-romane come a voler significare il trionfo sulla stirpe di Jehova.
In quel tempo fu poi promulgato un editto che decretava la condanna a morte a tutti i circoncisi che avessero osato rientrare in Gerusalemme e Giudea . Cominciò così la grande diaspora ebraica contrassegnata , con l’avvento del cristianesimo al potere , da una persecuzione e ghettizzazione esercitata nel corso dei secoli sia dai cattolici che dagli ortodossi passando per i luterani della riforma in Germania. che perdurerà fino alla grande Shoah nazifascista . Nel 1948, abbiamo la nascita del nuovo Stato d’Israele ad opera dei sostenitori del sionismo , inizialmente avversati dal giudaismo rabbinico per motivi religioso-messianici , visto che tale movimento era di ispirazione fortemente laica e secolarizzante secondo i valori del risorgimento liberale e mazziniano .
Ma con il tempo nel sionismo si sono introdotti elementi religiosi ispirati dai Teo-Con americani sia israeliti che evangelici ( i famigerati cristiani sionisti ) i quali sognano e lottano per la ricostruzione del tempio di Gerusalemme .
Questi gruppi credono che la fine del mondo sarà preceduta da questa nuova edificazione , dopo di ciò ci sarà il trionfo del Re messia dopo la guerra di Harmagheddon .
Queste ideologie sono degli inganni ad uso nazionalista e sono foriere di un rischio concreto di un nuovo olocausto degli ebrei , in una tragica ripetizione dei fatti accaduti tra il 70 e il 135 di cui sopra narrati .
Quello che fa ben sperare è il buon numero di ebrei laici ed umanisti acerrimi avversari del fondamentalismo giudaico-evangelicals .
Non possiamo batterci per la nascita di un altro stato, dello stato palestinese, se siamo anarchici !
251 Mercoledì 19 Luglio 2017 13:33
Shirel
La storia del popolo palestinese è un dramma degno di una grande opera epica dove troviamo l’arroganza delle potenze occidentali che segnarono i confini con il righello senza tener conto della possibilità di una confederazione pluralista tra arabi ed ebrei e non quella dei due Stati .
Ma questa fiera gente sta pagando anche per colpa dei loro tiranni come il gran Mufti filo hitleriano al tempo della seconda guerra mondiale , l’OLP e HAMAS che nel corso dei decenni li hanno portati tante volte alla guerra per motivi estranei alla vera causa palestinese .
L’OLP era guidato da una agenda dettata dall’ex URSS per una egemonia nel medio-oriente del Kremlino ora attuata con la Siria e l’Iran .
Hamas ha da sempre invece dei propositi di fanatismo religioso che prevedono l’adempimento di una antica profezia islamica che annuncia un prossimo venturo sterminio di ebrei sulle rive del fiume Giordano ad opera di un califfo ben guidato dalla dottrina religiosa.
Io spero che un giorno prevalga un modello municipalista libertario senza Stati ma solo libere confederazioni inter-etniche e multiculturali-religiose similarmente di come avviene nel Rojava promosso dai Curdi .
Please consider that
250 Mercoledì 19 Luglio 2017 00:02
Julia Wade
E.G. White and the S.D.A., were a deluded , desperate and some might even say brilliant attempt to make some rational sense out of mainstream Christianity. Today most of Christianity is in conflict and confusion, so instead of bashing Adventists it would be better to figure out, why Christ has apparently not come yet, after He said He would be back SOON. I have found good answers in Christian Science and the Teachings of Mrs. Mary Baker Eddy in "Science and Health with Key to the Scriptures" , the most precious Book published in this world after the "Holy Bible". Peace. Julia Wade.
«Beati sarete voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli, poiché così hanno perseguitato i profeti che furono
249 Martedì 18 Luglio 2017 19:37
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
«Beati sarete voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli, poiché così hanno perseguitato i profeti che furono prima di voi». (Matteo 5,11-12)
Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
248 Martedì 18 Luglio 2017 18:47
Vilma Laudelino De Souza
E' la drammatica lettera testimonianza ben documentata di un ragazzo che continua ad essere picchiato dal padre per via del suo credo avventista che il padre non vuole riconoscere, né il credo
né il figlio

Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
http://www.infobae.com/america/venezuela/2017/07/06/las-insolitas-acusaciones-de-diosdado-cabello-despues-de-la-golpiza-de-los-chavistas-a-los-diputados-opositores-en-venezuela/
247 Martedì 18 Luglio 2017 14:16
http://www.infobae.com/america/venezuela/2017/07/06/las-insolitas-acusaciones-de-diosdado-cabello-despues-de-la-golpiza-de-los-chavistas-a-los-diputados-opositores-en-venezuela/
"Ahí lo que hubo fue un pueblo que tuvo que defenderse de la violencia de la derecha. Ellos (opositores) iniciaron la violencia, y creen que van a venir al centro de Caracas a echarle vaina (fastidiar) al pueblo" http://www.infobae.com/america/venezuela/2017/07/06/las-insolitas-acusaciones-de-diosdado-cabello-despues-de-la-golpiza-de-los-chavistas-a-los-diputados-opositores-en-venezuela/ Hanno sequestrato il computer al creatore degli “Amici di Radio BlackOut”. E non vogliono piu’ restituirlo- Riferisce di essere stato anche picchiato alla testa e di essere stato preso stretto per il collo fino quasi a soffocare.

http://www.infobae.com/america/venezuela/2017/07/06/las-insolitas-acusaciones-de-diosdado-cabello-despues-de-la-golpiza-de-los-chavistas-a-los-diputados-opositores-en-venezuela/
berakhot (Blessings)
246 Lunedì 17 Luglio 2017 17:20
berakhot (Blessings)
berakhot (Blessings)


Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, hamotzi lechem min ha-aretz.

We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, who causes bread to come forth from the earth.



Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, borei p'ri hagafen.



We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, who creates the fruit of the vine.

For cereals and pastry, such as oatmeal, cakes, cookies, and all foods other than bread that are prepared from wheat, barley, rye, oats, spelt, and rice:

Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, borei minei m'zonot.



We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, who creates many kinds of food.



For fruits that grow on trees:

Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, borei p'ri ha-etz.



We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, who creates the fruit of the tree.



For vegetables and fruits that grow in the soil, such as broccoli, peanuts, tomatoes, etc.:

Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, borei p'ri ha-adama.

We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, who creates the fruit of the earth.



For all foods not covered by other blessings. Includes fish, eggs, cheese, water, milk, fruit juices, soft drinks, beer, and liquor:

Baruch atah Adonai, Eloheinu melech haolam, shehakol nih'yeh bid'varo.

We praise You, Eternal G-d, Sovereign of the universe, by whose word all things come into being.
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
245 Lunedì 17 Luglio 2017 07:07
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
URGENTE ! AIUTO ! Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
244 Lunedì 17 Luglio 2017 07:06
URGENTE ! AIUTO ! Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
Essere chiesa che soffre e discute – Che materiale si trova su Internet? AVVISO PRELIMINARE. SONO STATO MOLTO COMBATTUTO SE PUBBLICARE O MENO QUESTO POST. HO PAURA CHE POSSA ESSERE CONTROPRODUCENTE, PRESTARSI AD EQUIVOCI E FARE DEL MALE. MA SO ANCHE CHE MOLTI FRATELLI SINCERI DIVENTANO VITTIME DEL MARCIUME CHE SI TROVA SU INTERNET, E VORREI FARE QUALCOSA PER METTERLI IN GUARDIA. DEBBO QUINDI CORRERE Il RISCHIO. SO ANCHE CHE AMICI NON AVVENTISTI POTREBBERO LEGGERE CON SCONCERTO QUELLO CHE DIRÒ. RICORDO LORO CHE OGNI GRUPPO, OGNI FAMIGLIA, HA I SUOI PROBLEMI E CHE SE VOGLIONO AVERE STIMA DI NOI E VOLERCI BENE, TENGANO CONTO DELLA NOSTRA REALTÀ ANCHE NEI SUOI ASPETTI NEGATIVI CHE CONFESSIAMO UMILMENTE DI AVERE ANCHE NOI. LO PUBBLICO QUINDI ANCHE SE COL MAGONE IN GOLA E CON TANTI DUBBI. CHE IL SIGNORE CI AIUTI PERCHÉ NE VENGA COMUNQUE UN QUALCHE BENE PER TUTTI. Per quel che riguarda la Chiesa Avventista, su Internet come nella vita si possono trovare moltissimi buoni materiali, ma esistono anche elementi negativi sui quali sento mio dovere esprimermi. Penso alla realtà della mia chiesa come a un grande fiume che scorre liberamente ma che presso le sue due rive rallenta perché ostacolato dall’attrito con le sponde. Tra queste due sponde estreme suddivido i seguenti tipi di materiali. 1) Materiali accusatori o critici preparati da esponenti di altre chiese (non dalle chiese in quanto tali: ognuno ha i suoi crociati malaccorti e importuni!). Se riguardano le nostre dottrine possono essere sgradevoli, fuori posto, errati, ma sono senz’altro legittimi. I nostri membri sono o dovrebbero essere preparati a comprenderli e valutarli correttamente. Se non ne sono capaci, possono rivolgersi ai loro pastori o un fratello in fede d’esperienza e preparato, e ogni problema viene presto risolto. Se invece riguardano la storia della chiesa o di alcuni suoi esponenti, il problema diventa più complicato perché non tutti hanno l’esperienza, la conoscenza, l’abilità per rispondere. In ogni caso, ogni critica od opposizione giusta o ingiusta, deve diventare un’occasione per approfondire la nostra storia e la nostra fede. Io sono sicuro che se abbiamo accettato la fede cristiana-avventista con cuore sincero e consapevolezza reale, se abbiamo un buon rapporto con il Signore e con la comunità, non ci lasceremo scalfire dai dubbi e troveremo risposta ad ogni domanda. Per lo meno questa è la mia esperienza personale, anche se di critiche alla mia fede ne ho ricevute una infinità. I virus e i batteri, in genere infettano più facilmente chi ha giù un organismo debilitato, non i forti. 2) Materiali di critica e di accuse riportati da ex avventisti. Alcuni di costoro sono stati nella chiesa anche persone importanti, ed anche loro hanno il diritto umano e legale di esprimere le loro critiche. La Chiesa Avventista è una chiesa democratica e aperta che si presenta al mondo con sincerità e onestà. Non abbiamo archivi segreti e scheletri negli armadi da nascondere. Ogni membro può accedere, oggi in modo facilissimo tramite Internet, a tutte le sue pubblicazioni presenti e passate, ai suoi archivi storici, a tutto quello che hanno scritto i nostri pionieri inclusa Ellen G. White, a tutti i nostri statuti e regolamenti. Non abbiamo quindi nessuna paura della verità e ringraziamo se qualcuno ci aiuta a scoprire cose che non sapevamo. Il problema è quando le critiche e le accuse sono pretestuose, infondate e maligne. A volte succede che problemi vecchi di oltre cento anni vengano ripresentati come attuali (in questo il copia e incolla di Internet è straordinario) senza tenere assolutamente conto delle risposte e delle soluzioni che nel corso del tempo sono state offerte. Questo tipo di critiche è inaccettabile perché non onesto e va respinto. Sfortunatamente, molti che non conoscono la completezza dei fatti rischiano di lasciarsi trascinare lontano dalla fede comune. Ed è un peccato, perché potrebbero accedere facilmente alle soluzioni, alle risposte, se avessero il cuore disposto a cercare insieme ai loro fratelli in fede la verità. Su Internet, alcuni sono particolarmente critici verso il ministero di Ellen G. White accusata di ogni sorta di mali (grazie a Dio non ho ancora trovato l’accusa di essere stata un’adultera!). A volte, questi critici erano stati precedentemente dei sostenitori quasi idolatrici della White, ergendosi magari a suoi propugnatori appassionati verso il resto della comunità; tranne poi a diventare dei suoi nemici sfegatati quando hanno scoperto la sua umanità o qualcosa che, a parere loro, non andava. Sappiano i nostri fratelli ed amici, che abbiamo buone risposte alle critiche fatte, se solo vogliono conoscerle. Ma scoprirle a apprezzarle richiede impegno, studio, capacità di vedere l’insieme di una realtà. Molto più facile essere contro. È come per la nostra salute: se vogliamo stare bene dobbiamo badare a tante cose; se vogliamo rovinarci ne basta solo una. 3) Critiche e accuse rivolte da persone che sono e che vogliono essere considerate membri della Chiesa e che in genere si presentano come dei riformatori e dei maestri che tutto sanno e che tutto hanno capito. Questi possono essere divisi in vari gruppi. Per semplificare diremo che ci sono quelli che si considerano “progressisti” o “liberali”, e quelli che si considerano “conservatori” o “protettisti” (permettetemi di inventarmi questo termine”, quelli cioè che vogliono proteggere il patrimonio passato – a volte solo nella loro opinione – da ogni cambiamento. Permettetemi di dire che la chiesa ha bisogno di proteggere il suo patrimonio passato, la sua fede, il senso della sua storia; per cui benvenuti siano i fratelli che incarnano questa esigenza. Allo stesso modo abbiamo bisogno di quelli che sentono il bisogno di un cammino in avanti, di un progresso, di uno sviluppo. Quindi benvenuti siano anche i progressisti. Il problema non sta in questi due atteggiamenti o orientamenti in sé. Il problema nasce quando queste esigenze legittime si accompagnano a presunzione, ignoranza, individualismo, esibizionismo, settarismo, anarchia, malignità. Personalmente sono stato inserito (come si usa fare) in gruppi Fecebook di entrambi gli orientamenti. In un gruppo “progressista”, il creatore-animatore stava ad accusare i dirigenti della chiesa in ogni modo possibile, anche perché il tono della loro predicazione non era così brillante e festaiola di quella che trovava in altre chiese portate ad esempio (che lui sia un uomo di spettacolo potrebbe avere influito sulla sua opinione). Ellen G. White veniva accusata di essere una malata mentale, una cattiva madre, una massone ecc. Per lui non contava il fatto, per limitarci a quest’ultimo caso) che Ellen White avesse esplicitamente criticato la massoneria e che non ne condividesse la fede e le pratiche, massone era e massone doveva essere. E non c’era possibilità di discussione e chiarimento. Se rispondevo ad una accusa lui ne tirava fuori un’altra e andava avanti. La verità che voleva predicare non era la verità dei fatti esaminata con serenità e completezza, contestualizzata. La verità la costruiva lui andando a spigolare anche lui su Internet e tra gli oppositori della chiesa, ma si vantava di essere un fedele membro “liberale” della chiesa che intanto distruggeva. Dopo un poco mi sono ritirato da quel gruppo. Non so se esiste ancora. Se è così mi dispiace per quanti vi partecipano. Su lato opposto, ci sono dei gruppi che pensando di incarnare il vero spirito profetico dell’avventismo e che stanno a parlare di come prepararsi alle persecuzioni finali, di come l’apostasia sia giunta ormai al culmine come dimostrerebbe tutto il male che riescono a raccogliere e pubblicare sui propri fratelli e sugli altri. Partecipano a questi gruppi anche fratelli buoni e generosi, desiderosi di fedeltà e di bene. Ma c’è il rischio anche qui di essere squilibrati, di credere e andare avanti per slogan che non diventano necessariamente più veri solo perché continuamene ripetuti. In genere sono persone favorevoli al complottismo internazionale, si sentono talmente oppressi dal male da non riuscire a vedere il bene che li circonda. Ed hanno bisogno di raccogliere denunce, accuse, critiche per alimentare la loro passione e il loro senso di appartenenza alla vera fede. Il complottismo politico ed economico viene qui trasportato all’interno della fede e della chiesa. E qui, si formano altri due gruppi: uno lotta per la fedeltà alla Conferenza Generale contro tutti i deviazionismi possibili che riescono a intravvedere; l’altro getta sfiducia anche contro la Conferenza Generale perché ormai il complotto avrebbe avuto così tanto successo che la chiesa sarebbe inquinata “dai Gesuiti” fino al massimo livello della sua dirigenza. Una delle massime vette di questi difensori della purezza è quella raggiunta da quanti accusavano il famoso nostro professore Samuele Bacchiocchi di essere una spia gesuita entro la nostra chiesa. La prova? aveva studiato presso una università gestita dai Gesuiti. Che poi Bacchiocchi abbia dedicato tuta la sua vita a difendere il sabato e tutte le dottrine avventiste, e che abbia fatto in giro per il mondo conferenze non benevole neppure sui Gesuiti, questo non conta: spia gesuita era e spia doveva doveva rimanere, senza possibilità di discussione: lo dice la sacra ideologia complottista! Dato questa infiltrazione corruttrice dei poteri forti del mondo dentro la chiesa, la conclusione è che bisogna prepararsi a vivere senza organizzazione, andando ognuno per conto proprio e formando dei piccoli gruppi che conservino pura la verità, naturalmente guidati da questi esempi di spiritualità e buon senso cristiano. Il mio appello, quasi certamente inascoltato, a quanti alimentano questi gruppi è di smettere. Potrebbero fare cose molto più belle e buone per il loro popolo. Spero sia ascoltato l’appello a quanti si avvicinano a questi gruppi con sincerità di cuore perché stiano alla larga dal canto delle sirene che attirano molto ma che poi ci fanno diventare schiavi. Preghiamo perché il Signore ci protegga dal male e non esponiamo noi stessi alla tentazione. Prossimo post: Il peccato originale di molti gruppi Facebook e di tanti animatori su Internet. PS. Leggo che domani 7 febbraio è la giornata dedicata ai ragazzi per la sicurezza sul web. Mi sembra che ce ne dovrebbe essere una anche per gli adulti, ma servirebbe se non si vuole imparare?
https://firmiamo.it/notso#comments
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
243 Lunedì 17 Luglio 2017 00:41
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
http://www.raiplay.it/video/2017/07/Protestantesimo-24beee07-d5e7-4d38-9954-553c74339859.html
URGENTE ! AIUTO ! Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
242 Domenica 16 Luglio 2017 20:31
URGENTE ! AIUTO ! Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
URGENTE ! AIUTO ! Scrivete una Vs. mail a s.barletta@avventisti.it
IL BATTESIMO .barletta@avventisti.it
241 Domenica 16 Luglio 2017 20:28
http://www.valdesi.eu/riceviamo-e-pubblichiamo-493-anni-fa-iniziava-la-rivoluzione-cristiana-di-martin-lutero-di-fabrizio-porro/
Salve Pastore Samuele,


Le scrivo questa mail semplicemente perché vorrei davvero tanto, tantissimo e con tutto il mio cuore, poter ritornare nella chiesa di Alessandria. e questo sarebbe il mio terzo ed ultimo tentativo di essere accolto ed accettato.


La verità è che sto male dentro di me, davvero molto male, ma io me ne sto chiuso in silenzio nella mia stanza, piango e non dico nulla a nessuno, neppure ai miei. Io solo sento e provo quel dolore che avverto dentro di me.


Grazie per la Vs. preziosa attenzione


Con sincero affetto e stima


Fabrizio Porro


http://duilidarpino.over-blog.it/article-l-agape-96593345.html

COSA SIGNIFICAVA PER ME

IL BATTESIMO


ESSERE ACCETTATO DALLA SOCIETA' CHE MI CIRCONDA

E NON ESSERE PIU' DISCRIMINATO, PICCHIATO, INSULTATO, DERISO

PICCHIATO DA MIO PADRE SOLO PER AVER DONATO ALLA TELEVISIONE

AVVENTISTA 600$

PICCHIATO DA MIO PADRE SOLO PERCHE' IO HO VOTATO A SINISTRA

E POI ANCORA INSULTATO E DIRISO DA MIO PADRE

CHE PREFERIREBBE VEDERMI MORTO PIUTTOSTO CHE

ALTRO RISPETTO ALLE TRADIZIONI DEL CATTOLICESIMO CLERICO FASCISTA

NON E ' UNA ESAGERAZIONE,
E ' SOLO LA VERITA'


I MIEI GIORNI SI AVVIERANNO LENTAMENTE ALLA FINE....

MOLTO PRESTO

IO SONO PURE DIABETICO

LE MIE URINE PUZZANO DI AMMONIACA

LA SETE CONTINUA DIVORA LE MIE LABBRA

LA MIA VESCICA CONTINUAMANTE SENTE DESIDERIO DI SVUOTARSI...

CON DELLE FITTE DENTRO

COME LAME INFERTE DENTRO


IN SOSTANZA IL BATTESIMO PER ME SIGNIFICAVA ANCHE QUESTO...

UN RISCATTO, UNA RINASCITA, UN MIO DESIDERIO PROFONDO

DI LIBERTA', DI INDIPENDENZA

NEL NOME DI GESU'


SOLO QUESTO

Fabrizio Porro

Prot. 105/C/11 Torino, 30 maggio 2011 Sbattezzo Parrocchia Natale del Signore – Torino, Via Boston, 37, 10137 Torino per aderire alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno di Alessandria

Egregio Signore,

è pervenuta a questa Curia (Arcidiocesi di Torino- Curia Metropolitana-I-10149 TORINO- Via Val della Torre n.3) la Sua comunicazione del giorno 12 aprile 2011 e in data odierna si è potuto provvedere a prenderne atto, secondo le modalità e le disposizioni per noi in vigore (cfr. art 2 $$7 e 9 del decreto generale della Conferenza Episcopale Italiana recante Disposizioni per la tutela del diritto alla buona fama e alla riservatezza, del 30 ottobre 1999).

Con l’occasione preciso che per la Chiesa Cattolica il sacramento del Battesimo conferisce uno status personale indelebile; pertanto la relativa annotazione sugli appositi registri documenta uno status personale indelebile; pertanto la relativa annotazione sugli appositi registri documenta un fatto storico che, come tale, non può essere cancellato. A seguito della Sua lettera, quindi, il responsabile dei registri parrocchiali, lasciando pienamente intatto quanto scritto originariamente sul registro dei Battesimi, vi ha posto accanto una specifica Nota di presa d’atto dell’esplicita volontà da Lei manifestata in questa occasione, perché ogni posizione-anche quando non condivisa- è sempre degna di rispetto. Inoltre segnalo doverosamente che per la Chiesa Cattolica, a seguito della scelta da Lei comunicata, Vi sono delle conseguenze di ordine giuridico-canonico e gliele comunico brevemente: uscendo dalla piena comunione con la Chiesa Cattolica, non sarà possibile essere ammessi all’incarico di padrino o madrina per il Battesimo e la Confermazione, si è esclusi dai Sacramenti e dai sacramentali, per il proprio matrimonio si ende necessaria una particolare autorizzazione qualora si intenda celebrarlo con rito cattolico, inoltre- quando non risulti che vi sia stato un qualche segno di pentimento- si resta privati anche delle esequie ecclesiastiche.

Spero che la Sua ricerca di fede nella Chiesa Avventista del Settimo Giorno abbia un seguito ulteriore e che Lei possa un poco alla volta riscoprire il valore oggettivo di molte realtà che al presente possono risultarLe per tanti motivi, anche contingenti, offuscate. Il dialogo aperto della preghiera potrà contribuire non poco ad aprire molte strade perché aiuta a superare ostacoli che a volte paiono insormontabili.

Assicuro volentieri il mio ricordo nella preghiera e La ossequio.

mons.Giacomo Maria Martinacci

cancelliere arcivescovile

Arcidiocesi di Torino

Curia Metropolitana

I-10149 TORINO-Via Val della Torre n.3

http://sbattezzati.it/sbattezzi/vista_per_proprietario/5127
Massimo Corsaro, il punto più basso della degenerazione del pensiero, Solo un solido nostalgico ex missino come lui poteva giungere a tal punto.
240 Giovedì 13 Luglio 2017 04:55
PaolettoV
Massimo Corsaro, il punto più basso della degenerazione del pensiero,
Solo un solido nostalgico ex missino come lui poteva giungere a tal punto.

PaolettoV
In merito alle esternazioni, chiaramente di matrice antisemita e di grave intolleranza, del deputato Massimo Corsaro ai danni del deputato Emanuele Fiano
239 Giovedì 13 Luglio 2017 02:41
Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI) http://ucei.it/
“In merito alle esternazioni, chiaramente di matrice antisemita e di grave intolleranza, del deputato Massimo Corsaro ai danni del deputato Emanuele Fiano, le chiedo di voler attivare ogni procedura e misura prevista e atta a salvaguardare la dignità dell’Istituzione che lei presiede”. È il messaggio inviato nelle scorse ore dalla Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni alla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini a seguito delle vergognose affermazioni del deputato Massimo Corsaro contro il collega Emanuele Fiano, primo firmatario della legge contro la propaganda fascista in discussione in questi giorni alla Camera. Oltre la solidarietà a Fiano, dall’UCEI arriva la richiesta di provvedimenti immediati nei confronti di Corsaro, che attraverso i social network ha attaccato Fiano utilizzando espressioni antisemite. “La carica di Deputato è per noi, e per ogni cittadino, una funzione di rilievo non solo costituzionale, ma anche sociale, da ricoprire con grande senso di responsabilità e nel pieno rispetto dei valori della nostra Costituzione. – si legge nel messaggio inviato alla Presidente Boldrini – Le esternazioni del deputato Corsaro violano e offendono profondamente questi valori e per questo auspichiamo siano adottati provvedimenti immediati”.
A questo episodio si aggiungono poi le preoccupazioni per l’inquietante ritorno nella sfera pubblica dei movimenti neofascisti come dimostrano le cronache legate alla città di Monza. Nella città lombarda, come denuncia l’Anpi Milano attraverso un comunicato del suo presidente Roberto Cenati, è stato assegnato l’assessorato allo sport a un esponente legato a Lealtà e Azione, movimento di ispirazione neonazista e antisemita. “Quanto accaduto a Monza, la terza città più importante della Lombardia per numero di abitanti, – denuncia Cenati – rende ancora più complesso e inquietante il quadro della nostra regione caratterizzato dal pericoloso e costante riemergere di formazioni neofasciste e neonaziste che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla nostra Carta Costituzionale e con le leggi Scelba e Mancino.

(12 luglio 2017)

Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI) http://ucei.it/
Colpo di Stato in Italia? Ecco il sondaggio che sta facendo discutere
238 Lunedì 10 Luglio 2017 18:44
Carmelo
Colpo di Stato in Italia? Ecco il sondaggio che sta facendo discutere Che venga chiamato golpe o che si chiami colpo di stato, la grande maggioranza degli italiani sarebbe favorevole ad un cambiamento radicale. http://it.blastingnews.com/cronaca/2017/07/colpo-di-stato-in-italia-ecco-il-sondaggio-che-sta-facendo-discutere-001830799.html
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM Black Bloc Revenge – come to ANTI G20 protest Hamburg 6–8 July 2017 https://www.youtube.com/watch?v=lhHANjI0yVs
237 Venerdì 07 Luglio 2017 12:14
Freies Sender Kombinat: FSK http://www.fsk-hh.org/
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM

Black Bloc Revenge – come to ANTI G20 protest Hamburg 6–8 July 2017

http://www.roteflora.de/

https://www.nadir.org/nadir/initiativ/roteflora/termine.php

https://www.youtube.com/watch?v=lhHANjI0yVs
Freies Sender Kombinat: FSK
http://www.fsk-hh.org/
Comunicato stampa
236 Venerdì 07 Luglio 2017 11:42
Roberto De Pas
Si allegano, con preghiera di diffondere, il comunicato stampa e la lettera di ebrei italiani all'Ambasciatore di Israele a Roma in sostegno alla campagna SISO - Salva Israele, ferma l'occupazione.

Jcall Italia

Comunicato stampa

Ebrei di molte comunità e paesi della Diaspora, aderenti alla campagna promossa da SISO – Save Israel, stop the occupation – sulla base di un Appello agli ebrei del mondo sottoscritto da più di 500 israeliani del mondo accademico, politico, imprenditoriale, artistico (vedi sotto) - hanno deciso di esprimere collettivamente il loro dissenso rispetto alla condotta del governo di Israele, attraverso petizioni rivolte alle Ambasciate di Israele nel mondo. Un’azione comune e coesa di ebrei in Israele e nella Diaspora per porre fine all’occupazione e giungere ad una soluzione negoziata del conflitto israelo-palestinese basata sul principio di “due stati per due popoli”
Alleghiamo il testo italiano della lettera indirizzata all'Ambasciata di Israele a Roma. Un incontro fra l’Ambasciatore Ofer Sachs e una delegazione dei firmatari avrà luogo il 12 luglio presso l’Ambasciata di Israele a Roma.



S.E. Ofer Sachs
Ambasciatore di Israele in Italia
Roma

Noi, ebrei italiani, profondamente legati allo stato di Israele e alle ragioni della sua esistenza sicura, siamo preoccupati per il permanere dell'occupazione di territori densamente abitati da palestinesi, un'occupazione che è nociva sia al popolo palestinese che allo stesso Israele. Abbiamo risposto con favore all 'Appello agli ebrei del mondo promosso da più di 500 israeliani, figure eminenti nel mondo intellettuale, accademico e imprenditoriale, ex membri della Knesset e dei governi di Israele.
Le chiediamo di esprimere al governo d'Israele la nostra forte preoccupazione circa la continua occupazione della Cisgiordania, l'espansione degli insediamenti e il blocco imposto alla striscia di Gaza. Tale politica non solo viola il diritto internazionale ma è in alcune circostanze in contrasto con la stessa legge israeliana. L'occupazione genera violenza e impone un prezzo elevato alla vita degli israeliani. Se essa continuerà ciò renderà impossibile la soluzione "a due stati" e pregiudicherà il futuro di Israele come stato ebraico e democratico, così importante per Israele e per l'ebraismo mondiale.
Per 50 anni le famiglie israeliane hanno inviato i loro figli soldati a proteggere insediamenti che non assicurano nè sicurezza nè pace.
Le chiediamo, Sig. Ambasciatore, un incontro con una nostra delegazione al fine di discutere di quali passi Israele nel cinquantesimo anno dall ' inizio dell ' occupazione intenda assumere per porre fine all' espansione degli insediamenti che rendono quell'occupazione via via più permanente e per avanzare verso una soluzione negoziata del conflitto affinché israeliani e palestinesi possano vivere fianco a fianco in pace nei loro due Stati sovrani.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti ,Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joan Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia , Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Lattes, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli , Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn , Anna Foa. Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo, Lello dell’Ariccia, Marina Piperno, , Milka Ventura, Andrea Goldstein, Enrico Campelli, Elisa Tedeschi, Maddalena Basevi, Sonia Cruciani. Alessandra Sabatello.

Per ulteriori adesioni, scrivere a jcall.italia@gmail.com
Comunicato stampa
235 Venerdì 07 Luglio 2017 11:39
Roberto De Pas
Comunicato stampa

Ebrei di molte comunità e paesi della Diaspora, aderenti alla campagna promossa da SISO – Save Israel, stop the occupation – sulla base di un Appello agli ebrei del mondo sottoscritto da più di 500 israeliani del mondo accademico, politico, imprenditoriale, artistico (vedi sotto) - hanno deciso di esprimere collettivamente il loro dissenso rispetto alla condotta del governo di Israele, attraverso petizioni rivolte alle Ambasciate di Israele nel mondo. Un’azione comune e coesa di ebrei in Israele e nella Diaspora per porre fine all’occupazione e giungere ad una soluzione negoziata del conflitto israelo-palestinese basata sul principio di “due stati per due popoli”
Alleghiamo il testo italiano della lettera indirizzata all'Ambasciata di Israele a Roma. Un incontro fra l’Ambasciatore Ofer Sachs e una delegazione dei firmatari avrà luogo il 12 luglio presso l’Ambasciata di Israele a Roma.



S.E. Ofer Sachs
Ambasciatore di Israele in Italia
Roma

Noi, ebrei italiani, profondamente legati allo stato di Israele e alle ragioni della sua esistenza sicura, siamo preoccupati per il permanere dell'occupazione di territori densamente abitati da palestinesi, un'occupazione che è nociva sia al popolo palestinese che allo stesso Israele. Abbiamo risposto con favore all 'Appello agli ebrei del mondo promosso da più di 500 israeliani, figure eminenti nel mondo intellettuale, accademico e imprenditoriale, ex membri della Knesset e dei governi di Israele.
Le chiediamo di esprimere al governo d'Israele la nostra forte preoccupazione circa la continua occupazione della Cisgiordania, l'espansione degli insediamenti e il blocco imposto alla striscia di Gaza. Tale politica non solo viola il diritto internazionale ma è in alcune circostanze in contrasto con la stessa legge israeliana. L'occupazione genera violenza e impone un prezzo elevato alla vita degli israeliani. Se essa continuerà ciò renderà impossibile la soluzione "a due stati" e pregiudicherà il futuro di Israele come stato ebraico e democratico, così importante per Israele e per l'ebraismo mondiale.
Per 50 anni le famiglie israeliane hanno inviato i loro figli soldati a proteggere insediamenti che non assicurano nè sicurezza nè pace.
Le chiediamo, Sig. Ambasciatore, un incontro con una nostra delegazione al fine di discutere di quali passi Israele nel cinquantesimo anno dall ' inizio dell ' occupazione intenda assumere per porre fine all' espansione degli insediamenti che rendono quell'occupazione via via più permanente e per avanzare verso una soluzione negoziata del conflitto affinché israeliani e palestinesi possano vivere fianco a fianco in pace nei loro due Stati sovrani.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti ,Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joan Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia , Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Lattes, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli , Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn , Anna Foa. Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo, Lello dell’Ariccia, Marina Piperno, , Milka Ventura, Andrea Goldstein, Enrico Campelli, Elisa Tedeschi, Maddalena Basevi, Sonia Cruciani. Alessandra Sabatello.

Per ulteriori adesioni, scrivere a jcall.italia@gmail.com
#NOG20: AD #AMBURGO CARICHE E VIOLENZE POLIZIESCHE SUL CORTEO “WELCOME TO HELL”
234 Giovedì 06 Luglio 2017 20:13
Da Brescia ad Amburgo
Da Brescia ad Amburgo

#NOG20: AD #AMBURGO CARICHE E VIOLENZE POLIZIESCHE SUL CORTEO “WELCOME TO HELL”

http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/rec0706-204614.mp3


http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/rec0706-200714.mp3


http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/scontri.mp3


Freies Sender Kombinat: FSK

http://www.fsk-hh.org/
Che cosa è realmente successo nella República Bolivariana de Venezuela ? https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
233 Giovedì 06 Luglio 2017 19:20
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
Che cosa è realmente successo nella República Bolivariana de Venezuela ?

La giornalista italiana Monica Vistali, da Brescia a Caracas , ce lo spiega bene

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
Vi spiego io cosa realmente è successo in Venezuela https://www.youtube.com/watch?v=CJckGQCloRs
232 Giovedì 06 Luglio 2017 19:00
Monica Vistali
Vi spiego io cosa realmente è successo in Venezuela

https://www.youtube.com/watch?v=CJckGQCloRs

Me estan guarimbeando por el Face.

https://www.facebook.com/monica.vistali

Donde.hacer yoga gratis en caracas este domingo?!?!
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO
231 Giovedì 06 Luglio 2017 18:00
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
230 Giovedì 06 Luglio 2017 17:53
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO
229 Giovedì 06 Luglio 2017 17:51
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
228 Giovedì 06 Luglio 2017 17:49
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciadas por niñas, niños y adolescentes ADULTO
227 Giovedì 06 Luglio 2017 17:47
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
DOSSIER-Completo- Este programa contiene elementos que no pueden ser presenciados por niñas, niños y adolescentes ADULTO

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
DOSSIER con Walter Martínez Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473: Venezuela Desfile Militar Día de la Patria 05/07/2017 -Completo-
226 Giovedì 06 Luglio 2017 17:43
Monica Vistali
DOSSIER con Walter Martínez Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473: Venezuela Desfile Militar Día de la Patria 05/07/2017 -Completo-

https://www.youtube.com/watch?v=467jH1yUI3k
Venezuela Desfile Militar Día de la Patria . Dossier con Walter Martínez Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
225 Giovedì 06 Luglio 2017 17:22
Monica Vistali
Venezuela Desfile Militar Día de la Patria . Dossier con Walter Martínez Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473

https://www.youtube.com/watch?v=WlhCmbE2kdM
Volentieri condivido questa Lettera di JCALL all'Ambasciata Israeliana di Roma.
224 Giovedì 06 Luglio 2017 02:30
Roberto De Pas
Volentieri condivido questa Lettera di JCALL all'Ambasciata Israeliana di Roma.

H. E. Ambassador Ofer Sachs,
Ambasciata di Israele in Italia
Roma

We, Italian Jews, out of our close association with the State of Israel and its secure existence, are deeply concerned about the long-lasting occupation of territories inhabited by Palestinians which is very harmful to both the Palestinian people and Israel. We are responding to the call to Diaspora Jews – Save Israel, stop the occupation (www.siso.org.il) – issued last year by over 500 Israelis, leading figures in the intellectual, academic, and business world and former members of the Knesset and the Israeli government.
We ask you to convey to the Israeli government our strong concern about its present policies to continue the occupation of the West Bank, the expansion of settlements and the closure of the Gaza strip. Such policies not only violate international law, but at times are in contrast with Israeli law. The occupation leads to more cycles of violence, exacting a high price on the lives of Israelis. If the present policies continue they will render a two-state solution impossible and fail to preserve the future of Israel as a Jewish and democratic state which we deem so important for Israel and world Jewry.
For 50 years Israeli families have sent their children to protect settlements that do not further security or peace. We write to you, Mr. Ambassador, to please meet with a delegation from our group and ask you which steps Israel will take in this 50th year to stop the expansion of settlements which entrench the occupation, and to make serious progress towards a negotiated resolution that results in Israelis and Palestinians living side by side in their own sovereign states.

