Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 

 

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

IL TRIBUNALE DI PORDENONE

 

Esposto-denuncia-querela

 

Il sottoscritto:

Giorgio Fidenato, nato a Mereto di Tomba (UD)il 7 marzo 1961 e residente ad Arba (PN) in via G. Pascoli 19 presso la quale elegge il proprio domicilio, nella sua veste di titolare dell'Az. Agr. In Trois di Fidenato Giorgio con sede legale in via G. Pascoli 19 - ARBA (PN),

PREMESSO CHE:

  1. nell'aprile 2010 provvedeva a seminare sui propri appezzamenti censiti rispettivamente nel Comune di Fanna (PN) al F. 8 mappale 480 e nel Comune di Vivaro (PN) al F. 14 mappale 264 una varietà di mais iscritta al catalogo comune europeo;

  2. il 24 giugno 2010 l'Assessore Regionale all'Agricoltura Claudio Violino, durante una conferenza stampa convocata presso l'Assessorato all'Agricoltura di Udine (allegato 1), informò i giornalisti che alcuni giorni prima aveva ricevuta una busta anonima contenete alcune foglie di mais e precise indicazioni, da parte dei denuncianti anonimi, da dove le foglie erano state prelevate (indicando il Comune, il foglio e il mappale);

  3. l'Assessore comunicò anche che dalle analisi che aveva fatto eseguire presso i laboratori dell'Ersa, aveva potuto appurare che il materiale conteneva OGM e che pertanto aveva provveduto ad inoltrare regolare denuncia alla Procura della Repubblica di Udine per gli accertamenti del caso;

ESPONE E DUNUNCIA:

  1. durante una riunione che si è tenuta a Pordenone il 30 luglio 2010 (allegato 2) il giornalista de Il Gazzettino riportava la seguente cronaca:”.. All'incontro anche il direttore dell'Ersa Mirco Bellini che ha ripercorso le azioni svolte dalla Regione da quando-in giugno-erano arrivati i campioni prelevati nel campo di Fanna. <Dopo le analisi svolte nei nostri laboratori, abbiamo riscontrato la presenza di colture OGM. Sono bastate otto ore per compiere le analisi necessarie. A quel punto abbiamo presentato un esposto alla Procura di Pordenone. E lo stesso percorso è stato seguito dopo la seconda segnalazione che riguardava il campo di Vivaro...>”.

Tutto ciò premesso e visti i fatti narrati nell'esposto e alla luce di quanto riportato da Il Gazzettino, il sottoscritto Fidenato Giorgio, come sopra specificato, chiede alla Procura di accertare e perseguire i soggetti che si sono abusivamente introdotti sui propri terreni di Fanna e di Vivaro per fare dei prelievi di piante di mais ivi coltivate senza il consenso del sottoscritto.

Con la presente viene inoltrata formale denuncia querela dei soggetti che si sono introdotti abusivamente nei propri fondi.

Ai sensi dell’art. 408, 2° comma, c.p.p. i sottoscritti chiedono inoltre di essere informati nell’eventualità di una richiesta di archiviazione ed a tal fine eleggono domicilio presso la sede di Agricoltori Federati in Pordenone Viale Lino Zanussi 3.

Pordenone, 13 agosto 2010

 Fidenato Giorgio ____________________________

 

 

Si allega:

  1. Fotocopia dell'articolo apparso su Il Messaggero Veneto del 25 giugno 2010;

  2. Fotocopia dell'articolo apparso su Il Gazzettino del 31 luglio 2010.

 
Commenti (3)
x libero e un libertario vero
3 Lunedì 16 Agosto 2010 16:08
Fidenato Giorgio
Io non so se fate apposta per provocare. Ma vi sembra che questi signori siano entrati nella mia proprietà per controllare se il mais era OGM?Se ci avete fatto caso noi non ci siamo mai lamentati del lavoro fatto dalla magistratura. Non abbiamo mai scritto una riga contro l'azione della magistratura. Poi non vi siete ancora accorti che ci siamo autodenunciati? Ma perchè siete così falsi e bugiardi che non riscotruite nemmeno la vicenda come è accaduta? Solo per questo non meritate alcuna risposta in più
bravo libero!
2 Lunedì 16 Agosto 2010 14:14
un libertario vero
Bella domanda hai fatto(libero),molto leggittima..da una parte questi pseudo-libertari rivendicano il diritto di seminare mais OGM dall'altra se qualcuno mette in discussione questo pseudo-diritto viene denunciato..se poi entri in un loro campo e cerchi le prove di quello che impunemente rivendicano visto che è fuorilegge(almeno per lo Stato italiano)allora gli integralisti della proprietà privata ad ogni costo cercano scappatoie appellandosi alle leggi dello stesso Stato su questa materia..forse tra il movimento ogm-free ci saranno anche nazicomunisti ma a me sembra con tutta evidenza di trovarmi davanti persone perse che non hanno nessun aggancio con la comunità in cui vivono..
perchè?
1 Sabato 14 Agosto 2010 18:42
libero
ma se prima vi siete tanto vantati di seminare questi mais ogm perchè adesso ve la prendete se qualcuno è andato a verificare sul campo?
forse sapete che avete fatto una cosa ILLEGALE e quindi volete vendicarvi con chi vi ha scoperto?