"IL RIGORE DELLE IDEE, LA FORZA DELLE AZIONI"












I nostri partner

CONSIGLI ai nostri LETTORI: LA RECLAME SU QUESTO SITO

NOVITA' EDITORIALE   

 

PER UN'AGRICOLTURA LIBERA
UNA
ESCLUSIVA DELLA LEONARDO FACCO EDITORE - MOVIMENTO LIBERTARIO

La potrete ordinare a Leonardo.facco@tiscali.it

--------------------------

L'Agriturismo Amarant

  

Passa un week-end in un vero paradiso libertario!

Accoglienza, confort, buona cucina e natura ad un prezzo concorrenziale!

PRENOTATE LA VOSTRA VACANZA!

-------------

TENERIFE, UNA OPPORTUNITA'

------------------------

SOSTENETE QUESTO SITO ANCHE NEL 2011!

PREPARATEVI, IL 10 SETTEMBRE LANCEREMO UN'OFFERTA FUORILEGGE!!!
La nostra TV

tv del movimento libertario

IL NOSTRO CANALE WEB-TV

Collegati per seguire i nostri eventi in diretta

IO, ANARCHICO (il documentario)

1- Il potere della neolingua

2- Briganti alla riscossa

3- Le tasse sono un furto

4-Lo spreco come servizio

5- Marx starebbe con gli evasori

--------------------------

BATTAGLIE LIBERTARIE (intervista con l'amministratore del Movimento Libertario)

--------------------------

STAMPA NEL MONDO

IL KIOSKO, giornali nel mondo (clicca)

-----------------

IL CANALE YOUTUBE!

-----------------

ADIOS AZIENDE!

-----------------

LEGGI e IMPARA

-----------------

LA FINESTRA ROTTA

-----------------

INTERLIBERTARIANS

 Qui il GRUPPO su FACEBOOK

 

INTERLIBERTARIANS 2012

Lugano 31 Marzo - 1 Aprile 2012

IL MITO DELLA DEMOCRAZIA (video)

Agenda

APPUNTAMENTI col MOVIMENTO... e non solo:

su UMBERTO BOSSI (il libro)

LUNEDI' 20 giugno, DALLE 21 ALLE 23, LEONARDO FACCO A LOMBARDIA CHANNEL, NEL PROGRAMMA DI DAVID PARENZO, (canale 666 digitale in lombardia) PER COMMENTARE LA RIUNIONE LEGHISTA di PONTIDA.

calendario delle PRESENTAZIONI

-23 Agosto 2011, ore 19,00 Circolo Velico di Soverato (Cz), lungomare Europa. Manifestazione Liber@estate 2011

IN PREPARAZIONE

-Presentazione a Soave (Vr)

-Presentazione a Brescia

-Presentazione a Busto Arsizio

-Presentazione ad Arba (Pn)

 ------------------

LA VIDEO PRESENTAZIONE A GUASTALLA

____________________

IL BLOG (clicca sulla foto)

IL "BUNGA-BUNGA"

di Umberto Bossi (leggi)

Presentazione autore

Intervista di Martinelli

Intervista Radio IES

Intervista Radio Bruno

Intervista BeppeGrillo

A Canale Italia

Intervista FizzShow

PRESENTAZIONE a Bologna

PRESENTAZIONE ad Arcole (Vr)

"UMBERTO MAGNO" (ALIBERTI EDITORE) in LIBRERIA. La prima vera inchiesta sul capo leghista e il suo partito azienda.

dal sito di ALIBERTI

Il nostro market

Market

Entra nel nostro negozio per acquistare libri e gadget

Finanziaci
SOSTIENI IL MOVIMENTO LIBERTARIO
L'editoria

Leonardo Facco Editore

ACQUISTA I LIBRI LIBERTARI

Lo spettacolo teatrale "Le tasse sono una cosa bellissima"! (acquista il DVD nello SHOP del sito) - Clicca l'immagine e guarda IL TRAILER!

e-Books Italia

In CD
copertina_cd
Il primo disco con liriche antistataliste.
14 brani composti da NEREO VILLA.
Acquistalo

Ascolta il...

RAP DELLA CARTA STRACCIA

Visita il sito di
Leonardo Facco Editore
o scrivi una email
leonardo.facco@tiscali.it

 

Skype
Chiama ora !


Clicca sull'icona verde per chiamarci GRATIS con

Se sei nuovo.....

Il "Bignami" del libertarismo con una ricca bibiliografia. Clicca qui per ordinare le tue copie (15 euro per 10 copie!) Una la tieni e 9 le regali!
Libertari nel mondo
Home
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

(nella foto anche Luca Zaia)

DOPO LE RECENTI DICHARAZIONI DEL SIGNOR LUCA ZAIA, E DI ALTRI ESPONENTI POLITICI, ABBIAMO PROCEDUTO AD INTEGRARE LE PRECEDENTI DENUNCE CON ALTRE DENUNCE. 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Integrazione esposto-denuncia

 

Il sottoscritto:

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 -  ARBA (PN) e di Presidente dell'Associazione Agricoltori Federati con sede legale in Viale Lino Zanussi 3 – PORDENONE,

PREMESSO CHE:

