"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

AGLI INIZI DI MAGGIO DEL 2009, IL MOVIMENTO LIBERTARIO MANDO' QUESTO ORDINE DEL GIORNO A TUTTA LA CLASSE POLITICA ROMANA (CASTA PARLAMENTARE) PIU' MOLTI CONSIGLIERI REGIONALI DEL NORD DELLA PENISOLA. NESSUNO RISPOSE, SALVO IL SEGRETARIO DI CASINI (CHE DICEVA CHE AVREBBE LETTO) E UN CONSIGLIERE COMUNISTA FRIULANO (CHE RIMASE BASITO).

OGGI, LO SFACELO ECONOMICO E' EVIDENTE (ED AGLI INIZI) ED E' ARRIVATA LA MANOVRA FINANZIARIA DI QUEL GRAN BUGIARDO DI BERLUSCONI.

Ordine del giorno

Vista la crisi finanziaria ed economica che ha investito anche l’Italia, il Movimento Libertario, su iniziativa del Consiglio di Amministrazione, ha pensato di inviare, agli inizi di gennaio, una proposta di ordine del giorno a tutti i parlamentari ed ai consiglieri comunali, provinciali e regionali di importanti Regioni padane.

PREMESSA

Le posizioni del Movimento Libertario in campo economico si rifanno alla cosiddetta “Scuola Austriaca” di Economia. Nata a Vienna alla fine del XIX secolo dagli studi di Carl Menger ed Eugen von Böhm-Bawerk, la teoria austriaca ricevette una sistemazione definitiva da filosofi ed economisti quali Ludwig von Mises, Friedrich von Hayek (premio Nobel per l’economia nel 1974), Murray N. Rothbard ed altri importanti studiosi nel corso del XX secolo. Uno dei principali risultati di questa corrente di pensiero è la spiegazione del ciclo economico e, quindi, delle crisi periodiche.

Nel corso degli ultimi 100 anni, in corrispondenza a una espansione senza precedenti dell’ingerenza dei governi negli affari economici e all’affermazione dello Stato assistenziale, gli individui hanno dovuto sopportare le conseguenze di ricorrenti crisi depressive legate ai cicli economici, fra i quali la grande depressione del 1929 e l’attuale crisi finanziaria spiccano per gravità.

Nel dare una risposta del perché si verifica un repentino cumularsi di errori economici di portata generale che poi conducono ad una fase di depressione, la Scuola Austriaca ha individuato la causa in una situazione di mercato non libero e soggetto ad interferenze ed interventi esterni. In particolare il ciclo di “espansione e crisi economica” è causato dalla manipolazione della quantità di moneta sul mercato, in particolare dall’espansione innaturale del credito bancario alle imprese. Alterando artificialmente il tasso d’interesse, le banche centrali e le autorità monetarie governative spingono gli imprenditori a fare previsioni economiche errate, che provocano una serie di cattivi investimenti a catena che, a loro volta causano la crisi ed infine la  depressione.

Le depressioni economiche quindi non rappresentano l’incapacità del capitalismo del “laissez-faire” di garantire uno sviluppo continuo e regolare. Al contrario, esse rappresentano il fallimento dell’interventismo statale nell’economia.

Individuate le cause, per superare rapidamente la depressione e far ritornare l’economia ad un normale livello di prosperità, è necessario che i governi non interferiscano con il processo di aggiustamento del mercato in atto e quindi non vengano presi alcuni provvedimenti che prolungheranno artificialmente lo stato depressivo.

Per questo motivo il Movimento Libertaio Le chiede di farsi carico di presentare al consesso di cui in cui lei è stato eletto l’allegato Ordine del Giorno, affinché la stessa Assemblea lo addotti e lo invii al Presidente del Consiglio perché ne tenga conto per le opportune e conseguenti decisioni politiche.

 

ORDINE DEL GIORNO

- considerato che il mondo intero e l’Italia stanno attraversando un periodo di grave crisi finanziaria-economica, con chiari segni di depressione che provocherà gravi ripercussioni nella vita di tutti gli individui del nostro territorio;

- considerato che per capire i motivi che hanno portato a questa situazione, è vano fissare l’attenzione su un insieme di statistiche e di dati economici, senza disporre preventivamente di una “teoria” che dia una spiegazione del ciclo economico che a sua volta si integri con la teoria generale dell’economia;

- considerato che in un mercato libero e privo di interferenze non ci sarà un’esplosione di errori, poiché non vi è ragione di credere che gli imprenditori commettano errori tutti nello stesso momento;

- considerato che, come hanno ben individuato gli economisti che si rifanno alle teoria della Scuola Austriaca, le cause della crisi sono ascrivibili alle conseguenze dell’intervento nell’economia degli Stati attraverso le proprie organizzazioni governative, in particolare attraverso le proprie banche centrali;

- considerato che il ciclo di “espansione e crisi economica” è causato dalla manipolazione della quantità di moneta sul mercato, attuato dalle banche centrali, sotto la regia dei governi (potere politico), ed in particolare dall’espansione del credito bancario alle imprese attraverso il meccanismo della riserva frazionaria e dell’abbassamento del tasso di interesse oltre il valore naturale determinato dalla quantità di risparmio-investimento;

- considerato che tale innaturale espansione creditizia falsa la realtà economica, spingendo gli imprenditori verso un aumento degli investimenti in beni capitali, che non essendo supportati da un reale contesto economico, finiscono presto per rilevarsi dei cattivi investimenti che inevitabilmente portano alla crisi e di conseguenza alla depressione;

- considerato che tale situazione di crisi e depressione economica provoca enormi problemi alla vita degli individui del nostro territorio e deve essere, per questo motivo, superata nel più breve tempo possibile;

- considerato che, per il superamento più veloce possibile della depressione e per un ritorno dell’economia ad un normale livello di prosperità, qualsiasi programma economico non dovrebbe interferire con il processo di aggiustamento del mercato;

SI CHIEDE

al Presidente del Consiglio di non intralciare il processo di aggiustamento e quindi di non prendere i seguenti provvedimenti:

- Prevenire o ritardare la liquidazione dei cattivi investimenti, cioè prestare moneta ad aziende in crisi, o fare appello alle banche perché aumentino l’offerta di credito;

- Aumentare ulteriormente l’inflazione. Infatti una maggiore inflazione arresta la necessaria caduta dei prezzi, ritardando quindi l’aggiustamento dei mercati e prolungando la depressione. L’ulteriore espansione del credito crea altri investimenti erronei, che a loro volta devono essere liquidati in una successiva depressione. La politica governativa del “denaro facile” ostacola il ritorno del mercato a tassi d’interesse necessariamente più alti;

- Mantenere alti tassi salariali. Il mantenimento artificioso degli elevati tassi salariali durante la depressione produce una disoccupazione di massa permanente. Inoltre, durante una deflazione, quando i prezzi cadono, mantenere il tasso salariale nominale significa aumentare i tassi salariali reali. Con la domanda delle imprese in diminuzione, ciò aggrava notevolmente il problema della disoccupazione;

- Mantenere elevati prezzi. Mantenendo i prezzi al di sopra del loro livello naturale, si generano giacenze invendibili e si pregiudica il ritorno alla prosperità;

- Stimolare il consumo e disincentivare il risparmio. Il risparmio genera il capitale per far ripartire l’economia. Quindi un maggior risparmio e un minor consumo renderanno più rapida la ripresa. Al contrario un maggior  consumo e un minor risparmio aggraveranno ancor di più la carenza di capitale. Quindi sono da evitare stimoli al consumo con “programmi di buoni alimentari” ed esenzioni di pagamento. Sono da evitare anche il minor risparmio derivante da un aumento delle imposte, in particolare sui patrimoni, sulle imprese e sugli immobili poiché la spesa pubblica è tutta consumo;

- Dare sussidi di disoccupazione. Ogni sussidio di disoccupazione (nella forma di “indennità” di disoccupazione, esenzioni, ecc..) prolunga indefinitamente la disoccupazione e ritarderà lo spostamento dei lavoratori verso quei settori in cui sono disponibili posti di lavoro;

- Non incoraggiare la deflazione. Poiché la deflazione rende più rapida la ripresa, il governo dovrebbe incoraggiare, piuttosto che impedire, la contrazione del credito. La deflazione infatti aumenta le riserve del sistema bancario e genera maggiore fiducia interna ed esterna;

- Impedire la corsa agli sportelli bancari. Anche la corsa agli sportelli ha dei vantaggi che non andrebbero trascurati. Infatti, le banche non dovrebbero essere esentate dal rispettare i loro obblighi più di quanto non si consenta in ogni altra attività economica. Ogni interferenza nella punizione inflitta dalla corsa allo sportello trasformerà le banche in un particolare gruppo privilegiato, non obbligato a rimborsare i propri debiti. Inoltre la corsa agli sportelli renderebbe palese lo stato di bancarotta delle banche stesse ed indurrebbe finalmente una riforma del sistema bancario con l’eliminazione, una volta per tutte, della riserva frazionaria. Tale riforma convincerebbe il pubblico della pericolosità della banca che addotta tale riserva e, più delle teorizzazioni accademiche, assicurerebbe il futuro contro i mali di siffatto sistema.

La presente assemblea, al contrario, auspica allora che il Governo prenda i seguenti provvedimenti:

- Riduzione drastica del proprio ruolo nell’economia. Tale riduzione va perseguita tramite un drastico taglio di spese e di imposte, in particolare quelle che ostacolano il risparmio e l’investimento. La diminuzione dell’imposizione fiscale e della spesa pubblica condurrà automaticamente a uno spostamento del rapporto sociale tra risparmi-investimenti e consumo a favore dei primi, riducendo quindi di gran lunga il tempo per ritornare ad un’economia prospera. Inoltre, la depressione è un periodo faticoso per tutta l’economia. Ogni riduzione delle imposte o di qualunque interferenza che ostacola il libero mercato stimolerà una sana attività economica; viceversa, ogni incremento delle imposte  o di altri interventi deprimerà ulteriormente l’economia.

Siamo convinti e certi che se verranno prese misure difformi da quanto più sopra indicato, la situazione di crisi e di difficoltà per i propri residenti si protrarrà indefinitamente. Pertanto quanto proposto deve essere tenuto in debita considerazione da chi ha il potere di agire. In caso contrario ricadano su di esso tutte le responsabilità derivanti dalla mancata adozione delle azioni indicate nel presente Ordine del Giorno.

 
Commenti (2)
caro Roberto
2 Mercoledì 26 Maggio 2010 07:53
Leo A.d. ML
Da tempo, suggerisco ai soci del Movimento e ai tanti simpatizanti di inondare i media con mail che citano le nostre teorie, la scuola austriaca e il libertarismo. Ergo, fallo pure, avanti tutta!
responsabilità!?
1 Mercoledì 26 Maggio 2010 07:32
Roberto
naturalmente non si prenderanno mai la responsabilità totale delle scelte che stanno facendo:
Quando gli effetti di queste misure esaspereranno ancora di più il mercato, al cittadino verrà detto che la colpa è della crisi globale, svincolandosi dalle scelte errate che continuano ad adottare.
Se avete visto ballaro ieri, vi sarete accorti che il principale obbiettivo è stato quello di dire, "dei maiali esistenti noi siamo quelli messi meglio".
Sto pensando seriamente di scrivere a qualche trasmissione tipo report, per proporre il nostro modo di vedere l'economia, non sono mai riuscito a sentire una parola sulla "Scuola Austriaca", proprio in questi momenti che nessuno riesce a capire il perchè di quello che succede, dovrebbe essere divulgata, non sono l'interlocutore adatto per spiegare (mi limito a capire), vorrei solo segnalare chi potrebbe fare questo in modo egregio.
Cosa ne pensate?

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

La cosa migliore che si può dire sulla libertà è che ciascuno si sente meglio quando è libero. Ne trae molto più giovamento rispetto all'essere schiavo o padrone.(Karl Hess)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1041
mod_vvisit_counterIeri1546
mod_vvisit_counterQuesta Settimana1041
mod_vvisit_counterQuesto Mese20360

Online : 32
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD