Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

CLICCATE SULL'ICONA E COLLEGATEVI AL VIDEO DELLA SERATA DI PRATO DEL20 MAGGIO SCORSO. GRAZIE A RAFFAELE SCHETTINO PER LA PUBBLICAZIONE DEL VIDEO STESSO (La qualità è non buona per via della mancanza di segnale nella trasmissione)

 
Commenti (5)
Certamente
5 Domenica 23 Maggio 2010 18:12
LucaF.
Ovviamente Leo, la mia non voleva essere una bocciatura dell'iniziativa quanto un giudizio per la prima.
Appare evidente la necessità di ricalibrare e oliare la macchina per le prossime tappe cercando meno di buttarla sul salottiero e sullo scontro tra fazioni aderenti, ponendo invece delle concrete proposte tali da far comprendere concretamente alla gente il tenore di queste utili iniziative.
Penso tral'altro che tali proposte anti-fisco potrebbero essere banco di prova per verificare la vera disponibilità di molti partecipanti a tali eventi sulla strada di vere e proprie rivolte fiscali (come tral'altro giustamente ha fatto notare A. Martino in un suo recente articolo sull'IBL).
Ciao da LucaF.
tea party
4 Sabato 22 Maggio 2010 07:52
Leo A.d. ML
Grazie Fabio, la tua presenza mi ha riempito di gioia. La tipa con la gicchetta a righe, per la cronaca è DEL PDL!!!! (Partito della libertà!!!), capisci perchè la politica è il problema?
A LucaF: non so se questa iiziativa porterà a risultati concreti, rimane comunque il plauso da fare agli organizzatori.
bella occasione, ogni tanto fa bene una boccata d'aria fresca
3 Sabato 22 Maggio 2010 07:16
FabioLibertariamente
tanto è nauseante il viver quotidiano qui a roma, appiattito alla lode ed osanna continuo al "pubblico", che anche un incontro come questo è stata una piacevole boccata d'aria fresca :-)

Come ha ben detto Leo e ricordato qui Luca, è una battaglia culturale: per questo sono stato davvero contento dell'occasione di fare il banco dei libri di Lonardo e di Canovari. La tipa con la giacchetta a righe bianconere era avvelenata, inferocita con leo ed il suo libro. "bisognerebbe arrestare chi lo ha scritto" mi diceva. Si vede che è la concezione di "libertà", di parola quanto in generale, che ha lei con i 3-4 amici (prendevano note come per un articolo) con cui era.
Purtroppo da una partenon è neanche tanto colpa loro, sono anch'essi vittime del profondo e prolungato indotrrinamento statale. Dall'altra oggi abbiamo gli strumenti e le possibilità per capire, alzare la testa, evolverci da scimmie stataliste quali ci hanno formato, e finalmente cominciare/provare a vivere liberi....

o sarà inevitabile fare come abbadantuono nel finale di 'Mediterraneo' di Salvatores?

Intanto ci rincontreremo a roma il mese prossimo

un grazie agli amici di prato ed un abbraccio a tutti
Fabio
Ottimo il formato video delle dirette
2 Venerdì 21 Maggio 2010 17:45
LucaF.
Ah ottima l'iniziativa quella di riproporre i video delle dirette Justin-ML nel formato Vimeo dato che sono più facili da vedere e diffondere, evitando tral'altro di dover trasferire e relinkare i frammenti di trasmissione da Justin come in precedenza (operazione tral'altro meticolosa e non più possibile, almeno per gli utenti esterni a causa di una revisione del formato d'archivio).
Ciao da LucaF.
Grande Leo, diffonderò il video
1 Venerdì 21 Maggio 2010 17:41
LucaF.
Grande Leo, ieri sei stato come al solito brillante e fantastico (non a caso sei stato anche tra i più applauditi e contestati, il che in quest'ultimo aspetto è comunque un buon segno di distinzione roarkiana).
Sul Tea Party italiano non so a che conclusioni siete arrivati, la discussione mi è sembrata a larghi tratti un pò vaporosa.
Tanto più che alcune componenti aderenti cercano di politicizzarla a favore del governo o di una sua formazione movimentista a circolo (tipo tea party neocon paliniani tanto per intederci…).
In alcuni momenti sembrava una sorta di riunione di sezione locale di partito stile comunista/leghista che una serata di proposta e protesta.
In altri il solito salotto un pò idealista e un pò snob ottocentesco di chi propone e progetta castelli in aria non rendendosi conto dei veri grossi problemi che stanno davanti agli occhi.
Hai fatto bene a contraddire tali sirene puntando sulle nostre ragioni rothbardiane evitando la politicizzazione lottizzata dell'iniziativa.
Io francamente ritengo che molti siano ancora convinti che la politica parlamentare sia la risposta ai problemi della gente (vedi Falasca area libertiamo) neppure in chiave miniarchica ma come base per retorici appelli idealisti alla libertà per poi ridurre e tagliare poco....
Poi quando si tratta di scendere al concreto si vede la coerenza di tali personaggi….
La riunione e l'adesione ai Tea party a mio parere (per il momento) non è comunque male se lo scopo rimane quello di un movimento indipendente di protesta e ovviamente da parte del ML di estendere la conoscenza del ML anche a categorie e a persone non naviganti su internet nella vita reale e in varie città italiane (chissà che non ne nascano nuovi clan ML).
Sarà che erano agli inizi e devono ancora calibrare e rodare la macchina, però mi pare che queste serate tea party italiane servano più che altro ad uno scambio di idee e posizioni che a promuovere proteste.
Tral’altro mi pare che pure parte della gente andata al raduno non fosse propriamente libertaria e rothbardiana in toto (tra pubblico e partecipanti).
A mio parere come tu hai ben detto ieri in Italia mancano i fondamenti divulgativi culturali di cosa sia la vera libertà e quindi cosa intendano i libertari per essa.
Inoltre manca la reale percezione di cosa sia invece lo Stato in questo Paese.
Il rischio è quello di parlare a una massa amorfa di Scurati che ti guardano inebetiti da ciò che dici.
Ti segnalo la seguente discussione a proposito
http://residenclave.wordpress.com/2010/05/19/eureka/#comment-7979
Qualora tu voglia partecipare.
Ciao da LucaF.