  1. in data 13-8-2010 ha presentato, insieme al Sig. Leonardo Facco di Treviglio, un esposto denuncia contro un certo numero di persone per alcuni comportamenti che potrebbero rientrare nella fattispecie di reato p. e p.  dall'art. 303 (Pubblica istigazione e apologia) o di altri reati previsti dal codice penale che venissero rilevati nel comportamento dei denunciati,

ESPONE E DUNUNCIA:

  1. 1.     Graziano Ganzit in un articolo de Il Messaggero Veneto del 19 agosto 2010  (allegato 15) ebbe ad affermare:”....L'azione delle tute bianche? Hanno fatto il lavoro che doveva fare la magistratura, che incredibilmente ha scelto di non intervenire. Ormai il caso è scoppiato e farà molta fatica a sgonfiarsi...”;
  2. in un comunicato stampa di Greenreport.it del 25 agosto 2010 (allegato 16) Monica Frassoni, presidente Partito verde europeo ebbe ad affermare:”....Un'ultima considerazione sulle “volanti verdi”: chi è che davvero “dimentica il lessico della legalità”? Chi cerca di porre fine ad un'azione illegale in modo pacifico e in assenza di azione da parte delle autorità preposte o chi subdolamente introduce nel nostro paese colture non permesse, esponendone altre al rischio contaminazione?.. Qui chi ha un problema di legalità non son certo i ragazzi che vanno a strappare le piante contaminate che se si lasciano renderebbero molto difficile la bonifica, ma coloro che sapendo benissimo di violare le leggi vogliono porre tutti di fronte al fatto compiuto che, volenti o nolenti, l'Italia non deve più essere OGM free..”.

Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto, il sottoscritto Fidenato Giorgio , come sopra specificato, denuncia i sigg.:

  1. Graziano Ganzit, Presidente produttori biologici del FVG;
  2. Monica Frassoni, Presidente partito verde Europeo.

affinché venga verificato se, in base alle premesse, nei comportamenti tenuti dai soggetti citati nell'esposizione dei fatti siano ravvisabili fattispecie di reato p. e p. dall'art. 303 (Pubblica istigazione e apologia) o di altri reati previsti dal codice penale che venissero rilevati nel comportamento dei denunciati.

         Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. i sottoscritti chiedono inoltre di essere informati nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine eleggono domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 6 settembre 2010

Fidenato Giorgio

                                            

Si allega:

15. Fotocopia articolo del Messaggero Veneto del 19 agosto 2010;

16. fotocopia del comunicato stampa di Greenreport.it del 25 agosto 2010.

 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Integrazione esposto-denuncia

 

Il sottoscritto:

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 -  ARBA (PN) e di Presidente dell'Associazione Agricoltori Federati con sede legale in Viale Lino Zanussi 3 – PORDENONE,

PREMESSO CHE:

  1. in data 13-8-2010 ha presentato, insieme al Sig. Leonardo Facco di Treviglio, un esposto denuncia contro un certo numero di persone per alcuni comportamenti che potrebbero rientrare nella fattispecie di reato p. e p. dagli artt. n°656 (Pubblicazione e diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico) e/o 658 (Procurato allarme presso l'Autorità) e/o 661 (Abuso della credulità popolare) o di altro reato che venisse rilevato nel comportamento dei denunciati previsti dal codice penale

ESPONE I SEGUENTI FATTI:

  1. ELSA Bigai, direttore regionale Coldiretti del FVG, in un articolo de Il Messaggero Veneto di domenica 22 agosto 2010 (allegato 170) affermava:”....essendo vietata la coltivazione il rischio contaminazione non è nemmeno preso in considerazione..... Non capisco quindi come alcuni possano brindare a una supposta mancata contaminazione quando la metà dei campioni risulta contaminata nonostante chi ha seminato, per sua stessa ammissione, l'abbia fatto in un periodo posteriore a quello scelto dai proprietari dei campi confinanti. Il dato vero  è che, nonostante questa precauzione, la contaminazione è pesantissima e temo che le analisi successive lo dimostreranno ancora....” ;
  2. 4.     sempre nello stesso articolo di cui all'allegato 170, Coldiretti FVG sottolineava che”.... tra l'altro,è evidente che la coesistenza nel sistema agricolo italiano, frammentato e di piccole dimensioni, sia sostanzialmente poco o nulla praticabile a meno che non si decida di autorizzare la contaminazione...”;
  3. 5.     in un articolo de Il Gazzettino di domenica 22 agosto 2010 (allegato 171) Elsa Bigai affermava:”...dimostra che la contaminazione c'è stata e che è inutile brindare alla coesistenza possibile.... Nessun essiccatoio italiano porterebbe in casa mais contaminato nella misura di quello trovato nei campi del pordenonese....”;
  4. nello stesso articolo di cui all'allegato 171, Mirko Bellini direttore dell'Ersa affermava:”.... Sono venuti a vedere se c'era il mais OGM o se c'era la contaminazione?...”;
  5. l'ex ministro dell'Agricoltura Luca Zaia, in un comunicato diffuso dall'agenzia AGI affermava (allegato 172):” ..ringrazio Elisabeth Rosenthal per il suo lucido articolo e le ricordo che in Europa sta cambiando la normativa comunitaria e vige il principio di precauzione, in Germania è stato constatato che semi di mais OGM hanno provocato tumori al fegato su cavie da laboratorio.... Le coltivazioni contaminate con materiale geneticamente modificato potrebbero perdere le loro caratteristiche originarie...”;
  6. in un comunicato stampa del 31/8/2010 (allegato 173) il Wwf friulano affermava:”...La contaminazione è provata, ora dalle parole si passi ai fatti. ..Le analisi sul mais dei campi adiacenti a quelli deliberatamente seminati a mais OGM hanno dato risultati positivi, ciò dimostra il rischio che tali varietà comportano per le colture. Questo l'impatto accertato sulle piante di mais mentre nulla si sa sull'effetto sui microrganismi del terreno,sulle piante spontanee e su tutto l'ecosistema che circonda il campo coltivato...”;
  7. in un comunicato stampa di Greenreport del 25 agosto 2010 (allegato 174)., Monica Frassoni presidente del Partito verde europeo ebbe ad affermare:”.... E non è un caso che la strategia dei pro OGM, che non riescono a convincere i consumatori a mangianrseli, sia oggi quella della contaminazione forzata e della non trasparenza...... Un'ultima considerazione sulle “volanti verdi”: chi è che davvero “dimentica il lessico della legalità”? Chi cerca di porre fine ad un'azione illegale in modo pacifico e in assenza di azione da parte delle autorità preposte o chi subdolamente introduce nel nostro paese colture non permesse, esponendone altre al rischio contaminazione?.. Qui chi ha un problema di legalità non son certo i ragazzi che vanno a strappare le piante contaminate che se si lasciano renderebbero molto difficile la bonifica, ma coloro che sapendo benissimo di violare le leggi vogliono porre tutti di fronte al fatto compiuto che, volenti o nolenti, l'Italia non deve più essere OGM free....”.;

10. in un articolo pubblicato su Il Messaggero Veneto del 28 agosto 2010 (allegato 175) il vicesindaco e assessore attività produttive di Rive d’Arcano (UD) Romeo Chiavotti così affermava:”….In Friuli la contaminazione del campo di Fanna con organismi geneticamente modificati… I rischi derivanti da coltivazioni OGM sono noti a tutti e legati sia alla salute fisica dell’uomo sia, appunto, alla salvaguardia della biodiversità…. Anche a livello economico, per deterioramento dei suoli, di danni, ultimamente, se ne sono visti parecchi in giro. Non è un caso, tanto per citare un esempio evidenziato di recente dalla stampa, che molte aziende indiane, ridotte alla fame dagli OGM, per risolvere i loro problemi, abbiano investito, in diversi settori, nelle produzioni biologiche. La promessa di maggiori guadagni, tra l’altro, parrebbe un’affermazione incauta alla luce del fatto che le sementi transgeniche, essendo brevettate, potrebbero rendere gli agricoltori schiavi delle multinazionali, con un altissimo rischio di indebitamento. Sarebbe lungo l’elenco degli studi che mettono in guardia dai rischi per la salute umana, dell’utilizzo degli OGM…”;

11. in un comunicato stampa pubblicato da IMGPress-Il foglio elettronico del 03/09/2010 (allegato 176) l’onorevole dell’Italia dei Valori Scilipoti affermava:”….Fare coesistere coltivazioni naturali (non OGM), con coltivazioni OGM, è impossibile…. Ma se si piazza una coltivazione OGM accanto a campi a coltura naturale il vento e gli insetti trasportano il polline di queste entità microbiologiche con materiale genetico modificato in maniera diversa da ciò che si verifica in natura e non sufficientemente testato, e queste entità vanno a contaminare la popolazione e l’ambiente circostante, chi saranno i colpevoli? Come si dovranno chiamare? Chi pagherà per i danni arrecati? Quali cure potranno essere predisposte? A parte i probabili danni al nostro DNA, stiamo rischiando fortemente, oggi, di mettere a repentaglio…”;

12. l’agenzia Adnkronos il 3 settembre 2010 (allegato 177), riportava la dichiarazione del Governatore del  Veneto Luca Zaia che affermava:”…. Ricordiamolo fino in fondo: non è assolutamente vero che gli OGM sono innocui…”;

13. in una nota stampa di http://Bora.la del 3 settembre 2010 (allegato 178) le associazioni AIAB-FVG, Legambiente FVG e WWF-FVG così si esprimevano:”…Contaminazione da OGM…. I campionamenti per valutare l’eventuale contaminazione sui campi circostanti gli appezzamenti di mais OGM di Vivaro….. il 50% di tali campioni è risultato positivo con tracce di OGM allo 0,4% e tali soglie di contaminazione impediscono di commercializzare il mais limitrofo nelle filiere “OGM-free”…. Nella comunità scientifica internazionale è in corso una discussione molto animata sull’impatto degli OGM sull’ambiente e sulla salute umana….. per valutare il grado di contaminazione ambientale del mais OGM seminato….. lo 0,4% su metà dei campioni analizzati è la contaminazione di un solo anno di semina e 2 appezzamenti…. Secondo la quale non c’è contaminazione, non c’è pericolo né per gli umani, né per gli animali…. Così il Ministero, la Magistratura e la regione lasciano libertà d’azione a chi vuole subdolamente ed illegalmente creare la contaminazione di fondo….”.

         Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto, il sottoscritto Fidenato Giorgio, come sopra specificati, denuncia i sigg.

  1. Elsa Bigai , direttore Coldiretti del FVG;
  2. Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto;
  3. Mirko Bellini, Direttore ERSA FVG;
  4. Il rappresentate legale di Wwf del FVG;
  5. Monica Frassoni, Presidente partito verde europeo;
  6. Romeo Chiavotti assessore attività produttive e Vicesindaco di Rive d’Arcano;
  7. Domenico Scilipoti, onorevole dell’Italia dei Valori;

10. Il rappresentante legale dell’AIAB-FVG;

11. Il legale rappresentante legale di Legambiente  FVG.

affinché venga verificato se, in base alle premesse, nei comportamenti tenuti dai soggetti, singolarmente o in associazione tra loro, citati nell'esposizione dei fatti siano ravvisabili fattispecie di reato p. e p. dall'art. 656 (Pubblicazione e diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico) e/o 658 (Procurato allarme presso l'Autorità) e/o 661 (Abuso della credulità popolare) o di altro reato che venisse rilevato nel comportamento dei denunciati previsti dal codice penale.

         Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. il sottoscritto chiede inoltre di essere informato nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine elegge domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 06 settembre 2010

                                               Fidenato Giorgio  ___________________________

 

                                              

Si allega:

170. Fotocopia articolo del Messaggero del 22 agosto 2010;

171. Fotocopia articolo de Il Gazzettino del 22 agosto 2010;

172. Fotocopia comunicato stampa AGI del 26 agosto 2010;

173. Fotocopia comunicato stampa Wwf del 31 agosto 2010;

174. Fotocopia comunicato stampa Greenreport.it del 25 agosto 2010;

175. Fotocopia articolo del Messaggero Veneto del 28 agosto 2010;

176. Fotocopia comunicato stampa IMGPress del 3 settembre 2010;

177. Fotocopia comunicato stampa di Adnkronos del 3 settembre 2010;                                

178. Fotocopia comunicato stampa di Bora.la del 3 settembre 2010.,, 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Integrazione esposto-denuncia

 

Il sottoscritto:

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 -  ARBA (PN) e di Presidente dell'Associazione Agricoltori Federati con sede legale in Viale Lino Zanussi 3 – PORDENONE,

PREMESSO CHE:

1.     in data 13-8-2010 ha presentato, insieme al Sig. Leonardo Facco di Treviglio, un esposto denuncia contro un certo numero di persone per alcuni comportamenti che potrebbero rientrare nella fattispecie di reato p. e p.  dall'art. 303 (Pubblica istigazione e apologia) o di altri reati previsti dal codice penale che venissero rilevati nel comportamento dei denunciati,

ESPONE E DUNUNCIA:

1.     Graziano Ganzit in un articolo de Il Messaggero Veneto del 19 agosto 2010  (allegato 15) ebbe ad affermare:”....L'azione delle tute bianche? Hanno fatto il lavoro che doveva fare la magistratura, che incredibilmente ha scelto di non intervenire. Ormai il caso è scoppiato e farà molta fatica a sgonfiarsi...”;

2.     in un comunicato stampa di Greenreport.it del 25 agosto 2010 (allegato 16) Monica Frassoni, presidente Partito verde europeo ebbe ad affermare:”....Un'ultima considerazione sulle “volanti verdi”: chi è che davvero “dimentica il lessico della legalità”? Chi cerca di porre fine ad un'azione illegale in modo pacifico e in assenza di azione da parte delle autorità preposte o chi subdolamente introduce nel nostro paese colture non permesse, esponendone altre al rischio contaminazione?.. Qui chi ha un problema di legalità non son certo i ragazzi che vanno a strappare le piante contaminate che se si lasciano renderebbero molto difficile la bonifica, ma coloro che sapendo benissimo di violare le leggi vogliono porre tutti di fronte al fatto compiuto che, volenti o nolenti, l'Italia non deve più essere OGM free..”.

Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto, il sottoscritto Fidenato Giorgio , come sopra specificato, denuncia i sigg.:

1.     Graziano Ganzit, Presidente produttori biologici del FVG;

2.     Monica Frassoni, Presidente partito verde Europeo.

affinché venga verificato se, in base alle premesse, nei comportamenti tenuti dai soggetti citati nell'esposizione dei fatti siano ravvisabili fattispecie di reato p. e p. dall'art. 303 (Pubblica istigazione e apologia) o di altri reati previsti dal codice penale che venissero rilevati nel comportamento dei denunciati.

         Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. i sottoscritti chiedono inoltre di essere informati nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine eleggono domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 6 settembre 2010

                                               Fidenato Giorgio ____________________________

 

                                              

Si allega:

15. Fotocopia articolo del Messaggero Veneto del 19 agosto 2010;

16. fotocopia del comunicato stampa di Greenreport.it del 25 agosto 2010.

 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Integrazione esposto-denuncia

 

Il sottoscritto:

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 -  ARBA (PN) e di Presidente dell'Associazione Agricoltori Federati con sede legale in Viale Lino Zanussi 3 – PORDENONE,

PREMESSO CHE:

2.     in data 13-8-2010 ha presentato, insieme al Sig. Leonardo Facco di Treviglio, un esposto denuncia contro un certo numero di persone per alcuni comportamenti che potrebbero rientrare nella fattispecie di reato p. e p. dagli artt. n°656 (Pubblicazione e diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico) e/o 658 (Procurato allarme presso l'Autorità) e/o 661 (Abuso della credulità popolare) o di altro reato che venisse rilevato nel comportamento dei denunciati previsti dal codice penale

ESPONE I SEGUENTI FATTI:

3.     ELSA Bigai, direttore regionale Coldiretti del FVG, in un articolo de Il Messaggero Veneto di domenica 22 agosto 2010 (allegato 170) affermava:”....essendo vietata la coltivazione il rischio contaminazione non è nemmeno preso in considerazione..... Non capisco quindi come alcuni possano brindare a una supposta mancata contaminazione quando la metà dei campioni risulta contaminata nonostante chi ha seminato, per sua stessa ammissione, l'abbia fatto in un periodo posteriore a quello scelto dai proprietari dei campi confinanti. Il dato vero  è che, nonostante questa precauzione, la contaminazione è pesantissima e temo che le analisi successive lo dimostreranno ancora....” ;

4.     sempre nello stesso articolo di cui all'allegato 170, Coldiretti FVG sottolineava che”.... tra l'altro,è evidente che la coesistenza nel sistema agricolo italiano, frammentato e di piccole dimensioni, sia sostanzialmente poco o nulla praticabile a meno che non si decida di autorizzare la contaminazione...”;

5.     in un articolo de Il Gazzettino di domenica 22 agosto 2010 (allegato 171) Elsa Bigai affermava:”...dimostra che la contaminazione c'è stata e che è inutile brindare alla coesistenza possibile.... Nessun essiccatoio italiano porterebbe in casa mais contaminato nella misura di quello trovato nei campi del pordenonese....”;

6.     nello stesso articolo di cui all'allegato 171, Mirko Bellini direttore dell'Ersa affermava:”.... Sono venuti a vedere se c'era il mais OGM o se c'era la contaminazione?...”;

7.     l'ex ministro dell'Agricoltura Luca Zaia, in un comunicato diffuso dall'agenzia AGI affermava (allegato 172):” ..ringrazio Elisabeth Rosenthal per il suo lucido articolo e le ricordo che in Europa sta cambiando la normativa comunitaria e vige il principio di precauzione, in Germania è stato constatato che semi di mais OGM hanno provocato tumori al fegato su cavie da laboratorio.... Le coltivazioni contaminate con materiale geneticamente modificato potrebbero perdere le loro caratteristiche originarie...”;

8.     in un comunicato stampa del 31/8/2010 (allegato 173) il Wwf friulano affermava:”...La contaminazione è provata, ora dalle parole si passi ai fatti. ..Le analisi sul mais dei campi adiacenti a quelli deliberatamente seminati a mais OGM hanno dato risultati positivi, ciò dimostra il rischio che tali varietà comportano per le colture. Questo l'impatto accertato sulle piante di mais mentre nulla si sa sull'effetto sui microrganismi del terreno,sulle piante spontanee e su tutto l'ecosistema che circonda il campo coltivato...”;

9.     in un comunicato stampa di Greenreport del 25 agosto 2010 (allegato 174)., Monica Frassoni presidente del Partito verde europeo ebbe ad affermare:”.... E non è un caso che la strategia dei pro OGM, che non riescono a convincere i consumatori a mangianrseli, sia oggi quella della contaminazione forzata e della non trasparenza...... Un'ultima considerazione sulle “volanti verdi”: chi è che davvero “dimentica il lessico della legalità”? Chi cerca di porre fine ad un'azione illegale in modo pacifico e in assenza di azione da parte delle autorità preposte o chi subdolamente introduce nel nostro paese colture non permesse, esponendone altre al rischio contaminazione?.. Qui chi ha un problema di legalità non son certo i ragazzi che vanno a strappare le piante contaminate che se si lasciano renderebbero molto difficile la bonifica, ma coloro che sapendo benissimo di violare le leggi vogliono porre tutti di fronte al fatto compiuto che, volenti o nolenti, l'Italia non deve più essere OGM free....”.;

10. in un articolo pubblicato su Il Messaggero Veneto del 28 agosto 2010 (allegato 175) il vicesindaco e assessore attività produttive di Rive d’Arcano (UD) Romeo Chiavotti così affermava:”….In Friuli la contaminazione del campo di Fanna con organismi geneticamente modificati… I rischi derivanti da coltivazioni OGM sono noti a tutti e legati sia alla salute fisica dell’uomo sia, appunto, alla salvaguardia della biodiversità…. Anche a livello economico, per deterioramento dei suoli, di danni, ultimamente, se ne sono visti parecchi in giro. Non è un caso, tanto per citare un esempio evidenziato di recente dalla stampa, che molte aziende indiane, ridotte alla fame dagli OGM, per risolvere i loro problemi, abbiano investito, in diversi settori, nelle produzioni biologiche. La promessa di maggiori guadagni, tra l’altro, parrebbe un’affermazione incauta alla luce del fatto che le sementi transgeniche, essendo brevettate, potrebbero rendere gli agricoltori schiavi delle multinazionali, con un altissimo rischio di indebitamento. Sarebbe lungo l’elenco degli studi che mettono in guardia dai rischi per la salute umana, dell’utilizzo degli OGM…”;

11. in un comunicato stampa pubblicato da IMGPress-Il foglio elettronico del 03/09/2010 (allegato 176) l’onorevole dell’Italia dei Valori Scilipoti affermava:”….Fare coesistere coltivazioni naturali (non OGM), con coltivazioni OGM, è impossibile…. Ma se si piazza una coltivazione OGM accanto a campi a coltura naturale il vento e gli insetti trasportano il polline di queste entità microbiologiche con materiale genetico modificato in maniera diversa da ciò che si verifica in natura e non sufficientemente testato, e queste entità vanno a contaminare la popolazione e l’ambiente circostante, chi saranno i colpevoli? Come si dovranno chiamare? Chi pagherà per i danni arrecati? Quali cure potranno essere predisposte? A parte i probabili danni al nostro DNA, stiamo rischiando fortemente, oggi, di mettere a repentaglio…”;

12. l’agenzia Adnkronos il 3 settembre 2010 (allegato 177), riportava la dichiarazione del Governatore del  Veneto Luca Zaia che affermava:”…. Ricordiamolo fino in fondo: non è assolutamente vero che gli OGM sono innocui…”;

13. in una nota stampa di http://Bora.la del 3 settembre 2010 (allegato 178) le associazioni AIAB-FVG, Legambiente FVG e WWF-FVG così si esprimevano:”…Contaminazione da OGM…. I campionamenti per valutare l’eventuale contaminazione sui campi circostanti gli appezzamenti di mais OGM di Vivaro….. il 50% di tali campioni è risultato positivo con tracce di OGM allo 0,4% e tali soglie di contaminazione impediscono di commercializzare il mais limitrofo nelle filiere “OGM-free”…. Nella comunità scientifica internazionale è in corso una discussione molto animata sull’impatto degli OGM sull’ambiente e sulla salute umana….. per valutare il grado di contaminazione ambientale del mais OGM seminato….. lo 0,4% su metà dei campioni analizzati è la contaminazione di un solo anno di semina e 2 appezzamenti…. Secondo la quale non c’è contaminazione, non c’è pericolo né per gli umani, né per gli animali…. Così il Ministero, la Magistratura e la regione lasciano libertà d’azione a chi vuole subdolamente ed illegalmente creare la contaminazione di fondo….”.

         Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto, il sottoscritto Fidenato Giorgio, come sopra specificati, denuncia i sigg.

3.     Elsa Bigai , direttore Coldiretti del FVG;

4.     Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto;

5.     Mirko Bellini, Direttore ERSA FVG;

6.     Il rappresentate legale di Wwf del FVG;

7.     Monica Frassoni, Presidente partito verde europeo;

8.     Romeo Chiavotti assessore attività produttive e Vicesindaco di Rive d’Arcano;

9.     Domenico Scilipoti, onorevole dell’Italia dei Valori;

10. Il rappresentante legale dell’AIAB-FVG;

11. Il legale rappresentante legale di Legambiente  FVG.

affinché venga verificato se, in base alle premesse, nei comportamenti tenuti dai soggetti, singolarmente o in associazione tra loro, citati nell'esposizione dei fatti siano ravvisabili fattispecie di reato p. e p. dall'art. 656 (Pubblicazione e diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico) e/o 658 (Procurato allarme presso l'Autorità) e/o 661 (Abuso della credulità popolare) o di altro reato che venisse rilevato nel comportamento dei denunciati previsti dal codice penale.

         Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. il sottoscritto chiede inoltre di essere informato nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine elegge domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 06 settembre 2010

                                               Fidenato Giorgio  ___________________________

 

                                              

Si allega:

170. Fotocopia articolo del Messaggero del 22 agosto 2010;

171. Fotocopia articolo de Il Gazzettino del 22 agosto 2010;

172. Fotocopia comunicato stampa AGI del 26 agosto 2010;

173. Fotocopia comunicato stampa Wwf del 31 agosto 2010;

174. Fotocopia comunicato stampa Greenreport.it del 25 agosto 2010;

175. Fotocopia articolo del Messaggero Veneto del 28 agosto 2010;

176. Fotocopia comunicato stampa IMGPress del 3 settembre 2010;

177. Fotocopia comunicato stampa di Adnkronos del 3 settembre 2010;,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,                                 

178. Fotocopia comunicato stampa di Bora.la del 3 settembre 2010.,,

 
Commenti (18)
mais
18 Venerdì 17 Settembre 2010 16:54
atir
io ho visto il tuo mais ogm cosa credi di avere il mio è migliore del tuo basta comcimarlo non sei un super uomo lascia lavorare i contadini come hanno sempre fatto che fine hanno fatto le tue mele dopo aver preso i contributi hai venduto la proprietà ti ricordi proprio quella he avevi a Fanna vicino al tuo campo ogm
X lorenzo
17 Mercoledì 08 Settembre 2010 17:05
Fidenato Giorgio
accetto la sfida, si facciano pure i cdonfronti su you tube. Non so come si fa ma io sono disponibile. Sempre stato!!!! Caro Lorenzo. Non so da dove scrivi.Se sei vicino al Friuli, ti invito a venire sabato all'assemblea. Dopo andremo a vedere il mais OGM in confronto con quello tradizionale. Ci sarà da vedere anche del mais biologico. Vedi, pèiù delle parole valgono i fatti, le cose che si vedono e si toccano con mano. Ti aspetto!!!!
x Rorschach
16 Mercoledì 08 Settembre 2010 10:29
Lorenzo
Non si può dire chi vince o chi perde, bisogna pubblicare i video dei confronti: sarà in base ad essi che si decide chi vince o chi perde. E se uno non si presenta è da considerare ovviamente sconfitto!
x Leo
15 Mercoledì 08 Settembre 2010 10:25
Lorenzo
Allora riprendete i prossimi confronti e caricateli su youtube!!
Mi sa che Serpe ha ragione
14 Mercoledì 08 Settembre 2010 10:09
Rorschach
Ho il sospetto che Fidenato perda e che dunque, in barba alle direttive Europee, le multinazionali dell'ecofondamentalismo in combutta con i politicanti la facciano nuovamente franca con le loro boiate antiscientifiche.
confronti
13 Mercoledì 08 Settembre 2010 07:22
Leo A.d. ML
Ai confronti Fidenato ha partecipato decine di volte, non s'è mai sottartto una sola volta. Ogniddove è stato invitato è andato, è successo che a non pesentarsi siano propri queli dell'ogm-free, in prima fila tale Marini della Coldiretti.
Grazie LucaF
Per Leo
12 Mercoledì 08 Settembre 2010 03:17
LucaF.
Ti segnalo un altro sito che parla di Fidenato e la sua battaglia in favore degli OGM.
http://www.indiaenvironmentportal.org.in/content/flouting-ban-italian-farmer-wages-crusade-genetically-modified-corn
Ciao da LucaF.
x Lorenzo
11 Martedì 07 Settembre 2010 22:50
pippo pg
Ti devi rivolgere agli amministratori del sito io non sono ancora socio del M.L. e non alcuna voce in capitolo.
x pippo pg
10 Martedì 07 Settembre 2010 21:45
Lorenzo
Potreste organizzate un dibattito "aperto al pubblico" sugli ogm in cui invitare anche gli ambientalisti. Se poi questi non vengono fate la conferenza lo stesso e saranno loro a rimediarci una figuraccia.
x pippo pg
9 Martedì 07 Settembre 2010 21:40
Lorenzo
Ma voi avete proposto qualche confronto???
È inutile dire che hanno paura se poi non avete proposto niente!
Il confronto è quello che più temono
8 Martedì 07 Settembre 2010 18:58
pippo pg
Hanno una paura tremenda del confronto pubblico.
per loro è meglio essere denunciati , eventualmente perdere in tribunale sporcarsi la fedina penale e pagare, piuttosto che trovarsi faccia a faccia con chi probabilmente li metterebbe alle corde.
Se fosse vero il contrario il dibattito l'avrebbero chiesto loro prima di arrivare a fare quello che hanno fatto.
Non credo che chi porta avanti questa battaglia si sarebbe sottratto al confronto.
Si' ma....
7 Martedì 07 Settembre 2010 17:17
Larry
Si' ma tra i Verdi-GreenPeace-Ambientalisti di pazzi ce ne sono: io toglierei l'indirizzo del domicilio di Giorgio Fidenato
dibattito pubblico
6 Martedì 07 Settembre 2010 16:07
Lorenzo
Sarebbe interessante se Fidenato e Leonardo invitassero queste persone ad un dibattito pubblico. Magari non in televisione ma su youtube. Siete disposti a farlo? Sarebbe fondamentale, attualmente non c'è mai stato un confronto pubblico fra sostenitori di ogm e i loro avversari!
Io sono convinto della superiorità del biologico, ma ben vengano i dibattiti (potrei ricredermi e con me altre persone). Ma ogni forma di violenza o supporto alla violenza alla proprietà e alla libertà degli altri non è MAI giustificabile!
fomentatori d'odio
5 Martedì 07 Settembre 2010 16:03
Lorenzo
I fomentatori d'odio sono più pericolosi dei devastatori.
Bene la denuncia: se non si fa qualcosa subito fra un po' questi svitati passeranno alle armi!
esposto-denunia
4 Martedì 07 Settembre 2010 13:09
Leo A.d. ML
L'espostodenuncia è pubblico e tr i libertari maleintenzionati non ci sono, noi non andiamo a distruggere proprietà altrui.
Consiglio
3 Martedì 07 Settembre 2010 12:26
Larry
Ottima iniziativa ma un consiglio al webmaster di questo sito web ed a tutti quanti: evitate di pubblicare, come avete fatto in questa pagina, l'indirizzo del domicilio delle persone.

E' pericoloso: qualche male intenzionato potrebbe servirsene.


.
scommetto
2 Martedì 07 Settembre 2010 11:38
serpe
Scommetto 1000 euro che Fidenato perde, e quindi dovrà pagare anche le spese legali.
seminano merda? Raccolgono Letame!
1 Martedì 07 Settembre 2010 09:49
GianniS
HANNO RIPRISTINATO LA LEGALITA'????
«È stata una stronzata». L’assessore provinciale all’Agricoltura Bruno Specchiarelli, con grande capacità di sintesi, definisce così il lancio di letame avvenuto alla festa di Cuveglio (paese della Valcuvia), durante la visita del ministro della Lega Umberto Bossi. I sacchetti di letame sono piovuti sulla pista da ballo poco prima della mezzanotte, a circa una trentina di metri dal tavolo dove il ministro era seduto con la famiglia e alcuni colonnelli del Carroccio, tra cui il deputato Marco Reguzzoni, la vicepresidente del senato Rosi Mauro, il consigliere regionale Giangiacomo Longoni e sei sindaci della zona, costringendo il gruppo musicale a interrompere la propria performance. «Bravi» avrebbe esclamato con tono ironico il cantante, rivolgendosi agli ignoti lanciatori di sterco di vacca. E che sia di vacca non c’è dubbio, come spiega lo stesso Specchiarelli: «Lì intorno ci sono moltissime cascine e allevamenti e quindi molto materiale da lancio». (VARESENEWS)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
La marcia del mais
2011: SEMINATI ALTRI TRE ETTARI
SEMINA 2011: OPERAZIONE "6 semi di mais ovunque" (richiedi i tuoi 6 chicchi)

464 destinatari! ECCO LE PRIME FOTO 

PRIMA SEMINA MAIS OGM. Da giorni, in questa nuova sezione, è iniziata la pubblicazione delle fotografie che riguardano la crescita dei 6 SEMI DI MAIS OGM piantati da Movimento Libertario & Agricoltori Federati il 25 aprile scorso. Qui, il video della semina!

QUI IL VIDEO DELLA SEMINA IN CAMPO APERTO!

l'ultimo scatto...

02-10-2010

 LUI CONDANNATO, LORO IMPUNITI

ABBIAMO RACCOLTO LE PANNOCCHIE, SI ACCETTANO OFFERTE PER AVERE IL SIMBOLO DI UNA BATTAGLIA CHE RIMARRA' NELLA STORIA DELLA DISUBBIDIENZA CIVILE!

COMPRA UNA PANNOCCHIA!

------------

LE QUATTRO DENUNCE CONTRO I NAZI-COMUNISTI (clicca sui link e leggile)

1-denuncia querela contro Federica Ferrario (Greenpeace)

2-denuncia querela contro ignoti

3-esposto denuncia contro Zaia ed altri

4-esposto denuncia contro Violino ed altre 146 persone

5-integrazione esposto denuncia Zaia, Scilipuoti, altri

REGALIAMO UNA VACANZA AI "NAZI-COMUNISTI"
Sbugiardati gli oscurantisti: GLI ISPETTORI CONFERMANO: "ZERO COMMISTIONE"!
2011: FIDENATO SCRIVE A BRUXELLES: ANCHE QUEST'ANNO TORNERO' A SEMINARE MAIS OGM! 
Conferenza stampa dell'8 marzo sulla semina 2011
L'UE: "FIDENATO PUO' SEMINARE" (leggi la lettera)
Sostituto d'imposta
LA BATTAGLIA:
tutti i soldi in busta paga!

Sostieni anche tu
Giorgio Fidenato. Skype

Clicca qui per scoprire come

ECCO LA SENTENZA DEL GIUDICE DI PORDENONE, PER LA QUALE ABBIAMO ATTESO UN ANNO, IN MERITO ALLA BATTAGLIA CHE STIAMO CONDUCENDO SUL SOSTITUTO D'IMPOSTA.

QUI LA NOTIZIA PER VOSTRI COMMENTI

SENTENZA-SOST.pdf 

L'aforisma

Tre uomini sono su una barca. Uno rema. Ad un certo punto quest'ultimo si ferma e si rivolge agli altri due con queste parole: «Scusate: perché adesso non remate un pò anche voi? ». Questi sorridono e gli rispondono: «Abbiamo già votato. Ma se proprio vuoi possiamo anche votare una seconda volta».(Anonimo)
Il sondaggio
Quale futuro per il movimento libertario?
 
Ron Paul
Quotazione Oro

Oro
Ultimo anno

Clicca sul grafico per vedere la quotazione di OGGI e scopri perché il Movimento Libertario segue l'andamento dell'oro

Quotazione Argento
Argento
Foto libertarie
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi106
mod_vvisit_counterIeri1278
mod_vvisit_counterQuesta Settimana106
mod_vvisit_counterQuesto Mese23614

Online : 18
Link amici

Usem Lab

Libreriadelponte

Nereo Villa

Carlo Zucchi Blog

Paradisi Fiscali

Antarticland

La voce del gongoro

rothbard

lewrockwell

Mises

jesushuertadesoto

mercatoliberonews

libertysoldier

residenclave

forcesitaly

Atroce pensiero

molinari

bastiat

noisefromamerika

aboliamo gli ordini professionali

Walter Block

rand

spooner

al

sfid

juan

panama

interlib

AGRICOLTORI FEDERATI

futuragra

SALMONE.ORG (Pensare controcorrente)

POLYARCHY.ORG

 

La sentinella della libertà

LIBERALISMOONLINE

 

 ASTENSIONE.NET

 

 

 

FOFOA-GOLD