Sincerely yours,

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti,
Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura,
Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joan Haim, Andrea Levi,
Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia , Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib. Sergio Lattes, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli , Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn , Anna Foa. Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Talia Pecker Berio, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Paola Vita Finzi, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo, Lello dell’Ariccia, Marina Piperno, Giacomo Paoloni, Milka Ventura, Andrea Goldstein, Enrico Campelli, Elisa Tedeschi
Qui le risposte alla domanda: Dio con tutti ? http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=&sez=90&id=66833
223 Mercoledì 05 Luglio 2017 15:00
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
Dio con tutti ?

Davanti ad affermazioni del genere io metterei sempre un punto interrogativo: nessuno di noi può ipotecare il futuro. Quanto al cartello che ho letto nella foto "Jesus is the slave of Allah" (Gesú è il servo di Allah), io non mi adonto piú di tanto, dato che Allah è il nome arabo di D:o, che sia pure con altro nome è sempre lo stesso D:o degli Ebrei, dei Cristiani e dei musulmani. Buon pro faccia loro!

Shalom, Mario Salvatore Manca

Gentile Mario,

è vero che nessuno può ipotecare il futuro ma da altre esperienze europee possiamo, se non altro, temere che si avveri questo timore e, democraticamentre, evitarlo. E' altrettanto vero che dovremmo avere lo stesso Dio, il guaio è che ebrei e cristiani interpretano i Suoi insegnamenti in modo diverso dai musulmani, cioè senza violenza nè prevaricazioni.

Un cordiale Shalom

http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=&sez=90&id=66833

Qui le risposte alla domanda: Dio con tutti ?

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra
222 Mercoledì 05 Luglio 2017 12:00
Sonia Patacchi
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra

Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.

https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra
221 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:58
Sonia Patacchi
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra

Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.

https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra
220 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:57
Sonia Patacchi
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra

Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.

https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra
219 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:56
Sonia Patacchi
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra

Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.

https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra
218 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:55
Sonia Patacchi
Che spettacolo, ragazzi! Due, tre cose su Cinque Stelle e fans di sinistra

Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.

https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
http://www.fsk-hh.org/
217 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:47
http://www.fsk-hh.org/
http://www.fsk-hh.org/
http://www.fsk-hh.org/
216 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:44
http://www.fsk-hh.org/
Please note: Due to the upcoming G20 summit in Hamburg and the continuous escalation of violence by the police, the programme might be interrupted to report on the current situation in the protest camp in Entenwerder.

http://www.fsk-hh.org/
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM
215 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:24
http://www.fsk-hh.org/
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM

Black Bloc Revenge - come to ANTI G20 protest Hamburg 6–8 July 2017

http://www.roteflora.de/

https://www.nadir.org/nadir/initiativ/roteflora/termine.php

https://www.youtube.com/watch?v=lhHANjI0yVs

http://www.fsk-hh.org/
http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/Manuel-coll-Amburgo-mercoled%C3%AC-mattina.mp3
214 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:19
Manuel
5 luglio 2017: Al via oggi il controvertice inaugurato da una conferenza stampa dei movimenti al Millerntor-Stadium, lo stadio del St. Pauli. Ieri sera si sono registrati altri interventi della polizia, con utilizzo di idranti e spray urticante, proprio contro le tendopoli allestite in città per protestare contro il divieto di utilizzare i campeggi, già attaccati e sgomberati nei giorni scorsi. Da Amburgo, Manuel della nostra redazione

http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/Manuel-coll-Amburgo-mercoled%C3%AC-mattina.mp3
https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
213 Mercoledì 05 Luglio 2017 11:00
Sonia Patacchi
Perché la vera e propria fascinazione per il M5S ha coinvolto diversi centri sociali, anche tra quelli che si considerano più duri e antagonisti, e aree consistenti del sindacalismo di base. Non entriamo nei dettagli concernenti i singoli organismi, perché l’elenco dei fatti “sorprendenti”, degli accreditamenti del M5S da citare sarebbe lungo. Ci limitiamo ad un paio di esempi molto significativi tratti dal giornale on line della Rete.
https://pungolorosso.wordpress.com/2017/07/02/che-spettacolo-ragazzi-due-tre-cose-sui-cinque-stelle-e-fans-di-sinistra/
CORRISPONDENZE E INTERVISTE DALLE MOBILITAZIONI NO G20 AD AMBURGO
212 Mercoledì 05 Luglio 2017 10:59
http://www.radiondadurto.org/2017/07/02/corrispondenze-e-interviste-dalle-mobilitazioni-no-g20-ad-amburgo/
CORRISPONDENZE E INTERVISTE DALLE MOBILITAZIONI NO G20 AD AMBURGO

Nella settimana dal 3 all’8 luglio Amburgo ospiterà migliaia di persone provenienti da tutta la Germania e anche dall’estero per le manifestazioni che intendono bloccare il vertice del G20 che si tiene nella città tedesca il 7/8 luglio.

Con la nostra redazione presente ad Amburgo dal 5 luglio, attraverso dirette, interviste e corrispondenze seguiremo le mobilitazioni contro il G20.

Potete ascoltarci in diretta durante lo spazio informativo durante quelle giornate oppurescaricare gli audio da questo link.

4 luglio 2017: Si avvicina il summit dei 20 grandi della terra, ma si avvicinano soprattutto le mobilitazioni del controvertice. Abbiamo intervistato Beppe Caccia, di Euronomade, autore di un articolo sul G20 di Amburgo su Il Manifesto di martedì 4 luglio. Ascolta http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/beppe-caccia-amburgo.mp3

3 luglio 2017: Nella serata del 2 luglio la polizia ha attaccato il campeggio autogestito Antikap Protestcamp, che si stava allestendo al Volkspark di Altona. Sono i primi segnali di repressione poliziesca, ma anche espressione di uno scontro di poteri: infatti il campeggio è stato autorizzato da una sentenza dei tribunali tedeschi emessa la settimana scorsa, ma la polizia, supportata anche da una parte dell’SPD che guida la città di Amburgo, ha deciso di intervenire in forze sostenendo che non si possa allestire dormire nel parco, ma solamente radunarsi.

Cosi il campeggio di Entenwerden è stato circondato da circa 800 agenti di polizia. Al momento dell’irruzione 11 erano le tende presenti: la polizia è intervenuta usando gas urticanti e poi ha sgomberato a colpi di manganello i presenti e rimuovendo le tende. Ci racconta quanto accaduto Fabio, del collettivo Berlin Migrant Strikers di Berlino. Ascolta

http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/07/fabio_azionepoliziaCampeggioAmburgo.mp3
Tzahal, grazie
211 Mercoledì 05 Luglio 2017 09:00
Tzahal, grazie
Tzahal, grazie

Nel leggere l'articolo di L.Foschi Totò avrebbe detto: ''Che sckifezza!'' e questo sono pronto a ripeterlo. Diciamolo senza peli sulla lingua e in barba ai decantati dialoghi: la guerra dei sei giorni con la sua vittoriosa conclusione è stata ed è una spina nella gola per molti ambienti cristiani e non solo cristiani. Contavano sulla vittoria delle armate arabe e credevano fermamente che per Israele era giunto il fatidico momento della resa dei conti, senza nessun rimorso per quello che avevano fatto e fanno agli ebrei. Ma hanno fatto male i loro conti, come si dice '' senza l'oste'' dove l'oste è D-o Benedetto. Liquidare Israele dalla Storia è l'obiettivo costante di questi signori spesso ammantato da nobili ideali quali la razza o la resistenza (terrorismo n.d.r.). Ma è impossibile: è D-o che non vuole!

Fulvio Canetti , Gerusalemme

Gentile Fulvio,

Che D.o non voglia la distruzione di Israele è un interpretazione, io però sono propensa a credere che non lo vogliamo noi israeliani e che l'oste, in caso di guerra contro gli arabi, sia Zahal. E' grazie al nostro esercito del Popolo e al suo coraggio che Israele esiste ancora, oltre, naturalmente, alla profonda fiducia che noi israeliani abbiamo nei nostri soldati, fiducia che permette a tutti noi di non sprofondare nella paura e che ci rende uno dei popoli più felici della terra.

Un cordiale Shalom
http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=&sez=90&id=66835
Rusia está a un paso de crear misil balístico de 100 toneladas mientras Corea del Norte podría buscar Alaska a través de un ataque nuclear con el utilizo de Hwasong-14
210 Mercoledì 05 Luglio 2017 08:44
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
Rusia está a un paso de crear misil balístico de 100 toneladas

https://videos.telesurtv.net/video/666828/dossier-666828/

mientras Corea del Norte podría buscar Alaska (uno de los cincuenta estados que, junto con Washington D. C., forman los Estados Unidos de América) a través de un ataque nuclear con el utilizo de Hwasong-14

https://videos.telesurtv.net/video/666660/dossier-666660/
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona
209 Martedì 04 Luglio 2017 21:00
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona

http://www.telesurtv.net/news/Napoles-otorga-ciudadania-honorifica-a-Maradona-20170704-0029.html

Maradona: Fidel murió, en nuestro corazón sigue latiendo
https://www.youtube.com/watch?v=ny45eABnxVo

Ciudadano italiano rinde homenaje a Fidel: "Vive en mi corazón"

https://www.youtube.com/watch?v=sVMNo-FXfiE
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona
208 Martedì 04 Luglio 2017 20:59
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona
Nápoles otorga ciudadanía honorífica a Maradona

http://www.telesurtv.net/news/Napoles-otorga-ciudadania-honorifica-a-Maradona-20170704-0029.html

Maradona: Fidel murió, en nuestro corazón sigue latiendo
https://www.youtube.com/watch?v=ny45eABnxVo

Ciudadano italiano rinde homenaje a Fidel: "Vive en mi corazón"

https://www.youtube.com/watch?v=sVMNo-FXfiE
Bloque de países árabes exigen a Qatar cierre de Al Jazeera
207 Martedì 04 Luglio 2017 20:49
http://www.telesurtv.net/news/Bloque-de-paises-arabes-exigen-a-Qatar-cierre-de-Al-Jazeera-20170704-0026.html
Bloque de países árabes exigen a Qatar cierre de Al Jazeera

http://www.telesurtv.net/news/Bloque-de-paises-arabes-exigen-a-Qatar-cierre-de-Al-Jazeera-20170704-0026.html
Brigadier General (Ret.) Uzi Eilam
206 Martedì 04 Luglio 2017 18:08
https://www.jcall.eu/
Fifty years ago, in the Six-Day War, I was, with my battalion command team, among the first Israeli soldiers to reach the Western Wall.

I was 34 years old and the Commander of the 71st Battalion, 55th Paratroopers Brigade. I fought in the bitter battle for Jerusalem. We lost 96 members of our brigade and hundreds more were wounded.

After a day and a half of fighting, when we finally reached the Wall, I sent a soldier to Shlomo Goren, the IDF’s Chief Rabbi, to guide him to us so he could see it for himself. He wanted to blow a shofar there but couldn’t. He was too overcome with emotion. I blew it for him.

The sound of the shofar 50 years ago

After the fighting died down, I spoke to my soldiers before releasing the battalion. I told them that it was too early for us that day to comprehend the enormous significance of the event we had participated in. Somewhere, sometime in the future, I added, we would know.

I know firsthand that marking the 50th anniversary means embracing its profound significance for our people and our history. But these days, I find it hard to capture the optimism that once animated my memory of that day.

Why? Because 50 years later, I don’t feel that it is enough to merely talk about what the war means. Its unresolved consequences have become the greatest threat facing Israel today.

When we gave everything in a war for our very existence, did we think that we would spend the following 50 years policing and controlling another people? When we thought we were “unifying” Jerusalem, did we imagine that it would become a divided hotbed of violence and unrest?

I fear that many years from now when we look back on the war, we will see it not as the event that secured Israel’s security for generations to come, but as the moment that set in motion an untenable choice between Israel’s Jewish and democratic character. I worry we will remember it as the moment that planted the seeds of extremism many of our leaders have embraced today.

The fact that we have not yet decided what to do with the land we occupied in the Six-Day War -- not armies outside our borders -- is, today, our most pressing and existential threat. If we do not make peace with the Palestinians and end the occupation we began 50 years ago, we will cease to live in a country that many of the Zionists, who fought by my side in '67, would recognize.

And so, I mark this day not just with a mix of somber and joyous reflection, but with a determination to secure the legacy of June 7, 1967.

Remembering the Six-Day War

The only way to do that is to fight back against the fanaticism that has taken root in Israeli society. To reject the “divide and conquer” mentality that our leadership displays toward the Palestinians. To seize the opportunity before us and actively seek peace with our neighbors.

In doing so, we will not just rescue our memory of the war from the forces of extremism, but set Israel on a path for peace and prosperity. Given the threats that the untenable status quo poses to our security and viability, we have no other choice.

If we want our children and grandchildren to remember the war as a victory, we must be honest about the destructive path Israel is currently on. We must choose a better, more peaceful way. Only this will settle the question of the war’s significance and Israel’s future once and for all.

Thank you,

Brigadier General (Ret.) Uzi Eilam
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM
205 Martedì 04 Luglio 2017 16:06
http://www.fsk-hh.org/
JULY 7 & 8 2017 G20 IN HAMBURG SHUT DOWN CAPITALISM

Black Bloc Revenge - come to ANTI G20 protest Hamburg 6–8 July 2017

http://www.roteflora.de/

https://www.nadir.org/nadir/initiativ/roteflora/termine.php

https://www.youtube.com/watch?v=lhHANjI0yVs
Fantozzi alle elezioni https://www.youtube.com/watch?v=sFv9M-BC1GM
204 Martedì 04 Luglio 2017 14:24
Fantozzi alle elezioni https://www.youtube.com/watch?v=sFv9M-BC1GM
Fantozzi alle elezioni

https://www.youtube.com/watch?v=sFv9M-BC1GM
Paolo Villaggio era un anarchico. Feroce come un anarchico. Sincero come un anarchico.
203 Martedì 04 Luglio 2017 14:22
Roberto Saviano
Paolo Villaggio era un anarchico. Feroce come un anarchico. Sincero come un anarchico.
Ha messo alla berlina tutti: padroni e dipendenti, servi zelanti, cortigiane e intellettuali da strapazzo. E ha fatto ridere tutti, soprattutto i bambini, che finalmente vedevano ridicolizzato il mondo serio e assurdo dei grandi.

https://www.youtube.com/watch?v=sFv9M-BC1GM
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
202 Martedì 04 Luglio 2017 12:18
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
כלוחמת לשעבר בצה"ל מחזקת אתכן לוחמות אמיצות שלי ..... בזמן שהוויכוח על הלוחמות בצה"ל עדיין נמשך, פרמדיקיות כבר משובצות כמעט בכל היחידות הקרביות בצה"ל .....
פשוט גאווה ❗❗❗❗❗
"שבת שלום
אנחנו נגן עליך מחר. "
הנשים הממוצעות במזרח הם
משועבדים שרשראות אבל בישראל הם בשמיים.❗❗❗❗❗

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
201 Martedì 04 Luglio 2017 12:14
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
כלוחמת לשעבר בצה"ל מחזקת אתכן לוחמות אמיצות שלי ..... בזמן שהוויכוח על הלוחמות בצה"ל עדיין נמשך, פרמדיקיות כבר משובצות כמעט בכל היחידות הקרביות בצה"ל .....
פשוט גאווה ❗❗❗❗❗
"שבת שלום
אנחנו נגן עליך מחר. "
הנשים הממוצעות במזרח הם
משועבדים שרשראות אבל בישראל הם בשמיים.❗❗❗❗❗

http://www.romiyah8-14.com/,

http://www.launiversidaddelaire.es/
H.E. Ambassador Ofer Sachs, Ambasciata di Israele in Italia
200 Martedì 04 Luglio 2017 11:53
https://www.jcall.eu/
Alleghiamo la lettera inviata all'Ambasciatore di Israele Ofer Sachs con
richiesta di incontro

Jcall Italia

H.E. Ambassador Ofer Sachs,
Ambasciata di Israele in Italia


We , Italian Jews, out of our close association with the State of Israel and its secure existence, are deeply concerned about the long-lasting occupation of territories inhabited by Palestinians which is very harmful to both the Palestinian people and Israel. We are responding to the call to Diaspora Jews-Save Israel, stop the occupation (www.siso.org.il)-issued last year by over 500 Israelis, leading figures in the intellectual, academic, and business world and former memmbers of the Knesset and the Israeli government. We ask you to convey to the Israeli government our strong concern about its present policies to continue the occupation of the West Bank, the expression of settlements and closure of the Gaza strip. Such policies not only violate international law, but at times are in contrast with Israeli law. The occupation leads to more cycles of violence, exacting a high price on the lives of Israelis. If the present policies continue they will render a two-state solution impossible and fail to preserve the future of Israel and world Jewry. For 50 years Israeli families have sent their children to protect settlements that do not further security or peace. We write to you, Mr. Ambassador, to please meet with a delegation from our group and ask you which steps Israel will take in this 50° year to stop the expansion of settlements which entrench the occupation, and to make sorious progress towards a negotiated resolution that results in Israelis and Palestinians living side by side in their sovereign states.

Sincerly yours.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joam Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia, Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Latters, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli, Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn, Anna Foa, Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Talia Pecker Berio, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Paola Vita Finzi, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo.
H.E. Ambassador Ofer Sachs, Ambasciata di Israele in Italia
199 Martedì 04 Luglio 2017 11:51
https://www.jcall.eu/
Alleghiamo la lettera inviata all'Ambasciatore di Israele Ofer Sachs con
richiesta di incontro

Jcall Italia

H.E. Ambassador Ofer Sachs,
Ambasciata di Israele in Italia


We , Italian Jews, out of our close association with the State of Israel and its secure existence, are deeply concerned about the long-lasting occupation of territories inhabited by Palestinians which is very harmful to both the Palestinian people and Israel. We are responding to the call to Diaspora Jews-Save Israel, stop the occupation (www.siso.org.il)-issued last year by over 500 Israelis, leading figures in the intellectual, academic, and business world and former memmbers of the Knesset and the Israeli government. We ask you to convey to the Israeli government our strong concern about its present policies to continue the occupation of the West Bank, the expression of settlements and closure of the Gaza strip. Such policies not only violate international law, but at times are in contrast with Israeli law. The occupation leads to more cycles of violence, exacting a high price on the lives of Israelis. If the present policies continue they will render a two-state solution impossible and fail to preserve the future of Israel and world Jewry. For 50 years Israeli families have sent their children to protect settlements that do not further security or peace. We write to you, Mr. Ambassador, to please meet with a delegation from our group and ask you which steps Israel will take in this 50° year to stop the expansion of settlements which entrench the occupation, and to make sorious progress towards a negotiated resolution that results in Israelis and Palestinians living side by side in their sovereign states.

Sincerly yours.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joam Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia, Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Latters, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli, Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn, Anna Foa, Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Talia Pecker Berio, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Paola Vita Finzi, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo.
H.E. Ambassador Ofer Sachs, Ambasciata di Israele in Italia
198 Martedì 04 Luglio 2017 11:48
https://www.jcall.eu/
Alleghiamo la lettera inviata all'Ambasciatore di Israele Ofer Sachs con
richiesta di incontro

Jcall Italia

H.E. Ambassador Ofer Sachs,
Ambasciata di Israele in Italia


We , Italian Jews, out of our close association with the State of Israel and its secure existence, are deeply concerned about the long-lasting occupation of territories inhabited by Palestinians which is very harmful to both the Palestinian people and Israel. We are responding to the call to Diaspora Jews-Save Israel, stop the occupation (www.siso.org.il)-issued last year by over 500 Israelis, leading figures in the intellectual, academic, and business world and former memmbers of the Knesset and the Israeli government. We ask you to convey to the Israeli government our strong concern about its present policies to continue the occupation of the West Bank, the expression of settlements and closure of the Gaza strip. Such policies not only violate international law, but at times are in contrast with Israeli law. The occupation leads to more cycles of violence, exacting a high price on the lives of Israelis. If the present policies continue they will render a two-state solution impossible and fail to preserve the future of Israel and world Jewry. For 50 years Israeli families have sent their children to protect settlements that do not further security or peace. We write to you, Mr. Ambassador, to please meet with a delegation from our group and ask you which steps Israel will take in this 50° year to stop the expansion of settlements which entrench the occupation, and to make sorious progress towards a negotiated resolution that results in Israelis and Palestinians living side by side in their sovereign states.

Sincerly yours.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joam Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia, Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Latters, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli, Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn, Anna Foa, Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Talia Pecker Berio, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Paola Vita Finzi, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo.
H.E. Ambassador Ofer Sachs, Ambasciata di Israele in Italia
197 Martedì 04 Luglio 2017 11:45
https://www.jcall.eu/
Alleghiamo la lettera inviata all'Ambasciatore di Israele Ofer Sachs con
richiesta di incontro

Jcall Italia

H.E. Ambassador Ofer Sachs,
Ambasciata di Israele in Italia


We , Italian Jews, out of our close association with the State of Israel and its secure existence, are deeply concernes about the long-lasting occupation of territories inhabited by Palestinians which is very harmful to both the Palestinian people and Israel. We are responding to the call to Diaspora Jews-Save Israel, stop the occupation (www.siso.org.il)-issued last year by over 500 Israelis, leading figures in the intellectual, academic, and business world and former memmbers of the Knesset and the Israeli government. We ask you to convey to the Israeli government our strong concern about its present policies to continue the occupation of the West Bank, the expression of settlements and closure of the Gaza strip. Such policies not only violate international law, but at times are in contrast with Israeli law. The occupation leads to more cycles of violence, exacting a high price on the lives of Israelis. If the present policies continue they will render a two-state solution impossible and fail to preserve the future of Israel and world Jewry. For 50 years Israeli families have sent their children to protect settlements that do not further security or peace. We write to you, Mr. Ambassador, to please meet with a delegation from our group and ask you which steps Israel will take in this 50° year to stop the expansion of settlements which entrench the occupation, and to make sorious progress towards a negotiated resolution that results in Israelis and Palestinians living side by side in their sovereign states.

Sincerly yours.

Ida Finzi, Giorgio Gomel, Daniele Amati, Sergio Ottolenghi, Dino Levi, Michele Sacerdoti, Edy Lanza, Leo Coen Pirani, Leonard Robbins, Maya Vetri, Giovanni Levi, Sandro Ventura, Antonella Ortis, Yoram David, Renata Sarfati, Ester Fano, Joam Haim, Andrea Levi, Giorgio Segrè, Carlo Ginzburg, Jardena Tedeschi, Pupa Garribba, Bruno Contini, Roberto de Pas, Ambra Dina, Daniela della Seta, Natascia Blumetti, Ernesto Muggia, Ana Fitzpatrick, Bruno Segre, Lina Cabib, Sergio Latters, Edith Bruck, Deborah Taub, Lucio Damascelli, Giuseppe Damascelli, Gad Lerner, Raul Wittenberg, Daniele Naim, Clotilde Pontecorvo, Sigrid Sohn, Anna Foa, Roberto Gandus, Giorgio Basevi, Guido Ortona, Enrico Franco, Fiammetta Bises, Talia Pecker Berio, Michele Sarfatti, Fabrizio Porro, Virginia Volterra, Simone Disegni, Stefano Jesurum, Enrico Modigliani, Roberto Piperno, Susanna Fresko, Bice Fubini, Paola Vita Finzi, Maria Silvera, Gabriella Ert, Stefano Levi della Torre, Lia Cammeo, Sergio Terracina, Micael Zeller, Irene Lopez, Fabio Lopez Nunes, Sabetay Fresko, Alessandro Treves, Daniela Yoel, Patrizia Maraviglia, Lia Tagliacozzo.
http://www.telesurtv.net/news/Partido-Comunista-italiano-expresa-solidaridad-con-Venezuela-20170701-0025.html
196 Domenica 02 Luglio 2017 10:00
http://www.telesurtv.net/news/Partido-Comunista-italiano-expresa-solidaridad-con-Venezuela-20170701-0025.html
http://www.telesurtv.net/news/Partido-Comunista-italiano-expresa-solidaridad-con-Venezuela-20170701-0025.html
Jupiter et les cannibales
195 Venerdì 30 Giugno 2017 12:44
Renée Piettre
Si le règne "jupitérien" d’Emmanuel Macron nous "propulse dans la modernité", veillons à ce que le progrès ramène à de justes proportions nos appétits cannibales.

Plus que par la simple apparition du christianisme, le tournant des premiers siècles de notre ère a pu être caractérisé par "la fin du sacrifice" (Guy Stroumsa, Odile Jacob, 2005), repérable également dans les développements philosophiques des polythéismes antiques, dans la mutation rabbinique du judaïsme, et plus généralement dans le remplacement du rituel par le livre, de la religion civique par la conversion individuelle.

Mais ne faudra-t-il pas se demander un jour prochain, tant du moins qu’il subsistera des hommes assez informés pour poser la question, par quelle perversion "la fin du sacrifice" – le sacrifice sanglant dans le brasier des autels – aura finalement conduit à enflammer la planète entière sur l’autel du "progrès" ?

Nous sommes, nous dit-on, des êtres humains enfin raisonnables et pragmatiques. Avec le règne "jupitérien" d’Emmanuel Macron, la France se verrait une bonne fois pour toutes "propulsée dans la modernité" quand tant de freins, entendez tant d’impératifs sociaux conquis de haute lutte, tant de conduites symboliques aussi, la maintenaient jusqu’ici arrimée à sa base de lancement. Adieu la Terre, l’espace virtuel nous appartient ! En marche, nous rejoignons ainsi la course folle de la planète. Et tant pis pour les Portugais pris dans la poêle à frire de l’industrie papetière, qui sacrifia chênes lièges et châtaigniers à la culture accélérée des pins et des eucalyptus. Tant pis pour les rennes et les ours : la fonte des glaces arctiques transforme leur épaisse fourrure en malédiction. Tant pis pour nos eaux françaises : suffiront-elles seulement à refroidir les réacteurs nucléaires par temps de surchauffe ? Tant pis pour la Méditerranée, cimetière pourrissant de poissons et de migrants. Tant pis pour les forêts primaires, pourvoyeuses des terres rares et des métaux précieux nécessaires à nos prouesses numériques. Tant pis pour les coraux, tant pis pour les îles que la surexploitation des sables et des fonds marins enfonce peu à peu sous les flots qui montent en même temps. Tant pis pour les manchots : il pleut, c’est nouveau, sur l’Antarctique dont la blancheur jusqu’ici réverbérait le soleil pour le plus grand bénéfice du reste du monde. Tant pis pour le Sahel, le Proche et le Moyen-Orient : le désert y croît et, sous le nom par exemple de Boko Haram, projette toujours plus loin de leurs bases traditionnelles les tribus et leurs pratiques depuis longtemps orientées vers les razzias sur les populations sédentaires. Tant pis pour la démocratie : aux grands maux les grands remèdes, et il sera malvenu de multiplier les décideurs quand l’urgence fait loi... et quand on a si manifestement raison sur tout ! Tant pis enfin pour les perdants, le temps est compté, qu’ils se débrouillent ou qu’ils crèvent, assistance aux réfugiés interdite !

La liste des biens que nous voyons se perdre tous les jours – tant d’hectares de forêt ou de mangrove, tant de milliers de mètres cubes de glaces, telles espèces animales et végétales, telle langue et tel peuple, tel site célèbre, tel monument... – défile à toujours plus grande vitesse, mais c’est encore pour demain qu’on nous promet l’hécatombe, et la plus grande naïveté est de vouloir la provoquer comme un sacrifice nécessaire – vieille lune, qui nous ramène au moins à Pompidou appelant à renoncer à la France du vin et des petits fromages. Lévi-Strauss avait déjà perçu, dans l’abattage frénétique du bétail lors de l’épizootie de la vache folle, les conséquences d’une forme de cannibalisme propre à notre temps. Nous sommes bien loin d’avoir dépassé les pratiques sacrificielles les plus primitives (https://etudesrurales.revues.org/27, cf. Nous sommes tous des cannibales, Seuil, 2013).

Mais l’espoir peut finalement résider dans les avatars de ces pratiques elles-mêmes. Pour ce qui est du règne "jupitérien" d’Emmanuel Macron, peut-être trouverons-nous de quoi nous rassurer dans les récentes déclarations du Président lors du repas de rupture de jeûne qu’il partagea l’autre soir avec les représentants du CFCM. La théologie et sa nécessaire compatibilité avec les lois républicaines, c’est votre affaire, disait-il en substance, je n’ai pas à m’en mêler. Malicieusement, l’anthropologue de la Rome ancienne qu’est John Scheid, du Collège de France, suggérait sur France Culture une idée semblable dans son commentaire du qualificatif "jupitérien" : en régime polythéiste, la royauté de Jupiter le déleste de toutes les tâches qu’il délègue aux autres dieux et qu’il incombe aux hommes d’honorer assez pour ne pas éveiller la colère du maître de l’Olympe (https://www.franceculture.fr/politique/president-jupiterien-comment-macron-compte-regner-sur-lolympe). Nous voici donc prévenus : sacrifions, mais imitons un dieu qui sait lui-même modérer ses exigences, et respectons toutes les instances à pourvoir (instance divine certes, mais aussi instances humaines, animales, naturelles), et ramenons à de justes proportions nos appétits cannibales, afin que nous conservions toujours de quoi renouveler le culte sans assécher l’avenir et détourner ainsi les destructrices fulminations d’en haut – ou d’en bas.
Dossier con Roberto González G/B Ejercito Bolivariano
194 Venerdì 30 Giugno 2017 11:00
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
Dossier con Roberto González G/B Ejercito Bolivariano

https://videos.telesurtv.net/video/665787/dossier-665787/
https://videos.telesurtv.net/programas/dossier/
193 Venerdì 30 Giugno 2017 10:08
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
https://videos.telesurtv.net/programas/dossier/
Una hora de análisis de los sucesos internacionales y las noticias de resonancia mundial en pleno desarrollo. Conducido por el periodista y corresponsal de guerra uruguayo, Walter Martínez.
192 Venerdì 30 Giugno 2017 10:01
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
Una hora de análisis de los sucesos internacionales y las noticias de resonancia mundial en pleno desarrollo. Conducido por el periodista y corresponsal de guerra uruguayo, Walter Martínez.

https://videos.telesurtv.net/video/665987/dossier-665987/
FUTURO PRESIDENTE DE VENEZUELA BOLIVARIANA Don Walter Martínez (Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473)
191 Giovedì 29 Giugno 2017 19:44
https://www.youtube.com/watch?v=f7Ot9nyZHpI
FUTURO PRESIDENTE DE VENEZUELA BOLIVARIANA Don Walter Martínez (Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473)

https://www.youtube.com/watch?v=f7Ot9nyZHpI
Ataca célula terrorista sede del Tribunal Supremo de Justicia de Vzla.
190 Giovedì 29 Giugno 2017 19:37
https://www.youtube.com/watch?v=WkMSG1p_4eE
Un acto terrorista fue perpetrado en Venezuela contra la sede del Tribunal Supremo de Justicia. Desde un helicóptero fueron lanzadas dos granadas que estallaron en el jardín, y rafagueados los guardias de seguridad que cuidan el lugar. La aeronave fue identificada como vehículo de la policía científica. Sólo se reportan daños materiales. A través de un comunicado leído y difundido por un exmilitar, se asegura que fue una célula de supuestos militares conformada por civiles, soldados y policías. teleSUR
https://www.youtube.com/watch?v=WkMSG1p_4eE
Rusia denuncia intenciones de destruir el Estado venezolano
189 Giovedì 29 Giugno 2017 19:34
http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
Rusia denuncia intenciones de destruir el Estado venezolano

Zajárova expresó que Moscú está "extremadamente sorprendida" por los esfuerzos de la oposición para frustrar el diálogo con el Gobierno de Nicolás Maduro.

La portavoz de la Cancillería rusa declaró que no se debe pretender destruir al Estado latinoamericano y menos cuando cuenta con el apoyo de los venezolanos.

La portavoz del Ministerio Exteriores de Rusia, María Zajárova, aseguró este jueves que, bajo el pretexto de mejorar la situación de Venezuela, pretenden destruir el Estado.

Durante una rueda de prensa, Zajárova declaró que la mejora del país no debe suponer la destrucción del Estado y menos cuando cuentan con el apoyo de la mayoría de los ciudadanos venezolanos.

>> ONU rechaza ataque terrorista en Venezuela

Zajárova catalogó como "provocadores" los ataques perpetrados en las sedes del Tribunal Supremo de Justicia (TSJ) y del Ministerio de Interior del país suramericano.

>> Países condenan ataque terrorista de este martes en Venezuela

La portavoz también reiteró la preocupación de Rusia por la desestabilización de Venezuela "quien es un amigo de Moscú" e insistió en la búsqueda de un diálogo pacífico sin intervención en los conflictos internos.

Según Zajárova, Moscú está "extremadamente sorprendida" por los esfuerzos de la oposición para frustrar los intentos de reanudar el diálogo con el Gobierno de Nicolás Maduro.



En contexto
Desde que se iniciaron los acciones violentas por parte de la derecha venezolana, Rusia se ha visto preocupada por la situación del país latinoamericano, sobre todo ante los ataques a instituciones públicas y privadas y el carácter agresivo y vandálico de estos grupos.
http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
188 Giovedì 29 Giugno 2017 19:31
http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
Rusia denuncia intenciones de destruir el Estado venezolano

http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
Rusia denuncia intenciones de destruir el Estado venezolano
187 Giovedì 29 Giugno 2017 19:29
http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
Rusia denuncia intenciones de destruir el Estado venezolano

http://www.telesurtv.net/news/Rusia-denuncia-intenciones-de-destruir-el-Estado-venezolano-20170629-0014.html
But Jimmy Wales, founder of the first Wikipedia, will be aware of such Italic methods by Gestapo?
186 Giovedì 29 Giugno 2017 18:00
http://jimmywales.com/about-jimmy/
Jimmy Wales is a self-avowed Objectivist, referring to the philosophy invented by writer Ayn Rand in the mid-20th century that emphasizes reason, individualism, and capitalism. Wales first encountered the philosophy through reading Rand's novel The Fountainhead during his undergraduate period and, in 1992, founded an electronic mailing list devoted to "Moderated Discussion of Objectivist Philosophy". Though he has stated that the philosophy "colours everything I do and think", he has said, "I think I do a better job—than a lot of people who self-identify as Objectivists—of not pushing my point of view on other people."

When asked by Brian Lamb about Rand's influence on him in his appearance on C-SPAN's Q&A in September 2005, Wales cited integrity and "the virtue of independence" as personally important. When asked if he could trace "the Ayn Rand connection" to a personal political philosophy at the time of the interview, Wales labeled himself a libertarian, qualifying his remark by referring to the U.S. Libertarian Party as "lunatics", and citing "freedom, liberty, basically individual rights, that idea of dealing with other people in a manner that is not initiating force against them" as his guiding principles.

An interview with Wales served as the cover feature of the June 2007 issue of the libertarian magazine Reason. In that profile, he described his political views as "center-right". Prior to 2008, Wales attended George Soros' birthday.

In a 2011 interview with The Independent, he expressed sympathy with the Occupy Wall Street and Occupy London protesters, saying, "You don't have to be a socialist to say it's not right to take money from everybody and give it to a few rich people. That's not free enterprise."

Dan Hodges in The Telegraph has described Wales as a "Labour sympathizer". In 2015, he offered to help Ed Miliband with the Labour Party's social media strategy, but Miliband turned him down.

In 2015, Wales signed up as the committee chair for Lawrence Lessig's 2016 presidential campaign.

In 2016, Wales and eleven other business leaders signed on to an open letter to American voters urging them not to vote for Donald Trump in that year's United States presidential election.

http://jimmywales.com/about-jimmy/
Ma Jimmy Wales fondatore della prima Wikipedia, sarà a conoscenza di tali metodi italici da Gestapo?
185 Giovedì 29 Giugno 2017 17:46
Ma Jimmy Wales fondatore della prima Wikipedia, sarà a conoscenza di tali metodi italici da Gestapo?
Ma Jimmy Wales fondatore della prima Wikipedia, sarà a conoscenza di tali metodi italici da Gestapo?

Jimmy Wales ammira la corrente filosofica dell'oggettivismo di Ayn Rand; nella scuola per laureati possedeva e moderava una mailing list su Internet nota come la "Discussione moderata sulla filosofia oggettivista".
Tali battaglie ML sono state riportate da vari organi della stampa e informazione italiana, e noi stessi abbiamo citato Radio24, RadioRadicale e Il Corriere della Sera come indicative e parziali voci di tale nostra rilevanza.
184 Giovedì 29 Giugno 2017 17:29
Giuseppe Cruciani
Tali battaglie ML sono state riportate da vari organi della stampa e informazione italiana, e noi stessi abbiamo citato Radio24, RadioRadicale e Il Corriere della Sera come indicative e parziali voci di tale nostra rilevanza.
Radio radicale era il mio pane quotidiano, no pubblicità, finanziato da tutti (per legge). Per questo motivo cominciai la mia carriera di giornalista proprio a Radio Radicale.
Circa 10 anni fa, un bel giorno nella frequenza su cui mi sintonizzavo, Radio Radicale fu sostituita da una altra radio che si dichiarava: senza fini di lucro.
Benvenuta!
Solo che il giorno successivo il suo posto fu preso da Radio 24!
Capriola con triplo salto mortale.
Dove saranno finiti i soldi del finanziamento pubblico a Radio Radicale?
Pannella rivendicò alla trasmissione La Zanzara, circa un anno fa, di essere stato artefice della nascita di Radio 24 !
Sarà per questo che la Bonino e Pannella non si parlavano più?
La Zanzara-contro il Vaticano
https://www.youtube.com/watch?v=mFT9nWrCOwY
@vilma
183 Giovedì 29 Giugno 2017 16:57
Menono Incariola
@vilma:
anche se non condividiamo certe cazzate, SAPPIAMO LEGGERE.
Nessuna necessita` quindi di postare CINQUE VOLTE LE STESSE FESSERIE,
a parte forse quella di non far sentire solo questo commento del tutto fuori posto.
Vai da Repubblica, cara, li` ti accolgono a braccia aperte. Qui non serve travestirsi da ex cubani per far dimenticare che CHI PAGA E` SOROS, altro che liberta` internazionale DEL MENGA!
Mah !
182 Giovedì 29 Giugno 2017 16:54
Sonia Patacchi
Evidentemente la Selvaggia ci crede.
La compagna SELVAGGIA LUCARELLI lo vuole prendere tutto dentro, in fondo a sinistra : Alternativa sì, ma sempre comunista !
181 Giovedì 29 Giugno 2017 16:38
http://www.partitodialternativacomunista.org/
La compagna SELVAGGIA LUCARELLI lo vuole prendere tutto dentro, in fondo a sinistra : Alternativa sì, ma sempre comunista !

Poteva finire così in fretta il viaggio tra i partiti a sinistra della sinistra (o di quello che rimane, a giudicare da chi pretende di rappresentarla in Parlamento)? Nemmeno per sogno, ovviamente: così si possono far cadere gli occhi su una coppia falce-martello che solo in apparenza appare "come le altre". Già, perché a ben guardare i due arnesi che appaiono nel simbolo del Partito di alternativa comunista sono "a specchio", con la testa del martello che guarda a destra e non l'opposto: segno inequivocabile, questo, che si è di fronte a un partito di matrice trotzkista (o trockijsta, a voler rendere a dovere quella parola nel modo più preciso possibile, anche se è dannatamente difficile ricordare come si scrive).
Così in effetti è e, per sgombrare ogni ombra di dubbio, sovrapposto ai due attrezzi c'è anche un "4" stilizzato, a voler richiamare l'esperienza della Quarta Internazionale, fondata da Lev Trockij nel 1938 e schieratasi certamente contro il capitalismo (teorizzando la necessità della rivoluzione permanente del proletariato), ma anche contro lo stalinismo sovietico. A ben guardare, in realtà, il PdAC non si richiama proprio alla Quarta internazionale tuttora esistente (cui invece fa riferimento, ad esempio, la Sinistra anticapitalista con cui è cominciato questo viaggio), bensì alla più recente Lega internazionale dei lavoratori - Quarta Internazionale, fondata nel 1982 e di cui il partito in esame è la sezione italiana.
Nel preambolo dello statuto si spiegano scopi e visione del partito con una certa chiarezza e con un linguaggio che altrove è difficile ritrovare. La missione dei comunisti (tutti, secondo il PdAC, compresi i "compagni che sbagliano"), "di fronte alla barbarie del capitalismo" resta quella tracciata nel Manifesto di Marx ed Engels: portare giorno per giorno e lotta dopo lotta "la maggioranza del proletariato [...] alla comprensione dell'impossibilità di riformare il capitalismo", facendo capire che è necessario rovesciare l'ordine borghese, distruggere i vecchi rapporti di produzione e instaurare la dittatura del proletariato ("cioè la trasformazione dei lavoratori in classe dominante").
Per fare questo, però, serve "un partito basato sull'indipendenza di classe dalla borghesia e dai suoi governi" ed è proprio quello che il PdAC vuole costruire, riunendo "la parte più avanzata e cosciente del proletariato" e mettendo insieme "gli sforzi e le lotte delle masse lavoratrici, dei disoccupati, dei giovani e di tutti gli oppressi". Questo in piena eredità, oltre che del pensiero di Marx ed Engels, anche della "stagione" leninista e dei primi anni dell'esperienza sovietica, venuta prima della "degenerazione stalinista": insomma, un "gigantesco patrimonio di teoria e prassi". E visto che non si può agire in un solo paese, ma occorre un "percorso vittorioso di rivoluzioni socialiste a livello internazionale", per il partito occorre rifondare un'Internazionale comunista basata sul trotskismo, attraverso la citata Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale.

Manco a dirlo, all'interno si applicano le regole del centralismo democratico ("leninista", lo statuto si sente in obbligo di precisare), ma scoprire come funzionano non è immediato: i nuovi iscritti, infatti, per i primi sei mesi sono "candidati". Non a una carica, ma sono solo all'iscrizione completa, perché fino ad allora quelle persone hanno tutti i doveri del militante effettivo ma nessun diritto elettorale: quel periodo serve al partito "per verificare la reale adesione del candidato ai criteri richiesti a ogni militante" e alla fine tocca all'assemblea di Sezione votare sull'accettazione del candidato come militante effettivo.
Una volta ammessi, comunque, la presenza e la partecipazione sono fondamentali: da statuto, l'assenza ingiustificata a tre riunioni consecutive porta all'espulsione, a meno che sia stato concesso un periodo di congedo (massimo tre mesi) per impedimenti gravi, che non sospendono però gli altri doveri dati dall'affiliazione. E se un iscritto ha un profilo sui social network o un suo sito, massima attenzione a ciò che scrive: non solo non si deve pubblicare nulla che contrasti con gli orientamenti del partito, ma il Comitato centrale del PdAC indica un responsabile che vigili sugli spazi web delle strutture locali del partito e dei militanti, con la possibilità di sospendere le pubblicazioni che "danneggino in qualsiasi modo l'attività del partito". In generale, infine, sul rispetto dello statuto (e non solo) vigila una Commissione di Disciplina e Morale Rivoluzionaria, il cui nome è già un programma. Morale, essere comunisti, anche alternativi, non è un affare semplice; se ci si crede, però, va benissimo così.

http://www.partitodialternativacomunista.org/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
180 Giovedì 29 Giugno 2017 11:31
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
179 Giovedì 29 Giugno 2017 11:27
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
Rapporto antisemitismo in Italia
178 Giovedì 29 Giugno 2017 11:19
http://osservatorioantisemi-c02.kxcdn.com/wp-content/uploads/2017/06/Rapporto_antisemitismo_Italia_2016.pdf
Rapporto antisemitismo in Italia

http://osservatorioantisemi-c02.kxcdn.com/wp-content/uploads/2017/06/Rapporto_antisemitismo_Italia_2016.pdf
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
177 Martedì 27 Giugno 2017 22:17
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
Taci Selvaggia
176 Martedì 27 Giugno 2017 20:39
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
Taci Selvaggia

http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
HANNO SCOPERTO L'ACQUA CALDA!
175 Martedì 27 Giugno 2017 10:01
HANNO SCOPERTO L'ACQUA CALDA!
HANNO SCOPERTO L'ACQUA CALDA!

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/anonymous-alieni-esistono-e-nasa-sta-annunciarlo-1413549.html
ha fatto la scoperta dell’acqua calda?
174 Martedì 27 Giugno 2017 10:00
Luciano
ha fatto la scoperta dell’acqua calda? Cito testualmente: in realtà questo sito dietro le quinte rappresenta un governo segreto volto al dominio del mondo. Questo sito è solo di facciata ed ha lo scopo di fare proseliti.
Hamas says "We aren't terrorists! We are resistance fighters! Please don't mix us up with ISIS!" ~ Elder Of Ziyon - Israel News
173 Martedì 27 Giugno 2017 09:41
http://elderofziyon.blogspot.com/2017/06/hamas-says-we-arent-terrorists-we-are.html
Hamas says "We aren't terrorists! We are resistance fighters! Please don't mix us up with ISIS!" ~ Elder Of Ziyon - Israel News

There is not only one Arab country that is not involved with terrorism. Saddam Hussein sent substantial checks to the families of Palestinian terrorists when they killed Jews, now he does Abu Mazen and takes money, as well as from Western donor countries, by the generous-with-terrorist Qatar. Saudi Arabia has a black past like the pitch (indeed, like oil!) But has always had economic relations with the West and the US. It was convenient to all this policy, let us remember that in 1973 the West broke out Israel as soon as the oil lords closed the taps, making us all walk. Who knows, maybe Trump's pragmatism could do the miracle and the first signs are: Israel secretly, but not much, is linking economic relations with the Saudis. The economy is a good weapon against terrorism. Let us not have too many illusions but in the Middle East the mystery is at home, we will see, everything is possible, however it is worth trying!

A friendly Shalom

http://elderofziyon.blogspot.com/2017/06/hamas-says-we-arent-terrorists-we-are.html
Un gruppo di matrice salafita, Jaysh al Islam, che letteralmente vuol dire “L’armata dell’Islam”. Sostenuti economicamente dall’Arabia Saudita, il loro obiettivo è quello di rovesciare il governo di Assad e instaurare uno Stato fondato sulla sharia.
172 Martedì 27 Giugno 2017 08:39
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
un gruppo di matrice salafita, Jaysh al Islam, che letteralmente vuol dire “L’armata dell’Islam”. Sostenuti economicamente dall’Arabia Saudita, il loro obiettivo è quello di rovesciare il governo di Assad e instaurare uno Stato fondato sulla sharia.

http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
Il fatto che un partito politico italiano, seppur ininfluente, appoggi l’ISIS è piuttosto eclatante e andrebbe riportato. Si tratta del PMLI (Partito Marxista-Leninista Italiano).
171 Martedì 27 Giugno 2017 08:36
http://www.pmli.it/articoli/2015/20151011_comunicatoPmliappoggiaIS.html
Il fatto che un partito politico italiano, seppur ininfluente, appoggi l’ISIS è piuttosto eclatante e andrebbe riportato. Si tratta del PMLI (Partito Marxista-Leninista Italiano).
http://www.pmli.it/articoli/2015/20151011_comunicatoPmliappoggiaIS.html
Fermi tutti, Selvaggia Lucarelli è tornata a parlare di Siria.
170 Martedì 27 Giugno 2017 08:25
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
Fermi tutti, Selvaggia Lucarelli è tornata a parlare di Siria. L’ultima volta era insorta contro il selfie di Antonio Razzi scattato a Damasco al fianco di Bashar Al Assad. Venne giù un fiume in piena di indignazione. Parole, parole, parole, parole che piangevano morti e rifugiati senza menzionare, nemmeno di rado, le ragioni profonde di questa guerra che ha disintegrato un intero Paese. Meglio non confondere i già confusi e farli entrare direttamente, senza troppe domande, nel flusso informatico dei giusti, nella grande famiglia della democrazia, nel campo del Bene.

Selvaggia Lucarelli ricevette il plauso della “folla solitaria” del web ma anche molte critiche, tra cui quella del sottoscritto che proprio in quei giorni era nella capitale siriana a fare un reportage sui feriti di guerra. Nella parte governativa, non tra i ribelli. Pubblicai una fotografia con Ala, un soldato ferito alla mano, invitandola ad andare sul campo per vedere con i proprio occhi cosa stesse realmente succedendo da quelle parti. Pertanto mi ripose con la tecnica raffinatissima di chi non ha argomenti: “300mila morti!”. Fino a prova contraria in guerra si muore. Ma andiamo avanti. Qualche settimana dopo si recò così ad Erbil, nel Kurdistan iracheno, accompagnata dal suo compagno, un belloccio sulla trentina che pare un hipster. Chi ha viaggiato nel Vicino e Medio Oriente sa perfettamente che andare ad Erbil come a Beirut, è come farsi una gita turistica in un resort a 5 stelle. Ma sorvoliamo e andiamo ancora avanti. Di ritorno dal suo viaggio la nostra Selvaggia pubblicò così un album fotografico su uno dei tanti campi profughi sparpagliati nel Paese (iracheni fuggiti dalla barbarie dello Stato Islamico e non siriani scappati dalle zone governative). In quegli scatti c’è tutta la volgarità dell’occidentalismo. Due coloni bianchi a spasso con gli occhiali da sole specchiati, manco fossimo ad Ibiza, a bordo di un mega SUV con i vetri oscurati, manco fosse un safari.18033073_10154498933250983_8471949475790327885_n

Ma Selvaggia è tornata. Questa volta ci mostra sul suo profilo Facebook una fotografia scattata dagli operatori della Ong Adaleh Foundation (con sede in Turchia) a Douma, roccaforte dei ribelli nella provincia di Damasco. Gli abitanti, seduti a tavola, in mezzo alle macerie, festeggiano la fine del Ramadam. Tutto bellissimo, ma il non-detto è molto più interessante del già-visto. Questa città infatti è controllata da ben cinque anni da un gruppo di matrice salafita, Jaysh al Islam, che letteralmente vuol dire “L’armata dell’Islam”. Sostenuti economicamente dall’Arabia Saudita, il loro obiettivo è quello di rovesciare il governo di Assad e instaurare uno Stato fondato sulla sharia. Che dire? La nostra apologeta del lifestyle occidentale tutto rossetti e costumi da bagno firmati, si è schierata ancora una volta contro la parte laica e multi-confessionale della Siria. Delle due l’una: o Selvaggia Lucarelli è pagata dai fondamentalisti (com’è pagata da tutti quei brand che pubblicizza nell’etere) o è un’idiota utile.
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
http://elderofziyon.blogspot.ch/2017/05/0509-links-pt2-hungry-hungry-hypocrite.html
169 Martedì 27 Giugno 2017 07:36
http://elderofziyon.blogspot.ch/2017/05/0509-links-pt2-hungry-hungry-hypocrite.html
http://elderofziyon.blogspot.ch/2017/05/0509-links-pt2-hungry-hungry-hypocrite.html
http://blog.ilgiornale.it/rossi/2017/05/09/soros-lebreo-che-odia-israele/
168 Martedì 27 Giugno 2017 07:35
http://blog.ilgiornale.it/rossi/2017/05/09/soros-lebreo-che-odia-israele/
http://blog.ilgiornale.it/rossi/2017/05/09/soros-lebreo-che-odia-israele/
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
167 Martedì 27 Giugno 2017 07:33
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
http://blog.ilgiornale.it/sebastianocaputo/2017/06/26/taci-selvaggia/
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
166 Domenica 25 Giugno 2017 08:01
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
"Quel giorno io rialzerò la capanna di David, che è caduta; ne riparerò i danni, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò com'era nei giorni antichi, affinché possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome " dice Yahweh che farà questo (Amos 9/11-12) Profezie , visioni, ecc. per l'anno 2017 "Non disprezzate le profezie (rivelazioni). Esaminate ogni cosa e ritenete il bene (1 Te 5/20-21) "Credete ai suoi profeti e trionferete" (2.Cr. 20/20) I) Il Giudizio "redentivo" (prima della Grande Tribolazione) per il mondo, ma anche per la Chiesa dove comincia il giudizio (vedi Ez.9/6; 1.Pt. 4/17; "I guai" per i sacerdoti: I s 56/10-11; Gr. 23/1-2;Ez.22/26;34/1-10, MI 2/1-3,8-9;3/3) 1) Dopo la crisi economica degli ultimi anni comincia in 2017 il grande crollo economico (subito dopo il referendum costituzionale sia avvertiranno già le prime avvisaglie: vedi Aggeo 2/6- 9, 21-23) 2) Yahweh ha ritardato da anni causa della sua grande misericordia il crollo economico e finanziario aspettando un ravvedimento vero , genuino e spontaneo. Ma vedendo come l'umanità va sempre più giù Yahweh disse :"Adesso il mio ritardo è finito!" 3) Verrà una grandissima rottura economica con: -il crollo del sistema economico e monetario globale -panico, caos e legge marziale -mancanza generale di viveri e parzialmente d'acqua 3)Terremoti forti con grandi distruzioni (in Italia, Grecia, Medio-Oriente, Asia, Africa, Stati Uniti, che saranno spezzati letteralmente "in due" lungo il fiume Mississippi), tsunami, alluvioni ed altre catastrofi naturali. Tutto questo è confermato anche dai "Segni nei cieli"negli anni 2017-2018: la luna diventerà 4 volte rossa come sangue (vedi GI 2/30)- gli ultimi 600 anni soltanto 3 volte !-e questo accadrà sempre alla luna piena quando si festeggia PESACH e SUKKOT ! Chi poteva fare questo se non Yahweh?!? C'è un grande significato profetico: verranno grandi cambiamenti per Israele e la Chiesa in 2017-2018 ! Per i veri "Figli di Yahweh" verrà la SHEKINAH , la "Gloria di Yahweh" manifestata (vedi Mal.3/18). Noi preghiamo che questo accadrà di alcune settimane secondo la visione profetica) 1) Le cose spirituali 2) La SHEKINAH=GLORIA=PERMANENTE PRESENZA DI YAHWEH 3) I "SEGNI MESSIANICI" di Mt. 11/5: Le persone di Mt11/5 saranno l'"ultima armata" di Yahweh, che porta con un forte ravvedimento e con la verità tutta intera l'umanità alla totale restaurazione, a Efe. 4/3 e a "un solo uomo nuovo" (Efe.2/14-15) 4) Il trasferimento di beni (vedi Eccl 2/26,ecc...) 5) Da nuovi convertiti/credenti (vedi Eccl 2/26 ecc...) 6)Dal mondo (vedi Es. 3/21-22;11/2-3;12/35-36;3.Cr.20/25 e tramite invenzioni dell'"ultima armata" Di Yahweh, Mt11/25, 1 Col/26-29) Alcuni profeti parlano di 7 anni grassi per il Corpo di Yeshua Ha' Mashiach prima della Tribolazione... 7) Le conseguenze necessarie, perché la Chiesa (ancora un poco paganizzata) non è pronta, cioè non è senza macchie e rughe! 8) Un ravvedimento totale e radicale (GI 2/13-17, Is.1/1-20;58 e 2 Cr.7/13-14) 9) la "Restaurazione di tutte le cose" (At3/21) e la "verità tutta intera" (Gv.16/3) 10) La "Trasformazione verso l'immagine di Yeshua Ha' Mashiach (Ro.8/29;12/1-2: Ef3/18;4/13, 2Co 3/18; Ef.4/13), l'intimità (Mt. 7/23!) e l'amore incondizionato (Gv.13/34-35) come l'aveva Yeshua Ha' Mashiach ! ITALIA PREGA PER ISRAELE "Io santificherò il GRAN NOME, che è stato profanato fra le nazioni in mezzo alle quali voi l'avete profanato, e le nazioni conosceranno, che io sono YAHWEH, dice Adonai Elohim, quando io mi santificherò in voi, sotto i loro occhi" (Ezechiele 36/23) SHALOM Sukka David (Amos 9/11) Movimento Israelitico Messianico (Deut30/1-10) http://www.cesnur.com/movimenti-profetici-e-messianici-di-origine-cristiana/sukka-david/
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
"Quel giorno io rialzerò la capanna di David, che è caduta; ne riparerò i danni, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò com'era nei giorni antichi, affinché possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome " dice Yahweh che f
165 Domenica 25 Giugno 2017 08:00
"Quel giorno io rialzerò la capanna di David, che è caduta; ne riparerò i danni, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò com'era nei giorni antichi, affinché possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome " dice Yahweh che f
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
"Quel giorno io rialzerò la capanna di David, che è caduta; ne riparerò i danni, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò com'era nei giorni antichi, affinché possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome " dice Yahweh che farà questo (Amos 9/11-12) Profezie , visioni, ecc. per l'anno 2017 "Non disprezzate le profezie (rivelazioni). Esaminate ogni cosa e ritenete il bene (1 Te 5/20-21) "Credete ai suoi profeti e trionferete" (2.Cr. 20/20) I) Il Giudizio "redentivo" (prima della Grande Tribolazione) per il mondo, ma anche per la Chiesa dove comincia il giudizio (vedi Ez.9/6; 1.Pt. 4/17; "I guai" per i sacerdoti: I s 56/10-11; Gr. 23/1-2;Ez.22/26;34/1-10, MI 2/1-3,8-9;3/3) 1) Dopo la crisi economica degli ultimi anni comincia in 2017 il grande crollo economico (subito dopo il referendum costituzionale sia avvertiranno già le prime avvisaglie: vedi Aggeo 2/6- 9, 21-23) 2) Yahweh ha ritardato da anni causa della sua grande misericordia il crollo economico e finanziario aspettando un ravvedimento vero , genuino e spontaneo. Ma vedendo come l'umanità va sempre più giù Yahweh disse :"Adesso il mio ritardo è finito!" 3) Verrà una grandissima rottura economica con: -il crollo del sistema economico e monetario globale -panico, caos e legge marziale -mancanza generale di viveri e parzialmente d'acqua 3)Terremoti forti con grandi distruzioni (in Italia, Grecia, Medio-Oriente, Asia, Africa, Stati Uniti, che saranno spezzati letteralmente "in due" lungo il fiume Mississippi), tsunami, alluvioni ed altre catastrofi naturali. Tutto questo è confermato anche dai "Segni nei cieli"negli anni 2017-2018: la luna diventerà 4 volte rossa come sangue (vedi GI 2/30)- gli ultimi 600 anni soltanto 3 volte !-e questo accadrà sempre alla luna piena quando si festeggia PESACH e SUKKOT ! Chi poteva fare questo se non Yahweh?!? C'è un grande significato profetico: verranno grandi cambiamenti per Israele e la Chiesa in 2017-2018 ! Per i veri "Figli di Yahweh" verrà la SHEKINAH , la "Gloria di Yahweh" manifestata (vedi Mal.3/18). Noi preghiamo che questo accadrà di alcune settimane secondo la visione profetica) 1) Le cose spirituali 2) La SHEKINAH=GLORIA=PERMANENTE PRESENZA DI YAHWEH 3) I "SEGNI MESSIANICI" di Mt. 11/5: Le persone di Mt11/5 saranno l'"ultima armata" di Yahweh, che porta con un forte ravvedimento e con la verità tutta intera l'umanità alla totale restaurazione, a Efe. 4/3 e a "un solo uomo nuovo" (Efe.2/14-15) 4) Il trasferimento di beni (vedi Eccl 2/26,ecc...) 5) Da nuovi convertiti/credenti (vedi Eccl 2/26 ecc...) 6)Dal mondo (vedi Es. 3/21-22;11/2-3;12/35-36;3.Cr.20/25 e tramite invenzioni dell'"ultima armata" Di Yahweh, Mt11/25, 1 Col/26-29) Alcuni profeti parlano di 7 anni grassi per il Corpo di Yeshua Ha' Mashiach prima della Tribolazione... 7) Le conseguenze necessarie, perché la Chiesa (ancora un poco paganizzata) non è pronta, cioè non è senza macchie e rughe! 8) Un ravvedimento totale e radicale (GI 2/13-17, Is.1/1-20;58 e 2 Cr.7/13-14) 9) la "Restaurazione di tutte le cose" (At3/21) e la "verità tutta intera" (Gv.16/3) 10) La "Trasformazione verso l'immagine di Yeshua Ha' Mashiach (Ro.8/29;12/1-2: Ef3/18;4/13, 2Co 3/18; Ef.4/13), l'intimità (Mt. 7/23!) e l'amore incondizionato (Gv.13/34-35) come l'aveva Yeshua Ha' Mashiach ! ITALIA PREGA PER ISRAELE "Io santificherò il GRAN NOME, che è stato profanato fra le nazioni in mezzo alle quali voi l'avete profanato, e le nazioni conosceranno, che io sono YAHWEH, dice Adonai Elohim, quando io mi santificherò in voi, sotto i loro occhi" (Ezechiele 36/23) SHALOM Sukka David (Amos 9/11) Movimento Israelitico Messianico (Deut30/1-10) http://www.cesnur.com/movimenti-profetici-e-messianici-di-origine-cristiana/sukka-david/
LA UNIVERSIDAD DEL AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
164 Domenica 25 Giugno 2017 07:50
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
http://www.yahweh7day.com/Musica-di-Yahweh.htm
163 Domenica 25 Giugno 2017 07:49
http://www.yahweh7day.com/Musica-di-Yahweh.htm
(http://launiversidaddelaire.es)

Sito Web
Dove potete trovare molta musica e Canti su Yahweh -

MUSICA DI YAHWEH

www.launiversidaddelaire.es
http://www.yahweh7day.com/Siti-amici.htm
162 Domenica 25 Giugno 2017 07:46
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
http://www.yahweh7day.com/Siti-amici.htm

(http://launiversidaddelaire.es)
Sito Web
Dove potete trovare molta musica e Canti su Yahweh

MUSICA DI YAHWEH

www.launiversidaddelaire.es
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
161 Domenica 25 Giugno 2017 07:33
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno http://www.yahweh7day.com/
Assemblea di Yahweh in Yahshua del 7° giorno
http://www.yahweh7day.com/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
160 Domenica 25 Giugno 2017 07:23
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
159 Domenica 25 Giugno 2017 07:22
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
158 Domenica 25 Giugno 2017 07:21
http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/,

http://www.launiversidaddelaire.es/
Los adventistas del séptimo día ? "¡Se Escondieron de La Presencia de YAHWEH!" https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk
157 Domenica 25 Giugno 2017 07:13
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
Los adventistas del séptimo día ?

"¡Se Escondieron de La Presencia de YAHWEH!"


https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk
"Nos Cambiaron El Nombre Del Creador"
156 Domenica 25 Giugno 2017 07:11
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
"Nos Cambiaron El Nombre Del Creador"

https://www.youtube.com/watch?v=nYM8ehdMAcA

"Nos Cambiaron El Nombre Del Creador" Parte 2

https://www.youtube.com/watch?v=vBCiJWUPBYQ
'z"l' Zichrono Livracha https://www.youtube.com/watch?v=vpEEV85N-5A Tu Nombre https://www.youtube.com/watch?v=iJ0QhELf2G0
155 Domenica 25 Giugno 2017 07:09
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
'z"l' Zichrono Livracha

https://www.youtube.com/watch?v=vpEEV85N-5A


Tu Nombre

https://www.youtube.com/watch?v=iJ0QhELf2G0
Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración http://radio.ayinweb.com/ RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA. MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL
154 Domenica 25 Giugno 2017 07:00
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración

RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA.

MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL

http://radio.ayinweb.com/
Bienvenido a nuestros Canales http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/
153 Domenica 25 Giugno 2017 06:56
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
Bienvenido a nuestros Canales http://www.romiyah8-14.com/, http://www.launiversidaddelaire.es/ donde se te revelará con la ayuda del Ruah Hakodesh (Espíritu Santo), tu "Identidad" de Casa de Israel, si ya has creido en YAHSHÚA HA' MASHIACH , como tu Mesías (PUES EL NO ES DIOS, si no que es el Mesías), pues El ha dejado en la Torah de YAHWEH una verdad incuestionable: "El ha venido unicamente a buscar ovejas perdidas de la Casa de Israel" (Mat 15:24). La palabra profética nos dice en Ezequiel 37:15-28 que YAHWEH mira a la Casa de Judá y a la Casa de Israel/Efraím como varas, y que en el final de los días El las habrá de unir como una sola vara en su mano y pondrá sobre ellas un solo jefe: Yeshúa Ha Mashiaj!!
SHALOM SHALOM
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras Versión Israelita Nazarena (VIN) " "YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia" Tu Torah Rabino Ytzhak ben Yehudah HD
152 Domenica 25 Giugno 2017 06:44
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras Versión Israelita Nazarena (VIN) "
"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia"

La version Israelita Nazarena es un recurso para el estudiante serio del camino de El Eterno y Poderoso de Israel, Yahweh de los Ejercitos. Una luz que se enciende en nuestros dias para iluminar nuestro sendero hasta llegar a obtener las promesas dadas a todo aquel que se esfuerce y sea valiente. Una luz actualizada que preserva en español el sabor y la fuerza del antiguo texto hebreo.

Basada en las mejores traducciones antiguas y modernas, y en consulta directa con los textos originales. Cotejada con el Texto Hebreo Masorético para el Tanakh y con los Textos Griegos y Versiones Arameas para los Escritos Nazarenos.

https://www.youtube.com/watch?v=2jt4DXeglhc

Tu Torah Rabino Ytzhak ben Yehudah HD

https://www.youtube.com/watch?v=la2XUstHtUc

"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)"

https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena-vin-2015/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena/

"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)"
✡ Consejo de Ministros. Judíos ungen a presidente ✡ https://www.youtube.com/watch?v=ombrVrvBKfQ
151 Domenica 25 Giugno 2017 06:34
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
✡ Consejo de Ministros . Judíos ungen a presidente ✡

https://www.youtube.com/watch?v=ombrVrvBKfQ
El Libro de Yashar (sēfer ha yāšār ספר הישר El otro Genesis) http://www.ccel.org/a/anonymous/jasher/home.html
150 Domenica 25 Giugno 2017 06:08
Yehuda Abramson יהודה אברמסון
El Libro de Yashar (sēfer ha yāšār ספר הישר El otro Genesis)
http://www.ccel.org/a/anonymous/jasher/home.html

The BOOK OF JASHER

REFERRED TO IN

JOSHUA AND SECOND SAMUEL. FAITHFULLY TRANSLATED (1840) FROM THE ORIGINAL HEBREW INTO ENGLISH SALT LAKE CITY: PUBLISHED BY J.H. PARRY & COMPANY 1887.

"Is not this written in the Book of Jasher?"--Joshua, x. 13. "Behold it is written in the Book of Jasher."--II Samuel, i. 18 http://www.ccel.org/a/anonymous/jasher/home.html

The Book of Jasher and Jehovah's Witnesses Jehovah's Witnesses (At least the ones that run the organization the "Governing body") know about the book of Jasher but don't want to admit it for whatever reason. I'm just about truth and I will always speak it, I am not trying to turn anyone away from Jehovah, just want those that truly love HIM and seek HIM to do so in truth.

There are 2 different books of Jasher. One is a forgery and the other is a Genuine Hebrew text. Pseudo-Jasher is a forgery. Sefer haYashar is genuine

Leone Modena prevented the printers from identifying Sefer ha-Yashar with the Biblical lost book. Despite Modena's intervention the preface to the 1625 version nevertheless still claims that its original source book came from the ruins of Jerusalem in AD 70, where a Roman officer named Sidrus discovered a Hebrew scholar hiding in a hidden library.

http://www.youtube.com/watch?v=B8SihUv6u3s

C'erano tre libri medievali con il nome Jasher scritti da ebrei (in ebraico) come segue:

1) Una versione del 1391 dal rabbino Shabbatai Carmuz Levita, conservata in un manoscritto del Vaticano.

2) Un libro usato come introduzione al Hexateuch probabilmente scritto da un Ebreo spagnolo nel 13 ° secolo e pubblicata a Venezia nel 1625.

3) Un trattato di rituale ebraico scritto da Rabbi Tham che morì nel 1171, è stato stampato in Italia nel 1544.

Riferimenti presenti in :

Libro di Giosuè 10:13
Secondo Libro di Samuele 1:18


Vilma scrive: "Ho fatto conoscenza di un carissimo amico ebreo tedesco che vive a Somma Lombardo. Egli mi ha invitata molto cortesemente a casa sua, e mi ha mostrato una grossa targa che per ricordo ho trascritto su una pagina del mio diario e che riporta la seguente scritta “Segno di eterna benedetta memoria dei nostri carissimi Zadikim Onorevoli il Rabbino Carlo Meidad Rocca (nato a Ferrara, 5/07/1907- ha fatto Alyah in Herzliya, Israel nel 1934 dove riposa dal 2/07/1955) e sua moglie Giulietta Yaré Rocca che hanno diretto questa Comunità dal 1926-1941. E per eterna benedetta memoria del carissimo marito e padre Zadik Onorevole Ben Zion Meghnagi 1915-1997 Israel Offerta da Enrica (Rivka) Rocca-Meghnagi e le figlie Susanna e Ioclet Israel. Mi ha molto interessata, in particolare, la storia della famiglia Meghnagi che mi risulta sia di origini libiche, proveniente dalla Libia.

Mi ha infatti poi mostrato anche un libro molto interessante a proposito, http://www.giuntina.it/Fuori_collana_4/Ebrei_in_Libia_175.html, scritto da Mordekhai Cohen e pubblicato per la Giuntina nel 1994 e intitolato GLI EBREI IN LIBIA -USI E COSTUMI che ora vorrei acquistare presso la Casa Editrice. Mi piacerebbe conoscere altre notizie riguardo agli ebrei libici e alla loro presenza anche in Italia oltre che in Israele.

Infatti David Meghnagi è di origine libiche e vive a Roma"
"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras Versión Israelita Nazarena (VIN) "
149 Domenica 25 Giugno 2017 04:44
"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras Versión Israelita Nazarena (VIN)"
"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)"

https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena-vin-2015/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena/

"YAHWEH Nos Entregó Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)"
"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia"
148 Domenica 25 Giugno 2017 04:38
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia" https://www.youtube.com/watch?v=x0ADXPSB3R8 "YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia" 2da Parte https://www.youtube.com/watch?v=sBlzUKpU98M La Versión Israelita Nazarena (VIN) https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/

Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)

¿Es usted un estudiante serio de la Escritura que, al profundizar en el estudio de la Palabra del Altísimo, se ha percatado de los múltiples errores de traducción en las biblias existentes?

¿Ha deseado tener en sus manos una traducción de la biblia que sea fiel a los idiomas originales y tome en cuenta el contexto hebreo de su mensaje?

Le presentamos la
Versión Israelita Nazarena (VIN)

Biblia VIN
Una biblia actualizada que preserva en español el sabor y la fuerza del antiguo texto hebreo.

Basada en las mejores traducciones antiguas y modernas, y en consulta directa con los textos originales. Cotejada con el Texto Hebreo Masorético para el Tanakh y con los Textos Griegos y Versiones Arameas para los Escritos Nazarenos.

¿Por qué otra versión de la Escritura?

El editor principal de la Versión Israelita Nazarena, José Álvarez (Yosef), contesta esta pregunta:

A través de mis estudios en la iglesia Adventista, donde empecé, la Biblia que se usaba era la Reina Valera y me di cuenta de que no hay pocos errores de traducción, graves en algunos casos, y otros no tan graves”.

¿Comparte usted esta opinión? Entonces estará muy a gusto con la nueva y mejorada Versión Israelita Nazarena.

¿Qué hace a la VIN una versión mejorada de las Sagradas Escrituras?

Preserva en español el sabor y la fuerza del antiguo texto hebreo.
Está basada en las mejores traducciones antiguas y modernas.
Está cotejada con el Texto Hebreo Masorético, Textos Griegos y Versiones Arameas.
Se ha mejorado la traducción de muchos pasajes en todo el texto.

¿Qué dicen los que han comprando la VIN?
Esta versión de la biblia es muy buena porque contiene la biblia completa desde Génesis hasta Apocalipsis preservando una traducción directa del hebreo, sobre todo en los nombres…”Yomar Cardona
Excelente trabajo para el estudiante de los Sagrados Escritos.”José Ángel González
De todas las biblias que he leído, esta es la más acertada a el original hebreo”Santos Ventura
Es muy buena, y su traducción sumamente sorprendente. Una excelente traducción con los nombres kadosh en hebreo y nombres propios de personas y lugares del original hebreo. Es lo que esperaba, la recomiendo.”Pablo

Si usted es un estudiante devoto de la Escritura, esta biblia no puede faltar en su colección. Pulse el siguiente botón para adquirir su ejemplar hoy mismo:
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena-vin-2015/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena/

תלמוד

https://www.ibs.it/talmud-libro-abraham-cohen/e/9788842057338?gclid=CPXB_cap19QCFbQW0wodgXQGwg
https://3abnstore.com/bibles/470-3abn-special-edition-study-bible.html
147 Domenica 25 Giugno 2017 04:32
http://www.ilmessaggeroavventista.it/index.php/preoccupazione/
Giuseppe Marrazzo – – Ho in mano un esemplare di una Bibbia in inglese con l’aggiunta di The History of Redemption. Le pagine della King James sono 856 (37,6%) e quelle dell’aggiunta sono 1.423 (62,4%). L’editore è Everlasting Gospel Publishing Association (Seul, Corea) e il distributore è la Pacific Press (Nampa, Idaho). Credo sia una delle tante Bibbie da studio, ma potrebbe diventare il modello di una possibile eresia. Sotto la Storia della salvezza sono raggruppati i seguenti libri di Ellen G. White: Patriarchi e profeti, Profeti e re, La speranza dell’uomo, Con Gesù sul monte delle beatitudini, Le parabole, Il gran conflitto e La via migliore. Si utilizza la stessa carta indiana supersottile e l’impaginazione su due colonne sia per la Bibbia sia per l’Aggiunta, quest’ultima al margine della pagina riporta la numerazione di quella della versione originale. Se non si trattasse di una Bibbia da studio, mi verrebbe il dubbio che sia un goffo tentativo di costituire il «Terzo Testamento» (ispirato ma extracanonico)! Il malaugurato dubbio però diventa più concreto quando leggo alcuni sermoni e articoli di autorevoli personaggi della nostra chiesa, strapieni di citazioni tratte da questa «Aggiunta» a scapito di quella Parola (inspirata e canonica). Vorrei che una parola del Maestro potesse risvegliarci da questo incubo e scongiurare questo possibile pericolo: «Abraamo disse: “Hanno Mosè e i profeti; ascoltino quelli!”» (Lc 16:29). (rivisto dall’autore il 4 novembre 2013)
Be Sociable, Share!

3ABN Special Edition Study Bible

Reference: BIBLE4

NKJV Premium Calfskin Leather

This New King James Version Bible is our gift to those who choose to support 3ABN with a special gift of $1,000* or more. It's our way of saying thank you for helping us stretch the reach of the gospel!

*Note: IRS law requires 3ABN to deduct the fair market value of these Bibles from the amount of the donation. Therefore, a tax-deductible receipt for the amount of $800 will be issued along with this Bible.

This special edition Bible features:

Masterful commentary by Ellen G. White
A complete set of chain-reference Bible studies
Detailed sections on prophetic symbols, the prophecies of Daniel, and the sanctuary services
Bible book introductions and outlines
An extensive concordance
In-line cross-references
Wider margins for personal notes

https://3abnstore.com/bibles/470-3abn-special-edition-study-bible.html
Los adventistas del séptimo día ? "¡Se Escondieron de La Presencia de YAHWEH!" https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk
146 Domenica 25 Giugno 2017 04:20
Los adventistas del séptimo día ? "¡Se Escondieron de La Presencia de YAHWEH!" https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk
Los adventistas del séptimo día ?

"¡Se Escondieron de La Presencia de YAHWEH!"


https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk
Yahweh es su nombre. El es UNO y Único. Yahshua Ha' Mashiach, el Mesías
145 Domenica 25 Giugno 2017 03:44
Yahweh es su nombre. El es UNO y Único. Yahshua Ha' Mashiach, el Mesías
Yahweh es su nombre. El es UNO y Único.

Yahshua Ha' Mashiach, el Mesías

http://www.launiversidaddelaire.es/

Ahora estamos en vivo
https://www.youtube.com/watch?v=q0FD14KFEQk


✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡

SHALOM

Vilma


De: judiosycabala@gmail.com
Enviada: 2017/06/25 00:13:53
Para: vilmalaudesouza@bol.com.br, claudypineda09@gmail.com
Assunto: Re: [Cultura Judía] Has recibido un mensaje nuevo.

Shalom. Gracias por contactarnos. Apreciamos tus buenas intenciones pero bien sabes que los judíos no creemos en el mesías cristiano y la verdad no podemos seguirle, porque nos es prohibido por la Toráh, que nos fue dada del Cielo. La Toráh nos enseña que Dios no es corporeo ni tiene aspecto corporal y nada corporal podría contener a Dios porque es Dios quien contiene todo y nos enseña que El es UNO y Único.


-------- Mensaje original --------
Asunto: [Cultura Judía] Has recibido un mensaje nuevo.
De: Formulario de contacto de Blogger
Para: claudypineda09@gmail.com,judiosycabala@gmail.com
CC:





בוקר טוב
http://www.launiversidaddelaire.es/

Atentamente,
Vilma | vilmalaudesouza@bol.com.br

Nota: Este correo electrónico se ha enviado a través del gadget Formulario
de contacto de la página http://culturajudia.blogspot.ch
¿Quiénes son los 144,000 SELLADOS?
144 Domenica 25 Giugno 2017 03:09
¿Quiénes son los 144,000 SELLADOS?
¿Quiénes son los 144,000 SELLADOS?

RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA.

MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL

http://radio.ayinweb.com/
MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL . RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA. http://radio.ayinweb.com/
143 Domenica 25 Giugno 2017 03:08
MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL . RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA. http://radio.ayinweb.com/
MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL .

RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA.

http://radio.ayinweb.com/
RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA. MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL http://radio.ayinweb.com/
142 Domenica 25 Giugno 2017 03:05
RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA. MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL http://radio.ayinweb.com/
RESTAURANDO LA ANTIGUA FE HEBREA.

MINISTERIO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL

http://radio.ayinweb.com/
MINISTERO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL http://radio.ayinweb.com/
141 Domenica 25 Giugno 2017 03:00
MINISTERO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL http://radio.ayinweb.com/
MINISTERO RADIAL DE LA ASAMBLEA DE YAHWEH INTERNACIONAL
http://radio.ayinweb.com/
Radio La Voz de la Restauración Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir: http://radio.ayinweb.com/
140 Domenica 25 Giugno 2017 02:44
Radio La Voz de la Restauración Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir: http://radio.ayinweb.com/
Radio La Voz de la Restauración

Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir:

http://radio.ayinweb.com/
http://radio.ayinweb.com/
139 Domenica 25 Giugno 2017 02:38
http://radio.ayinweb.com/
Shalom Ajim, les informamos que nuestro Rabino José Álvarez (Yosef) estara transmitiendo en vivo por Radio La Voz de la Restauración http://radio.ayinweb.com/, en punto de las 13:00 (Hora de Puerto Rico), de igual manera lo estaremos retransmitiendo por nuestra radio en internet: http://radio.ayinweb.com/, asi estaremos llevando más lejos esta verdad!
Es un placer para nosotros poder ayudarles, alimentando con Torah sus Neshamot. Radio La Voz de la Restauración es un medio de comunicación parte de las Kehillot Beit Ya'akov, el cual es usado para llevar Una Luz De Esperanza a Yisra'el en la dispersión, Bendito sea YAHWEH Nuestro Elohim quien nos permite hacer esta labor. Restaurando la Antigua Fe Hebrea.

http://radio.ayinweb.com/
Radio La Voz de la Restauración Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir: http://radio.ayinweb.com/
138 Domenica 25 Giugno 2017 02:27
Radio La Voz de la Restauración Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir: http://radio.ayinweb.com/
Radio La Voz de la Restauración
Escuche nuestra radio La Voz de la Restauración pulsando el botón de reproducir:

http://radio.ayinweb.com/
✡ http://www.romiyah8-14.com/ ✡ http://www.launiversidaddelaire.es/ ✡
137 Domenica 25 Giugno 2017 02:17
✡ http://www.romiyah8-14.com/ ✡ http://www.launiversidaddelaire.es/ ✡
✡ http://www.romiyah8-14.com/ ✡

✡ http://www.launiversidaddelaire.es/ ✡


✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡

YTZHAK BEN YEHUDAH ♥

ROEH NEPHTALI GARCÍA ESPINOZA ♥
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
136 Domenica 25 Giugno 2017 02:00
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡

YTZHAK BEN YEHUDAH ♥

ROEH NEPHTALI GARCÍA ESPINOZA ♥

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
135 Domenica 25 Giugno 2017 01:56
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡

YTZHAK BEN YEHUDAH ♥

ROEH NEPHTALI GARCÍA ESPINOZA ♥

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡
134 Domenica 25 Giugno 2017 01:52
YTZHAK BEN YEHUDAH ♥ ROEH NEPHTALI GARCÍA ESPINOZA ♥
✡ HOY ES 1 DE TAMMUZ DEL AÑO 5777 ✡

YTZHAK BEN YEHUDAH ♥

ROEH NEPHTALI GARCÍA ESPINOZA ♥

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
#FORA VILMA LA BRUXA! #FORA TEMER!
133 Domenica 25 Giugno 2017 01:21
Vito
#FORA VILMA LA BRUXA!

#FORA TEMER!
#FORA TEMER! #FORA VILMA LA BRUXA!
132 Domenica 25 Giugno 2017 01:19
Vito
#FORA TEMER!

#FORA VILMA LA BRUXA!
Olá Vito, agradecemos pelo seu contato!
131 Domenica 25 Giugno 2017 01:00
Vilma Laudelino De Souza
Agradecemos pelo seu contato!

Olá Vito,


Agradecemos pelo seu contato. Você receberá uma resposta o mais rápido possivel.

Saudação cordial,
Vilma Laudelino De Souza

Vilma Laudelino De Souza
Rua Rafael Andrade Duarte, 461 -
Nova Campinas, Campinas -
SP, 13092-180
República Federativa do Brasil

https://www.youtube.com/watch?v=nPRDJQotnk0

Caso tenha recebido esta mensagem por engano, pedimos que nos avise respondendo esse e-mail.
Shabat Shalom ! שבת שלום Jodesh tov ! חודש טוב Buen mes !
130 Sabato 24 Giugno 2017 21:44
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
Este Shabat es parshat Koraj, último día del mes de Sivan y a su vez el 1er día del inicio del mes de Tamuz, mes de transformación y libertad. Shabat Shalom ! שבת שלום Jodesh tov ! חודש טוב Buen mes !
Un nuevo mes, para lo cual debemos estar presentes como en todo ROSH JODESH, cumpliendo esta Mitzvah!

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
תלמוד
129 Sabato 24 Giugno 2017 20:33
https://www.ibs.it/talmud-libro-abraham-cohen/e/9788842057338?gclid=CPXB_cap19QCFbQW0wodgXQGwg
תלמוד

https://www.ibs.it/talmud-libro-abraham-cohen/e/9788842057338?gclid=CPXB_cap19QCFbQW0wodgXQGwg
Las Sagradas Escrituras Versión Israelita Nazarena (VIN)
128 Sabato 24 Giugno 2017 20:22
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
Las Sagradas Escrituras
Versión Israelita Nazarena (VIN)

¿Es usted un estudiante serio de la Escritura que, al profundizar en el estudio de la Palabra del Altísimo, se ha percatado de los múltiples errores de traducción en las biblias existentes?

¿Ha deseado tener en sus manos una traducción de la biblia que sea fiel a los idiomas originales y tome en cuenta el contexto hebreo de su mensaje?

Le presentamos la
Versión Israelita Nazarena (VIN)

Biblia VIN
Una biblia actualizada que preserva en español el sabor y la fuerza del antiguo texto hebreo.

Basada en las mejores traducciones antiguas y modernas, y en consulta directa con los textos originales. Cotejada con el Texto Hebreo Masorético para el Tanakh y con los Textos Griegos y Versiones Arameas para los Escritos Nazarenos.

¿Por qué otra versión de la Escritura?

El editor principal de la Versión Israelita Nazarena, José Álvarez (Yosef), contesta esta pregunta:

A través de mis estudios en la iglesia Adventista, donde empecé, la Biblia que se usaba era la Reina Valera y me di cuenta de que no hay pocos errores de traducción, graves en algunos casos, y otros no tan graves”.

¿Comparte usted esta opinión? Entonces estará muy a gusto con la nueva y mejorada Versión Israelita Nazarena.

¿Qué hace a la VIN una versión mejorada de las Sagradas Escrituras?

Preserva en español el sabor y la fuerza del antiguo texto hebreo.
Está basada en las mejores traducciones antiguas y modernas.
Está cotejada con el Texto Hebreo Masorético, Textos Griegos y Versiones Arameas.
Se ha mejorado la traducción de muchos pasajes en todo el texto.

¿Qué dicen los que han comprando la VIN?
Esta versión de la biblia es muy buena porque contiene la biblia completa desde Génesis hasta Apocalipsis preservando una traducción directa del hebreo, sobre todo en los nombres…”Yomar Cardona
Excelente trabajo para el estudiante de los Sagrados Escritos.”José Ángel González
De todas las biblias que he leído, esta es la más acertada a el original hebreo”Santos Ventura
Es muy buena, y su traducción sumamente sorprendente. Una excelente traducción con los nombres kadosh en hebreo y nombres propios de personas y lugares del original hebreo. Es lo que esperaba, la recomiendo.”Pablo

Si usted es un estudiante devoto de la Escritura, esta biblia no puede faltar en su colección. Pulse el siguiente botón para adquirir su ejemplar hoy mismo:
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena-vin-2015/
http://sendaantigua.net/portfolio/version-israelita-nazarena/
"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia". La Versión Israelita Nazarena (VIN)
127 Sabato 24 Giugno 2017 20:05
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia"

https://www.youtube.com/watch?v=x0ADXPSB3R8

"YAHWEH Nos Entregó La Torah, No La Biblia" 2da Parte

https://www.youtube.com/watch?v=sBlzUKpU98M

La Versión Israelita Nazarena (VIN)
https://elcandelerodeluz.org/biblia-vin/
Giornalisti italiani e Wikipedia Italia , imparate da Walter Martínez (Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473)
126 Giovedì 22 Giugno 2017 22:22
Monica Vistali
https://videos.telesurtv.net/busqueda/?tipo=programa&programa=dossier
Giornalisti italiani e Wikipedia Italia , imparate da Walter Martínez (Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473)
125 Giovedì 22 Giugno 2017 22:01
Monica Vistali
[[Walter Martínez (giornalista)]] (suo nome completo ''Walter [[Nelson]] Martínez'') ([[Montevideo]], 6 aprile [[1941]]) è un importante [[giornalista]] e [[corrispondente]] di [[guerra]] [[uruguaiano]] , nazionalizzato [[Venezuela|Venezuelano]] . Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473. Vive in [[Caracas]] ( [[capitale]] del [[Venezuela]] ). E' noto a livello globale per il suo [[programma]] di [[analisi]] [[internazionale]] di [[TeleSur]] "Dossier" (che analizza tutte le principali [[notizie]] del [[mondo]]) sia per la [[televisione]] che per la [[radio]] e la [[stampa]] scritta. Era anche un [[corrispondente]] di [[giornale]] alle [[Nazioni Unite]] con 25 anni di esperienza.

+
== Biografia==
+
Deve il suo secondo [[nome]] ([[Nelson]]) all' [[ammiraglio]] [[inglese]] [[Horatio Nelson]] ([[1758]]-[[1805]]), morto a [[Trafalgar]] ed [[eroe]] delle guerre]] [[Napoleone|napoleoniche]]. "Sono nato a [[Montevideo]], vicino al [[mare]]. A quel tempo l'influenza [[britannica]] era notevole. "
+
In un intervista ha detto che quando era molto giovane, la sua passione per la [[radio]] ha fatto di lui un seguace nottambulo di trasmissioni della [[BBC]] su onde corte, durante i bombardamenti della [[Luftwaffe]] ([[aviazione]] [[ tedesca]]) sulle città d'Inghilterra]], nel mese di agosto e settembre [[1940]] nel contesto della [[seconda guerra mondiale]].
+
Ha viaggiato per il [[resort]] di [[Punta del Este]], ai primi di agosto [[1961]] con l'obiettivo di sostenere il [[Che Guevara]] nella Conferenza Sociale per il Consiglio economico Inter-Americano.
+
http://www.correodelorinoco.gob.ve/entrevistas/walter-martinez-tripulante/
+
Ha studiato presso l' [[Accademia]] di [[aviazione]] [[militare]] in [[Uruguay]] dove ha ricevuto come [[premio]] l'onoreficenza al valor [[militare]]. http://kbulla.blogspot.it/2005/09/el-diablo-paga-con-traicin-quien-le.html
+
Nel dicembre [[1969]] ha visitato il [[Venezuela]] in una visita di cortesia e rimase a vivere per sempre.
+
+
E 'stato un [[corrispondente]] di [[guerra]] in [[Iraq]], l'[[Iran]], [[El Salvador]], [[Libano]] (dove è stato il primo [[giornalista]] latino-americano al fronte di guerra), il [[Nicaragua]], l'invasione americana di [[Panama]] ed il colpi di stato in [[Bolivia]], le esercitazioni NATO durante manovre di [[guerra fredda]] e portaerei nucleari.
+
Ha intervistato [[Madre Teresa di Calcutta]] ([[India]]), [[Abu Nidal]] a [[Baghdad]] ([[Iraq]]), [[Muammar Gheddafi]] in [[Libia]] , il [[dittatore]] [[Nicaragua|nicaraguense]] [[Anastasio Somoza García]] ( [[1896]] - [[1956]] che continuò con Luis Somoza Debayle (1922 - 1967) e finì con [[Anastasio Somoza Debayle]] (1925 - 1980), deposto dalla rivoluzione sandinista nel 1979, che ha voluto essere intervistato in [[inglese]], ma il [[giornalista]] antagonizzato e lo ha fatto in [[spagnolo]]) .
+
E 'anche un [[analista]] [[internazionale]], [[docente presso l'area militare del [[Venezuela]].
+
Ha vinto 9 [[premi]] [[internazionali]] di [[giornalismo]] (6 singole e 3 di squadra) .3 UPEC (Unione dei Giornalisti di [[Cuba]]) ha assegnato la distinzione Felix Elmuza -established dal Consiglio di Stato della Repubblica di [[Cuba]] in onore di [[Felix Elmuza]] ( [[giornalista]] [[cubano]] del [[Granma]] assassinato da un membro della [[dittatura]] di [[Batista]]) -.http://web.archive.org/web/20150819021716/http://www.cubaperiodistas.cu/upec/distincion.html
+
Egli è il fondatore del Collegio Nazionale di [[giornalismo]] (a [[Caracas]]), e il canale televisivo CMT.
+
Ha coniato frasi come "la nostra cara, contaminata e unica [[astronave]]" in riferimento al pianeta [[Terra]] e "eventi nello sviluppo" a video per mostrare i fatti a cui si farà riferimento nei loro commenti e le analisi. Alla fine del programma e addio indirizzi per il direttore del programma con la frase: "Fornire di telecamere, signor [[direttore]].."
+
Si riconosce per la sua meriti vasta esperienza come analista e corrispondente di guerra internazionali, e in particolare formato del programma e le loro opinioni sugli eventi quotidiani. E 'l'unico corrispondente di guerra inviati dal Venezuela per coprire le fasi finali della guerra fredda, la guerra del [[Golfo]] e altri conflitti di minoranza.
+
Il suo programma Dossier, è stata trasmessa prima come il "Dossier sulle notizie 'segmento VTV ( [[Televisione]] [[Venezuela|Venezuelana]] ). Più tardi, ha deciso di condurre il suo programma indipendente da qualsiasi notizia sul canale Televen [[1990]] - [[1993]] ; per tornare a VTV ( [[Televisione]] [[Venezuela|Venezuelano]] ) nel [[1994]] .
+
Nel [[2001]] andò a fare il suo programma su Canale 51 CMT, dove è stato licenziato nel [[2004]] a causa della sua politica a favore del trend governo. Poi è tornato alla VTV ( [[Televisione]] [[Venezuela|Venezuelana]] ).
+
+
==La sospensione del programma su VTV ( [[Televisione]] [[Venezuela|Venezuelano]] )==
+
+
Il 21 settembre del [[2005]] , Walter Martinez fatto caratteri dura critica del presidente [[Hugo Chavez]] e ha detto che c'era la corruzione, così come la politica del canale stesso. Nel suo programma di VTV (stato del canale) ha detto: Sono stufo di chi mette un berretto rosso per rubare, chi gioca chavismo senza [[Chavez]], [...] Io sono un [[democristiano]] e democristiano morirò, ma discorso come questa vita vale la pena [riferendosi al discorso di [[Chavez]] alle [[Nazioni Unite]].http://www.aporrea.org/actualidad/n66396.html
+
Walter Martínez immediatamente, ha chiesto per la prova dei suoi detti e il programma è stato sospeso per chiarire la situazione. Vice Ministro della gestione della comunicazione, [[William Castillo]] , attraverso la stampa, ha detto Walter Martinez non è stata censurato, «solo gli fu chiesto di correggere il suo comportamento." http://www.aporrea.org/contraloria/n66624.html
+
Il giorno dopo, di fronte al canale televisivo in cui alcuni seguaci raggruppati, Walter Martinez ha detto di non ritrattare la denuncia che aveva stabilito: "Non ho intenzione di rettificare le mie parole!" .http://www.soberania.org/walter_martinez_portada.htm
+
Questo programma ora gira nel canale VTV, trasmesso dalla rete di notizie [[Venezuela|venezuelana]] [[TeleSur]].
+
https://www.youtube.com/watch?v=fNfSBoq6ckc
+
+
==La nascita di Dossier==
+
+
Dossier è un programma di analisi politica nazionale e internazionale presentato in televisione venezuelana. E 'ospitato dal giornalista e corrispondente di guerra Walter Martinez; giornalista uruguaiano nato depositato diversi decenni in [[Venezuela]]. Anche se Dossier è stato prodotto in diversi canali, il suo inizio è stato nel canale statale Venezolana de Television in cui viene mantenuta la maggior parte del loro tempo.
+
+
==Caratteristiche del programma==
+
+
Dossier viene emesso durante la notte. Un conteggio accuratamente spiegato delle novità più importante della giornata. Dura un'ora, divisa in due blocchi di mezz'ora. politica internazionale analizza aspetto non convenzionale che lo differenzia da altri programmi venezuelani, che si limitano a riassumere brevemente gli eventi internazionali con scopi puramente informativo.
+
+
Il programma dispone di uno stile innovativo e intelligente divertente, lontano dalla freddezza di superficie che di solito caratterizza la notizia informativo. programmi di Walter Martinez di solito inizia con una breve introduzione che riassume le più importanti del giorno o commenti sulle implicazioni di eventuali fatti particolari. http://iniciativadebate.org/2012/07/15/sobre-algunos-comentarios-de-walter-martinez-en-dossier-vtvtelesur/
+
+
Questa introduzione si conclude con la frase "gli eventi in pieno svolgimento". Poi, e in piedi di fronte a una grande mappa del mondo, Walter Martinez rivede la notizia del giorno con un puntatore che indica la posizione geografica degli scenari dello stesso, video e interviste si alternano con i propri commenti e le analisi. Il programma si conclude di solito con qualche nota positiva o curiosi e distintivo riferimento alla "nostra amata, contaminata e unica [[astronave]]" in riferimento al pianeta [[Terra]].
+
+
In tutti i commenti Walter Martinez dimostra una misura, la proprietà e l'analisi della capacità inusuale nel giornalismo. E 'anche notevole sensibilità che spesso affrontare le questioni come la povertà e la conservazione dell'ambiente.
+
+
L'approccio informativo visto in gran parte dal punto di vista geopolitico e geostrategico, attraverso cui si può vedere l'evento notizie da una prospettiva più ampia e la comprensione in una forma più finiti certe linee di condotta seguita da vari governi di tutto il mondo .
+
+
Walter Martinez si conclude ogni questione all'ordine del giorno con la frase: sia fornito di [[telecamere]] signor [[direttore]].
+
+
Il programma è andato via l'aria nel mese di agosto [[2005]] per rendere i personaggi dura critica del presidente [[Hugo Chavez]], garantendo che non vi era la corruzione, così come la politica del canale stesso e ritorna con uno speciale sul confronto tra la Georgia e la Russia nell'agosto [[2008]] , riaccendere il loro quotidiano Lunedi al Venerdì trasmissione il 15 settembre [[2008]], nella sua nuova fase del programma (un'ora).
+
+
Dossier è trasmesso in diretta da Venezolana de Television e viene ritrasmesso con mezz'ora a pezzi da [[TeleSur]], la catena di [[televisione]] pan-latina [[Venezuela|venezuelana]] che trasmette in segnale di apertura e [[satellitare]] con sede a [[Caracas]], in [[Venezuela]]. http://videos.telesurtv.net/videos/busqueda/Dossier
+
+
==Vita privata==
+
+
Walter Martinez si e' sposato con Alida Sanoja.
+
Utilizza una [[benda]] come copertura o toppa in [[pelle]] [[nera]] sopra l'[[occhio]] destro. Secondo un libro interviste a cura del giornalista Nelson Hippolyte, la causa è stata un incidente avvenuto in mare, con la perdita dell'occhio destro. Walter Martinez ha dovuto prendere tre volte più a lungo per raggiungere il sito di assistenza per non compromettere la donn amembro del corpo diplomatico con la quale in quel momento si trovava insieme. Se ha lasciato il suo aiuto, si potrebbe perdere il suo matrimonio e la sua posizione sociale. Walter Martinez non ha menzionato il nome della signora per proteggere la sua identita'.
+
Tuttavia, secondo la rivista Ensartaos, alla fine del [[1979]] , Walter Martinez ha avuto un incidente domestico con l'[[acido]] che utilizzava in lavori domestici, mentre il tubo senza cappuccio a casa ha bruciato parte dell' occhio destro e da allora ha ricoperto la cicatrice con una benda in pelle nera.https://ensartaos.com.ve/historia/la-historia-de-como-el-camarada-walter-martinez-perdio-el-ojo
+
+
== Voci correlate==
+
*[[TeleSur]]
+
*[[Venezuela]]
+
+
*https://en.wikipedia.org/wiki/Walter_Mart%C3%ADnez_%28journalist%29
+
*https://fr.wikipedia.org/wiki/Walter_Mart%C3%ADnez
+
*https://es.wikipedia.org/wiki/Walter_Mart%C3%ADnez
+
+
== Collegamenti esterni ==
+
+
*http://www.soberania.org/walter_martinez_portada.htm
+
*http://videos.telesurtv.net/videos/busqueda/Dossier
+
*http://www.ustream.tv/channel/dossier-con-walter-mart%C3%ADnez
+
*https://es-la.facebook.com/pages/Dossier-con-Walter-Mart%C3%ADnez/675234352488381
+
*https://twitter.com/walterdossier?lang=es
In America, you can always find a party. In Soviet Russia, Party always find you!
124 Giovedì 22 Giugno 2017 17:47
Yakov Smirnoff
Yakov Smirnoff: In America, you can always find a party.
In Soviet Russia, Party always find you!
In America, you can always find a party. In Soviet Russia, Party always find you!
123 Giovedì 22 Giugno 2017 17:46
In America, you can always find a party. In Soviet Russia, Party always find you!
In America, you can always find a party.
In Soviet Russia, Party always find you!
Yisrayl Hawkins and his brother J. G. (Ya'akov) Hawkins, are the Two Witnesses, sent by Yahweh to prepare the world for the Second Coming of Yahshua Ha' Mashiach (the Messiah)
122 Giovedì 22 Giugno 2017 17:37
Yisrayl Hawkins and his brother J. G. (Ya'akov) Hawkins, are the Two Witnesses, sent by Yahweh to prepare the world for the Second Coming of Yahshua Ha' Mashiach (the Messiah)
Yisrayl Hawkins and his brother J. G. (Ya'akov) Hawkins, are the Two Witnesses, sent by Yahweh to prepare the world for the Second Coming of Yahshua Ha' Mashiach (the Messiah)


http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
http://www.romiyah8-14.com/ http://www.launiversidaddelaire.es/
121 Giovedì 22 Giugno 2017 17:03
Yisrayl Hawkins and his brother, J. G. (Ya'akov) Hawkins, the Two Witnesses, sent by Yahweh to prepare the world for the Second Coming of Yahshua Ha' Mashiach (the Messiah).
Yisrayl Hawkins and his brother J. G. (Ya'akov) Hawkins, the Two Witnesses, sent by Yahweh to prepare the world for the Second Coming of Yahshua Ha' Mashiach (the Messiah).

http://www.romiyah8-14.com/

http://www.launiversidaddelaire.es/
https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
120 Giovedì 22 Giugno 2017 15:18
https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
Avventisti del settimo giorno: “I due testimoni dell’Apocalisse”

La dottrina avventista

I due testimoni sono l’Antico e il Nuovo Testamento.

Nel libro dell’Apocalisse al capitolo 11 si parla dei due testimoni del Signore che profeteranno per milleduecentosessanta giorni.

Che cosa dicono gli Avventisti di essi? Chi sono per loro? Daremo la risposta citando alcune parole tratte dal libro Dal flauto dolce ai timpani: cose chiare di Daniele e dell’Apocalisse. ‘Questi due testimoni che profetizzano, che parlano da parte del Signore sono l’Antico e il Nuovo Testamento, sono la Legge e la profezia, ‘la Parola vivente di Dio’ come già avevano interpretato S. Agostino e Gerolamo… Questi due testimoni sono rivestiti di sacco perché la loro opera viene svolta nel lutto, nel cordoglio, nella persecuzione, nel dolore e nell’amarezza. La loro luce deve risplendere nel territorio dei latini quando i papi, i re, i concili, i vescovi che detenevano il potere, erano uniti per proibire la lettura della Bibbia, pena durissimi castighi (…) La specificazione cronologica 1260 giorni o 42 mesi e un tempo dei tempi e la metà di un tempo, sono coniati sullo schema di Daniele 7:25 e 12:7 e delimitano quel periodo di durissima tribolazione che identifica l’epoca del predominio dell’anticristo rappresentato storicamente dal potere temporale dei papi. Questo periodo di 1260 giorni costituisce il tempo dell’apostasia ed è indicato nella Scrittura ben sette volte in Daniele e in Apocalisse. (…) Alla fine dei 1260 giorni, dopo l’inizio del potere temporale del Vescovo di Roma, l’evento più importante che interviene è la rivoluzione Francese. Vari fatti si sono verificati nel lasso di tempo che è intercorso fra i suoi primi moti e gli eventi che si sono succeduti con Napoleone Bonaparte.(…) Il nuovo calendario rivoluzionario (con la settimana di 10 giorni) che rompe con la tradizione cristiana è votato il 5 agosto 1793… Il 7 novembre l’ateismo è ufficialmente proclamato… Il 10 novembre il culto della Ragione (la sua dea, viene rappresentata sotto l’immagine di una attrice dell’Opera) è inaugurato e osannato alla Convenzione e a Nôtre-Dame… Il 30 brumaio del II anno della repubblica (20 novembre 1793), la Convenzione abolisce ogni forma di culto; e tutto viene fatto con bande, canti e danze. Il Cristianesimo è abolito. I due testimoni vengono uccisi sulla piazza dello Stato di Francia. Con l’aggiunta del periodo di tre anni e mezzo arriviamo al 20 maggio 1797. In quel mese si nomina una commissione che prepari una nuova legge sui culti. Camille Jordan proclamò la restaurazione dei culti a nome del Corpo Legislativo il 17 giugno 1797. Erano passati tre anni, sei mesi e ventotto giorni. La parola di Dio ha avuto il suo compimento anche su se stessa. (…) in seguito alla Rivoluzione Francese, la diffusione del testo delle Sacre Scritture ha conosciuto una vera ‘risurrezione’ sì da diventare ormai da anni il best-seller numero uno’.[1]

Si noti come ancora una volta a dei giorni trascritti nella Scrittura viene applicata la ‘regola’ di un anno per giorno. Questa volta però la data di partenza dei 1260 giorni non è il 457 a. C. ma bensì il 533 d.C., anno che secondo gli Avventisti segnò l’inizio della supremazia papale con la promulgazione del decreto di Giustiniano che ordinava il primato del vescovo di Roma. In questo periodo di 1260 giorni l’Antico e il Nuovo Testamento avrebbero profetizzato, poi alla fine di questi giorni sarebbero stati ‘uccisi’ in Francia (nel 1793) con un decreto della Convenzione che aboliva ogni forma di culto, e dopo circa tre anni e mezzo vengono ‘risuscitati’ tramite un decreto che sanciva la restaurazione dei culti.

Confutazione

I due testimoni dell’Apocalisse sono due profeti che devono fare la loro comparsa poco prima del ritorno di Cristo

Io ritengo che la miglior maniera per confutare questa interpretazione avventista sui due testimoni sia trascrivere per intero il brano dell’Apocalisse dove si parla di essi.

Ecco cosa dice Giovanni: “Poi mi fu data una canna simile a una verga; e mi fu detto: Lèvati e misura il tempio di Dio e l’altare e novera quelli che vi adorano; ma tralascia il cortile che è fuori del tempio, e non lo misurare, perché esso è stato dato ai Gentili, e questi calpesteranno la santa città per quarantadue mesi. E io darò ai miei due testimoni di profetare, ed essi profeteranno per milleduecentosessanta giorni, vestiti di cilicio. Questi sono i due olivi e i due candelabri che stanno nel cospetto del Signor della terra. E se alcuno li vuole offendere, esce dalla lor bocca un fuoco che divora i loro nemici; e se alcuno li vuole offendere bisogna ch’ei sia ucciso in questa maniera. Essi hanno il potere di chiudere il cielo onde non cada pioggia durante i giorni della loro profezia; e hanno potestà sulle acque di convertirle in sangue, potestà di percuotere la terra di qualunque piaga, quante volte vorranno. E quando avranno compiuta la loro testimonianza, la bestia che sale dall’abisso moverà loro guerra e li vincerà e li ucciderà. E i loro corpi morti giaceranno sulla piazza della gran città, che spiritualmente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il Signor loro è stato crocifisso. E gli uomini dei varî popoli e tribù e lingue e nazioni vedranno i loro corpi morti per tre giorni e mezzo, e non lasceranno che i loro corpi morti siano posti in un sepolcro. E gli abitanti della terra si rallegreranno di loro e faranno festa e si manderanno regali gli uni agli altri, perché questi due profeti avranno tormentati gli abitanti della terra. E in capo ai tre giorni e mezzo uno spirito di vita procedente da Dio entrò in loro, ed essi si drizzarono in piè e grande spavento cadde su quelli che li videro. Ed essi udirono una gran voce dal cielo che diceva loro: Salite qua. Ed essi salirono al cielo nella nuvola, e i loro nemici li videro. E in quell’ora si fece un gran terremoto, e la decima parte della città cadde, e settemila persone furono uccise nel terremoto; e il rimanente fu spaventato e dette gloria all’Iddio del cielo”.[2] Io ritengo che le parole di Giovanni sono così chiare che non hanno bisogno di nessuna spiegazione particolare.

Come potete vedere nelle sue parole non si intravedono minimamente gli eventi proclamati dagli Avventisti. Basti solo considerare che Giovanni dice che questi due testimoni giaceranno morti sulla piazza della gran città, dove anche il loro Signore è stato crocifisso, vale a dire Gerusalemme, per comprendere come tutto quello che dicono gli Avventisti è campato in aria, dato che per loro i due testimoni vengono ‘uccisi’ sulla piazza dello Stato di Francia.

Un’osservazione mi pare doverosa a questo punto. Nell’ascoltare gli Avventisti proclamare simili assurdità pare di ascoltare i seguaci di Nostradamus che vedono nelle parole di questo impostore la predizione di eventi di ogni genere; dall’ascesa al potere di Hitler, alla caduta del muro di Berlino e così via.
Certo, c’è una grandissima differenza tra Giovanni e Nostradamus perché il primo era un servitore di Dio che scrisse le parole dell’Apocalisse per ordine di Dio, mentre Nostradamus parlò di suo senno pretendendo di predire il futuro osservando la posizione degli astri; ma riteniamo che gli Avventisti nel ‘vedere’ in quei due testimoni l’Antico e il Nuovo Testamento e quello che fecero e subirono l’Antico e il Nuovo Testamento ed il resto delle cose prima citate, agiscono in una maniera molto simile ai seguaci di Nostradamus, perché pretendono di dimostrare che Giovanni con quelle parole abbia preannunciato quegli eventi storici quando così non è perché le parole di Giovanni si devono adempiere ancora, e si adempiranno alla lettera.

[1] Dal flauto dolce ai timpani, a cura di Rolando Rizzo, pag. 195, 196, 198

[2] Ap. 11:1-13

[Tratto dal libro “Gli Avventisti del settimo giorno“, di Giacinto Butindaro V.D.M.]

mario bianchi lusardi
17 giugno 2017 18:43




Siamo qui, pronti a cominciare. Che lo vogliate o no.

Giuseppe Piredda
17 giugno 2017 19:30



Pure noi siamo qui, e vi abbiamo confutato e dimostrato che molte vostre dottrine sono false. Che vi piaccia o no, avventisti, voi siete palesemente nell’errore e non conoscete Iddio né la sua potenza. Che il Signore vi conceda il ravvedimento e riceviate misericordia da Lui.

https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
119 Giovedì 22 Giugno 2017 15:12
https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
https://labuonastrada.wordpress.com/2011/05/15/avventisti-del-settimo-giorno-i-due-testimoni-dellapocalisse/
Una profezia che sembra annunciare che la fine del mondo avverrà dopo un segnale dato da un angelo a Torino?
118 Giovedì 22 Giugno 2017 15:00
Una profezia che sembra annunciare che la fine del mondo avverrà dopo un segnale dato da un angelo a Torino?
Una profezia che sembra annunciare che la fine del mondo avverrà dopo un segnale dato da un angelo a Torino?

Un commento francese accompagna l’angelo che spiega le sue ali sull’Europa:
“Quando da Torino
l’angelo chiamerà Le Penseur,
a Notre-Dame le chimere urleranno
e si sveglierà l’angelo di Chartres,
che spezzerà l’orologio
a significare che il tempo è finito.
L’asino farà suonare la ghironda.
Ad Amiens risplenderà la testa
del Battista e l’angelo non piangerà più.
A Rouen tornerà a battere
il cuore di Riccardo
e un’armonia di campane
annuncerà il Salvatore.”

L’angelo chiamerà “Il Pensatore” una delle più celebri chimere che ornano le guglie di Notre-Dame.
Le chimere urleranno e l’angelo spezzerà il quadrante solare che regge nella cattedrale di Chartres, l’asino musicante farà sentire il suono della ghironda.
Nello stesso tempo, ad Amiens, il cranio di Giovanni Battista sprigionerà luce e l’angelo che piange, smetterà di versare le sue lacrime.
Il cuore di Riccardo, re d’Inghilterra, tornerà a battere sotto le volte della cattedrale di Rouen e le campana suoneranno per annunciare che il Salvatore sta arrivando.
"Deja que China duerma cuando despierte el mundo temblara"
117 Giovedì 22 Giugno 2017 14:33
"Deja que China duerma cuando despierte el mundo temblara"
"Deja que China duerma cuando despierte el mundo temblara"
http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/06/vincenzo-aska-commento-cariche-torino-pzz-sgiulia.mp3
116 Giovedì 22 Giugno 2017 11:34
http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/06/vincenzo-aska-commento-cariche-torino-pzz-sgiulia.mp3
http://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2017/06/vincenzo-aska-commento-cariche-torino-pzz-sgiulia.mp3
Movida, balbettii e manganelli: loro parlano di polizia, noi parliamo di bisogni
115 Giovedì 22 Giugno 2017 11:07
http://www.infoaut.org/metropoli/movida-balbettii-e-manganelli-loro-parlano-di-polizia-noi-parliamo-di-bisogni
Movida, balbettii e manganelli: loro parlano di polizia, noi parliamo di bisogni

21 June 2017 | in METROPOLI.
La Stampa
http://www.infoaut.org/metropoli/movida-balbettii-e-manganelli-loro-parlano-di-polizia-noi-parliamo-di-bisogni

Il teatro dell'assurdo di ieri sera a Vanchiglia è, purtroppo, una cifra fin troppo reale dei tempi che viviamo.

Chi appiattisce quello che è successo a uno scontro tra giovani della movida e polizia per qualche birra a basso prezzo non coglie fino in fondo quello che si è scatenato in quella piazza oppure mente deliberatamente per evitare di doversi confrontare con il dato materiale: innanzitutto è una questione di condizioni di vita!

Migliaia di giovani, di studenti, precari e lavoratori nei weekend e nel periodo estivo si riversano nelle due piazze principali della movida torinese: Piazza Santa Giulia e San Salvario. La scelta di questi luoghi come spazi di socialità non è casuale, ma è figlia di vari fattori, tra cui in primo luogo la progettazione che le istituzioni hanno fatto nel tempo dello spazio cittadino. La chiusura e desertificazione dei Murazzi di pari passo all'investimento sulla costruzione del Campus Einaudi e la significativa gentrificazione di San Salvario e Vanchiglia hanno spostato i flussi del popolo della notte. Un popolo della notte che con i suoi consumi rappresenta un mercato enorme per la città di Torino, che negli anni ci ha decantato con tanti paroloni in inglese la sua vocazione smart, young, dinamica, universitaria e culturale. Nel frattempo l'altra faccia della città, quella delle periferie, delle zone popolari veniva abbandonata e lasciata al suo improvvido destino di disoccupazione, sfratti e individualizzazione, ma su questo ci torneremo. A loro volta San Salvario e Vanchiglia venivano saccheggiati a piene mani. Gli affitti aumentavano e aumentano ancora espellendo gli abitanti storici dei quartieri (inizialmente a caratteristica popolare), locali e atelier artistici spuntavano a ogni angolo di strada e si apriva il mercato, contestuale per natura a queste situazioni, delle droghe. Le istituzioni non solo erano consapevoli di tutto questo, ma hanno investito scientificamente sulla trasformazione di queste zone di città per alimentare il capitalismo dei consumi che dopo la crisi dell'industria è diventato il paradigma centrale della nostra città.

Mentre tutto questo accadeva i giovani di Torino si vedevano espropriati di tutto. I record negativi di disoccupazione, di sfratti, di precarietà erano gli altri volti della medaglia. Nell'università in continua espansione con la sconfitta del movimento No Gelmini e la conseguente risacca decine di migliaia di giovani misuravano sulla loro pelle gli effetti della riforma e uno dei pochi luoghi di confronto libero, di rottura, di possibilità di accrescere i propri saperi e sentirsi parte di qualcosa veniva normalizzato, reso a sua volta semplicemente macchina di consumo in grado di far girare nei suoi ingranaggi enormi quantità di denaro. Ancora in controtendenza con il resto d'Italia l'università di Torino è una tra le poche a crescere come numero di iscritti invece che diminuire.

I giovani torinesi schiacciati tra un mercato del lavoro pressoché inesistente e le istituzioni della formazione appiattite e frammentate trovano pressoché l'unico momento di sfogo possibile nella socialità delle zone della movida. Anche molti giovani di periferia decidono di attraversare la città pur di trovare un luogo dove possono incontrarsi con i propri coetanei. In una città senza opportunità si pensa al presente e finché si è giovani si cerca per lo meno di stare insieme, di conoscersi e di condividere delle esperienze. I successi dei numerosi botellòn sono una cifra di questi bisogni. I pochi luoghi dove questo può succedere sono le due piazze e qualche altro punto di ritrovo meno vissuto. Certo, c'è un risvolto anche qui, dove la movida non significa soltanto consumo dei prodotti dei locali, ma anche consumo del territorio e consumo di se stessi. La movida è anche un rapporto di sfruttamento, dove le poche risorse dei giovani vengono drenate in cambio di socialità e possibilità di stare insieme.

Tutto ciò procede indisturbatamente, salvo delle piccole retate della polizia nei confronti degli spacciatori, che sono più uno spot pubblicitario ipocrita che una vero contrasto a questo fenomeno e le proteste dei residenti rimasti nei due quartieri. Almeno fino alla tragedia di Piazza San Carlo. Tragedia di cui nessuno vuole assumersi le responsabilità, ma di cui sono tutti responsabili. Il comune, la questura e la prefettura nella loro manifesta incapacità di gestire l'ordine pubblico, se non con repressione e manganelli alla mano come ci hanno abituato in questi anni, i media nell'alimentare il clima di terrore e ansia continuo che si respira nel nostro paese e la politica istituzionale tutta che incapace di rispondere alla crisi di civiltà in corso non fa altro che alimentare paure e aumentare i livelli di controllo, disciplinamento e repressione che subiscono i territori (il Decreto Minniti ne è la somma dimostrazione). Le comunità si sfaldano e basta un mortaretto o una transenna che va giù per scatenare il panico e la fuga.

Dato che nessuno vuole assumersi questa gravosa responsabilità e renderne conto ai cittadini parte la caccia al capro espiatorio: a qualcuno vengono in mente gli ultras, ma non regge come ricostruzione, qualcun altro addita un ragazzo un po' bevuto e senza maglia, che però in realtà stava cercando di calmare la folla, alla fine arriva l'idea giusta: i responsabili di questa tragedia non possono che essere i venditori abusivi! Si adattano perfettamente, poi la maggior parte sono anche stranieri e poco importa che molti lavorassero alle dipendenze dei bar bene della piazza o che chi doveva occuparsi di gestire i controlli non è stato in grado di farlo, la colpa è loro, perché sono illegali e parassitano i grandi eventi cittadini i cui proventi dovrebbero invece riempire le tasche di chi le ha già belle gonfie. M5S o PD che sia la solfa non cambia, l'importante è non assumersi le proprie responsabilità per quello che succede in città.

In quattro e quattro otto la sindaca Appendino non esita a promulgare l'ordinanza e la milizia si affretta ad eseguirla con fanfare al seguito. Le istituzioni vogliono smacchiarsi la coscienza in fretta e dimostrare alla cittadinanza che stanno facendo qualcosa, qualsiasi cosa. Poco importa se ad andarci di mezzo sono sempre i soliti.

Ma il meccanismo si inceppa subito. I controlli trovano la resistenza diffusa di molti giovani, e non solo dei centri sociali come qualcuno spererebbe. L'ordinanza è ingiusta e ipocrita, è evidente a tutti e tocca coloro che non possono permettersi di comprare un cocktail a 7 € nei locali. Ma ancora di più è frustrante per molti la violenza del controllo e della normazione dei comportamenti anche in questa sfera della vita, quella del divertimento, che dovrebbe essere serena e spensierata invece che carica della tensione provocata dai corvi con le divise blu che setacciano le piazze. Sono costretti a sentire sul proprio groppone ogni giorno l'ansia generata dalla società in cui siamo e non possono accettare che anche alla sera, anche quando ci si può sfogare e liberare da un po' di peso si debba stare allerta, si debba avere paura e vedere l'occhio vigile dei guardiani dietro la propria testa.

E' normale e spontaneo opporsi, per non rischiare di vedersi un altro spazio per quanto contraddittorio alienato da stupide regole proibizioniste.

La questura di Torino però non vuole rischiare di perdere la faccia ancora dopo il disastro di Piazza San Carlo e vede rosso, tanto più che tra chi si oppone all'ordinanza ci sono anche i centri sociali. Vuole far vedere i muscoli e dimostrare che nessun comportamento al di fuori della norma sarà tollerato. Sentendosi coperte le spalle da un'amministrazione supina che non fa che scrivere comunicati di solidarietà e da un governo nazionale che non fa che invocare e promulgare provvedimenti atti a spegnere qualsiasi fiammella di resistenza e contrapposizione fa la prova di forza. Era “inevitabile” affermano sui giornali come se non fossero stati loro a voler generare la situazione di tensione con questa spropositata provocazione. Dal comune dicono che non sapevano niente di questa operazione come se fosse una giustificazione, come se non fosse anche colpa della loro incapacità il fatto che ormai sempre più spesso la polizia decide di governare la città a suo modo, di sua libera iniziativa. Lo avevamo già visto succedere allo sfratto, sempre in quartiere, di Said e i suoi bambini oppure nella piazza del primo maggio. Forse nelle stanze di Piazza Palazzo di Città dovrebbero chiedersi se queste operazioni non sono anche un modo per mettere in difficoltà ulteriore un'amministrazione che in poco tempo sta dimostrando tutta la propria inconsistenza.

Eppure la sindaca, i suoi assessori e i suoi consiglieri continuano a cadere volentieri in queste trappole, che siano quelle innescate dalle opposizioni con polemiche sterili o quelle attrezzate con molta più furbizia da questura e prefettura. Intanto le promesse della campagna elettorale vengono disattese una dopo l'altra: le periferie continuano ad essere lasciate all'abbandono, il problema della casa si aggrava, il consumo di suolo continua e per la disoccupazione giovanile o meno non viene preso nessun provvedimento. Nessun rinascimento alle porte per la città di Torino, ma solo ulteriori problemi a cui viene risposto con balbettii sulle colpe certe della scorsa amministrazione condividendone però metodo per amministrare il dissenso, cioè il manganello.


http://www.infoaut.org/metropoli/movida-balbettii-e-manganelli-loro-parlano-di-polizia-noi-parliamo-di-bisogni
Ordinanza anti-movida a Torino, dopo gli scontri voci dal quartiere.
114 Giovedì 22 Giugno 2017 11:03
http://radioblackout.org/2017/06/ordinanza-anti-movida-a-torino-dopo-gli-scontri-voci-dal-quartiere/
Ordinanza anti-movida a Torino, dopo gli scontri voci dal quartiere.

di info · 22 giugno 2017
http://radioblackout.org/2017/06/ordinanza-anti-movida-a-torino-dopo-gli-scontri-voci-dal-quartiere/

Il quartiere di Vanchiglia è finito sotto l’occhio dei riflettori non solo cittadini ma anche nazionali negli ultimi giorni. Un gruppo di avventori della frequentatissima Piazza Santa Giulia si è opposto ai controlli e ha cacciato la polizia che è tornata caricando per cento metri ragazzi e famiglie che si trovavano nella piazza. Che quel processo prima di mercificazione e poi d’irrigentamento poliziesco della città abbia trovato qualche resistenza e collo di bottiglia sembra ora lasciare esterrefatti i commentatori dei giornali e la politica cittadina. Si parte quindi alla ricerca dei grandi manovratori oppure si abbassa quanto successo a follia collettiva. In realtà, il quartiere di Vanchiglia si trova a subire da anni ormai la macchina da soldi della movida e connesse contraddizioni che non vengono ora fermate ma anzi stimolate dall’ordinanza anti-alcol del sindaco Appendino. La transizione “post-industriale”, sbandierata dalla precedente amministrazione e continuata dalla corrente, prevede che il centro cittadino si trasformi in un localificio costellato da “eventi” in cui l’industrializzazione del consumo (di alcol, di “cultura”, di divertimento) sostituisce la vecchia industria fordista.

Una logica denunciata da tempo dal Comitato quartiere di Vanchiglia che già anni fa puntava il dito contro la moltiplicazione dei locali e l’aumento degli affitti conseguenti all’arrivo della macchina-movida. Ne abbiamo parlato con Monica:


Nella riduzione giornalistica gli scontri di martedi sono stati ridotti, al meglio, a una questione tra giovani della movida e forze dell’ordine. Sono in realtà l’espressione di bisogni più profondi e frutto anche di una contraddizione che si gioca sull’estrazione di profitto da una popolazione strategica come quella studentesca. Abbiamo cercato di affrontare con uno sguardo di medio periodo i fatti di martedi sera con Vincenzo del Centro sociale Askatasuna:

http://radioblackout.org/2017/06/ordinanza-anti-movida-a-torino-dopo-gli-scontri-voci-dal-quartiere/
http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/
113 Mercoledì 21 Giugno 2017 16:33
http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/
http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/
Fermati i fascisti al campo rom. Cariche e fermi.
112 Mercoledì 21 Giugno 2017 16:13
https://anarresinfo.noblogs.org/2017/06/11/fermati-i-fascisti-al-campo-rom-cariche-e-fermi/
Casa Pound da mesi tenta di sbarcare in Barriera di Milano.
Il comitato “Noi di Barriera” è l’esile travestimento che usano per tentare di guadagnarsi un posto nel pulviscolo dei comitati delle tante anime della destra cittadina.
In autunno ci provarono nella zona del mercato di piazza Foroni ma rimediarono una magra figura e furono obbligati ad andarsene con la coda tra le gambe.

Casa Pound prova ora a cavalcare il disagio della gente di Barriera Nord per i fuochi che ogni tanto si levano dal campo. Da anni, in questa zona dove ci sono numerose fabbriche che emettono fumi che olezzano di uova marce, la destra punta l’indice contro i rom della baraccopoli di via Germagnano.

I poveri che vivono riciclando e vendendo quello che trovano tra i rifiuti sono i capri espiatori ideali, in una delle città più inquinate d’Europa.

Sul ponte sulla Stura intorno alle 16 ci sono una quarantina di fascisti con tricolori.
Dall’altro lato della strada alcuni abitanti del campo monitorano la situazione.
La polizia chiude dai due lati corso Vercelli per consentire ai fascisti di attraversare la strada per scendere in via Germagnano. Il piccolo duce torinese, Racca, si esibisce davanti alla telecamera di un camerata, lamentando un inesistente blocco della polizia. I fascisti cominciano a scendere.

In via Germagnano sale la rabbia degli abitanti che mettono due auto di traverso. Poi un gruppo di anarchici della FAT con lo striscione “I rom: torinesi come noi” si muovono per fermare i fascisti assieme ad alcune famiglie del campo. La celere guidata dalla digos scende di corsa e fa una breve carica. Qualche colpo di scudo, insulti e minacce per anarchici e famiglie. Tantissimi i bambini e i ragazzini.
La violenza razzista è evidente. La gente non molla. “Vergogna! Vergogna!” gridano tutti. La tensione è molto alta. Poi le solite associazioni “amiche dei rom” e finanziate dall’amministrazione cittadina diffondono ad arte la falsa notizia che tutto era a posto e la gente poteva tornare a casa. Qualcuno si allontana, diversi ragazzi invece restano. I fascisti non passano.
Casa Pound, andandosene, ha lasciato lo striscione sul ponte. In un batter d’occhio lo striscione viene strappato. Tre compagni vengono fermati, minacciati dalla polizia che solidarizza con un paio fascisti accorsi nel frattempo. Arriva qualche solidale. I compagni vengono rilasciati.

Casa Pound sta cercando di sottrarre a Fratelli d’Italia l’iniziativa razzista contro i campi rom. Devono fronteggiare la concorrenza di Forza Nuova, che martedì 6 giugno, protetta dalla polizia ha lanciato fiaccole sulle baracche del campo di strada dell’Aeroporto, facendo scoppiare incendi e seminando il panico tra le famiglie della baraccopoli, fuggite nella notte in mezzo ai rovi. Una bambina di tre anni è stata trovata solo dopo tre ore di affannose ricerche tra il buio e le urla razziste.
Il comitato “Torino ai torinesi” sta facendo leva sulla famiglia di Oreste Gianotto, morto lo scorso anno in un incidente probabilmente provocato da un’abitante del campo, poi costituitasi alla polizia.
Una vicenda dolorosa che, ad un anno di distanza, viene usata per invocare la pulizia etnica. La responsabilità è collettiva, perché gli abitanti del campo sono considerati “naturalmente criminali”. I triangoli neri erano messi sulle giacche dei rom e dei sinti mandati a morire nei lager razzisti. La logica è la stessa. I fascisti vogliono il pogrom.

I fascisti puntano il dito sulla giunta Appendino, colpevole di non aver mantenuto la promessa di sgomberare le baraccopoli rom della città.

In realtà, da diversi mesi, è in corso uno sgombero strisciante dell’area, posta sotto sequestro dalla magistratura, perche dopo decenni di discariche legali ed abusive, la responsabilità dell’inquinamento viene rovesciata sugli ultimi arrivati, i rom immigrati dalla Romania.

Appendino attua uno sgombero strisciante, giocando sul ricatto, la divisione, la paura.
Ogni due o tre settimane scattano retate improvvise, vengono distribuiti fogli di via e qualche deportazione, mentre le baracche degli esiliati vengono abbattute.
Agli altri raccontano che se non protestano verranno risparmiati.

Appendino non ha trovato i soldi per imitare Fassino, che sgomberò il campo di lungo Stura Lazio, spendendo cinque milioni di euro per la sua famelica corte di associazioni e cooperative del “sociale”.
Ma ai fascisti non basta. Vogliono i roghi e preparano nuove iniziative.
https://anarresinfo.noblogs.org/2017/06/11/fermati-i-fascisti-al-campo-rom-cariche-e-fermi/
Cacerolazo contro la guerra ai poveri, i comitati razzisti, gli sgomberi a 5 Stelle
111 Mercoledì 21 Giugno 2017 16:02
http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/
Cacerolazo contro la guerra ai poveri, i comitati razzisti, gli sgomberi a 5 Stelle

http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/

di info · Published 20 giugno 2017 · Updated giugno 20, 2017

Nelle ultime settimane i “comitati spontanei” di destra hanno lanciato l’offensiva contro le baraccopoli di via Germagnano e strada dell’Aeroporto
Lunedì 19 giugno i fascisti e i comitati si erano dati apppuntamento di fronte al comune per chiedere lo sgombero dei campi rom.

In prima fila Forza Italia e Casa Pound con i loro alias, “Noi di Barriera” e “Torino ai torinesi”. Dietro il coordinamento Torino Nord, vicino al Movimento Cinque Stelle, il comitato del nuovo assessore all’ambiente Alberto Unia, che ha accompagnato i razzisti, quando si sono spostati in Prefettura.

Sull’angolo di una piazza pesantemente militarizzata, un cacerolazo rumoroso di antirazzisti e anarchici ha accolto con slogan, casseruole, fischietti e numerosi interventi chi da settimane sta alimentando la guerra ai poveri, il razzismo e l’aria di pogrom. In prima fila lo striscione “i rom torinesi come noi”

Da un balcone qualcuno ha deciso di rinfrescare le idee dei razzisti, tirando qualche secchiata d’acqua sui piccoli duci torinesi e i loro camerati, che, nonostante la calura non hanno gradito la doccia.

Ne abbiamo parlato con Emilio, uno dei partecipanti al presidio antirazzista antifascista. Dal suo intervento è emersa la difficoltà a superare lo stigma che investe i rom, uno stigma tanto potente, radicato e forte da permeare anche ambiti di movimento che praticano quotidianamente l’opposizione al razzismo, alla pulizia etnica, alla criminalizzazione di interi gruppi sociali ed etnici.

Una chiara lettura di classe fatica ad emergere. Una questione sulla quale è lecito interrogarsi dopo i tanti episodi di violenza fascista e istituzionale contro i rom delle baraccopoli, che si sono susseguiti negli ultimi anni.



Ascolta la diretta:



d



Di seguito uno dei volantini distribuiti ai passanti:



“Una Barriera antifascista e antirazzista

Tira una brutta aria a Torino. Nelle ultime settimane i “comitati spontanei” di destra hanno animato presidi ed attacchi contro i rom.
La maggior parte vivono nelle baraccopoli ai margini della città. Quasi sempre in condizioni terribili. Niente acqua, riscaldamento, luce. Lampadine e televisori sono alimentati da generatori di corrente, quando ci sono i soldi per la benzina. Nelle stufe si brucia quel che si trova.

Ogni giorno all’alba dalla baracche esce gente che gira sino al tramonto per trovare nei bidoni dell’immondizia qualcosa da vendere nei mercati del sabato e della domenica. Pochi fortunati hanno un lavoro – elettricista, badante, addetto alle pulizie – ma nessuno affitta loro una casa.
Ogni giorno escono anche bambini e ragazzini con le cartelle per andare a scuola.

I fascisti di Casa Pound, sotto l’esile travestimento di comitato “Noi di Barriera”, provano a cavalcare il disagio della gente della zona per i fuochi che si levano dal campo di via Germagnano.

Nel mirino dei comitati i “fumi” dei falò accesi per liberare dalle loro guaine i fili di rame. Pochi sanno che i rottamatori di rame sono lavoratori in nero sfruttati da italianissimi imprenditori che si arricchiscono con il loro lavoro.

In questa zona ci sono fabbriche che emettono fumi che olezzano di uova marce, ma la destra punta l’indice contro i rom della baraccopoli.

I poveri che vivono riciclando e vendendo quello che trovano tra i rifiuti sono i capri espiatori ideali, in una delle città più inquinate d’Europa.

Sappiamo bene che quei fumi danneggiano la salute. Ma sappiamo guardare la luna e non il dito che la indica. L’inceneritore di Torino ogni giorno brucia immondizia e produce diossina, rifiuti tossici e filtri da smaltire. Il Comune di Torino potrebbe puntare sul riuso, il riciclo, la riduzione a zero dei rifiuti, chiudendo inceneritori e discariche. Ma sceglie il business.

La salute dei torinesi non interessa né al governo cittadino né a quello regionale, che da anni fa tagli alla spesa sanitaria.



I fascisti soffiano sul fuoco per scatenare la guerra tra poveri, perché chi fatica a vivere nelle nostre periferie non trasformi il disagio in guerra sociale, in lotta contro lo sfruttamento, l’oppressione, il dominio. Contro i padroni che ci rubano la vita e la salute ogni giorno della nostra vita.

Sabato scorso i fascisti hanno provato a scendere in via Germagnano. La gente delle baracche e gli anarchici li hanno fermati. La polizia ha spintonato e minacciato le famiglie, i bambini, dando copertura ai fascisti.

La violenza razzista era evidente. La gente non ha mollato. “Vergogna! Vergogna!” gridavano tutti.



I fascisti di Forza Nuova martedì 6 giugno, protetti dalla polizia hanno lanciato fiaccole sulle baracche del campo di strada dell’Aeroporto, facendo scoppiare incendi e seminando il panico tra le famiglie della baraccopoli, fuggite nella notte in mezzo ai rovi. Una bambina di tre anni è stata trovata solo dopo tre ore di affannose ricerche tra il buio e le urla razziste.

Il comitato “Torino ai torinesi” sta facendo leva sulla famiglia di Oreste Gianotto, morto lo scorso anno in un incidente in cui era coinvolta una ragazza del campo. Una vicenda dolorosa che, ad un anno di distanza, viene usata per invocare la pulizia etnica. La ragazza dopo un’ora dall’incidente si costituì alla polizia.

Ai fascisti non basta. Per loro la responsabilità è collettiva, perché gli abitanti del campo sono considerati “naturalmente criminali”. I triangoli neri erano messi sulle giacche dei rom e dei sinti mandati a morire nei lager razzisti. La logica è la stessa. I fascisti vogliono il pogrom, le fiamme, come alla Continassa e in via Vistrorio anni fa.

Appendino non ha – ancora – trovato i soldi per imitare Fassino, che sgomberò il campo di lungo Stura Lazio, spendendo cinque milioni di euro per la sua famelica corte di associazioni e cooperative del “sociale”.



I fascisti puntano il dito sulla giunta pentastellata, colpevole di non aver mantenuto la promessa di sgomberare le baraccopoli rom della città.
In realtà, da diversi mesi, è in corso uno sgombero strisciante dell’area, posta sotto sequestro dalla magistratura, perche dopo decenni di discariche legali ed abusive, la responsabilità dell’inquinamento viene rovesciata sugli ultimi arrivati, i rom immigrati dalla Romania.
Appendino gioca sul ricatto, la divisione, la paura. Ogni due o tre settimane scattano retate improvvise, con fogli di via e deportazioni dei senza documenti: le baracche degli esiliati vengono abbattute.

Agli altri raccontano la favola che se non protestano verranno risparmiati. In questi giorni Appendino ha nominato assessore “all’ambiente” Unia, uomo dei “Comitati”, per gettare in strada uomini, donne e bambini.



I rom sono nostri vicini di casa, gente della Barriera. Sono più poveri di tanti altri ma come tutti vorrebbero una casa e una vita migliore. Non hanno scelto le baracche e i bidoni dell’immondizia. I fascisti vogliono i roghi, vogliono la pulizia etnica.



Fermiamo la guerra ai poveri, ai rom, agli immigrati!



Fermiamo i comitati razzisti!



Fermiamo lo sgombero a Cinque Stelle!”

http://radioblackout.org/2017/06/cacerolazo-contro-la-guerra-ai-poveri-i-comitati-razzisti-gli-sgomberi-a-5-stelle/
TORINO : FOLLIA POLIZIESCA IN VANCHIGLIA
110 Mercoledì 21 Giugno 2017 15:57
http://www.radiondadurto.org/2017/06/21/torino-follia-poliziesca-in-vanchiglia/
Notizia scritta il 21/06/17 alle 09:01. Ultimo aggiornamento: 21/06/17 alle: 10:25
TORINO : FOLLIA POLIZIESCA IN VANCHIGLIA
http://www.radiondadurto.org/2017/06/21/torino-follia-poliziesca-in-vanchiglia/

Quella appena trascorsa è stata una notte di follia poliziesca nel quartiere Vanchiglia, a Torino. Lo scenario è nuovamente quello di Piazza Santa Giulia, zona attraversata dalla movida accanto al centro sociale Askatasuna, e il causus belli è ancora l’ordinanza liberticida anti-alcol della sindaca pentastellata Appendino, che dopo i fatti di Piazza S.Carlo – la calca e il panico durante la finale di Champions – ha vietato gli alcolici da asporto dopo le ore 20. Proprio in Santa Giulia, la settimana scorsa, alcune volanti della polizia e della polizia locale si erano presentate per far rispettare – a suon di multe – l’ordinanza ed erano state cacciate da decine di persone tra frequentatori dei locali, abitanti del quartiere e compagni del vicino centro sociale. Ieri sera, allora, la Questura ha deciso di mostrare i muscoli e, per scortare i controlli anti alcol, si è presentata con una decina di camionette della celere, schierando decine di celerini in strada con tanto di casco, scudo e manganello.

La scena della Polizia in tenuta antisommossa in mezzo ai dehors dei locali è assurda e surreale, partono quindi cori e sfottò da parte dei presenti esterrefatti. La celere, dunque, se ne va e in strada rimane solo la Digos la quale, dopo nuovi attimi di tensione con i frequentatori del quartiere, richiama i reparti a intervenire. E’ qui che si scatena, per l’ennesima volta, l’inaudita e grave violenza della polizia: i celerini scendono dai blindati di corsa, armati di tutto punto, e caricano. Manganellano alla cieca i frequentatori dei locali, distruggono sedie e tavolini nei dehors dei locali, travolgono bambini, picchiano ragazze e ragazzi che stanno bevendo un drink, coppie che stanno cenando. Le foto e i video non lasciano spazio all’immaginazione: bicchieri, piatti, sedie e tavoli a terra, distrutti. Agenti in assetto antisommossa che urlano, minacciano e pestano tra i tavolini. Ci sono stati anche due fermi e diverse persone sono rimaste ferite.

Sentiamo la testimonianza di Stefano Bertolino giornalista di FanPage Ascolta o scarica

“Non è possibile che qualcuno abbia dato l’ordine di caricare una piazza piena di gente”. A dirlo Riccardo Olivieri, membro del Comitato di Quartiere di Vanchiglia, che questa mattina ha organizzato una conferenza stampa in Piazza Santa Giulia per commentare le cariche poliziesche di ieri sera Ascolta o scarica le interviste raccolte da TorinoOggi

Alla conferenza stampa ha partecipato anche Lorenzo del Centro Sociale Askatasuna che si trova nello stesso quartiere Ascolta o scarica
http://www.radiondadurto.org/2017/06/21/torino-follia-poliziesca-in-vanchiglia/
http://spessore.rocks/martedi-20-giugno-podcast-solstizio-il-mio-endorsement-per-un-sindaco-teppista/
109 Mercoledì 21 Giugno 2017 15:31
Divento spin doctor e (prevedendo i disordini della sera stessa), lancio con un’intervista la candidatura della Boba come Sindaco di Torino. Ascoltate e ditemi voi se non votereste la lista di Black Out!!! In culo ai Five Star
Divento spin doctor e (prevedendo i disordini della sera stessa), lancio con un’intervista la candidatura della Boba come Sindaco di Torino. Ascoltate e ditemi voi se non votereste la lista di Black Out!!!

In culo ai Five Star
http://spessore.rocks/martedi-20-giugno-podcast-solstizio-il-mio-endorsement-per-un-sindaco-teppista/
Torino: follia della Polizia che carica in piazza per far rispettare l'ordinanza anti-movida
108 Mercoledì 21 Giugno 2017 15:25
https://www.ondarossa.info/newsredazione/2017/06/torino-follia-della-polizia-che-carica
Torino: follia della Polizia che carica in piazza per far rispettare l'ordinanza anti-movida
Data di trasmissione
Mercoledì 21 Giugno 2017 - 13:00
[torino] [movida] [ordinanza anti-alcol.]
ror-170621_1222-1245-Torinocarichecontromovida-1
Durata 21m 20s
https://www.ondarossa.info/newsredazione/2017/06/torino-follia-della-polizia-che-carica
Il 20 Giugno dalle 8 di sera scatta la follia della questura di Torino che per far rispettare l'ordinanza anti-movida della sindaca Appendino, schiera la celere in piazza Santa Giulia e carica studenti, famiglie, bambini, che si prendevano qualcosa da bere. Una piazza devastata e centinaia di persone pestate fin dentro i locali.
Riportiamo il comunicato del Centro Sociale Askatasuna sui fatti e sulle conseguenze di ciò che è successo.

CHE COSA È SUCCESSO IN PIAZZA SANTA GIULIA?
Una notte di follia poliziesca

La notte tra il 20 e il 21 giugno abbiamo assistito a una serata di una gravità INAUDITA. A poche settimane dai tragici fatti di Piazza San Carlo la polizia è venuta in una piazza piena di gente a PROVOCARE. Non troviamo altri termini per definire un'operazione anti-movida portata avanti con la celere in assetto anti-sommossa, tutto per cercare qualcuno che si era portato la birretta da casa o dal minimarket. Sono arrivati 10 blindati pochi minuti dopo l'ora x (le 8 di sera), con gli agenti scesi direttamente con scudi, casco, manganello alla mano e fare minaccioso in mezzo a una folla esterrefatta: "ma sta succedendo DAVVERO?!" era il commento che si sentiva di più.

Tanti giovani e abitanti della piazza hanno iniziato a chiedergli di andarsene. Ovviamente c'eravamo anche noi. Alcuni di noi a Vanchiglia ci abitano, altri ci lavorano, altri ancora ci studiano, tutti ci facciamo politica (da ormai 20 anni). Partono cori e canti goliardici "Celerino portaci da bere!" "tout le monde deteste la police" "l'ordinanza è solo ipocrisia, non risolve i problemi e porta polizia". Gli agenti sono nervosi e stanno facendo la solita pessima figura (la scorsa settimana erano già stati cacciati via), nonostante la palese provocazione l'atmosfera resta tranquilla, d'altronde non potrebbero essere più ridicoli con i loro scudi e manganelli per impedire l'aperitivo in una sera d'estate. Visto che nessuno dei presenti si lascia intimidire decidono di andarsene. Tutti tranne la squadra della digos. Gente che conosciamo bene nel quartiere, una degli agenti solo qualche mese fa è venuta a sfrattare una famiglia con tre bambini piccoli. Continuano a provocare, prendono insulti e poi richiamano gli agenti in antisommossa.

A questo punto comincia lo SCEMPIO. Abbiamo visto tante manifestazioni anche "calde" ma mai abbiamo visto una gestione dell'ordine pubblico così FOLLE. La polizia scende manganello alla mano e carica per cento metri spaccando i bicchieri sui tavolini dei locali e spingendo la gente verso una catena che è sul lato della piazza che ha fatto da effetto transenna. Seduti ai tavolini c'erano famiglie, c'erano bambini, c'erano anche persone anziane che sono finite in mezzo alle cariche. Commercianti incazzati neri costretti a chiudere. Giovani presi da attacchi di panico. Ma anche tanta rabbia di chi non ci sta a subire le prepotenze della polizia.

21 GIUGNO. L'ESTATE È APPENA COMINCIATA.


https://www.ondarossa.info/newsredazione/2017/06/torino-follia-della-polizia-che-carica
http://www.romiyah8-14.com/
107 Domenica 18 Giugno 2017 05:36
http://www.romiyah8-14.com/
http://www.romiyah8-14.com/
http://www.launiversidaddelaire.es
106 Domenica 18 Giugno 2017 05:35
http://www.launiversidaddelaire.es
http://www.launiversidaddelaire.es
"Yahweh Castigará a Todos Los Ejércitos"
105 Domenica 18 Giugno 2017 05:34
BEIT YA'AKOV LA UNIVERSIDAD DEL AIRE Programa Una Luz De Esperanza http://www.launiversidaddelaire.es/ ROMIYAH 8-14 http://www.romiyah8-14.com/
"Yahweh Castigará a Todos Los Ejércitos"

https://www.youtube.com/watch?v=0u5bMp7rljI


BEIT YA'AKOV LA UNIVERSIDAD DEL AIRE Programa Una Luz De Esperanza http://www.launiversidaddelaire.es/

ROMIYAH 8-14 http://www.romiyah8-14.com/
https://www.youtube.com/watch?v=B6z_KOuJ4j0
104 Domenica 18 Giugno 2017 04:07
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
https://www.youtube.com/watch?v=B6z_KOuJ4j0
El uso del torio como nuevo combustible nuclear. Es más seguro, más abundante y no se puede usar para hacer armas nucleares. Lo que podría convertir a Venezuela en un país productor de energía nuclear limpia con capacidad de exportación. Dossier con Rober
103 Domenica 18 Giugno 2017 03:57
Periodista C.N.P.980/C.L.6888/PNI/25.473
El uso del torio como nuevo combustible nuclear. Es más seguro, más abundante y no se puede usar para hacer armas nucleares. Lo que podría convertir a Venezuela en un país productor de energía nuclear limpia con capacidad de exportación. Dossier con Roberto González G/B Ejercito Bolivariano 18-06-17

https://www.youtube.com/watch?v=B6z_KOuJ4j0
Es más seguro, más abundante y no se puede usar para hacer armas nucleares. Lo que podría convertir a Venezuela en un país productor de energía nuclear limpia con capacidad de exportación. El uso del torio como nuevo combustible nuclear.
102 Domenica 18 Giugno 2017 03:41
Es más seguro, más abundante y no se puede usar para hacer armas nucleares. El uso del torio como nuevo combustible nuclear. Lo que podría convertir a Venezuela en un país productor de energía nuclear limpia con capacidad de exportación.
Es más seguro, más abundante y no se puede usar para hacer armas nucleares. El uso del torio como nuevo combustible nuclear. Lo que podría convertir a Venezuela en un país productor de energía nuclear limpia con capacidad de exportación.

https://www.youtube.com/watch?v=B6z_KOuJ4j0
¡Continúan los ataques! Cuentas de RNV en Twitter fueron bloqueadas http://rnv.gob.ve/continuan-los-ataques-cuentas-de-rnv-en-twitter-fueron-bloqueadas/
101 Domenica 18 Giugno 2017 02:05
¡Continúan los ataques! Cuentas de RNV en Twitter fueron bloqueadas http://rnv.gob.ve/continuan-los-ataques-cuentas-de-rnv-en-twitter-fueron-bloqueadas/
¡Continúan los ataques! Cuentas de RNV en Twitter fueron bloqueadas

http://rnv.gob.ve/continuan-los-ataques-cuentas-de-rnv-en-twitter-fueron-bloqueadas/
Presidente Maduro denuncia cierre de cuentas en Twitter a entes públicos, medios y militantes revolucionarios en Venezuela
100 Domenica 18 Giugno 2017 01:39
Presidente Maduro denuncia cierre de cuentas en Twitter a entes públicos, medios y militantes revolucionarios en Venezuela
Se estima que hasta ahora unas 180 cuentas de entes públicos de #Venezuela y militantes revolucionarios fueron suspendidas x @TwitterLatAm Alertamos sobre suspensión cuentas @Twitter de Radio Nacional de Venezuela y otras voces revolucionarias en #Venezuela #SabadoConstituyente http://www.telesurtv.net/news/Twitter-suspende-cuentas-de-medios-entes-publicos-y-militantes-revolucionarios-en-Venezuela-20170617-0024.html
http://www.telesurtv.net/news/Twitter-suspende-cuentas-de-medios-entes-publicos-y-militantes-revolucionarios-en-Venezuela-20170617-0024.html
99 Domenica 18 Giugno 2017 01:37
Presidente Maduro denuncia cierre de cuentas en Twitter a entes públicos, medios y militantes revolucionarios en Venezuela
Se estima que hasta ahora unas 180 cuentas de entes públicos de #Venezuela y militantes revolucionarios fueron suspendidas x @TwitterLatAm Alertamos sobre suspensión cuentas @Twitter de Radio Nacional de Venezuela y otras voces revolucionarias en #Venezuela #SabadoConstituyente
http://www.telesurtv.net/news/Twitter-suspende-cuentas-de-medios-entes-publicos-y-militantes-revolucionarios-en-Venezuela-20170617-0024.html
LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE IL MENSILE PROGETTO COMUNISTA http://www.alternativacomunista.it/content/view/2448/52/ E LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE LA RIVISTA TEORICA TROTSKISMO OGGI http://www.alternativacomunista.it/content/view/2441/1/
98 Sabato 17 Giugno 2017 22:27
LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE IL MENSILE PROGETTO COMUNISTA http://www.alternativacomunista.it/content/view/2448/52/ E LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE LA RIVISTA TEORICA TROTSKISMO OGGI http://www.alternativacomunista.it/content/view/2441/1/
LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE IL MENSILE PROGETTO COMUNISTA http://www.alternativacomunista.it/content/view/2448/52/
E LEGGETE E DIFFONDETE OVUNQUE LA RIVISTA TEORICA TROTSKISMO OGGI http://www.alternativacomunista.it/content/view/2441/1/
http://www.partitodialternativacomunista.org/
97 Sabato 17 Giugno 2017 22:00
http://www.partitodialternativacomunista.org/
http://www.partitodialternativacomunista.org/
Il Partito di Alternativa Comunista sezione italiana della Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale, ringrazia la compagna Selvaggia Lucarelli. ¡HASTA LA VICTORIA SIEMPRE! PATRIA O MUERTE. VENCEREMOS!! http://www.partitodialternativacomu
96 Sabato 17 Giugno 2017 22:00
Il Partito di Alternativa Comunista , sezione italiana della Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale, ringrazia la compagna Selvaggia Lucarelli. ¡HASTA LA VICTORIA SIEMPRE! PATRIA O MUERTE. VENCEREMOS!! http://www.partitodialternativaco
Il Partito di Alternativa Comunista, sezione italiana della Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale, ringrazia la compagna Selvaggia Lucarelli. ¡HASTA LA VICTORIA SIEMPRE! PATRIA O MUERTE. VENCEREMOS!!
http://www.partitodialternativacomunista.org/
Dalla compagna radicale Cicciolina siamo passati alla camerata fascista Nina Moric ! Presente !
95 Sabato 17 Giugno 2017 21:33
Dalla compagna radicale Cicciolina siamo passati alla camerata fascista Nina Moric ! Presente !
Dalla compagna radicale Cicciolina siamo passati alla camerata fascista Nina Moric ! Presente !
CasaPound et l’extrême droite européenne
94 Mercoledì 14 Giugno 2017 22:09
CasaPound et l’extrême droite européenne
CasaPound et l’extrême droite européenne

https://tempspresents.com/2017/06/02/casapound-et-lextreme-droite-europeenne/
Wednesday 14 June 2017 London fire
93 Mercoledì 14 Giugno 2017 03:23
Wednesday 14 June 2017 London fire
London fire: fears of people trapped as major blaze engulfs tower block – latest

At least 200 firefighters and 40 engines on the scene of a huge fire at Grenfell Tower in Latimer Road, near Notting Hill, in West London

Full story on Grenfell Tower fire

https://www.theguardian.com/uk-news/live/2017/jun/14/grenfell-tower-major-fire-london-apartment-block-white-city-latimer-road
London fire: fears of people trapped as major blaze engulfs tower block – latest At least 200 firefighters and 40 engines on the scene of a huge fire at Grenfell Tower in Latimer Road, near Notting Hill, in West London Full story on Grenfell Tower f
92 Mercoledì 14 Giugno 2017 03:19
London fire: fears of people trapped as major blaze engulfs tower block – latest At least 200 firefighters and 40 engines on the scene of a huge fire at Grenfell Tower in Latimer Road, near Notting Hill, in West London Full story on Grenfell Tower f
London fire: fears of people trapped as major blaze engulfs tower block – latest

At least 200 firefighters and 40 engines on the scene of a huge fire at Grenfell Tower in Latimer Road, near Notting Hill, in West London

Full story on Grenfell Tower fire

https://www.theguardian.com/uk-news/live/2017/jun/14/grenfell-tower-major-fire-london-apartment-block-white-city-latimer-road
Lo spettro neofascista dietro Wikipedia: ecco come CasaPound manipola l’enciclopedia libera
91 Mercoledì 14 Giugno 2017 01:27
Lo spettro neofascista dietro Wikipedia: ecco come CasaPound manipola l’enciclopedia libera
Lo spettro neofascista dietro Wikipedia: ecco come CasaPound manipola l’enciclopedia libera

http://www.lameteora.info/neofascista-wikipedia-casapound-manipola/
Presidente Maduro entrega misiva para ser enviada al papa
90 Martedì 13 Giugno 2017 18:50
Presidente Maduro entrega misiva para ser enviada al papa
1/2 @NicolasMaduro pide al @Pontifex_es intermediación ante MUD para q no use a niños en actos violentos (+carta) #NoMasNiñosEnGuarimbas

2/2 Pdte @NicolasMaduro al @Pontifex_es: su concurso puede abrir una nueva etapa de diálogo en Venezuela #NoMasNiñosEnGuarimba

http://www.telesurtv.net/news/Presidente-Maduro-entrega-misiva-para-ser-enviada-al-papa-20170613-0030.html
Golpistas en Venezuela pensaban atentar estudios de teleSUR
89 Martedì 06 Giugno 2017 04:36
teleSUR
Golpistas en Venezuela pensaban atentar estudios de teleSUR
http://www.telesurtv.net/

La Presidenta de TeleSURtv Patricia Villegas :: “Dentro del Plan de Golpe de Estado contra el Pdte Maduro, estaba considerado atentar contra sede de TeleSURtv en Caracas. La sede de TeleSURtv NO es solo un edificio o un lugar lleno de antenas y transmisores. Más de 700 trabajadores hacemos vida en la sede principal que pretendían atacar. Se trata de la vida de los trabajadores de TeleSUR y de nuestros vecinos. Si atacan al multimedio el impacto es general”. Así lo dijo en su cuenta personal de Twitter (@pvillegas_tlSUR)
MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 7 OTTOBRE 2017
88 Domenica 04 Giugno 2017 07:21
Sonia Patacchi
MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 7 OTTOBRE 2017
- Via il regime criminale di Bashar Al Assad ! Pace, libertà e giustizia per il popolo siriano ! - Portare di fronte a un tribunale internazionale Bashar Al Assad e tutti i responsabili di crimini di guerra e contro l’umanità ! Ho letto che anche Selvaggia Lucarelli ha aderito - Con il popolo siriano contro guerra e terrorismo ! - Stop ai bombardamenti e apertura di corridoi umanitari per portare soccorso alle popolazioni civili ! - Accoglienza, senza condizioni, per tutti i profughi e gli immigrati ! - Contro le destre xenofobe e razziste e il decreto Minniti ! - Autodeterminazione, libertà e dignità per tutti i popoli del vicino oriente !Selvaggia Lucarelli, Associazione Campagna Mondiale di Sostegno al Popolo Siriano ONSUR ITALIA, Corrente Umanista Socialista, Rose di Damasco, Associazione per la pace tra i popoli, Comitato Nour, Karama Napoli, La Comune, Giovani Musulmani Italiani, Comitato Khaled Bakrawi, Associazione Insieme per la Siria Libera, Studenti Unior pro Rivoluzione siriana, Comitato permanente per la Rivoluzione siriana, Communia network, Giovani Palestinesi d’Italia, Partito di Alternativa Comunista. Unione delle Comunità Islamiche d’Italia ( Ucoi), Comitato per la libertà e la democrazia in Egitto –Italia, Comitato Stop the War – Udine for Syria Per info e adesioni: aromaperlasiria@libero.it
Una giornata di mobilitazione nazionale si è tenuta il 20 maggio 2017 con iniziative articolate localmente
87 Domenica 04 Giugno 2017 07:19
Sonia Patacchi
Una giornata di mobilitazione nazionale si è tenuta il 20 maggio 2017
con iniziative articolate localmente
MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 7 OTTOBRE 2017
- Via il regime criminale di Bashar Al Assad ! Pace, libertà e giustizia per il popolo siriano!
- Contro Putin e Trump e le mire imperialiste degli Stati di spartizione della Siria
- Portare di fronte a un tribunale internazionale Bashar Al Assad e tutti i responsabili di
crimini di guerra e contro l’umanità!
- Con il popolo siriano contro guerra e terrorismo!
- Stop ai bombardamenti e apertura di corridoi umanitari per portare soccorso alle
popolazioni civili!
- Accoglienza, senza condizioni, per tutti i profughi e gli immigrati!
- Contro le destre xenofobe e razziste e il decreto Minniti! Solidarietà con i volontari e le Ong, che salvano vite umane, contro i vergognosi attacchi reazionari!
- Autodeterminazione, libertà e dignità per tutti i popoli del vicino oriente!

Per info e adesioni: aromaperlasiria@libero.it

Manifestazione nazionale a Roma il 20 maggio - Via il regime criminale di Bashar Al Assad ! Pace, libertà e giustizia per il popolo siriano ! - Portare di fronte a un tribunale internazionale Bashar Al Assad e tutti i responsabili di crimini di guerra e contro l’umanità !Ho letto che anche Selvaggia Lucarelli ha aderito - Con il popolo siriano contro guerra e terrorismo ! - Stop ai bombardamenti e apertura di corridoi umanitari per portare soccorso alle popolazioni civili ! - Accoglienza, senza condizioni, per tutti i profughi e gli immigrati ! - Contro le destre xenofobe e razziste e il decreto Minniti ! - Autodeterminazione, libertà e dignità per tutti i popoli del vicino oriente !Selvaggia Lucarelli, Associazione Campagna Mondiale di Sostegno al Popolo Siriano ONSUR ITALIA, Corrente Umanista Socialista, Rose di Damasco, Associazione per la pace tra i popoli, Comitato Nour, Karama Napoli, La Comune, Giovani Musulmani Italiani, Comitato Khaled Bakrawi, Associazione Insieme per la Siria Libera, Studenti Unior pro Rivoluzione siriana, Comitato permanente per la Rivoluzione siriana, Communia network, Giovani Palestinesi d’Italia, Partito di Alternativa Comunista. Unione delle Comunità Islamiche d’Italia ( Ucoi), Comitato per la libertà e la democrazia in Egitto –Italia, Comitato Stop the War – Udine for Syria Per info e adesioni: aromaperlasiria@libero.it
MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 7 OTTOBRE 2017
86 Domenica 04 Giugno 2017 07:13
Sonia Patacchi
MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 7 OTTOBRE 2017
Manifestazione nazionale a Roma il 20 maggio - Via il regime criminale di Bashar Al Assad ! Pace, libertà e giustizia per il popolo siriano ! - Portare di fronte a un tribunale internazionale Bashar Al Assad e tutti i responsabili di crimini di guerra e contro l’umanità ! Ho letto che anche Selvaggia Lucarelli ha aderito - Con il popolo siriano contro guerra e terrorismo ! - Stop ai bombardamenti e apertura di corridoi umanitari per portare soccorso alle popolazioni civili ! - Accoglienza, senza condizioni, per tutti i profughi e gli immigrati ! - Contro le destre xenofobe e razziste e il decreto Minniti ! - Autodeterminazione, libertà e dignità per tutti i popoli del vicino oriente !Selvaggia Lucarelli, Associazione Campagna Mondiale di Sostegno al Popolo Siriano ONSUR ITALIA, Corrente Umanista Socialista, Rose di Damasco, Associazione per la pace tra i popoli, Comitato Nour, Karama Napoli, La Comune, Giovani Musulmani Italiani, Comitato Khaled Bakrawi, Associazione Insieme per la Siria Libera, Studenti Unior pro Rivoluzione siriana, Comitato permanente per la Rivoluzione siriana, Communia network, Giovani Palestinesi d’Italia, Partito di Alternativa Comunista. Unione delle Comunità Islamiche d’Italia ( Ucoi), Comitato per la libertà e la democrazia in Egitto –Italia, Comitato Stop the War – Udine for Syria Per info e adesioni: aromaperlasiria@libero.it
Bruno Vidal F.R.I. (Fronte Radicale Invalidi) in memoria di Bruno Tescari
85 Domenica 04 Giugno 2017 06:32
Bruno Vidal F.R.I. (Fronte Radicale Invalidi) in memoria di Bruno Tescari
Il punto di vista di un disabile nel 2017. Un compagno d'infanzia di Adolf Hitler disse di lui che mancava totalmente di autoironia. Il suo architetto e ministro degli armamenti riferí che non aveva il minimo senso dell'umorismo. La funzione di queste due umane facoltà gli era completamente estranea. Non saper sorridere qualche volta di sé, della propria presenza nel mondo, è molto triste, è indice di rigidità mentale, di terror panico rimosso che può riemergere esageratamente in deliri di onnipotenza. Una delle spiegazioni convincentemente razionali, sul perché Hitler abbia potuto navigare tranquillamente sopra la testa di un'intera nazione e sulla testa di molte altre, significa che buona parte della nostra beneamata storia, non sa sorridere qualche volta di sé stessa. Il regime hitleriano è riuscito a mettere a punto la più tremenda macchina per ammazzare mai inventata dagli uomini. Purtroppo la musica di fondo della nostra vita batte stancamente da un pezzo su questi monotoni affannosi tasti che non si avanza molto da star allegri. In un contesto reso inadeguato, che non risponde alle istanze del diritto universale, diventa fin troppo facile esprimersi con spavalda tracotanza, come ebbe ad esprimersi negli anni Trenta uno psichiatra tedesco, direttore dell'Istituto per il Cinema..."se questi cosiddetti malati mentali non vogliono essere ricoverati possono anche andarsene all'inferno. Non abbiamo né il tempo né lo spazio per questi esseri umani". Si riferiva ai malati psichici. Dentro un sistema che non ammette repliche, che non accetta opposizioni né voci di dissenso o dissonanze, dove il tempo è denaro e il denaro diventa la misura dell'uomo realizzato, il regime sarà retto dal conformismo, ogni voce discorde sarà inopportuna, il grande dittatore trova spazio dentro di noi. Ciò che non fa soldi diventa tempo perso. Giudicare se la vita valga o non valga la pena di essere vissuta rimane, per Camus, il vero fondamentale della filosofia per il vivo. Vivere è l'azione direttamente conseguente, quindi crescere e svilupparsi. La soluzione finale non è stata altro, in fondo, che lo sterminio portato efficientemente avanti da un'organizzazione su base industriale. Franz Stangl, il comandante del campo di concentramento di Treblinka, alla domanda quali fossero le ragioni di quegli stermini, rispose: "volevano i soldi degli ebrei". Tutto doveva essere ricondotto sotto la logica di un potere riduttivo, opinioni, sensazioni, emozioni, a vantaggio di una piattezza assoluta. L'economia di mercato è diventata nel frattempo il Dio della civiltà mondiale, unico incontrastato Dio operante nella realtà; non si è ancora fatto crescere i baffetti per non farsi riconoscere. Essa. l'economia, ha sconfitto con la sua violenza impersonale, tutto quello che si frapponeva sulla sua strada, corrompendo bisogni e desideri. Il potere sta lì dentro. L'economia intesa come bu$ine$$ è la "grande barriera architettonica" che ostacola le nostre menti, imprigiona le nostre anime e ci angustia lo spirito. Oggi pazzi e disabili sopravvivono in virtù di fasce economiche, poiché democraticamente, sono diventati un affare di mercato-politico. Taluni di noi, però, senza lavoro, senza soldi, "sapientemente depistati", sapendo di essere un peso per gli altri, si chiudono dentro la casamatta della depressione, come unica alternativa di rinvio al ricorso della follia. All'improvviso ci siamo messi a parlare col linguaggio tecnico-contabile di analisi dei costi, economicità dei costi, analisi costi-benefici, portando in emersione quello che è sempre stato l'interesse primario del potere. Di questo potere che, lasciato a se stesso, produce carnefici e vittime come necessari de dipendenti fattori dello stesso problema. Se vogliamo che i bambini uccisi dal nazismo contino davvero e non solo come memoria, che abbiano almeno il loro posto alla tavola della testimonianza, dato l'alto prezzo già pagato, siamo chiamati a ritessere il filo dell'analisi ampia e continua. Noi invalidi civili prendiamo sul serio il tragico, può ritornare ancora, Primo Levi lo ribadiva spesso questo concetto. E se non se ne fosse mai andato? Se stesse appostato al guado per tenderci un agguato coglindoci di sorpresa? Dobbiamo seriamente ripensare l'economia perché il difetto sta proprio in essa, così come il principio di potere reale. Qualche manager spregiudicato potrrebbe impossessarsi della parola efficienza, portandola al massimo grado di pura organizzazione ed aprire un campo di sterminio, l'esempio di Treblinka fa testo, furono uccise circa tre milioni di persone con un'assoluta abnegazione, in qualche campo da cinquemila a ventimila persone in 24 ore, stabilendo il massimo dell'efficienza. C'è da rifletterci su, ma intanto noi come società che cosa facciamo? Bruno Vidal F.R.I. (Fronte Radicale Invalidi) in memoria di Bruno Tescari

Interessante spunto. Intanto l’assenza di sense of humour caratterizza tutti gli autoritari, i religiosi, i tristanzuoli che affollano questo mondo e che talvolta predicano (e talvolta riescono) a manovrarlo. Che la dittatura trovi spazio dentro di noi non so. la cialtroneria senz’altro, e questa talvolta costituisce il miglior viatico per il dominio, ma a volte suscita reazioni (che ora non vedo), DI certo ridurre il tutto a una questione finanziaria (dacché l’economia, secondo me, è ben altra cosa, e comunque inevitabile) avvilisce l’uomo, ma non è certo l’avidità a portare ai peggiori abominii. Preferisco -la storia ce lo insegna-, il ladrone puttaniere al casto e pauperistico controllore d’anime. E pensare anche che la liberazione individuale passa anche attraverso la vil materia, chè non viviam d’amore e poesie. Ciò su cui non riflettiamo può esser usato da altri come arma. Infine, io non ritengo più accettabile sentir parlare della Shoah o degli stermini nazisti senza che si parli della Cambogia di Pol Pot. A meno di non ritenere i cambogiani esseri inutili. Anche di essere derubati. Son solo spunti, sia ben chiaro…. saluti a te, Bruno https://www.youtube.com/watch?v=xam7wZ_ZNSI
IL BUON SENSO
84 Domenica 04 Giugno 2017 06:12
IL BUON SENSO
IL BUON SENSO
Non ne ho avuto
io che fustigavo i nostri vecchi commoventi di rugosa miseria, analfabeti e pure comunisti,
turlupinati sul come e quando s'apre un era da Eden;
io che dai loro capi incolti e fanatici di vana ostinazione e di fascista reazione fui accusato al tempo del dibattito (fasullo) sulla destalinizzazione (fasulla).
Non ne ho avuto io che li accusai, i capi, d'essere bestie neppure libere ché il problema è di vedere se impazziamo più dannosamente per fame o per smania ardente d'identità;
io che compravo-giovanile vanità nell'assetto canonico del paese l'Avanti ! a testata in giù sotto l'ascella portato nel tramestìo, le idee a passeggio.
Non ne ho avuto io che. terremotato di dentro, completando gli studi, non mi nutrivo abbastanza, abbastanza non c'era pane, sicché un formicolìo qua avvertii: dalle lastre diagnosticato pleurite, alla spalla sinistra un bruciore sordo sentivo e spiacque a mio padre che fossi stato riformato, (mia madre era già morta da 20 anni).
Non ne ho avuto io che feci l'istitutore a Pesaro al tempo di Barreto gettonato: sempre le mattine sempre col rimorso là stava in scozzesino la ragazza svitata: schifava la scuola, sibilava Arrivederci e desii torridi nelle spalle infossava; sempre dalla sedia nervosa attendeva il ragazzo randagio per lungandare al mare agitato. Non ne ho avuto io che intanto mi dolevo, a restar solo: che lei capito non avesse la mia supplica distante il cupìo dissolvi et esse nel seno suo e il suono del sangue dentro. Attorno a Natale dal rettore fui diffidato: -Questi ragazzi vanno tenuti in pugno e tu sei adatto a fare il medico o il prof. di stelle- Mi persuase e fui cacciato.
Non ne ho avuto io che desideravo piangere a ogni amore, rato o non consumato, ma perduto; o indifferentemente cantare il gregoriano magari nel giusto tono del miserere; io che mi dolevo a restar solo che nessun peccato avevo commesso cacciavo dal mio cuore gotico chiunque vi si fosse insinuato, persino Bach / Dio. Non ne ho avuto io che dallo scendiletto col Moro di Venezia salpavo come condottiero per l'Egeo o silvestramente avvivavo Genoveffa in sequenze sul fronte del camino: giorni di sole di ventoso marzo erano e deserta la casa della zia nata l'anno '12 del secolo: vi progettavo viaggi difficili da quel molo l'ultima predica l'ultima egira.
Non ne ho avuto io che ai miracoli credetti, che fede ebbi, non previo esame delle brutture della Ratio estrema ma per nostra Carne nuda: pietosa invenzione fu il vestito e non per gelo ma per fobia, la zoomorfa genesi nostra che mi avvilisce e in causa chiama lo suo Auto Re, l'iniquitatem suam che contra m'è sempre ! Pietosa invenzione, non per gelo. Non ne ho avuto io che mai più voglio vedere foto a milioni di Lager perché più prostrata è la morte se nuda con le braccia chiuse nelle cosce, la fisarmonica lunare delle costole ! Ai miracoli credere vorrei, fede avere, non più né meno, come mia nonna/niobe e devota e con i perché risolti; come i morti cafoni grandi bestemmiatori e amatori di Dio. Ne ho avuto io di buon senso metafisico a quel tempo radicale in cui il vento di guerra filava e chiusi negli otri stavano i nostri eventi.
LE DONNE
83 Domenica 04 Giugno 2017 06:09
LE DONNE
Le donne devono essere come il sole perché dà vita. Però non devono essere come il sole, perché ha delle macchie. Devono assomigliare alla luna, che è la compagna della terra, però non devono assomigliare alla luna perché ha molte facce. Devono essere come il vetro, che non nasconde nulla di ciò che ha dentro , però non devono essere come il vetro perché è molto fragile. Devono essere come lo specchio che dice sempre la verità , però, ahinoi ! non tutta le verità si possono dire. Devono essere come la sabbia, che è sottile e fine, però non devono essere come la sabbia, perché non può servire da base per una edificazione durevole. Devono assomigliare al vino che è pieno di spirito, però non devono assomigliare al vino, perché trasforma il giudizio della gente. Devono coltivare la lettura, perché ricrea lo spirito, purchécoltivando la lettura non scelgano i fatti quotidiani di cronaca nera che conducono nell’abisso della perdizione. Devono essere felici, devono realizzare i propri sogni, devono avere una mente eclettica, ma soprattutto devono essere sempre amate , incondizionatamente. Devono essere sempre non ideali, ma reali. E’ come con la frutta, quella di stagione la consumiamo solo quando c’ è. Le mele , invece, ci sono sempre ma sono discrete. Le donne devono perciò essere come le mele, donne non di stagione: discretamente presenti, ma sapientemente assenti, che hanno un ‘affinità con la donna ideale che sognamo; devono perciò essere temporaneamente ideali. Come disse il Faust nel Mefistofele di Goethe: “La donna forma l’idea purissima della bellezza eterna”. E allora: “Cherchez la femme !”. Ma ricordatevi anche che: “la bellezza delle donne mandò molti in malora” e “il vino e le donne fanno apostatare i saggi”(Ecclesiaste)
Il grande complotto. Ebraico
82 Domenica 04 Giugno 2017 05:47
Il grande complotto. Ebraico
Il grande complotto. Ebraico

Prendete un pizzico di paura, la convinzione che qualcuno abbia interesse a distruggere la vostra vita, mescolate con i fantasmi che vi offrono tv e tabloid, mescolate con cura e cuocete a fuoco lento. Se la ricetta funziona vi sarete costruiti un piccolo inferno personale. Capita a tante persone. Alcune finiscono drogate di farmaci e segregate nei repartini, altre se la cavano e riprendono a vivere, altre ancora riempiranno le pagine della cronaca nera.
La nostra cultura bolla con lo stigma della follia chi si sente perseguitato, controllato, manipolato.
Vivere con agio la propria vita non è sempre facile.
Se la stessa ricetta viene assunta collettivamente da interi gruppi umani, poiché la follia non può essere contagiosa, diventa evidente l’esistenza di un complotto.
Ogni “prova” che confuti il complotto ne dimostra l’esistenza. I complottisti sono impermeabili a qualunque argomentazione: nulla intacca la convinzione che qualcuno trami per far scomparire sia loro sia il loro mondo. La cospirazione è la chiave che apre tutte le porte, che mette ordine nel caos. Credere che tutto quello che succede faccia parte di un piano terribile è al contempo spaventoso e rassicurante. Le teorie del complotto danno ordine al caos, danno senso alla paura, offrono un nemico da combattere e annientare.
Chiunque neghi il complotto fa ovviamente parte del complotto. Nel migliore dei casi è un fantoccio mosso da fili invisibili.
Chi ordisce un complotto disegna la trama di un tappeto che altri tesserano per lui. Nell’iconografia complottista alcuni simboli sono ricorrenti: c’è il burattinaio, la figura invisibile che muove i fili delle vite altrui, l’ombra che regge le sorti del mondo. Anche l’occhio massonico è molto gettonato.

Il complottismo non è frutto di una banale infatuazione per la letteratura fantastica. Le teorie del complotto si basano quasi sempre su elementi reali, ma irrealizzati in una narrazione che trae alimento da una virtuale cassetta degli attrezzi dove è depositato un universo simbolico da usare ed adattare al momento.

La maggioranza delle persone non riesce né a conoscere né a controllare i fatti che ne decidono la vita. I complotti sono come le religioni: spiegano tutto e indicano la via della salvezza.
Morire di tumore perché si mangiano cibi pieni di pesticidi, perché si beve acqua e si respira aria inquinata è un fatto.
Armi chimiche uccidono le popolazioni di paesi nemici. Anche questo è un fatto.
Sostenere che gli scarichi degli aerei civili siano scie chimiche prodotte per ucciderci ne è la declinazione complottista.

Il mondo virtuale dell’economia finanziaria ha effetti enormi nelle vite di miliardi di persone. È innegabile.
L’idea che le banche e chi le controlla abbiano il progetto di dominare il mondo assoggettandolo al potere di una ristretta elite intrinsecamente perversa ed etnicamente coesa è alla radice di un filone complottista che ha giustificato pogrom e campi di sterminio.

Hitler è morto nel 1945 nel bunker della Cancelleria a Berlino ma la credenza in un complotto giudaico per dominare il mondo (ri)vive nel complottismo contemporaneo. Per evitare l’accusa di antisemitismo tutto resta sottotraccia. Non detto, sussurrato. Detto e poi negato.
La demonizzazione dei ebrei è opera della religione cristiana nelle sue varie confessioni. La chiesa cattolica condannava l’usura e prometteva l’inferno agli usurai. Questo stigma ha fatto sì che gli ebrei, cui era vietato in Italia e in vari altri paesi possedere e coltivare la terra, facessero i mestieri loro consentiti, tra cui il prestare denaro per interesse.
La diffidenza cattolica per la finanza si mescola con il pregiudizio antiebraico sino a divenire un amalgama indistinguibile.
I “Protocolli dei Savi di Sion”, un documento fabbricato in Russia nel 1903, riconosciuto come falso già nel 1921, ha avuto uno straordinario successo internazionale. I “Protocolli” hanno continuato a girare per decenni. Quel testo, il cui nucleo era il complotto ebraico per prendere il controllo del mondo, era la “prova” di convinzioni molto profonde.
Un cortocircuito logico che è alla base di ogni teoria del complotto, che, come un uroboro, si morde la coda avvolgendosi all’infinito su se stesso.
Gli ebrei erano perfetti per il ruolo che veniva (e viene ancora) loro attribuito. Strani e stranieri in tutti i luoghi dove hanno vissuto erano il nemico per eccellenza, quello che vive accanto a te e cospira per farti fuori. I ghetti, i roghi, le persecuzioni, i campi di sterminio sono stati pulizia etnico religiosa preventiva.
La nascita dello Stato di Israele, nella striscia di terra tra il fiume Giordano e il Mediterraneo a sud del Libano, ha segnato un forte distacco culturale dall’ebraismo della diaspora, perché ha fondato un nazionalismo ebraico con un legame con la terra e i suoi mestieri, oltre alla rinascita di una lingua quasi morta.
Questo fatto di portata epocale non ha scalfito le convinzioni dei complottisti. Anzi! È stata loro offerta l’occasione di dare un luogo, una testa, un cervello ad una cospirazione i cui tentacoli sono diffusi ovunque in Europa e negli Stati Uniti.
Occorre tuttavia riconoscere che Israele è anche investito di una profonda ambivalenza simbolica, perché offre un luogo per mantenere la “tradizione”, per cancellare il cosmopolitismo di tanta parte delle comunità sparse per il mondo.

Si potrebbe pensare che il complotto ebraico sia un attrezzo spuntato, roba da vecchi fascisti. Invece no.
Le teorie della cospirazione trovano ogni giorno nuovi adepti, il virus complottista si diffonde nel web e si moltiplica e rafforza di click in click.

Non è certo un caso che nel nostro paese il grande complotto raccolga consensi soprattutto tra gli esponenti del Movimento 5 Stelle, che giustificano ogni aporia, ogni fallimento, ogni contraddizione con la grande cospirazione delle banche, dei media e dei partiti contro la monarchia ereditaria virtuale di Grillo e Casaleggio. Il comico si è distinto in numerose occasioni per le proprie uscite antisemite e razziste.
Dopo la morte di Rothschild, gli orfani dell’uomo simbolo di ogni cospirazione pluto-giudaico-massonica avevano perso la pietra miliare dei complotti del secolo.
Morto un Paperone ebreo, se ne trova subito un altro. È il turno di George Soros.

Il giornalista Del Grande, in vacanza nelle prigioni turche per un paio di settimane, non ha mai nascosto la propria avversione per la dinastia Assad. È stato attaccato dalla “sinistra” filo russa e filo siriana perché un suo progetto sarebbe stato finanziato proprio da Soros, il Paperone statunitense di origine ungherese.
Altri giornalisti, finiti nei guai lavorando in zone di guerra, pur pagati da capitalisti e banchieri, proprietari di radio, TV e giornali, non sono entrati nel mirino delle falangi rosse e rosso brune, nostalgiche dell’Unione Sovietica.

Grillo, seguito a ruota dal procuratore capo di Catania Zuccaro, ha sparato a zero sulle ONG, che raccolgono naufraghi nel Mediterraneo, accusandole di essere colluse con gli scafisti.

Salvini ha fatto di meglio alzando la posta. Il 2 maggio ha dichiarato: “Sono sempre più convinto che sia in corso un chiaro tentativo di sostituzione etnica di popoli con altri popoli. Questa non è un’immigrazione emergenziale ma organizzata che tende a sostituire etnicamente il popolo italiano con altri popoli, lavoratori italiani con altri lavoratori. È un’immigrazione che tende a scardinare economicamente il sistema italiano ed europeo”. I flussi migratori innescati da guerre, desertificazione, povertà sono sempre stati il babau leghista. In queste affermazioni c’è tuttavia un salto di qualità. Un grande complotto per eliminare gli italiani, per sostituirli con altri. Gli immigrati poveri sono i le pedine di un grande burattinaio intenzionato a distruggere l’Italia dall’interno con un esercito di immigrati.
Salvini fa il nome del burattinaio. È George Soros. “Non c’entrano guerre, diritti umani e disperazione. È semplicemente un’operazione economica e commerciale finanziata da gente come Soros. Per quanto mi riguarda metterei fuorilegge tutte le istituzioni finanziate anche con un solo euro da gente come Soros. Non dovrebbero poter mettere piede in Italia né loro, né le associazioni da gente come lui finanziate”. Gente come lui. Cosa significa? Salvini, prudente, non dice la parola che apre tutte le porte, la parola che spiega tutto, la chiave che rende credibile ogni cospirazione.
Lo farà qualche giorno dopo il Fatto Quotidiano, il giornale più vicino alla galassia pentastellata.
La pubblicazione di un pacco di mail hackerate alla “Open Society Foundation” del magnate statunitense è l’occasione buona. Il Fatto cita Dc Leaks che giustifica la pubblicazione delle mail sottratte dal database dell’organizzazione filantropica perché “Soros è l’architetto di ogni colpo di Stato degli ultimi 25 anni”. Con un titolo così ti aspetteresti rivelazioni bomba. Niente di tutto questo. C’è un elenco di dossier sui finanziamenti elargiti, sulle politiche di questo o di quello, sulla posizione dei paesi europei di fronte alla crisi in Ucraina. Dc Leaks scrive che Soros è di origine ebraica. Quelli del Fatto evidenziano in neretto.
Non servono prove, il Paperone è ebreo. Basta la parola. Nei commenti qualcuno si indigna, molti alzano ancora di più il tiro. L’ebreo continua ad essere il nemico. Sempre straniero, estraneo, pericoloso, aspira come il diavolo a controllare il mondo.
Siamo all’eterno ritorno dell’eguale. I fantasmi del Novecento non sono stati seppelliti ad Auschwitz.
La lunga fila di morti nei lager non è stata un orrendo rito di espiazione. Il coltello sacrificale affondato in corpi umani trattati come capri da offrire per placare le ire di un dio iracondo è un’immagine suggestiva, ma estranea alla logica complottista.

Lo scorso maggio l’incendio doloso di una roulotte dove viveva una famiglia rom è stata spiegata dai media come affare “interno” alla comunità. Un po’ di falsità mal condite ha liquidato con leggerezza l’omicidio di due bambine e di una ragazza. Sui social media le incitazioni al genocidio sono diventate normali. Quasi banali.
I nazisti giustificarono lo sterminio dei rom, perché, pur ariani, avevano contaminato i loro geni, viaggiando e mescolandosi con altri. Il razzismo del terzo Reich era sostanzialista, si basava sulla convinzione che vi siano gruppi umani naturalmente inferiori. I rom, diversamente dagli ebrei che sono costitutivamente perversi, sono diventati mostri perché hanno tradito la loro natura.
Follia? Si è folli da soli, quando la “follia” è condivisa diventa un movimento politico. É come l’omicidio. Se a uccidere è uno solo l’omicidio resta un crimine gravissimo, se benedetto da una bandiera e da una divisa, si trasforma in eroismo.

Il razzismo differenzialista oggi è molto più raffinato e, quindi, pervasivo, grazie ad un sapiente utilizzo di attrezzi teorici che attingono ad un patrimonio culturale più ampio.
Teorici come Alain De Benoist, esplicitamente schierati a destra, sono riusciti a fare breccia anche in ambienti apparentemente molto distanti.
De Benoist è attento alle questioni ambientali, critico dell’industrialismo, fautore di un razzismo differenzialista su base culturale.
Sul Fatto Quotidiano scrive regolarmente Massimo Fini, il fondatore di Movimento Zero, una formazione che raccoglie vecchi attrezzi della destra profonda, cercando audience nei movimenti ambientalisti, facendo leva sulla critica alla modernità e sul ritorno al primitivo.
Il nocciolo del pensiero di De Benoist ne spiega il crescente successo, la capacità di dar vita ad una corrente rosso-bruna al passo con i tempi. Al centro è la tradizione. Non una tradizione, ma tutte. Tutte buone, tutte positive, purché restino integre. I flussi migratori spezzano le tradizioni, le meticciano e annullano nel grande mondo della merce tutta eguale ad ogni latitudine. Le migrazioni, nel pensiero della Nuova Destra, vanno bloccate e respinte, nell’interesse di tutti, migranti compresi.
Non serve più costruire lager nel cuore dell’Europa, allo sterminio provvederanno guerre, fame, carestie, desertificazione.

Il nemico per De Benoist è la mescolanza, il confronto, che annacqua le varie culture, le annienta di fronte alla pervasività anomica della finanza, del mondialismo, della fine del rapporto identitario tra popolo e terra.
L’economia finanziaria diventa il nemico per eccellenza, perché recide le radici, perché globalizza l’economia, quella buona, quella che produce.
Facile cogliere l’assonanza con i temi di certa sinistra, orfana dello Stato, padre, madre, nazione. Poco importa che la delocalizzazione delle produzioni abbia volatilizzato anche la produzione manufatturiera. Il nemico sono le banche, non i padroni che producono, rubando la vita di chi lavora, senza nessuna attenzione al colore della pelle o al suono della lingua.
L’antisemitismo riprende forza grazie alla sottigliezza di una destra, che articola il razzismo in modo più sottile, abile, intrigante.
Il populismo di destra e di sinistra si abbevera alla stessa fonte. La grande cospirazione della finanza è il tratto che accomuna le formazioni che in Europa, ma non solo in Europa, si battono contro la moneta unica, l’apertura delle frontiere, la libera circolazione di uomini e capitali.
Fanno leva sulla paura, sull’incertezza per il futuro, sulla fine delle tutele e delle garanzie. E trovano un nemico. L’immigrato povero che sbarca sulle nostre coste. Il magnate ebreo che usa l’immigrazione per distruggere le tradizioni, per governare il mondo.

M. M. (quest’articolo è uscito sull’ultimo numero di Arivista)
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
81 Domenica 04 Giugno 2017 03:03
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
"Quel giorno io rialzerò la capanna di David, che è caduta; ne riparerò i danni, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò com'era nei giorni antichi, affinché possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome " dice Yahweh che farà questo (Amos 9/11-12) Profezie , visioni, ecc. per l'anno 2017 "Non disprezzate le profezie (rivelazioni). Esaminate ogni cosa e ritenete il bene (1 Te 5/20-21) "Credete ai suoi profeti e trionferete" (2.Cr. 20/20) I) Il Giudizio "redentivo" (prima della Grande Tribolazione) per il mondo, ma anche per la Chiesa dove comincia il giudizio (vedi Ez.9/6; 1.Pt. 4/17; "I guai" per i sacerdoti: I s 56/10-11; Gr. 23/1-2;Ez.22/26;34/1-10, MI 2/1-3,8-9;3/3) 1) Dopo la crisi economica degli ultimi anni comincia in 2017 il grande crollo economico (subito dopo il referendum costituzionale sia avvertiranno già le prime avvisaglie: vedi Aggeo 2/6- 9, 21-23) 2) Yahweh ha ritardato da anni causa della sua grande misericordia il crollo economico e finanziario aspettando un ravvedimento vero , genuino e spontaneo. Ma vedendo come l'umanità va sempre più giù Yahweh disse :"Adesso il mio ritardo è finito!" 3) Verrà una grandissima rottura economica con: -il crollo del sistema economico e monetario globale -panico, caos e legge marziale -mancanza generale di viveri e parzialmente d'acqua 3)Terremoti forti con grandi distruzioni (in Italia, Grecia, Medio-Oriente, Asia, Africa, Stati Uniti, che saranno spezzati letteralmente "in due" lungo il fiume Mississippi), tsunami, alluvioni ed altre catastrofi naturali. Tutto questo è confermato anche dai "Segni nei cieli"negli anni 2017-2018: la luna diventerà 4 volte rossa come sangue (vedi GI 2/30)- gli ultimi 600 anni soltanto 3 volte !-e questo accadrà sempre alla luna piena quando si festeggia PESACH e SUKKOT ! Chi poteva fare questo se non Yahweh?!? C'è un grande significato profetico: verranno grandi cambiamenti per Israele e la Chiesa in 2017-2018 ! Per i veri "Figli di Yahweh" verrà la SHEKINAH , la "Gloria di Yahweh" manifestata (vedi Mal.3/18). Noi preghiamo che questo accadrà di alcune settimane secondo la visione profetica) 1) Le cose spirituali 2) La SHEKINAH=GLORIA=PERMANENTE PRESENZA DI YAHWEH 3) I "SEGNI MESSIANICI" di Mt. 11/5: Le persone di Mt11/5 saranno l'"ultima armata" di Yahweh, che porta con un forte ravvedimento e con la verità tutta intera l'umanità alla totale restaurazione, a Efe. 4/3 e a "un solo uomo nuovo" (Efe.2/14-15) 4) Il trasferimento di beni (vedi Eccl 2/26,ecc...) 5) Da nuovi convertiti/credenti (vedi Eccl 2/26 ecc...) 6)Dal mondo (vedi Es. 3/21-22;11/2-3;12/35-36;3.Cr.20/25 e tramite invenzioni dell'"ultima armata" Di Yahweh, Mt11/25, 1 Col/26-29) Alcuni profeti parlano di 7 anni grassi per il Corpo di Yeshua Ha' Mashiach prima della Tribolazione... 7) Le conseguenze necessarie, perché la Chiesa (ancora un poco paganizzata) non è pronta, cioè non è senza macchie e rughe! 8) Un ravvedimento totale e radicale (GI 2/13-17, Is.1/1-20;58 e 2 Cr.7/13-14) 9) la "Restaurazione di tutte le cose" (At3/21) e la "verità tutta intera" (Gv.16/3) 10) La "Trasformazione verso l'immagine di Yeshua Ha' Mashiach (Ro.8/29;12/1-2: Ef3/18;4/13, 2Co 3/18; Ef.4/13), l'intimità (Mt. 7/23!) e l'amore incondizionato (Gv.13/34-35) come l'aveva Yeshua Ha' Mashiach ! ITALIA PREGA PER ISRAELE "Io santificherò il GRAN NOME, che è stato profanato fra le nazioni in mezzo alle quali voi l'avete profanato, e le nazioni conosceranno, che io sono YAHWEH, dice Adonai Elohim, quando io mi santificherò in voi, sotto i loro occhi" (Ezechiele 36/23) SHALOM Sukka David (Amos 9/11) Movimento Israelitico Messianico (Deut30/1-10) http://www.cesnur.com/movimenti-profetici-e-messianici-di-origine-cristiana/sukka-david/
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
Il glifosato, l'ingrediente principale del Roundup della Monsanto, è il diserbante più utilizzato in tutta Europa. Tracce di questa sostanza sono state trovate nel cibo, nell'acqua e anche nelle urine.
80 Giovedì 01 Giugno 2017 08:56
Il glifosato, l'ingrediente principale del Roundup della Monsanto, è il diserbante più utilizzato in tutta Europa. Tracce di questa sostanza sono state trovate nel cibo, nell'acqua e anche nelle urine.
Il glifosato, l'ingrediente principale del Roundup della Monsanto, è il diserbante più utilizzato in tutta Europa. Tracce di questa sostanza sono state trovate nel cibo, nell'acqua e anche nelle urine. In Europa abbiamo la possibilità - ORA - di agire per proteggere le persone e l'ambiente. Firma subito la petizione europea!
https://secured.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-glifosato/?utm_source=EN&utm_medium=mail&utm_campaign=010620017_recall_DEV
Vietare il glifosato e proteggere le persone e l'ambiente dai pesticidi tossici
79 Giovedì 01 Giugno 2017 08:54
Vietare il glifosato e proteggere le persone e l'ambiente dai pesticidi tossici
Vietare il glifosato e proteggere le persone e l'ambiente dai pesticidi tossici

Si invita la Commissione europea a proporre agli Stati membri l'introduzione di un divieto di utilizzare glifosato, a riformare la procedura di approvazione dei pesticidi e a fissare obiettivi di riduzione obbligatori al livello dell'UE per quanto riguarda l'uso dei pesticidi.
Obiettivi principali

Vietare gli erbicidi a base di glifosato, una sostanza messa in relazione con il cancro negli esseri umani e con il degrado degli ecosistemi;
Garantire che la valutazione scientifica dei pesticidi per l'approvazione regolamentare dell'UE si basi unicamente su studi pubblicati, che siano commissionati dalle autorità pubbliche competenti anziché l'industria dei pesticidi;
fissare obiettivi di riduzione obbligatori per l'uso dei pesticidi al livello dell'UE, in vista di un futuro senza pesticidi.

Perché è importante?

Le evidenze scientifiche che mettono in forte dubbio la sicurezza del glifosato sono sempre di più. Quando un agricoltore irrora le coltivazioni con il glifosato, questa sostanza chimica viene assorbita dal terreno, percola nell'acqua e i residui rimangono nelle colture: stiamo parlando del cibo che mangiamo, dell'acqua che beviamo e - in definitiva - dei nostri corpi.

Monsanto, Syngenta e le altre aziende produttrici di pesticidi stanno facendo fortissime pressioni per proteggere la loro ricca fonte di guadagno. Facciamo in modo che i nostri politici lavorino principalmente per proteggere la nostra salute e l'ambiente, e non i profitti delle grandi aziende agro-chimiche.

Il glifosato è solo la punta dell'iceberg - dobbiamo lavorare per un mondo in cui i pesticidi chimici vengano progressivamente dismessi. I decisori politici europei devono garantire che le scelte sui pesticidi siano basate su dati scientifici pubblici, e mettere in atto politiche per ridurre progressivamente l'uso dei pesticidi oltre che promuovere un'agricoltura ecologica (esistono già soluzioni eco-friendly!) per proteggere gli agricoltori, i consumatori e l'ambiente.

Ora abbiamo l'opportunità unica di avviare questo cambiamento. L'Unione europea deciderà nel 2017 se consentire l'uso del glifosato per altri 15 anni. Facciamo in modo che i nostri politici ascoltino il messaggio forte e chiaro: non vogliamo più questo erbicida! Non lo vogliamo nei nostri parchi o vicino alle nostre case, e non lo vogliamo nei campi e nel nostro cibo!

Ferma il glifosato. Firma ora!
https://secured.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-glifosato/?utm_source=EN&utm_medium=mail&utm_campaign=010620017_recall_DEV
Donne incinte esposte al glifosato
78 Giovedì 01 Giugno 2017 08:52
Donne incinte esposte al glifosato
Alcuni giorni fa una notizia ha fatto il giro del mondo, e riguarda il nostro Paese: un’analisi condotta in Italia ha trovato tracce di glifosato nelle urine di 14 donne incinte.

Poche, tante? Per il momento sappiamo che sono il 100% di quelle che si sono sottoposte volontariamente alle analisi, e questo non è un dato rassicurante.

Queste donne sono tutte italiane e abitano in una grande città, lontano da campi dove viene utilizzato il glifosato. E’ molto probabile, quindi, che la strada che porta il glifosato all’interno del nostro organismo passi per il cibo, come ad esempio pane, pasta, farina, mais e soia.

Il glifosato è stato classificato come "probabilmente cancerogeno" dall'Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro (IARC). Ed è il diserbante più utilizzato in Europa.

AIUTACI A CHIEDERE CHE VENGA BANDITO PER SEMPRE

Greenpeace Italia
STOP GLIFOSATO NEI NOSTRI CAMPI E NEL NOSTRO CIBO
Firma la petizione Europea
FIRMA ORA
https://secured.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-glifosato/?utm_source=EN&utm_medium=mail&utm_campaign=010620017_recall_DEV
Attraverso la petizione Europea (ICE) per vietare il glifosato possiamo influenzare la Commissione Europea che, entro il 2017, deciderà se bandire definitivamente questo pesticida.

C'è un quorum da raggiungere previsto dalle leggi europee: dobbiamo arrivare a 1 milione di firme entro giugno, e in Italia dobbiamo raggiungere 54.740 firme. Siamo già oltre 40.000 e possiamo farcela!

UNISCITI A NOI FIRMANDO LA PETIZIONE EUROPEA

Grazie per il tuo impegno
https://secured.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-glifosato/?utm_source=EN&utm_medium=mail&utm_campaign=010620017_recall_DEV
STAMPA E REGIME
77 Lunedì 08 Maggio 2017 09:57
STAMPA E REGIME
STAMPA E REGIME. Tra l’altro proprio la rassegna stampa curata da Massimo Bordin di Radio Radicale , questa mattina ha rivelato che Emma Bonino insieme a Benedetto Della Vedova hanno festeggiato con una torta con sopra scritto il nome di MACRON, la Torta Macron per l’appunto. Comunque sia, è impressionante il 93% di voti che Macron ha registrato solo a Parigi, ha riscosso un vero Plebiscito !
"Macron è pericoloso", lo dice uno psichiatra .
76 Lunedì 08 Maggio 2017 09:31
https://www.youtube.com/watch?v=_4qxmfse5EI
"Macron è pericoloso", lo dice uno psichiatra . Il Prof. Adriano Segatori è psichiatra-psicoterapeuta, membro della sezione scientifica “Psicologia Giuridica e Psichiatria Forense” dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi EMMANUEL MACRON che parla di “SDENTATI” per definire i poveri...MACRON che insulta i minatori dicendo che sono solo tabagisti e alcolisti...MACRON che definisce le donne “stupide e ignoranti”.....e non è tutto...MACRON, l’ UOMO NUOVO è uno...PSICOPATICO!!
https://www.youtube.com/watch?v=_4qxmfse5EI
"Macron è pericoloso", lo dice uno psichiatra
75 Lunedì 08 Maggio 2017 09:18
"Macron è pericoloso", lo dice uno psichiatra
"Macron è pericoloso", lo dice uno psichiatra

https://www.youtube.com/watch?v=_4qxmfse5EI
Vive la Franc-Maçonnerie Universelle, Vive Emmanuel Macron, Vive la République, Vive la France !
74 Lunedì 08 Maggio 2017 01:49
Vive la Franc-Maçonnerie Universelle, Vive Emmanuel Macron, Vive la République, Vive la France !
Un nouveau Président pour notre République : Emmanuel Macron !

May 7, 2017

Les francs-maçons travaillent sous la protection de la République. Nos obédiences, et en particulier la première d’entre elles, le Grand Orient de France, sont devenues des institutions républicaines. Il est donc important et normal que nous nous déterminions par rapport au nouveau Président élu par le peuple français.



Même si toutes les franc-maçonnes et tous les francs-maçons ne partagent pas la totalité des propositions du programme du candidat qu’il a été, une fois élu, Emmanuel Macron, devient l’autorité qui a en charge d’illustrer et de défendre les valeurs républicaines qui sont aussi les nôtres.



Naturellement, nous lui prêterons allégeance et nous aurons le devoir de le soutenir et de le défendre. Toute autre démarche serait antinomique avec notre histoire et notre spécificité et c’est du devoir des obédiences de faire respecter ce principe.



Bien sûr, s’il advenait que ce nouveau Président déroge à ses devoirs, nous serions en droit de l’alerter et de lui rappeler son rôle et sa fonction.

Dans une France déboussolée, Emmanuel Macron débute sa Présidence en suscitant de grands espoirs mais aussi de nombreuses incertitudes.



Le plus grand espoir c’est avant tout de résoudre ce problème du chômage de masse qui alimente les discours démagogiques et les peurs malsaines ; de la résolution de ce problème dépend la cohésion de la société française.



La plus grande incertitude concerne la capacité du nouveau Président à asseoir son autorité et à acquérir l’affection indispensable pour faciliter son acceptation et l’exercice de son autorité.



On ne peut nier que l’accession à la Présidence de la République d’Emmanuel Macron relève d’une exceptionnelle convergence entre une personnalité hors du commun et des circonstances favorables inimaginables quelques mois plus tôt.



Ce destin exceptionnel sera-t-il de nature à durer ?



L’avenir le dira mais, pour notre pays, comment ne pourrait-on pas le souhaiter !



Cette belle jeunesse et cette intelligence supérieure sont à l’honneur de notre histoire et constituent en elles-mêmes une exceptionnelle motivation pour tous les jeunes français afin qu’ils trouvent dans le travail l’innovation nécessaire à notre adaptation aux contraintes du monde contemporain.



Vive la Franc-Maçonnerie Universelle, Vive Emmanuel Macron, Vive la République, Vive la France !


https://www.idealmaconnique.com/single-post/2017/05/07/Un-nouveau-Pr%C3%A9sident-pour-notre-R%C3%A9publique-Emmanuel-Macron-
LA TURCHIA CENSURA WIKIPEDIA ! https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia%3ABar%2FDiscussioni%2FLa_Turchia_oscura_Wikipedia&type=revision&diff=87398826&oldid=87396114
73 Martedì 02 Maggio 2017 06:03
LA TURCHIA CENSURA WIKIPEDIA ! https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia%3ABar%2FDiscussioni%2FLa_Turchia_oscura_Wikipedia&type=revision&diff=87398826&oldid=87396114
LA TURCHIA CENSURA WIKIPEDIA ! https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia%3ABar%2FDiscussioni%2FLa_Turchia_oscura_Wikipedia&type=revision&diff=87398826&oldid=87396114
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
72 Lunedì 01 Maggio 2017 18:33
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE http://www.launiversidaddelaire.es/
LA UNIVERSIDAD DE L’AIRE
http://www.launiversidaddelaire.es/
Non sono d’accordo sugli OGM. Non è sufficiente l’etichetta OGM per sentenziarne la pericolosità. Perché tutta l’Umanità è OGM rispetto il padre e la madre che l’ha generata.
71 Lunedì 01 Maggio 2017 18:29
Vito
Sono d’accordo con quasi tutto e provo conforto di sapere che qualcuno condivide il mio sentire.
Non sono d’accordo sugli OGM. Non è sufficiente l’etichetta OGM per sentenziarne la pericolosità. Perché tutta l’Umanità è OGM rispetto il padre e la madre che l’ha generata.

Inoltre, anch’io sono d’accordo sul complotto globale ma credo che si sbriciolerà in maniera autonoma perché cerca di creare un “sistema” in opposizione alla Creazione. Una barzelletta!!!!!!
Forse aveva ragione Churchill quando affermava che “per puro caso l’uomo inciamperà nella verità ma il più delle volte s’alzerà e continuerà per la sua strada”.
70 Lunedì 01 Maggio 2017 18:28
Forse aveva ragione Churchill quando affermava che “per puro caso l’uomo inciamperà nella verità ma il più delle volte s’alzerà e continuerà per la sua strada”.
Forse aveva ragione Churchill quando affermava che “per puro caso l’uomo inciamperà nella verità ma il più delle volte s’alzerà e continuerà per la sua strada”. Pochi si stupiscono di quello che sta succedendo oggi:

• Le nostre libertà cadono giorno dopo giorno in nome della sicurezza; moltissima gente sta perdendo la propria casa ed i mezzi di sostentamento.
• In paesi come la Grecia il 50% delle famiglie non riesce a sfamare i figli, alcuni genitori danno via i propri figli perché non hanno di che nutrirli. L’Italia è la penultima potenza industriale prima della Grecia…
• L’“Austerità” è diventata l’imposizione del capitalismo estremo ai poveri e il dono del socialismo ai ricchi.
• Abbiamo partiti politici che fanno finta di essere in competizione, quando ormai anche le pietre sanno che dietro le quinte sono tutti manovrati dallo stesso potere, il che appare evidente prendendo atto che non esiste discontinuità; l’ordine del giorno è sempre lo stesso e non conta chi sia ufficialmente al governo.
• Prendiamo in prestito dai banchieri denaro che non esiste e che dobbiamo restituire con gli interessi. Lo scopo di uno Stato dovrebbe essere quello di emettere moneta non quello di toglierla al popolo per darla ai banchieri.
• Abbiamo alimenti geneticamente modificati che di conseguenza stanno modificando geneticamente i nostri organismi, ma le persone non sembrano molto interessate a implicazioni e conseguenze.
• Abbiamo medici convinti di operare la guarigione dei malati con vaccini coltivati in tessuti di feti umani abortiti (GlaxoSmithKline, Sanofi, Merck) e con livelli di mercurio 25.000 superiori al limite EPA per l’acqua (ricerche Natural News Forensic Food Lab)
• Numeri incredibili di piccoli agricoltori si stanno suicidando a seguito della distruzione finanziaria delle loro imprese cadute in mano a multinazionali come la Monsanto. Uno dei motivi principali è dato dalle sementi ‘terminator’, utilizzabili per una unica coltivazione, le quali costringono gli agricoltori a svenarsi per comprare ad ogni semina nuove sementi. Tutto questo presto arriverà presto anche da noi, con la sentenza C 36/11 della Corte Europea è ormai permessa la coltivazione Ogm anche da noi.
• Giorno e notte volano a bassa quota nel nostro paese ed in tutti i paesi NATO aerei senza livrea di identificazione che disseminano sali di bario e alluminio (chemtrails) rendendo il cielo lattiginoso, facendo impazzire il clima e rovinando raccolti e coltivazioni non Ogm (guarda caso gli Ogm resistono benissimo). “La guerra ambientale non è più solo una ipotesi: è già in atto” a dirlo è stato il Generale d’Armata dell’Esercito Italiano F. Mini che ha tenuto diverse conferenze sulle armi geoclimatiche.
• Stanno sostituendo il lavoro della gente con la tecnologia e quindi moltissima gente andrà a crepare di fame.
• In USA hanno costruito più di 800 campi di concentramento FEMA dei quali in Europa non si parla affatto (https://www.youtube.com/watch?v=EUHiIYVdW3s)
• I nostri governanti hanno firmato un tratto (Velsen) con cui istituiscono una gendarmeria europea con poteri illimitati sulla quale nessun tribunale ha giurisdizione (art. 29 Trat. Velsen), creata apposta contro eventuali manifestazioni popolari e rivolte.
• Viviamo in un paese dove tutto è privato e lo chiamiamo “Repubblica”, dove la politica è l’arte del dire tutto e il contrario di tutto senza provare un minimo sentimento di vergogna, dove i politici vengono pagati profumatamente per il loro servizio di contraffazione della verità.
• Abbiamo stampa e media che sono strumenti di manipolazione planetaria dell’opinione pubblica e che stanno diffondendo i semi per una Terza Guerra Mondiale.
• Abbiamo un sistema scolastico che si presta a raccontare ai ragazzi ciò che viene dettato da un sistema folle e ignorante, non importa quanto imperfette e mendaci siano le nozioni che insegnano. Gli studenti si conformano alle aspettative dei docenti, ed i docenti che si conformano ad insegnare nozioni propagandistiche create per distogliere dalla comprensione di ciò che sta accadendo.
• Crediamo che molte cose esistano per venire in nostro aiuto, come i “Social Network”. In realtà la rete viene usata dalle elite come arma organizzativa d’elezione, allo stesso modo in cui il piccolo ma disciplinato partito rivoluzionario era l’arma d’elezione dei comunisti.

Siamo diventati quasi indifferenti a cose che 30 / 40 anni fa ci avrebbero fatto inorridire: sono state poco a poco banalizzate e quasi non ci disturbano più. Se non ci stupiamo più vuol che ci stiamo adattando e “conformando” ad una società profondamente anormale, che siamo pronti ad accettare condizioni di vita ancora più decadenti.
“Il popolo padano non vuole un segretario itagliano: Salvini föra da i ball”
69 Lunedì 01 Maggio 2017 16:26
“Il popolo padano non vuole un segretario itagliano: Salvini föra da i ball”
“Il popolo padano non vuole un segretario itagliano: Salvini föra da i ball”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/01/lega-striscione-sul-prato-di-pontida-il-popolo-padano-non-vuole-un-segretario-itagliano-salvini-fora-da-i-ball/3554990/
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
68 Lunedì 01 Maggio 2017 13:00
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
VITUZZUPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu
L’amore: eterno argomento, come è eterna la specie umana ch’egli conserva e perpetua!
67 Sabato 29 Aprile 2017 14:11
UNO
L’amore: eterno argomento, come è eterna la specie umana ch’egli conserva e perpetua!
Ne scrisse un bello e sensatissimo articolo Savino Varazzani nell’ “L’Avanti!”, prendendo le mosse da una « trovata » ciarlatanesca dell’avv. Manfredi che difendeva Cifariello davanti ai giurati di Campobasso.
Il disinvolto avvocato dello scultore uxoricida diceva, in conclusione, che la morte della Maria De Browne non è da imputare al marito, ma all’« amore »; l’amore, la terribile e fatale passione, che dà vita e dà anche la morte, la forza divina che uccide e che crea.
Veramente, bisognerebbe domandare alla moglie di Cifariello s’essa è contenta d’essere stata ammazzata per amore, o se non avesse preferito di esser lasciata vivere…. magari per forza.
Ma l’interrogata non risponderebbe, sempre per causa di quel benedetto « amore » che le ha chiusa la bocca per sempre….
***

Giustamente osservava il compagno Varazzani che a questa oscena e degenerata esaltazione dell’« amore » fatta per artifizio forense dagli avvocati difensori degli assassini di donne, ma accettata ed ascoltata da tant’altra gente…. e dai giurati bestie che assolvono, bisogna opporsi in nome di un’alta e severa morale sociale.
La glorificazione dell’«amore », come passione individuale, sfrenata, che ha diritto di vita e di morte, che non conosce limiti o leggi, è, sotto le apparenze di una teoria libera e ribelle e moderna, il ritorno a costumanze pericolosamente barbariche; è «una affermazione individualista », contro la nostra concezione socialista di una morale in cui gli interessi, i diritti, le passioni dei singoli devono commisurarsi e coordinarsi e armonizzarsi con gli interessi e il diritto più alto della società.
È questo uno dei punti più delicati e complicati nella formazione di una nuova morale, laica e religiosa non solo, ma « socialista ».
I partiti giovani si van liberando dalla ipocrisia e antiumana predicazione cattolica che dipinge l’amore come delitto, il piacere come colpa, la donna come incarnazione del diavolo tentatore, che raccomanda l’astinenza, la rinuncia, la verginità come stato di perfezione.

Si vanno liberando da questa assurda catena, ma rischiano di cadere in un altro errore: quello di credere e di intendere l’amore non come una alta e forte passione individuale che deve anche essere subordinata a una legge sociale, ma come un difetto lasciato al capriccio e alla iniziativa di ciascuno. Non è cosi. Noi non vogliamo « militarizzare » l’amore, né sminuirne la sua sublime poesia e la sua grande funzione nella vita: ma anzi vogliamo nobilitare questa poesia e questa funzione, sottraendola all’impulso individuale e dandole una «coscienza» sociale.
Insomma — per parlar chiaro e spiegarci con un esempio — di due giovinetti di sesso diverso che a 16 o 18 anni si amano spensieratamente e procreano un figlio, noi non diciamo più, come i preti, che « fanno peccato », perché si sono abbandonati alla forza sincera e prepotente d’amore, ma diciamo però che hanno commesso un « errore » e fors’anco un «delitto» verso la « società » e verso la « specie », generando una prole senz’essere in grado di mantenerla, dando vita ad un essere che per la immaturità dei genitori crescerà rachitico, debole ed infelice.
Ci liberiamo da una religione e da una morale ipocrita, falsa e superstiziosa : ma dobbiamo darci noi stessi, ricavandola dalla realtà e dalla vita, una nuova legge, una nuova morale, una nuova religione.
L’amore è una grandissima cosa : ma non è poi solo e non è tutto, come sembra per molti. Esso è «un mezzo» per conservare la specie, mentre certuni (specialmente fra i poeti, i letterati, ecc.) ne fanno «un fine » unico ed esclusivo della vita. No. L’amore (come ben notava il Varazzani) dev’essere collocato al suo posto, spogliandolo dell’aureola artificiosa di sublimità che una letteratura falsa gli ha creato d’intorno.
Esso è una grande cosa, è un’immensa energia, ma, col crescere della coscienza collettiva, anch’esso deve inchinarsi a una legge che, sottraendolo al capriccio degli individui, lo indirizzi ai fini ed al bene della società e della specie.
Due grandissimi e così profondamente diversi scrittori, l’uno credente e cattolico, l’altro laico e pagano, il Manzoni e il Carducci, si accordano in questo — non dispregio tutt’altro! — che è una considerazione severa e positiva dell’amore.
Il Manzoni, a chi gli rimproverava di non essersi indugiato nel suo romanzo a porre nella debita luce l’amore dei suoi protagonisti, ma di averlo anzi quasi lasciato sottinteso nella penombra, rispondeva con arguzia che nel mondo e nella società nostra dell’amore ce n’è e dell’amore si parla quattro volte di più di quello che fosse strettamente necessario alla conservazione della specie.
Il Carducci, che all’amore dedicò poche, ma insigni e nobilissime pagine, cantandolo non come un piacere egoista o come un trastullo volgare, ma come un’alta ed austera energia della natura, insegna poi, con tutta l’opera sua, a mirare e ad apprezzare altre passioni meno individuali e più « sociali », quali l’amor di patria, l’amor della verità, della giustizia, dei più elevati ideali umani, la sana ambizione della gloria nel bene che procaccia agli uomini….
Noi non vogliamo né dobbiamo predicare il disprezzo dell’amore, né farne un articolo dello Statuto del Partito, ma avvezzar i giovani a considerarlo nelle sue forme superiori e nelle sue conseguenze generali, al lume non solo del « piacere » proprio, ma del « dovere » verso i figli, verso la società, verso la specie.
Allora vi saranno meno passioni pazzesche, meno delusioni, meno pentimento, meno dolori, meno delitti.

UNO

Da “L’Avvenire del Lavoratore”, N. 14, 8 aprile 1909, V (a, 357).
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
66 Sabato 29 Aprile 2017 01:55
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)

https://www.youtube.com/watch?v=7FX-lgSQlGw
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
65 Sabato 29 Aprile 2017 01:54
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)

https://www.youtube.com/watch?v=7FX-lgSQlGw
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
64 Sabato 29 Aprile 2017 01:51
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)
«Il potere logora chi non ce l’ha». (Giulio Andreotti docet)

https://www.youtube.com/watch?v=7FX-lgSQlGw
https://www.youtube.com/watch?v=sxrn5n73Da8
63 Sabato 29 Aprile 2017 01:44
Sonia Patacchi
https://www.youtube.com/watch?v=sxrn5n73Da8
Come tutti voi sapete, uno dei nostri militanti, Luigi Cosentino, ha in corso una denuncia per querela firmata dal Segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini.
62 Sabato 29 Aprile 2017 01:40
Sonia Patacchi
Come tutti voi sapete, uno dei nostri militanti, Luigi Cosentino, ha in corso una denuncia per querela firmata dal Segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini.

“Gigi” è citato in giudizio a causa della pubblicazione di tre fotografie, scattate la notte tra l’11 e il 12 marzo 2015, a Pontida dove è stato esposto lo striscione:
PONTIDA COME TEL AVIV
LEGHISTA SIONISTA.

Salvini porge la sua mano, venendoci incontro con il discorso di ieri a Verona:
https://www.youtube.com/watch?v=sxrn5n73Da8

BREVE PRECISAZIONE
Per contrastare il “fondamentalismo islamico made in U.S.A.” non serve schierarsi con Israele.
Per rispondere a Nomaphi123 che ha scritto : Radio Courtoisie. Avevo inserito questa radio francese di destra ed ora l'hanno proposta per la cancellazione perchè dicono manchino dati di base.."
61 Sabato 29 Aprile 2017 01:08
Vito
Per rispondere a Nomaphi123 che ha scritto :
"Se andate sul mio utente "Nomaphi123", trovate le assurde censure di Wikipedia. Radio Courtoisie. Avevo inserito questa radio francese di destra ed ora l'hanno proposta per la cancellazione perchè dicono manchino dati di base.."
Raciste déclaré, le président de Radio Courtoisie, Henry de Lesquen, est prié de démissionner

Candidat à la présidentielle de 2017, M. de Lesquen défend le négationnisme et lutte contre « la musique nègre ». « Ça devient plus extrême que le FN », s’inquiète un responsable d’émission.

En savoir plus sur http://www.lemonde.fr/politique/article/2016/07/02/raciste-declare-le-president-de-radio-courtoisie-henry-de-lesquen-est-prie-de-demissionner_4962459_823448.html#bvOqMyufuUtTbXWz.99

Le patron de Radio Courtoisie jugé pour injure raciale et contestation de crime contre l'humanité http://www.lefigaro.fr/actualite-france/2016/12/07/01016-20161207ARTFIG00016-le-patron-de-radio-courtoisie-juge-pour-injure-raciale-et-contestation-de-crime-contre-l-humanite.php
Leggo su Le Monde del 25 aprile, a pagina 15, che la Russia ha sostenuto Le Pen e Fillon “contro la mondializzazione americana”, rappresentata da Emmanuel Macron.
60 Sabato 29 Aprile 2017 01:00
Vito
Leggo su Le Monde del 25 aprile, a pagina 15, che la Russia ha sostenuto Le Pen e Fillon “contro la mondializzazione americana”, rappresentata da Emmanuel Macron. Putin che sostiene la destra moderata-clericale di Fillon e quella estrema neo-fascio della Le Pen! Anche Mèlenchon, sinistra, veniva giudicato in modo favorevole. Ma c’è di più, il quotidiano riferisce anche di un prestito alla Le Pen del 2014 di 9 milioni euro da una banca russa. Le Monde è un giornale cosiddetto serio, se l’hanno scritto sarà vero. 9 milioni di euro ! un prestito (come farà a restituirlo?) o piuttosto un “aiutino”? in cambio di che cosa?
ha fatto la scoperta dell’acqua calda?
59 Venerdì 14 Aprile 2017 15:44
Luciano
ha fatto la scoperta dell’acqua calda? Cito testualmente: in realtà questo sito dietro le quinte rappresenta un governo segreto volto al dominio del mondo. Questo sito è solo di facciata ed ha lo scopo di fare proseliti.
A questo punto è meglio andare direttamente su Wikipedia per avere delle news fresche ed aggiornate in tempo reale :)
58 Venerdì 14 Aprile 2017 07:28
Carmelo
Purtroppo molti non hanno capito che il FQ ha pubblicato un controscoop: https://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Bar/Discussioni/Ennesimo_scoop_giornalistico_su_Wikipedia

A questo punto è meglio andare direttamente su Wikipedia per avere delle news fresche ed aggiornate in tempo reale :)

Infatti, non per niente, un certo amministratore di Wikipedia di nome Vituzzu ha cancellato l'articolo del FQ E non sarà forse un caso che si tratti di un amministratore di fede renziana ? :)

https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Governi_italiani_per_durata&action=history
carmelo.anastasi@aol.com
57 Venerdì 14 Aprile 2017 07:24
Carmelo
Ma che scoperta ! Vituzzu è un amministratore di wikipedia di fede renziana, è un piddino !
https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Vituzzu
56 Venerdì 14 Aprile 2017 06:38
Vilma
L’amministratore di Wikipedia Vituzzu https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Vituzzu è stato denunciato anche per aver ripetutamente cancellato la pagina del Movimento Libertario.
WIKIPEDIA ITALIA CENSURA LIBRO "LA VERITA' SUL PIANO KALERGI. EUROPA, INGANNO, IMMIGRAZIONE"
55 Sabato 25 Febbraio 2017 13:43
angelo
Pagina wikipedia in ITALIANO su 'Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi',
https://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Nikolaus_di_Coudenhove-Kalergi
Sezione:bibliografia
Più volte è stato correttamente aggiunto nell'elenco bibliografico il libro di Matteo Simonetti, 'La verità sul piano Kalergi'. Puntualmente è stato rimosso dalla lista.
Pagate le tasse !!!
54 Sabato 15 Settembre 2012 12:10
Gino
Rexal, Him, JohnPollock, Feliks : siete una manica di coglioni perditempo del cazzo. Parassiti e mitomani. Andate a cagare, buffoni !
Pagate le tasse !!!
53 Venerdì 13 Aprile 2012 21:49
Gino
Pagate le tasse, evasori del cazzo !!!! Siete la rovina dell'Italia assieme ai politici che criticate tanto !!! Pagatele queste tasse, come fanno tutti i cittadini onesti. I libertari italiani sono solo furboni CHE TROVANO SCUSE RIDICOLE E FANNO ACROBAZIE ARGOMENTATIVE PUR DI NON COMPORTARSI IN MODO CORRETTO OVVERO : PAGARE LE TASSE !!!! Capito idiota di un Steppenwolf di 'sto cazzo di PIR, anche se vivi all'esetero tra i vaccari d'oltreoceano ? Furbastri e parassiti, questo siete, libertari italiani del cazzo...
pax tibi marco evangelistcus meum
52 Martedì 27 Dicembre 2011 20:51
alpino
fisco= 1848. a palermo rosicchiano a roma mangiano avenezia divorano. cosa è cambiato, nel regno delle 2 sicilie c'erano i borboni, a roma lo stato pontificio, nel lombardoveneto gli austriaci. adesso ci sono gli italici. una espressione geografica guten nacht.
per Aura Ambar
51 Giovedì 30 Dicembre 2010 10:57
LucaF.
Ciao, si conosciamo Anarchopedia ma purtroppo è una enciclopedia dichiaratamente anarco-comunista e refrattaria chomskyanamente all'anarco-capitalismo e al libertarianismo anglo-sassone in quanto da loro ritenuto capitalista e favorevole alle multinazionali e ai "ricchi".
Se controlli sulla versione italiana ti renderai conto che anarchopedia propone solo stereotipi apodittici e distopici sull'anarcocapitalismo e sulla sua visione.
Hai ragione Wikipedia Italia è del tutto fuori da ogni canone di rispettabilità (in quella english siamo invece riusciti a pubblicare la voce).
http://en.wikipedia.org/wiki/Movimento_Libertario
Però non credo che neppure Anarchopedia sia più plurale e tollerante in termini di libertà di pensieri anarchici.
Ciao da LucaF.
Scrivete la voce su Anarchopedia
50 Lunedì 29 Novembre 2010 02:41
Aura Ambar
MA scusate: lo sapevate che esisteva una Wikipedia fatta apposta per gli Anarchici? E, tradotta in varie lingue? E allora, perchè non avete proposto la vostra voce li? Quella fatta in italiano, che vi hanno censurato.

Perche non lo fate? Ora?

Si chiama Anarchopedia.org , .it quella italiana.

Fatelo, e fate crescere quel progetto, invece di sperare che Wikipedia cambi..

Non cambierà mai, finchè abbiamo lo Stato che abbiamo.

Aura Ambar.
wikipedia: democrazia non è libertà
49 Giovedì 09 Settembre 2010 10:04
Lorenzo
Il problema è che Wikipedia, come sostengono orgogliosamente i suoi sostenitori, è DEMOCRATICA, quindi se la "maggioranza" decide che non puoi pubblicare ti devi rassegnare.
Tutto questo è in contraddizione con il motto ufficiale ossia: "Wikipedia, l'enciclopedia LIBERA".
Bisogna mettersi in testa che libertà e democrazia sono concetti in contrasto fra loro, smettiamola di usarli come sinonimi!!!

Ringrazio Leonardo per aver chiarito recentemente in questo sito la differenza tra questi due concetti. Imparatela, è fondamentale!
Confemo la censura Wikipedia
48 Domenica 05 Settembre 2010 19:48
Nomaphi123
Se andate sul mio utente "Nomaphi123", trovate le assurde censure di Wikipedia.

Islam
Avevo inserito sotto la voce Islam "vari Imam e alcune anzioni islamiche sostengono il terrorismo islamico" e me l'hanno cancellato

Radio Courtois
Avevo inserito questa radio francese di destra ed ora l'hanno proposta per la cancellazione perchè dicono manchino dati di base..

Sono rimasto malissimo da qs. comportamento da URSS anni 70, non me l'aspettavo proprio.
x facco
47 Domenica 13 Giugno 2010 21:50
PaLeo
sto dicendo quelloche dovrebbe dire chiunque conosca un minimo Rothbard e cerchi di portarne avanti le idee. Questo pare più più il sito dei sostenitori di Travaglio che non un sito libertarian.
molti come me.
46 Sabato 12 Giugno 2010 15:11
giovanin
credo che molti come me vi ascoltino e meditano per voi, andate dritti !
Per Dario
45 Venerdì 09 Aprile 2010 02:43
LucaF.
Lo scemo è solo lei che si rivela un illiberale miope e alquanto stolto dato che pretende di detenere una visione di verità superiore alla prova empirica e alla dimostrazione d-enunciata di un caso di censura.
Prima di affermare una cosa bisogna dimostrarla e certamente subire una censura e portare le prove è sul piano logico degli eventi e dei fatti un grosso passo avanti rispetto alle sue esternazioni puerili.
Ma evidentemente lei è uno di quelli che corre dietro alle idee per partito preso in termini irrazionali.
In questo caso vada a ballar un valzerino con il principino!.
All'autore. Così ti impari
44 Lunedì 22 Febbraio 2010 13:15
Dario
a ragionare nella solita maniera del cazzo del "finché sono gli altri dirlo, loro sono complottisti e millantatori". Torna a vivere in tivù, scemo.
FP
43 Sabato 20 Febbraio 2010 19:02
JackSparrow
Ma stai ancora a dir cazzate sul clima???
per Paleo
42 Sabato 20 Febbraio 2010 19:00
Leo Ad. ML
Ma che stai dicendo?
Emanuele Filberto di Savoia vs. Murray N. Rothbard e i «Libertarians»
41 Domenica 14 Febbraio 2010 12:24
FP
Ve lo copio interamente altrimenti si pensa solo al clima...
Ecco il suo pensiero:
Murray N. Rothbard, uno degli autori di quella corrente di liberalismo estremo, oltre i limiti dell’anarchismo, che in Nordamerica si definiscono «Libertarians», ha, tra l’altro, sentenziato: «Il cristianesimo e l’ebraismo […] insegnano che Dio ha creato l’uomo a propria immagine e somiglianza, e gli ha dato il dominio su tutta la Terra, che è stata creata per l’uso dell’uomo e non come entità con un autonomo valore morale. L’ordine naturale esiste per l’uomo e non viceversa; nessuna diversa concezione è compatibile con un libero mercato fondato sulla proprietà privata e perciò col libertarismo». Sinceramente credo che, nella storia umana, non sia stato inventato un metodo di allocazione delle risorse, in genere, più efficiente nella produzione di ricchezza del mercato fondato sulla proprietà privata, ma penso altresì che una sana laicità della politica sia opportuna per evitare a qualcuno di mettere in bocca al Padreterno troppe panzane. Non sono uno studioso della Bibbia, ma ritengo che inferire dall’uomo immagine e somiglianza di Dio la negazione d’un valore morale autonomo all’ambiente naturale sia il porre in contrasto ebraismo e cristianesimo col comune buon senso. Se un disastro ecologico, provocato dalle scelte individuali e collettive di questi uomini proprietari, spazzasse via il genere umano dalla faccia della Terra, la stessa continuerebbe imperterrita a ruotare su sé ed intorno al Sole, ogni 2160 anni circa (mese platonico) il Sole si troverebbe nella costellazione precedente al momento dell’Equinozio di primavera, e le forme di vita che fossero sopravissute su questa terra continuerebbero la loro esistenza ed evoluzione. Se un Dio ha creato l’uomo lo ha fatto attraverso la natura ed è la natura stessa a fornire il suo ambiente di vita, ma se l’uomo sparisse l’universo tirerebbe avanti per la sua strada. Queste considerazioni vengono spontanee nel leggere il “Libro bianco” sull’adattamento ai cambiamenti climatici che la Commissione europea ha pubblicato alla vigilia di numerosi confronti internazionali sul clima, non ultimo il vertice di Copenaghen a dicembre.

Si può già morire, come ci hanno segnalato le cronache della scorsa estate, per gli effetti di un clima sempre più mutevole, con un termometro che nel Sud dell’Europa oscillerà sempre più, nel prossimo futuro, con maggiore frequenza, tra picchi di calore. Ciò mette già a repentaglio la qualità e la disponibilità di una risorsa, come l’acqua, indispensabile alla vita dell’uomo, degli animali e delle piante. A soffrirne di più sono, al solito, persone anziane, portatori di handicap, famiglie a basso reddito. Come indica la Commissione, urge una vera e propria strategia comune, che metta fine alla frammentarietà degli interventi. Un’azione urgente in quanto “ci vorrà del tempo prima che il pianeta si rimetta delle conseguenze del gas ad effetto serra già presenti nell’atmosfera”. Le aree europee che subiscono una forte pressione sulle riserve d’acqua passeranno dal 19% attuale al 35% nel 2070. L’agricoltura inizia già a risentirne, in termini di cattivi raccolti, deterioramento dei suoli, delocalizzazione di certe produzioni agricole, con un impatto sull’allevamento e sui redditi degli agricoltori. Si temono conseguenze sulle forniture alimentari, anche nel settore della pesca e acquacoltura. Per quanto riguarda il bilancio energetico, precipitazioni e scioglimento dei ghiacciai dovrebbe portare ad un incremento del 5% della produzione idroelettrica nel Nord Europa, ma una riduzione di almeno il 25% nel Sud dell’ Unione Europea. In queste condizioni è semplicemente folle, come ha fatto anche qualche ministro nostrano, contrastare la Commissione quando suggerisce d’istituire un centro di scambio d’informazioni sugli effetti dei cambiamenti climatici; d’integrare l’obiettivo clima in tutte le politiche europee, e rafforzare le capacità d’adeguamento dei sistemi sanitari e sociali con meccanismi di sorveglianza sulla salute e le malattie trasmissibili. Quanto al valore morale dell’equilibrio ambientale per l’etica cristiana, un monito per tutti viene dall’autorità del Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, che così s’è espresso di recente: “La crisi ambientale che colpisce duramente ogni angolo del nostro pianeta è uno dei più importanti problemi dell’umanità, insieme a quelli della povertà e della mancanza della pace. Come può constatare anche il più scettico, il cambiamento climatico è inconfutabile dimostrazione che la crisi dell’ambiente è il maggiore dei problemi globali e universali dell’uomo, perché interessa ogni angolo della terra e, naturalmente, tutti noi: poveri, ricchi, giovani o vecchi. Le azioni collettive per bloccare il cambiamento climatico, del quale gli effetti saranno, secondo le stime degli scienziati, devastanti per l’ecosistema, le risorse naturali e le comunità umane, sono suprema testimonianza di solidarietà e unita di fronte ad una catastrofe. Abbiamo tutti il dovere di ricordate che siamo responsabili per aver provocato la crisi ecologica, sia collettivamente, come umanità, sia personalmente ogni uno di noi. È arrivato dunque il tempo di uscire dal percorso dell’autodistruzione. È arrivato il tempo della Terra!”. Penso, sinceramente, che Sua Santità conosca il cristianesimo meglio di Murray N. Rothbard.

Emanuele Filiberto
Emanuele Filiberto di Savoia
40 Domenica 14 Febbraio 2010 12:15
FP
http://www.emanuelefiliberto.eu/2009/04/il-libro-bianco-sul-clima-intervento-su-lopinione-3-aprile/
siamo in italia o in Cina???
39 Sabato 23 Gennaio 2010 23:54
LUCIO
La Cina è 100.000 volte più libera dell'Italia!! L'Italia è una DITTATURA FISCALE basata sulla SCHIAVITU'! La Cina: in Cina la pressione fiscale è moooolto più bassa che da noi e i cittadini godono di un benessere sempre più diffuso che li sta liberando dalle miserie del Maoismo. Senza contare che CINA è, da 13 anni, anche HONG KONG, lo Stato più libero del mondo. Sono stato una infinità di volte in Cina negli ultimi 24 anni, vi assicuro che l'Italia fa assolutamente schifo al confronto!
Esseri spregevoli
38 Giovedì 21 Gennaio 2010 08:36
Aurelio
Poveri coglioni !
Ma i censori non sono i proprietari di Wiki
37 Lunedì 18 Gennaio 2010 15:10
LucaF.
Caro Paleo, Wikipedia Italia fa parte di Wikipedia.org che è una piattaforma open fondata da Jimbo Wales non certo dai censori italici che vi lavorano dentro.
Mi pare ovvio che dato il riferimento-sottotitolo di "enciclopedia libera" ci debba essere effettiva traccia di tale libertà a meno di non ricadere nell'accusa di pubblicità ingannevole.
Tanto più che mi sono pure registrato come utente.
Se volessimo rothbardianamente porre la questione, i censori di Wikipedia Italia sono dei meri impiegati dilettanti che non hanno manco uno straccio d'azione per contestare quanto viene pubblicato.
La piattaforma non è loro ma è open ergo è di tutti.
Se fosse una realtà privatopica ci sarebbe certamente da pagare una tariffa, una quota o una iscrizione per poter scriverci dentro e potrebbero (forse) accampare qualche diritto.
Ma dato che Wikipedia è gratuita e pretende le donazioni (come indicato sopra le pagine di apertura) è mio diritto di utente ed eventualmente di ipotetico finanziatore (intellettuale o materiale) scrivere quel cavolo che mi pare.
In questo caso la pagina ML era per la cronaca già presente seppur vuota, la citazione del ML era presente in altri articoli-voci italiani di Wiki, quindi non c'era nulla di illegale o di restrittivo a priori nel modello e nelle facoltà.
Non ci siamo mica comportati come hacker anzi abbiamo d-enunciato pacificamente il nostro diritto alla presenza in quanto corrispondente ai criteri del regolamento di Wikipedia Italia.
Abbiamo evidenziato come le ragioni della nostra cancellazione siano più di tipo censorio che di tipo proprietaristico o liberale.
Purtroppo i censori la pensano diversamente da noi, ma francamente il loro diritto a censurare noi è un abuso dato che in Wikipedia Italia (a meno di un loro regolare contratto e stipendio) questi non sono altro che utenti come noi, non hanno quindi nessun democratico diritto a censurarci nè a giudicare cosa debba andare scritto su una piattaforma non di loro pertinenza.
Per la cronaca è come se alcuni utenti della piattaforma di blogging wordpress decidessero al di là dei gestori-proprietari di wordpress cosa dover pubblicare sul mio blog; con quale diritto.
Onestamente la proprietà qua c'entra poco dalle loro parti.
Ciao da LucaF.
ma quale censura?
36 Sabato 16 Gennaio 2010 19:52
PaLeo
In punta di Rothbard, non mi pare si possa parlare di censura: quella ci sarebbe se non potessimo avere un sito come questo, ma non esiste il diritto di scrivere quello che ci pare sulla proprietà altrui, a meno che il dominio di Wikipedia non vi appartenga e io non ne sia al corrente. Ciò premesso (ma è una premessa importante, se vogliamo cercare di fare cultura), mi pare comunque giusto far sapere al mondo che neppure Wiki è imparziale...stai a vedere che prima o poi qualcuno capisce che l'imparzilaità non esiste...
La censura prosegue...
35 Lunedì 11 Gennaio 2010 12:46
mfp
http://xmau.com/notiziole/arch/201001/006276.html#comment-18739

(questa operazione si chiama crosspost, e in genere non si fa... ma voi siete nuovi e barboni)
Wikipedia e ML la sfida continua!
34 Lunedì 11 Gennaio 2010 06:18
LucaF.
Nuove notizie oggi.
Ho aggiornato la pagina Ml in italiano, ma sono stato sospeso anche come utente semplice.
Più notizie sul mio blog, stamane.
Ti consiglio anche il mio commento all'articolo di ieri (non so chi sia stato ma qualcuno ha fortunatamente dopo il mio articolo rimesso il link alla pagina inglese del ML).
Ciao a tutti da LucaF.

Post: Facco se andiamo avanti così mi sa che devi proprio farlo il video sul caso Wikipedia-ML...
Anche perchè neppure con la distensione nonviolenta quelli ci lasciano esprimere le nostre ragioni (e aggiornamenti).
Piccola vittoria! Ripristinato collegamento ML English nella voce italiana
33 Lunedì 11 Gennaio 2010 01:03
LucaF.
Dopo il mio articolo di ieri che denunciava la scomparsa del link alla voce inglese ML di Wikipedia, dalla pagina italiana sotto esame (e censura), in giornata qualcuno (utente sostenitore o amministratori di Wikipedia Italia?, propendiamo per il primo e lo ringraziamo) ha riattivato il collegamento.
E' evidente che la nostra campagna qualche piccolo effetto lo sta avendo, anche se purtroppo i criteri di voto ci impediranno di vincere la votazione nonostante la risonanza della questione.
Il gioco sporco degli amministratori di Wikipedia Italia, nei nostri confronti resta ma per lo meno è stato smascherato in questo episodio.
Invitiamo chi li ha a votare -1 per salvare la pagina ML italiana.
Saluti da LucaF.
E' appena successo con il movimento 5 stelle di Grillo
32 Domenica 10 Gennaio 2010 12:51
vb (Vittorio Bertola)
Ciao

credo che la vostra vicenda sia anche la conseguenza della nostra: tra Natale e Capodanno abbiamo creato una pagina sul Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo ed è stata prontamente cancellata d'autorità, senza nemmeno la votazione, nonostante sia difficile sostenere la non-enciclopedicità di un movimento che conta un europarlamentare, una trentina di consiglieri comunali in grandi città e il 2-3% nei sondaggi, e nonostante Wikipedia ospiti tranquillamente decine di pagine su movimenti misconosciuti (cosa su cui peraltro concordo, non vedo perché censurare dei movimenti politici solo perché in questo momento non hanno grande presa nella società, credo che tutti abbiano il diritto di essere descritti su wikipedia).

La cosa ha fatto scalpore, ne hanno parlato alcuni dei blog più letti d'Italia, eppure gli amministratori di Wikipedia non ne hanno voluto sapere, dimostrando gli stessi atteggiamenti: rifiuto di riconsiderare la decisione, blocco della discussione, motivazioni sfuggenti che cambiano ogni volta che vengono confutate... Però ora devono dimostrare di essere imparziali e dunque non possono certo permettere nuove pagine su altri movimenti (a parte Alleanza per l'Italia che ci hanno detto andare bene perché "è al governo in Sicilia").

Personalmente non credo che si tratti tanto di censura politica (anche se certamente nel nostro caso alcuni wikipediani hanno apertamente mostrato antipatia per Grillo, è possibile che altre idee politiche sarebbero viste con più indulgenza) quanto di una mentalità distorta e autoritaria: chi amministra Wikipedia vuole dimostrare di avere il potere di zittire gli "utenti semplici" e imporre il proprio punto di vista anche oltre il ragionevole.

Nel nostro caso alla fine si sono salvati in angolo, fondendo la voce con quella del preesistente "movimento grillino". Nel vostro caso non so... buona fortuna, ma vedrete che non ne uscirete :(

Ciao,
Wiki-Comunistoidi
31 Domenica 10 Gennaio 2010 10:04
Carmelo Impusino
Non ho diritto di voto su Wipidedia, che dimostra ancora una volta di essere un covo di comunistoidi. Mi spiace molto per quel che sta avvenendo. Comunque non temete, la visibilità che da Wikipedia non è poi sto granchè e può essere recuperata salvando il contenuto di quella pagina e inserendolo su tutti i blog che siano disposti a farlo. Ne guadagnereste moltissimo sia in termini di page rank del sito ( con conseguente miglior posizionamento dei vostri contenuti e articolo su google e sugli altri motori di ricerca) che in termini di popolarità e di diffusione nel web.

Salutoni
Scrivo troppo velocemente con la tastiera...
30 Domenica 10 Gennaio 2010 05:20
LucaF.
Grazie Leo anche tu sei un Grande!.
Oggi nuove news incredibili sulla querelle Wiki-ML nel mio blog.
Ciao da LucaF.
.... I censori wikipediani
29 Sabato 09 Gennaio 2010 22:02
LucaF.
Naturalmente hanno paura di vedere quanto siano più intelligenti gli inglesi sti nazi-socialisti.
Ciao da LucaF
Anche Wiki Francia usa la democrazia per cancellarci (e in Italia ci oscurano il link ML wiki inglese nella nostra pagina)
28 Sabato 09 Gennaio 2010 22:00
LucaF.
Nel frattempo è iniziata la votazione massacro pure in Francia, nonostante oggi ho aggiunto nuovi link e voci:
http://fr.wikipedia.org/wiki/Discussion:Mouvement_libertarien_%28Italie%29/Suppression
Devo far notare ora come scientificamente si sia voluto cancellare non la pagina ML in inglese (come diceva Balandran) ma il suo collegamento english in quella italiana.
Come si dimostra facilmente al seguente indirizzo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Libertarian_Movement_%28Italy%29
Notate i link delle lingue a fianco.
Saluti da LucaF.
Coda di paglia e pure bastardi....
Ciao da LucaF.
Ho aggiornato pagina ML francese, spero che sia sufficiente
27 Sabato 09 Gennaio 2010 21:03
LucaF.
Ho aggiunto nuove informazioni e un pò di link di giornali e video alla pagina francese del ML su wiki.
Non so se possa servire, comunque se Facco o qualcun'altro conosce bene il francese è pregato di lasciare un messaggio qua, dato che almeno quelli francesi mi chiedono un messaggio di risposta alla proposta di cancellazione.
Così glielo posso comunicare.
Grazie ciao a tutti da LucaF.
Ho aggiornato pagina ML francese, spero che sia sufficiente
26 Sabato 09 Gennaio 2010 21:02
LucaF.
Ho aggiunto nuove informazioni e un pò di link di giornali e video alla pagina francese del ML su wiki.
Non so se possa servire, comunque se Facco o qualcun'altro conosce bene il francese è pregato di lasciare un messaggio qua, dato che almeno quelli francesi mi chiedono un messaggio di risposta alla proposta di cancellazione.
Così glielo posso comunicare.
Grazie ciao a tutti.
Per Balandran (mi scuso per la trascrizione precedente del nome)
25 Sabato 09 Gennaio 2010 19:17
LucaF.
Corrige al precedente post:
Comunque è una ulteriore testimonianza della "liberalità" dell'enciclopedia più nota sulla rete.

Ovviamente. ;)

Informandomi meglio l'avviso francese dice che la proposta di cancellazione è legata alla questione in corso con Wikipedia Italia e alla sua proposta di cancellazione.
Quindi dimostriamo che Wikipedia Francia, è dipendente dai pareri di quella Italia entro un principio di vasi comunicanti (o effetto domino/catena di S.Antonio), e che il loro giudizio si basa unicamente sul pregiudizio di quella italiana.
La cosa francamente non solo è ridicola di per sè per quelli di Wikipedia Francia a livello di autonomia e giudizio, ma pure alquanto pericolosa, come forma struttural-funzionale dell'enciclopedia stessa, dato che parliamo dell'Italia!...

Ciao da LucaF.
"Wikipedia" a tout le monde
24 Sabato 09 Gennaio 2010 18:51
LucaF.
Ciao Baladran ho guardato ma è solo la versione francese ad essere proposta per la cancellazione, non quella inglese.
La cosa non mi stupisce affatto..., anzi...
Poi francamente non so se questo dipenda dalla questione al momento aperta con Wikipedia Italia, o se con criteri nazionali interni ai francesi.
Comunque è una ulteriore testimonianza della liberalità dell'enciclopedia più nota sulla rete.
Io comunque ci rinuncio alla difesa di quella francese, anche perchè il francese non è neppure una lingua a me molto nota.
A parte google traduttore e qualche essenziale rudimento grammaticale, di più non vado.
Se qualcuno la vuole difendere al posto mio motivandone la sua permanenza, si faccia avanti (al massimo lasci qua una replica in francese che poi la ricopio).
Ciao a tutti da LucaF.

Post: Grazie Leo anche tu se in un Grande!.
Attenzione!
23 Sabato 09 Gennaio 2010 15:05
Balandran
LucaF: ti avevano cancellato la pagina inglese, motivandola con un link alla votazione di quella italiana.

Lo faranno ancora
anche fr.wiki
22 Sabato 09 Gennaio 2010 11:54
Balandran
Purtroppo hanno proposto la cancellazione anche della versione francese:
http://fr.wikipedia.org/wiki/Discussion:Mouvement_Libertarien_(Italie)/Suppression
grazie Luca
21 Sabato 09 Gennaio 2010 11:26
Leo A.d. ML
SEI UN MITO!!!!
Libertè propriété, visibilitè
20 Sabato 09 Gennaio 2010 04:03
LucaF.
Da stanotte c'è anche la pagina ML in francese.
Al momento non ancora censurata. (tenetela d'occhio per vedere se succede qualcosa).
http://fr.wikipedia.org/wiki/Mouvement_Libertarien_%28Italie%29
Tanto per dimostrare come queste cose capitino solo in Italia.
Altre i prossimi giorni.
Saluti ancora da LucaF.
Ah dimenticavo!
19 Sabato 09 Gennaio 2010 03:58
LucaF.
Ringrazio anche gli altri blogger libertari e i navigatori di questo sito e della rete per il sostegno morale offertomi.
Saluti a tutti da LucaF.
Contro la censura wikipediana a danni del ML votate -1
18 Sabato 09 Gennaio 2010 03:56
LucaF.
Ringrazio ancora Leo e tutto il ML per il sostegno morale offertomi in questa battaglia per la libera conoscenza su Wikipedia Italia.
Ho edito nel mio blog un appello-manifesto che riassume la vicenda, auspico che ognuno lo possa relinkare e copiare sul proprio blog in modo da pubblicizzare tale questione, anche nel tentativo di salvare la pagina ML su Wiki Italia.
http://iovotopli.wordpress.com/2010/01/08/contro-la-censura-votate-su-wikipedia-italia-per-salvare-la-pagina-ml-e-il-diritto-alla-libera-conoscenza/
Devo anche informarmi come quelle carogne parassite dei censori di Wikipedia Italia visitino regolarmene questo sito e abbiano visionato questa pagina sfottendoci per esserci rivolti a Jimmy Wales e aver minacciato di agire per vie legali (a loro sconosciute!); è evidente che qualcuno ha la coda di paglia tra i censori di Wikipedia Italia.
Forse speravano di cavarsela nel più totale silenzio.
Invece noi li sfidiamo e li mettiamo alla berlina, dimostrando con nickname e citazioni come si comportano.
Vi invitiamo chi ne fosse in grado (almeno 50 modifiche nelle pagine di Wiki Italia e almeno 30 giorni di registrazione a votare -1 per salvarla nella sezione discussione cancellazione nel riquadro di avviso amministratori, nella pagina ML di Wikipedia italia),
La votazione chiude la mezzanotte del 13 gennaio 2010 c'è bisogno di almeno una maggioranza qualificata dei 2/3 per vincere.
Al momento siamo in minoranza con i voti: 17 censori vs 7 pro ML.
Ditelo ai vostri amici, conoscenti e parenti, invogliateli a partecipare anche se non registrati con un messaggio di sostegno nella pagina discussioni aggregata a Wikipedia (in alto in blu).
Informateli della censura che sta subendo ML, smascheriamo Wikipedia Italia e la sua pratica censoria sulla rete, nei blog e social-network.
Contro la dilagante censura sul web, votate -1 per salvare la pagina ML su Wiki Italia quale atto simbolico per la libera conoscenza e il libero giudizio dei navigatori in Wikipedia.
Saluto tutti (meno che i censori wikipediani italici, se ci stanno leggendo!) e invito tutti a diffondere il messaggio e l'attacco illiberale che stiamo subendo.
Io per la cronaca sono stato sospeso sino alla fine del sondaggio (che al momento equivale alla distruzione della pagina) e contrariamente dal regolamento Wikipedia non potrò neppure come autore votare nel referendum sulla pagina da me creata.
Se questa non è censura...
Ciao da LucaF.
a Nereo
17 Venerdì 08 Gennaio 2010 19:28
Leo A.d. ML
Caro Nereo, saperti dei nostri è fantastico: sei uomo che pensa, che agisce, che compone e che ama la libertà! In merito a wikipedia... ma vadano a quel paese, noi si avanza comunque! Grazie anche a Luca ovviamente, ancora una volta!
Wikipedia è come la Rai, un covo di vipere
16 Venerdì 08 Gennaio 2010 15:41
Nereo
http://digilander.libero.it/EpikeiaVostrAmata/nereo_villa_non_vuole_apparire_su_wikipedia.htm
Quando nel 2007 pubblicai questa pagina conoscevo Leonardo Facco solo in modo virtuale e non sapevo quasi nulla della Scuola Austriaca.
Attualmente chi a mio parere ha esaminato scientificamente il problema del signoraggio bancario è Francesco Carbone della Usemlab.
Cari saluti a tutti (quando leggo questa sezione del forum e i vostri commenti divento creativo!)
Viva gli uomini dotati del corraggio della libertà!
Nereo Villa
Stesso tipo di problema...
15 Venerdì 08 Gennaio 2010 01:24
mfp
...noto e sviscerato PER BENE. Per un altro movimento politico.

http://bertola.eu/nearatree/?p=1687#comment-60124

buona lettura

mfp
provo a far qualcosa
14 Giovedì 07 Gennaio 2010 22:29
Domenico Letizia
http://brigantilibertari.blogspot.com/
sul mio blog denuncio il tutto con una semplce frase che riposrta qui:

Wikipedia censura il Movimento Libertario. Questo è quello che sta accadendo in queste ora su Wikipedia Italia, mi rivolgo non solo ai libertari ma a tutti gli amanti della libera informazione, inviate proteste e pubblicizzate lo schifo!!!
dalla parte della libertà
13 Giovedì 07 Gennaio 2010 22:20
Domenico Letizia
ragazzi assura questa storia, perchè non facciamo un articolo piccolo con il link qui che pubblichiamo tutti sui nostri blog.
se posso fare qualcoaa ditemi???? io ci sto.
che tristezza
12 Giovedì 07 Gennaio 2010 20:48
LightQuantum
Per fortuna che è l'enciclopedia libera! Deprimente.
Qualcosa non torna...
11 Giovedì 07 Gennaio 2010 10:11
Francesco R.
Scusa Luca, ma sul blog di tale Jimmy Wales, ora come ora, non c'è traccia dei tuoi commenti... forse non li trovo io, ma mi sembra strano. Comunque, mi verrebbe da commentare tutta questa vicenda con il celebre passo della Bibbia: "... non c'è niente di nuovo sotto il sole... ". I nemici della libertà sono dietro ad ogni angolo. Chissà se i benpensanti radical-chic che qualche mese fa manifestavano a Roma per "la libertà di stampa" si attiverebbero per il ML?... Non credo proprio...
Rettifica su Jimmy Wales da parte mia
10 Giovedì 07 Gennaio 2010 01:43
LucaF.
Devo rettificare la mia precedente dichiarazione.
nei confronti di Jimmy Wales.
Jimmy NON HA CANCELLATO il mio primo messaggio dal suo blog, ero io purtroppo che avevo la pagina del suo blog in memoria non aggiornata in apertura del mio browser.
Dopo aver riavviato la pagina ho letto il mio primo commento
Mi sono subito scusato sul suo blog per il secondo messaggio doppione invitato da me.

POst:
Quindi Jimmy può essere della partita se lo contattiamo.... ;)
Ciao da LucaF.
Grazie al ML e a tutti i suoi amici per il sostegno!.
9 Giovedì 07 Gennaio 2010 01:25
LucaF.
Ringrazio tutti quanti blogger, sostenitori e in primis Leo e gli amministratori del ML per aver riportato la notizia dal mio blog (tral'altro potete leggere la cronaca e i testi scritti da me in merito ai dialoghi con i censori di Wikipedia) e per aver intrapreso questa nuova sfida per la libertà di espressione nostra e della conoscenza.
Ovviamente riporterò ogni nuova notizia mia e del ML sul mio blog.
Ho visto nella pagina di cancellazione del ML su Wikipedia
http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Pagine_da_cancellare/Movimento_Libertario
che è iniziato un dibattito e penso la procedura ordinaria con votazione.
Non so gli esiti che potrà avere segnalo solo due piccole cose.
Ho lasciato ieri mattina (come scritto nell'articolo) un messaggio a Jimmy Wales il fondatore di Wikipedia sul suo blog alla seguente pagina
http://blog.jimmywales.com/2009/12/07/whats-new-for-me-hunch/#comment-722
Non so se il mio messaggio è in attesa di moderazione (non credo dato che era stato pubblicato subito), ma purtroppo devo dire che il mio primo messaggio è scomparso, probabilmente cancellato.
Ecco il testo del secondo (cambia solo l'intestazione):

PLEASE JIMMY DON'T ERASE THIS MESSAGE!. (this is the second message that i write you) I don't know where leaving this message!.
I look forward to your opinion on!
This is not a Spam Message!.

Hello Jimmy, my name is LucaF, I am an Italian libertarian bloggers.
I support a political entity called Italian Libertarian Movement (ML)( www.movimentolibertario.it the official site) , similar to the U.S. Libertarian Party with Objectivism principle and purpose.
Unfortunately, as i described on the pages of my Italian blog in this article http://iovotopli.wordpress.com/2010/01/06/censura-wikipedia-italia-contro-il-movimento-libertario/ , I wanted to create as a registered user on Wikipedia Italian version of the page of the English equivalent of the ML.
http://en.wikipedia.org/wiki/Libertarian_Movement_%28Italy%29
Unfortunately in the Italian case, the administrators of Wikipedia Italy, want (beyond a proven breach of the rules of procedure to Wikipedia Italy) erase our wiki page .
http://it.wikipedia.org/wiki/Movimento_Libertario
I tried (as I explain in my blog through the transcripts of conversations in this article
http://iovotopli.wordpress.com/2010/01/06/tutto-lintegrale-carteggio-wikipedia-italia-lucaf-sul-tentativo-di-censura-wikipediano-della-nostra-pagina-voce-ml/
) explain to them our political and cultural reasons to administrators.
Unfortunately, the Italian executives are motivated by preventive and ideological motivations towards our anti-state vision and then will delete the page in a few days.
I therefore ask you to help us against directors or executives of Wikipedia Italy (unknown to me).
Till now this operation against us can be well defined ideological censorship.
The italian article is the same as English version but in the Italian case we are politically discriminated.
Italian Wikipedia should promote the knowledge and freedom of opinion and views on published information, without imposing prior censorship by its owners in respect of the ideas expressed at the political level, like the others Wikipedia version.
In greeting I thank you for taking the time allotted to me (and for possible action against Wikipedia Italy), though to wish you a happy and peaceful late 2010.
LucaF.

Ho scritto al gran capo di Wikipedia anche perchè dalla sua pagina su wiki English
http://en.wikipedia.org/wiki/Jimmy_Wales
si dichiara oggettivista e vicino alle istanze libertarie.
Non che tale censura sul suo sito sia una gran premessa di libertarietà comunque!...
Ho lasciato stanotte questo secondo messaggio sul suo blog (nella speranza che non venga cancellato) e che si degni di rispodermi almeno.
Sperare in un suo intervento mi pare (vista la cancellazione del mio primo messaggio dal suo blog), un pò come attendere la caduta della manna dal cielo.
Facco fossi in te proverei a scrivergli (così come ai gran capi di Wikipedia Italia, di cui non ho alcuna traccia nè indirizzi).
Magari puoi fare un video su Youtube sottotitolato inglese sull'argomento a lui rivolto.
Ovviamente penso che il caso Wikipedia Italia debba essere distinto da quello Wikipedia International (sia nel video che eventualmente come modalità di azione nelle prossime mosse da prendere da parte del ML).
Ciao da LucaF.
Non so quanto possa contare...
8 Giovedì 07 Gennaio 2010 00:38
JA
...ma io ho dato il mio voto per la sopravvivenza della pagina.
pardon...
7 Mercoledì 06 Gennaio 2010 22:32
Leo A.d. ML
... GRAZIE a LUCA!!!!!!!!!!
dimenticavo...
6 Mercoledì 06 Gennaio 2010 22:30
Leo A.d. ML
Intanto, grazie ancora a Fabio per ciò che ha fatto e sta facendo. Io, leggendo i commenti di oggi - e prossimi - aggiungerò appunti ad un prossimo video sul caso e su queste emerite teste d... d'uovo che hanno sigle e nessun nome: gli innominabili, avrebbe detto Gaber in IO SE FOSSI DIO!!!!
effettivamente...
5 Mercoledì 06 Gennaio 2010 22:09
Leo A.d. ML
... è una vita che faccio il salmone - nuoto controcorrente - e diffondo e studio le idee di libertà. Mica ci fermerà 'sta robetta.
Non ragionar di lor, ma guarda e passa...
4 Mercoledì 06 Gennaio 2010 21:54
Antonino Trunfio
diceva Dante. Seguiamo il consiglio anche con i tutori del sapere universale di WIKIPEDIA. Non senza però ringraziarli, per averci confermato che certa Italia è la perfetta Repubblica delle banane. E delle scimmie, appunto. Cosi sia.
Chiediamo a Fabio...
3 Mercoledì 06 Gennaio 2010 19:13
Le A.d. ML
... se ne vale la pena. E non solo quello inglese, ma tutti quelli linkati sul nostro sito!
i soliti
2 Mercoledì 06 Gennaio 2010 18:46
maumen
da falce e martello a falce e matita
censura wikipedia
1 Mercoledì 06 Gennaio 2010 18:30
guggio
Modesta proposta:
perché non mettere nelle pagine che riguardano il libertarianismo e l'anarcocapitalismo un link alla pagina in inglese sul ML.....?

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

La democrazia è la gestione del potere attraverso il consenso. La tirannia è la gestione del potere attraverso la forza. L'unica differenza tra la prima e la seconda sono i mezzi per ottenere il potere. La sostanza non cambia: che ci rimette è la libertà individuale. (Arturo Doilo)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi487
mod_vvisit_counterIeri498
mod_vvisit_counterQuesta Settimana1423
mod_vvisit_counterQuesto Mese13128

Online : 7
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD