"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

di Domenico Letizia

RIPORTA IL CORRIERE DELLA SERA DI OGGI: "La stampa francese l'ha ribattezzata "la mutua dei truffatori" perché nell'ultimo anno ha fatto perdere circa 80 milioni di euro alla Ratp, la società che gestisce i mezzi di trasporto parigini. Sono piccole associazioni non autorizzate formate da studenti, disoccupati e squattrinati che truffano quotidianamente la società transalpina con un sistema semplice: ogni mese ciascun membro versa alla sua associazione una quota di 7 euro e viaggia senza biglietto sui mezzi pubblici della capitale. Coloro che incappano nei controlli pagano le multe attingendo alla cassa comune della propria associazione e i risultati premiano sempre i trasgressori: il numero dei "senza biglietto" è di gran lunga superiore a quello dei sanzionati visto che la Ratp può contare solo su 968 controllori".

Chi ha detto che le società di “mutuo soccorso”  non funzionano? in Francia, stavolta davvero originali, il mutualismo è divenuto lo strumento di critica alla gestione statale dei trasporti: "Piccole associazioni non autorizzate formate da studenti, disoccupati... ogni mese ciascun membro versa alla sua associazione una quota di 7 euro e viaggia senza biglietto sui mezzi pubblici della capitale. Coloro che incappano nei controlli pagano le multe attingendo alla cassa comune della propria associazione e i risultati premiano sempre i trasgressori: il numero dei "senza biglietto" è di gran lunga superiore a quello dei sanzionati
Frédéric, studente di 22 anni, dichiara al quotidiano parigino: «In tutto versiamo 7 euro al mese e con questa quota riusciamo a pagare le multe che i membri della nostra associazione ricevono sui mezzi di trasporto. Alla fine dell'anno nelle casse dell'associazione sono rimasti solo 3 euro». Ma come spiega Michael, un altro studente parigino, lo scopo vero fine dell'associazione è politico: «Non è giusto che le persone che vivono in periferia debbano pagare prezzi esorbitanti per viaggiare. Invece i parigini che vivono al centro e che sono molto più ricchi pagano molto meno»"
. (http://www.corriere.it/cronache/10_maggio_04/mutua-truffatori-parigi-francesco-tortora_8da97528-5775-11df-8ce3-00144f02aabe.shtml)

Bravi! con una gestione mutualista si sta criticando lo stato e la sua interferenza nel mercato, ora va fatto capire a questi studenti che invece di pretendere più stato e più assistenzialismo sono proprio queste loro azioni che dimostrano non solo come lo stato è fallimentare nella gestione della “cosa pubblica” ma che questi sono anche metodi gestionali antistatalisti e funzionali perchè all'ombra dello stato e di certo, come si nota, funzionano!

 
Commenti (6)
Concordo con Domenico
6 Venerdì 07 Maggio 2010 18:54
Liberlex
Credo che Giorgio non abbia ben compreso, in realtà, il senso delle iniziative attuate da migliaia di volenterosi cugini d'Oltralpe. Nel dissentire da Domenico, infatti, Giorgio riporta principalmente le motivazioni di uno studente francese, commettendo un errore metodologico più che valutativo: generalizzare, infatti, è quanto di più sbagliato possa fare un individualista. Non si può fare di tutta l'erba un fascio, non si può pensare che le motivazioni di quel singolo aderente siano le medesime che muovono tutti gli altri, nè tanto meno è giustificabile la contrarietà a iniziative del genere ( o la diffidenza verso le stesse) soltanto sulla base delle opinioni (più o meno isolate) di un aderente "intervistato".
Anzi, ad un libertario le motivazioni dei singoli non dovrebbero proprio interessare, dovrebbe interessare soltanto la propria motivazione, la propria utilità, il raggiungimento del proprio fine ( nel caso di specie "fottere lo stato" e difendersi dalla sua arroganza). Se per strada, poi, si trovano compagni d'avventura che la pensano diversamente, ma che possono aiutarci a raggiungere il nostro fine, ben vengano, a prescindere dalle motivazioni di ciascuno.
Se ragionassimo in maniera diversa, infatti, lo stesso libertarismo e l'anarchismo non avrebbe senso: immaginiamo che il fine di un'ipotetica associazione non sia "pagare le multe degli autobus pubblici " ma abbattere lo stato. Se intervistassero un anarco-comunista aderente all'associazione, che vorrebbe abbattere lo stato per motivazioni totalmente diverse dalle nostre, saremmo forse autorizzati a generalizzare e a contestare l'iniziativa solo perchè l'ipotetico intervistato vuole l'anarchia per fini diversi dai nostri ? L'anarchia renderebbe liberi sia noi che l'intervistato, che sarebbe pienamente legittimato a scegliersi la forma d'organizzazione più consona alle proprie preferenze. Insomma, camminare insieme, anche se per finalità diverse, renderebbe entrambi liberi. Ed è più o meno questo che succede nelle associazioni mutualiste francesi: più persone si aiutano e si difendono reciprocamente dallo stato, a prescindere da quali siano le matrici ideologiche e le molle motive di ciascuno degli aderenti.
Poi è ovvio che l'ideale sarebbe non avere trasporti pubblici, ma fin tanto che ci sono ( cioè per almeno i prossimi 200 anni) perchè rifiutare di esercitare il diritto di difendersi e di organizzarsi per fregare lo stato? Dovremmo rifiutare solo per ideologia? Per antipatia verso altri aderenti? La cosa mi pare quanto meno autolesionistica.

Saluti libertari, e un saluto al caro amico Domenico.

Liberlex, Carmelo Impusino
Dissento anch'io
5 Giovedì 06 Maggio 2010 00:07
Claudio Ghiotto
Non solo concordo sulla osservazione fatta da Giorgio Fidenato, ma osservo anche che il sistema di mutuo soccorso per truffare è una particolare forma di violazione ...di gruppo del principio di non aggressione.
ci si deve impeganre a diffondere....
4 Mercoledì 05 Maggio 2010 11:01
domenico letizia
giorgio, guarda che ho scritto nelle ultime righe: "ora va fatto capire a questi studenti che invece di pretendere più stato e più assistenzialismo sono proprio queste loro azioni che dimostrano non solo come lo stato è fallimentare nella gestione della “cosa pubblica” ma che questi sono anche metodi gestionali antistatalisti e funzionali perchè all'ombra dello stato e di certo, come si nota, funzionano!"
ecco, ricordo quando vi furono le occupazioni alla sorbona e l'unione in francia tra operai e studenti per protestare contro quelle che erano le direttive conomiche in francia, molti libertarian allora facenti all'alliace of libertarian left scrissero una lettera indirizzata agli studenti francesi dicendo loro che erano quelli azioni che mostravano come lo stato efa fallimentare e come la fantasia (questo è il caso più forte che abbiama mai sentito) possa crear al momento metodi di gestione che funzionerebbero in assenza di stato.
Ora lottano contro lo stato, non capisco perchè mettersi da parte e far condurre a ''compagni'' con cui è doverso confontarsi lotte che appartengono davvero ad antistatalisti. Ricordiamo noi vogliamo crar libertà, il dopo, se saeà libero ognuno lo creerà da se, d'altronde non vogliamo e non possimao avere la presunezione di credere in un domani già painificato noi che della pinificazione guardiamo come al pù grande nemico.
Dissento
3 Mercoledì 05 Maggio 2010 10:19
Fidenato Giorgio
Mi permetto di dissentire dalla ricostruzione fatta da Domenico. Dalla risposta data da uno studente (non è giusto che chi viaggia dalla periferia debba spendere soldi esorbitanti, mentre che chi abita in centro paghi poco) si capisce subito che questi qui non critichino il monopolio statale dei traspporti, ma perseguono la classica politica del livellamento, del prendere soldi a qualcuno per darli ad altri. Qui non c'è polemica antistatalista ma rischiesta di ulteriore interventismo statale. E in sostanza si comportano come i classici free-rider. In ogni caso la vicenda denota sempre le distrsioni stataliste. Se i trasporti fossero privati, questi si darebbe da fare a controllare di più o comincerebbe a mettere sistemi elettronici di controllo e pagamento dei trasporti (penso al pagamento con il cellulare, ecc....).Non fatevi incantare: questi non sono antistatalisti ma sono dei beceri statalisti che chiedono più stato e intanto fanno i free-riders!!!!!!
voglio
2 Mercoledì 05 Maggio 2010 09:09
Giangi
Voglio la TATA NANO a 2000 euro!!!!!!!!!!!
Il mutualismo è un fine solidarista
1 Martedì 04 Maggio 2010 20:57
genteproduttiva-libertario separatista-
Infatti lo spirito mutualistico avrebbe dovuto essere quello cui era improntata la comunità chiamata STATO che, leggero e disponbile, avrebbe dovuto intervenire come mutuo soccorso in casi di bisogno particolari e saltuariamente; una specie di assicurazione. Avrebbe dovuto ... se lo STATO non fosse diventato un luogo di flusso continuo di denaro estorto a chi lavora, la maggior parte del quale viene utilizzato per la gestione dello STATO stesso, dei sui addetti, dei suoi occupanti, degli intrallazzatori, dei dilapidatori e perfino di coloro che "non sanno se la casa con vista sul Colosseso l'hanno comprata loro oppure gli è stata regalata, a loro insaputa, in parte o tutta".

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

Quando i molti governano, pensano solo a contentar sé stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà. (Luigi Pirandello)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi376
mod_vvisit_counterIeri1123
mod_vvisit_counterQuesta Settimana7010
mod_vvisit_counterQuesto Mese26354

Online : 6
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD