"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home Cinema ESPOSTO DENUNCIA CONTRO IL SIGNOR ZAIA ED ALTRI - 3
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Esposto-denuncia

 

I sottoscritti:

Leonardo Facco, nato a Treviglio (BG) il 3 aprile 1964 e residente a Treviglio (BG) in via Cagnola 28, nella sua veste di amministratore delegato del Movimento Libertario con sede in viale Lino Zanussi 3-Pordenone, presso la quale elegge il proprio domicilio;

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 - ARBA (PN) e di Presidente dell'Associazione Agricoltori Federati con sede legale in Viale Lino Zanussi 3 – PORDENONE,

PREMESSO CHE:

  1. nell'aprile 2010 Fidenato Giorgio provvedeva a seminare sui propri appezzamenti censiti rispettivamente nel Comune di Fanna (PN) al F. 8 mappale 480 e nel Comune di Vivaro (PN) al F. 14 mappale 264 una varietà di mais iscritta al catalogo comune europeo;

  2. a seguito di denunce pervenute, la Procura della Repubblica di Pordenone il giorno 9 luglio 2010 ha provveduto a porre sotto sequestro il terreno censito nel Comune di Fanna, nonché le piante di mais messe a coltura sull'appezzamento medesimo, per verificare se nel terreno sono state piantate sementi di mais di varietà geneticamente modificate senza l'autorizzazione di cui al comma 2 dell'art. 1 del D.Lgs. 24 aprile 2001 n° 212;

  3. a seguito di altre denunce era stato chiesto alla Procura di Pordenone di verificare se anche la coltura di mais seminata nel Comune di Vivaro risultassero essere di varietà di mais geneticamente modificate;

  4. il 30 luglio 2010 un gruppo di facinorosi appartenenti all'organizzazione Greenpeace fece abusivamente incursione nel campo di Vivaro e danneggiò alcune piante di mais tagliando le infiorescenze maschili;

  5. l'azione del gruppo di Greenpeace è stata immediatamente bloccata dalle forze dell'ordine e immediatamente identificati tutti gli autori dell'azione;

  6. in data 4 luglio 2010 la Procura della Repubblica di Pordenone ha provveduto a porre sotto sequestro il terreno censito nel Comune di Vivaro, nonché le piante di mais messe a coltura sull'appezzamento medesimo, per verificare se nel terreno sono state piantate sementi di mais di varietà geneticamente modificate senza l'autorizzazione di cui al comma 2 dell'art. 1 del D.Lgs. 24 aprile 2001 n° 212;

  7. in data 9 agosto 2010 un gruppo di facinorosi rifacentesi al gruppo Ya Basta è acceduta abusivamente sul terreno di Vivaro ed ha provveduto ad abbattere al suolo tutte le piante di mais in esso coltivate,

ESPONGONO E DUNUNCIANO:

  1. Luca Zaia in un comunicato dell'agenzia AGI, ripreso da tutta la stampa, del 30 luglio 2010 (allegato 1) ebbe ad affermare:”Gli ambientalisti fanno bene a distruggere la coltivazione OGM piantata in provincia di Pordenone. Esprimo totale, netta contrarietà agli OGM. Bene hanno fatto a distruggerli. Sono a fianco non solo degli ambientalisti, ma anche della Coldiretti. Questa infatti è un'emerita schifezza...”;

  2. Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi, in un comunicato dell'agenzia Asca, ripreso da tutta la stampa, del 30 luglio 2010 (allegato 2) ebbe ad affermare:”Distruggere i campi con colture OGM non è reato. È necessario fare di tutto per tutelare l'agricoltura, la biodiversità, la sicurezza alimentare e quindi la vita che viene messa in pericolo dal rischio di contaminazione legata alle colture biotech.... Nei prossimi giorni organizzeremo presidi e metteremo in atto atti di disobbedienza civile nei confronti di questi atti di forza.....”;

  3. Francesco Ferrante, responsabile per le politiche per i cambiamenti climatici del PD, in un comunicato dell'agenzia ASCA, ripreso dagli organi di stampa, il 30 luglio 2010 (allegato 3) ebbe ad affermare:”...È uno di quei casi in cui bisogna ringraziare l'azione delle associazioni, da quelle della Task Force per un'Italia Libera da OGM (Coldiretti, Legambiente, Slow-Food ecc) ai volontari di Greenpeace che stamattina di fronte alla latitanza delle istituzioni hanno deciso di intervenire direttamente distruggendo i campi di mais OGM piantati illegalmente in FVG.... La distruzione dei campi è un'azione sacrosanta perché sarebbe stato gravissimo aspettare che quel mais potesse contaminare i campi vicini. E invece di inviare le Forze dell'ordine contro i manifestanti il governo farebbe bene ad occuparsi direttamente di rimuovere quanto fatto illegalmente....”;

  4. in un comunicato stampa dell'agenzia AGI del 30 luglio 2010 (allegato 4) ripreso dagli organi di stampa, la Task Force per un'Italia libera da OGM (composta dalle associazioni Acli, Adoc, Adusbef, Campagna Amica, Cia, Città del Vino, Cna Alimentare, Codacons, Coldiretti, Crocevia, Fai, Federconsumatori,Federparchi, Focsiv, Fondazione Univerde, Greeaccord, Greenpeace, Lega Pesca, Legacoop, Agroalimentare, Legambiente, Movimento difesa del Cittadino, Slow-Food, Unci, Vas, Wwf) affermava:”La legge punisca i veri colpevoli che , da mesi, si sono addirittura autodenunciati nel compiere un'azione illegale, verificata dalle competenti strutture scientifiche, senza che nessuno abbia mosso un dito prima dell'intervento degli attivisti di Greenpeace per evitare danni irreversibili..... nell'esprimere un senso di grave disagio e forte turbamento per l'interruzione delle operazioni di disinfestazione transgenica e il fermo degli attivisti ambientalisti impegnati a...... nella rimozione del mais ormai in fioritura e alla contaminazione, attraverso il polline, dei campi circostanti. È stata semplicemente compiuta un'operazione che avrebbe dovuto essere effettuata dalle competenti istituzioni senza alcun indugio in ragione del rischio certo di compromissione della sicurezza agroambientale e dell'agroecosistema del FVG. La Task Force, quindi, ribadisce la necessità di un immediato ripristino della legalità ed esprime l'auspicio che l'iniziativa attuata possa rappresentare uno stimolo affinché le autorità competenti adottino finalmente provvedimenti formali per la raccolta e l'avvio alla distruzione di tutto il materiale vegetale contaminato. È infatti assurdo che in un paese civile debbano muoversi le forze sociali per garantire l'applicazione delle leggi che lo Stato ha emanato e che i suoi organismi competenti non sono in grado di far rispettare:”,

  5. in una nota dell'agenzia giornalistica AGI del 9 agosto 2010 (allegato 5), ripresa dagli organi di stampa (vedi come esempio allegato 6), in riferimento all'assalto No global al terreno di Vivaro Luca Zaia Affermava:”... È stata ripristinata la legalità. Lungi da me nel voler fare il difensore d'ufficio dei no global. Tuttavia, con il loro gesto illegale, si sono investiti di un potere sostitutivo...”;

  6. in un comunicato dei Verdi Italiani ripreso da www.politicamentecorretto.com il 8 agosto 2010 (allegato 7), Angelo Bonelli dichiarava:”.... Quello che sta accadendo in Friuli non solo è gravissimo ma espone ad un rischio elevatissimo la nostra agricoltura e la tipicità del made in Italy. Per questa ragione se non dovessero esserci altri sviluppi nei prossimi giorni organizzeremo azioni di disobbedienza civile sui campi in provincia di Pordenone.”;

  7. in un comunicato stampa dell'agenzia Asca del 9 agosto 2010, ripreso dalla stampa il giorno successivo, (allegato 8), Angelo Bonelli dichiarava:”...Abbiamo deciso di denunciare noi chi ha messo in pericolo la salute dei cittadini e l'agricoltura italiana di qualità avviando la coltivazione di colture OGM senza che vi fosse stata nessuna autorizzazione......Il rischio che ci sia stata una contaminazione dei campi limitrofi continua ad essere altissimo. Se così dovesse essere saremmo in presenza di un vero e proprio disastro per la nostra agricoltura di qualità e per il made in Italy agroalimentare: per questo se la magistratura non dovesse prendere provvedimenti organizzeremo presidi permanenti sui campi veneti....”;

  8. in un comunicato stampa dell'Agenzia Asca del 9 agosto 2010, ripreso dalla stampa il giorno successivo (allegato 9) Francesco Ferrante dichiarava:”..L'atto illegale comprovato è la semina di OGM e la vera vergogna è il fatto che le autorità preposte non siano intervenute, prima per impedire la semina illegale e poi per distruggere le piante OGM che rischiano di contaminare irreversibilmente l'ambiente circostante..... Prendersela con i no global è come guardare il dito e non vedere la luna. Ciò che è davvero intollerabile è il modo in cui è stato tollerata l'illegalità da parte di tutte le autorità, compreso il Governo...”;

  9. in un comunicato stampa dell'agenzia AGI del 10 agosto 2010 (allegato 10), il Presidente del Codacons Carlo Rienzi, interrogato sulla distruzione del campo OGM dichiarava:”....Quel campo rappresentava una pesante illegalità, pertanto chi l'ha distrutto ha solamente ristabilito la legalità e quindi non è punibile.”;

  10. in un comunicato stampa del Corriere della Sera.it del 10 agosto 2010 (allegato 11) i senatori Vallardi Gianpaolo ed Enrico Montani, esprimendosi sulla querelle sorta tra Luca Zaia e Giancarlo Galan per le critiche piovute su Zaia per le affermazioni di condivisione espresse da questo sull'abbattimento delle piante nel campo di Vivaro (vedi punto 5) affermavano:”... Noi siamo con Zaia perché stiamo andando incontro a una situazione che compromette sicuramente la fiducia e anche la salute dei consumatori e non è assolutamente ammissibile che un ministro dell'agricoltura faccia finta di niente o si schieri a difendere i coltivatori di OGM perché delle persone come i no global hanno finalmente avuto il coraggio di riportare la legalità in quella coltivazione che era illegale come denunciato tempo fa dalla Lega Nord....”;

  11. in un articolo de Il Gazzettino (allegato 12) e de Il Messaggero Veneto (allegato 13) del 12 agosto 2010, Luca Tornatore leader del movimento Ya Basta affermava:”... Ciò che abbiamo fatto lunedì è semplice: abbiamo bloccato un crimine ambientale, commesso in nome e per conto delle multinazionali (in allegato 11).... A Zaia e alla Lega ribadiamo che la difesa dei nostri territori e dell'ambiente si fa reagendo contro i garndi meccanismi di predazione e sfruttamento. Che le ronde padane anziché contro i migranti vadano contro i campi OGM (in allegato 12).....Alla Lega ribadiamo che la difesa dei nostri territori e dell'ambiente si fa reagendo contro i grandi meccanismi di predazione e sfruttamento e non contro chi arriva, perseguitato da quegli stessi processi, alla ricerca di una vita degna e giusta. Che le ronde padane anziché contro i migranti vadano contro i campi OGM rimasti (in allegato 13)....”;

  12. in un articolo de Il Gazzettino del 11 agosto 2010 (allegato 14), Gianfranco Bettin, Beppe Caccia, Aurora d'Agostino, Francesco Miazzi, Susanna Scotti e Luana Zanella, in relazione all'avvenuta incursione e sradicamento delle piante di mais di Vivaro ebbero ad esprimere le seguenti affermazioni:”....è semplicemente ridicolo il tentativo di intimidire con la minaccia di denunce il presidente dei Verdi Bonelli e i giovani attivisti che sono intervenuti per rimuovere un grave pericolo per la salute di tutti, per il territorio e per la qualità dell'agricoltura friulana e veneta...”;

Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto, i sottoscritti Fidenato Giorgio e Facco Leonardo, come sopra specificati, denunciano i sigg.:

  1. Luca Zaia, Presidente del Veneto;

  2. Angelo Bonelli, Presidente dei Verdi Italiani;

  3. Francesco Ferrante, responsabile per le politiche per i cambiamenti climatici del PD;

  4. il rappresentante legale di Acli;

  5. il rappresentante legale di Adoc;

  6. il rappresentante legale di Adusbef;

  7. il rappresentante legale di Campagna Amica;

  8. il rappresentante legale di Cia;

  9. il rappresentante legale di Città del Vino;

  10. il rappresentante legale di Cna Alimentare;

  11. il rappresentante legale di Codacons;

  12. il rappresentante legale di Coldiretti;

  13. il rappresentante legale di Crocevia;

  14. il rappresentante legale di Fai;

  15. il rappresentante legale di Federconsumatori;

  16. il rappresentante legale di Federparchi;

  17. il rappresentante legale di Focsiv;

  18. il rappresentante legale di Fondazione Univerde;

  19. il rappresentante legale di Greeaccord;

  20. il rappresentante legale di Greenpeace;

  21. il rappresentante legale di Lega Pesca;

  22. il rappresentante legale di Legacoop;

  23. il rappresentante legale di Agroalimentare;

  24. il rappresentante legale di Legambiente;

  25. il rappresentante legale di Movimento difesa del Cittadino;

  26. il rappresentante legale di Slow-Food;

  27. il rappresentante legale di Unci;

  28. il rappresentante legale di Vas;

  29. il rappresentante legale di Wwf;

  30. Carlo Rienzi, Presidente Codacons;

  31. Gianpaolo Vallardi, senatore della repubblica;

  32. Enrico Montano, senatore della repubblica;

  33. Luca Tornatore, leader del Movimento Ya Basta;

  34. Gianfranco Bettin;

  35. Beppe Caccia;

  36. Aurora d'Agostino;

  37. Francesco Miazzi;

  38. Susanna Scotti;

  39. Luana Zanella,

 

affinché venga verificato se, in base alle premesse, nei comportamenti tenuti dai soggetti citati nell'esposizione dei fatti siano ravvisabili fattispecie di reato p. e p. dall'art. 303 (Pubblica istigazione e apologia) o di altri reati previsti dal codice penale che venissero rilevati nel comportamento dei denunciati.

Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. i sottoscritti chiedono inoltre di essere informati nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine eleggono domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 13 agosto 2010

 Fidenato Giorgio ____________________________

 

 Facco Leonardo______________________________

 

Si allega:

  1. Fotocopia comunicato stampa ASCA (dichiarazioni di Zaia) del 30 luglio 2010;

  2. Fotocopia comunicato stampa ASCA (dichiarazioni di Bonelli) del 30 luglio 2010;

  3. Fotocopia comunicato stampa ADNKRONOS (dichiarazioni di Ferrante) del 30 luglio 2010;

  4. Fotocopia comunicato stampa AGI (dichiarazioni Task Force) del 30 luglio 2010;

  5. Fotocopia comunicato stampa AGI (dichiarazioni Zaia) del 9 agosto 2010;

  6. Fotocopia articolo apparso su Il Corriere della Sera del 10 agosto 2010;

  7. Fotocopia del comunicato apparso su www.politicamentecorretto.it (dichiarazione di Bonelli) del 8 agosto 2010;

  8. Fotocopia comunicato stampa ASCA (dichiarazione di Bonelli) del 9 agosto 2010;

  9. Fotocopia comunicato stampa ASCA (dichiarazione di Ferrante) del 9 agosto 2010;

  10. Fotocopia comunicato stampa AGI (dichiarazione di Rienzi) del 10 agosto 2010

  11. Fotocopia articolo Corriere della Sera.it del 10 agosto 2010 (dichiarazioni di Gianpaolo Vallari ed Enrico Montano);

  12. Fotocopia articolo apparso su Il Gazzettino del 12 agosto 2010 (dichiarazioni di Tornatore);

  13. Fotocopia articolo apparso su Il Messaggero Veneto del 12 agosto 2010 (dichiarazioni di Tornatore);

  14. fotocopia articolo de Il Gazzettino del 11/8/2010 (dichiarazioni Bettin et altri);

 
Commenti (14)
Città del Vino
14 Martedì 05 Aprile 2011 16:08
Giovanni Bravin
Se Città del Vino, si riferisce a Conegliano (n° 9) invito il sig. Fidenato ad entrare in contatto con me.
COltivare
13 Venerdì 11 Marzo 2011 23:16
LUIS
MA scusate un attimo, cosa c'entra se si puo'm coltivare oppure no. Il problema e' un'altro, ed e' quello della dipendenza da chi produce questo tipo di sementi. Normalmente chi produce questo tipo di sementi inizialmente te vende a un prezzo irrisorio(dove tu dovrai pagare delle licenze), garantendoti che sono immuni da malattie e quindi sono piu' economiche anche dal punto di vista della spesa per produrle. Detto cosi' tutto normale, se non fosse che le stesse aziende che producono queste sementi producono anche agrofarmaci. Allora io mi chiedo o sono dei benefattori o sono degli sprovveduti, che vendendoci queste sementi perderebbero il guadagno sui loro prodotti chimici per l'agricoltura. Se uno arrivasse a capire che modificando geniticamente una semente, come l'ho resa piu' forte io la posso rendere piu' vulnerabile, quindi per salvarla dovrei ricominciare a usare gli agrofarmaci, che guardacaso da chi li compro? dallo stesso che mi produce le mie sementi, ma queste ultime non erano garantite resistenti algli insetti e al gelo? e non avevo bisogno di pesticidi?. Quindi una volta instaurato questo sistema si devono comprare delle sementi ogm che i pesticidi. Io non dico che questo sia l'intenzione delle multinazionali perche'e ritengo che siano dei benefattori visto che in molti posti e' stata solo leggermente proibita la coltivazione ogm per problematiche varie.
X libero
12 Martedì 17 Agosto 2010 19:06
Fidenato Giorgio
Mi pare di averti già risposto, comunque te lo ripeto: quando un mais ha avuto l'autorizzazione scritta europea non serve chiedere una nuova autorizzazione (vedi art. 19, comma 1 della direttiva 18/2001/CE). Quindi te lo ripeto: NON SERVE ALCUNA ULTERIORE AUTORIZZAZIONE!!!!!!!!
non rispondi?
11 Martedì 17 Agosto 2010 16:41
Libero
Ci vuole si o no questa autorizzazione per coltivare ogm in italia?
Se serve, tu ne sei in possesso?
perché parli al plurale ?
10 Lunedì 16 Agosto 2010 21:09
libero
perché mi rispondi parlando al plurale? io sono Libero punto e basta. Vedi che chiunque ti contraddice tu lo metti in un grande calderone dei tuoi "nemici"?

Per coltivare ogm in italia non ci vuole un'apposita autorizzazione ministeriale? Tu ce l'hai?
x libero
9 Lunedì 16 Agosto 2010 16:17
Fidenato Giorgio
Sei tu per primo che hai voluto guardare cosa c'è nei nostri occhi. Inoltre sei proprio sicuro che in Italia non si possa coltivare mais OGM? Ti dice niente la direttiva europea 18/2001/CE? Ti dice niente che il diritto europe prevale sulla norma nazionale? Chi l'ha detto che il mais che hanno distrutto fosse OGM? E il mio diritto di fifesa? MI sembra ormai che parlare con voi non ne valga la pena. Non avete nemmeno l'onestà intelettuale di interprtetare corettamente quello che avviene, quello che scriovono. Alla magistratura non abbiamno mai detto che sono dei nazicomunisti, anche se mi hanno sequestrato il terreno.Poichè continuate a negare la verità dei fatti, l'unico aggettivo con cui appellarvi e quello che hai ricordato. Ma questo dipende da voi che avete il coraggio di negare la verità sotto gli occhi di tutto e che volete fare capire la vostra verità con la violenza verbalke e fisica, tipica dei nazicomunisti
cosa ne penso?
8 Lunedì 16 Agosto 2010 14:07
libero
certo che se uno vi critica diventa ai vostri occhi subito amico dei nazi-comunisti eh? che bel modo di approciarvi alle persone avete...

Per me hanno fatto bene, ma sia ben chiaro, quello che hanno fatto doveva farlo la regione o la magistratura nel momento in cui si è scoperto che quel campo era coltivato con ogm senza il permesso per farlo, quindi era una coltivazione illegale e come tale andava distrutta. Sarebbe stato sicuramente meglio se a farlo fosse stato un ente con pieni poteri di farlo, però è anche vero che la loro immobilità puzzava di complicità nei vostri confronti.

ora che ho detto la mia (che è evidentemente diversa dalla vostra) mi darete subito il titolo di nazi-comunista pure a me?

Comunque a quello che ho nell'occhio io ci penso io, voi pensate ai tralicci che vi entrano negli occhi e finiscono nel cervello ;)
x libero
7 Domenica 15 Agosto 2010 07:18
Fidenato Giorgio
Si vede che tu parli solo ideologicamente. Gli esposti denuncia non richiedono una vera e propria causa. Noi abbiamo solo esposto fatti. sarà la magistratura che si inacaricherà, qualora lo ritenga fondato, di perseguire i colpevoli dei delitti. A noi spetterà, in caso di processo, di costituirci parte civile, e chiedere i danni. Per scrivere le denunce sono bastate un pc e tanta buona volontà. Di notte si scriveva e si allegavano i docmenti. Perchè invece non dici niente sul merito delle denunce? Ti sembra corretto il comportamento dei tuoi amici?
Poi sai, mia madre aveva questo proverbio: chi ha il sospetto ha il diffetto. Quindi guarda la trave che hai nell'occhio tuo e lascia stare la nostra pagliuzza!!!!! Dimmi nel merito cosa ne pensi, invece!!!!
chi vi paga?
6 Sabato 14 Agosto 2010 18:40
libero
chi vi paga per permettervi di fare tutte queste cause?
gli avvocati costano...mi domando chi foraggi le spese legali...
Ole!
5 Venerdì 13 Agosto 2010 15:41
LucaF.
Non posso che accodarmi al coro di sostenitori di Giorgio Fidenato e Leonardo Facco per questa denuncia che sottoscrivo e condivido idealmente anch'io.
Standing Ovation per il Movimento Libertario e Agricoltori Federati!.
sottoscrivo!
4 Venerdì 13 Agosto 2010 14:40
Giangi
E che esista un giudice a Berlisno!
ok
3 Venerdì 13 Agosto 2010 14:07
lemmy
ben fatto è meglio che ben detto.
Io approvo
2 Venerdì 13 Agosto 2010 13:03
genteproduttiva-libertario separatista-
Io approvo. Questi, insieme a molti altri mantenuti, sono gli oppressori e le sanguisughe delle persone libere.
perfetto
1 Venerdì 13 Agosto 2010 12:29
Brillat-Savarin
applauso

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

I dieci comandamenti contengono 279 parole, la Dichiarazione Americana d'Indipendenza 300 e le disposizioni della Comunità Europea sull'importazione di caramelle esattamente 25911. (FJS)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi788
mod_vvisit_counterIeri764
mod_vvisit_counterQuesta Settimana2313
mod_vvisit_counterQuesto Mese21352

Online : 12
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD